Home / ComeDonChisciotte / I CINQUE STELLE AFFOGANO NELLA PALUDE ROMANA ?
16595-thumb.jpg

I CINQUE STELLE AFFOGANO NELLA PALUDE ROMANA ?

DI DELIO BERARDI

sollevazione.blogspot.it

Ve lo ricordate quel che dicevano i gufi prima delle elezioni? “Roma sarà la tomba dei Cinque Stelle”.

Mi pareva anzitutto uno slogan qualunquista, indice di quella rassegnazione profonda che cova tra la gente comune, quel disincanto paralizzante tinto di realismo per cui…”tanto non cambierà nulla”. E la qual cosa mi riportava ad una icastica frase di Mussolini alla fine dei suoi giorni: “Governare gli italiani non solo è impossibile, è inutile”.

A poco più di due mesi sembrano avverarsi le più fosche previsioni.

Prendo la migliore, per quanto brutale, illustrazione che trovo sui media, quella del Corriere.it di ieri:

«La giunta capitolina perde pezzi. La sindaca Virginia Raggi – su parere dell’Anac – revoca la nomina alla capo di gabinetto Carla Raineri e nel giro di pochi minuti si dimette anche l’assessore al Bilancio Marcello Minenna. Il terremoto si consuma nelle prime ore di giovedì, ma nel pomeriggio si registra un’altra scossa: lascia pure l’amministratore unico di Ama, Alessandro Solidoro, che si era insediato meno di un mese fa, il 4 agosto, in pieno caos rifiuti e dopo settimane di scontro tra il suo predecessore Daniele Fortini e l’assessora all’Ambiente Paola Muraro. Via, infine, i vertici Atac, il direttore generale Marco Rettighieri e l’amministratore unico Armando Brandolese».

Io devo essere franco: non ho capito molto in questa girandola di dimissioni a catena di assessori e manager, di dichiarazioni e controdichiarazioni. Forse è colpa mia… o forse no.
La sensazione apparente è di una faida da basso impero, tipicamente romana appunto.
Al di là del merito e dei motivi degli scontri nella e attorno alla giunta Raggi, quel che non riesco a capire è chi sia al comando del vascello 5 Stelle, e quale sia la sua rotta. Forse è anche per questo che non riesco a capire. Seconda, brutta sensazione: queste faide non riguardano solo la cupola degli amministratori, per ipotesi “quinta colonna” del nemico, ma hanno infettato il gruppo dirigente del Movimento, che scopriamo non solo diviso, ma sbrindellato.

I cinque dimissionari
Voglio essere quindi indulgente, voglio dare retta al sospetto che si tratti di sordide imboscate del vecchio ciarpame politico corrotto per azzoppare la Raggi, sputtanare M5S e quindi fermare la sua avanzata.
Poi, però, mi riviene il dubbio: ma se fosse davvero così, perché i 5 Stelle non lo dicono? Perché non passano al contrattacco? Perché non denunciano il complotto ed i suoi artefici?
Abbiamo invece la Raggi che con fare candidamente doroteo ci dice che …tutto va bene madama la marchesa, che non c’è alcuna crisi!
So bene anche io che amministrare una metropoli in una condizione a dir poco drammatica, è ardua impresa. Ma questo lo si sapeva per Dio! E allora, o sei attrezzato, o hai idee chiare sul da farsi, sul necessario radicale repulistiti, su chi mettere ai posti di direzione (è a dir poco ingenuo avere assunto dei manager profumatissimamente stipendiati per poi scoprire che ti giocano contro), oppure è meglio che non ti fai avanti strombazzando che tutto sarà messo a posto con la bacchetta magica della …”onestà” e in forza della propria auto-sufficienza. Un’auto-sufficienza dimostratasi una pia e consolatoria illusione.
Delio Berardi

Link: http://sollevazione.blogspot.it/2016/09/i-cinque-stelle-affogano-nella-palude.html

2.09.2016

Pubblicato da Davide

  • 1Al

    Nella Roma odierna affogherebbe anche un caimano.

  • sotis

    Eh… lo so si stava meglio quando si stava peggio. Le iene si scatenano e avendo perso la tetta dalla quale prendevano nutrimento godono delle indubbie difficoltà iniziali che trova la Raggi. Purtroppo i politici delle opposizioni invece di aiutare i romani mettono i bastoni tra le ruote alla nuova giunte  inventandosi di tutto e di più aiutati alla grande da una certa stampa serva e dai trolls che girano anche su CDC. Se fossero intellettualmente corretti dovrebbero non mi illudo aiutare ma star neutri nell’interesse della Capitale ma non lo fanno perchè il loro faro è e sarà sempre quello degli amichetti di Roma Capitale. Bravi. Peggio di così non si può fare.

    Si dovrebbe forse tornare a nuove elezioni per rimettere al comando i politici degli ultimi 30 anni che , visti i risultati, non mi pare abbiano fatto del bene alla città.  Quando una azienda va male il proprietario cambia in blocco la dirigenza non la riconferma ….però in politica è diverso vero? 
    Anche questi atteggiamenti mi fanno capire che non ci si può fidare di loro per cui al  referendum costituzionale voterò NO solo perchè di questa gente non mi fido.
  • oriundo2006

    Era giusto il commissariamento.

  • orckrist

    Se vuoi essere il capo devi essere la peggiore delle carogne.

    Qualcuno lo spieghi a quegli illusi dei grillini.

  • Albertof

    Il problema è che non basta, contrariamente a quanto hanno sempre sbandierato i 5S, semplicemente ripristinare legalità ed onestà (ammesso che loro rappresentino la risposta giusta) per risolvere tutti i problemi. Adesso si ritrovano alle prese con difficoltà di gestione enormi che richiederebbero autonomia decisionale ed economica che non hanno. 

  • helios

    Sara colpa della cloaca massima che hanno li….

  • helios

    Anche in home post fotocopia.

    Ma sri proprio ridotto alle assi…..
  • helios

    Se glielo dici se cattivo e contro di loro che sono dei meravigliosi ragazzi immacolati e onesti.

    Non ce li meritiamo. Appunto.
  • Toussaint

    Lotte di potere, imboscate, presunzione, incapacità … Bambolina Imbambolata, Cappuccetto Rosso … aridatece Veltroni. 

    Fine dei 5 Stelle? Vediamo cosa ne pensano in America … Alla fine il loro compito l’hanno svolto. E’ ora che si tolgano dai piedi. Però il futuro mi fa veramente paura. Cosa succederà?
  • sotis

    cHE CONTINUEREMO A PRENDERLO NEL C….

  • helios

    Succedera che dopo arriver Cantone, che e gia stato allertato.

    Fissarsi sul non voler commissariare Roma ha portato i 5 stelle allo sfascio.
  • natascia

    Un senso di nausea mi ha assalito fin dalle prime notizie radio. A nessuno è stato permesso di dire che siamo TUTTI sostituibili.  Iniziando  da questi  super magistrati votati alla politica(?) , e finendo dai medici che prescrivono malattie,  nei momenti topici, ai vigili romani.  Le LIBERAZIONI ESISTONO non si tratta di paludi, non si tratta di crisi, ma di pulizia.

  • AlbertoConti

    Non basta sostituire Alì Babà, occorre sostituire anche i 40 ladroni, e non è cosa facile evidentemente.

  • Fischio

    Da cima a fondo in Italia, dove governano i 5stelle, non si contano le liti intestine e gli indagati. A Livorno addirittura il Sindaco. Dappertutto aumentano e di parecchio le tasse e i tagli al sociale, aumenta la disoccupazione e il precariato, l’inquinamento sale alle stelle (che non sono 5). Assessori e tecnici che arrivano da fuori con spese da risarcire. Dei piani urbanistici meglio non dire, tant’è che i giochini sul gameboy a confronto diventano un semplice viottolo di campagna. E poi è una scorribanda di amici e amici degli amici che trovano posto qua e là per i municipi. Insomma, la messa in opera del grande M5S va dritta dritta verso il contrario di ciò che riportava il tanto decantato programma!…Roma? Mi vien da pensare che è stata costruita nei secoli, ma se prima veniva amministrata malamente, con i 5stelle troverà il suo scheletro.

    Di Grillo e di chi opera dietro le quinte ne riparleremo alla prossima puntata.
  • Penta

    Vai in giro a raccontare che sai far bollire l’acqua senza gas né elettricità, molti ti credono e vieni eletto cuoco.
    Poi devi cucinare la pastasciutta e allora devi acquistare il gas e pagarlo.
    A questo punto sorgono le faide che non sono faide da basso impero per il potere, sono semplicemente scontri fra chi deve far bollire l’acqua per la pastasciutta e chi è convinto che si possa fare senza gas né elettricità.
    Per questo non c’è alcuna possibilità di mediazione.

  • spadaccinonero

    #Roma agli immigrati

    XD
  • Vocenellanotte

    Molto prosaicamente credo che i 5 dimissionari sono molto scafati. Hanno capito che è cominciato il tiro al piccione e non si vogliono fare inchiappettare.

    Parte della colpa è proprio nel DNA dei 5 Stelle (cui peraltro continuo a dare il mio incondizionato appoggio perché è l’unica realtà di vera rottura), perché è da sempre che attaccano il lavoro degli altri solo marginalmente per i risultati disastrosi, ma sempre più per aspetti formali.
    Le nomine a Roma avrebbero portato risultati senz’altro positivi, ma la forma è stata scorretta.
    Insomma i 5 Stelle si sono dati la zappa sui piedi.
  • ilsanto

    Non capisco, voti no al referendum perchè si dimettono delle persone della giunta di roma, ma che c’entra ? Prima bisognerebbe interrogare chi si è dimesso dicendo che ci sono pesanti ingerenze politiche, di chi ? magari gli hanno detto che devono fare cosi o sono cazzi, perche al loro posto deve entrare il mafioso di turno, io darei tutto in mano alla magistratura.

  • Nathan

    La storia moderna ci ha insegnato che i politici e non solo si sono venduti per denaro,anche poco, mani pulite insegna. Immaginate che razza di battaglia si sta scatenando per Roma che vale miliardi di euro olimpiade compresa, capirete quindi questa situazione da ok corral..

    Purtroppo a perdere sono i cittadini di Roma costretti a rivedere il vecchio che avanza come nel peggio dei film commedia anni 60/70 tanto odiati quanto mai attuali……
  • oriundo2006

    Ciao Helios, io volevo dire che PRIMA si doveva fare pulizia senza impacci ‘politici’ che dir si voglia ( sia di ‘impacci’ sia di ‘politica’… e possiamo immaginare cosa significhi avere tra i piedi tutta la rete di interessenze di mafia capitale non smantellata se non per pochissimo ) e POI si facevano le elezioni. Adesso la povera Raggi, sballottata di qua e di là, non supportata dal suo partito come dovrebbe, è lasciata sola a gestire un problema enorme in attesa che Renzi ed i suoi se la pappino in un boccone. mi viene il sospetto che tutto sia fatto perchè non ha voluto la candidatura di Roma alle Olimpiadi…sia che bella occasione per i furbastri che conosciamo…!

  • gix

    Il M5S ha un solo importante dovere, perlopiù morale, quello di essere trasparente con i propri elettori e giustificare le mosse che porta avanti. Per il resto, il fatto che si stiano creando queste apparentemente strane situazioni mi fa pensare che si sta procedendo per la prima volta su una strada nuova e forse anche giusta. In ogni caso la questione è semplice, rivogliamo quello che c’era prima? io certamente no.

  • gilberto6666
    Sono sempre stato all’opposizione dei M5S, ma non riesco a sparare sul gigante ferito a terra, sarebbe questo il momento più invitante e logico per farlo, ma proprio non rientra nelle mie corde naturali. Nel caso dei pentastellati la storia era già scritta alla fondazione. Spero soltanto che la grande sbornia di massa inizi a passare. Non è con i Di Maio e compagnia che si conquisterà qualcosa, ma purtroppo ho l’impressione che non sarà così, molti continueranno a bere la bevanda preparata ad arte dal regime.
  • clausneghe

    Dov’è il problema?

    Mandare via qualche dirigente è cosa buona e giusta, o pensate che i dirigenti siano così importanti?
    Dipendesse da me farei come il turco Erdogan che ne licenzia a migliaia..
    Questi "dirigenti" del cappio, che in vita loro non hanno mai o quasi lavorato con le mani, e si credono indispensabili..anche quando le baracche che dirigono fanno acqua da tutte le parti..
    Brava Raggi, daje e daje, cacciali tutti compresi gli operai lazzaroni, ma prima i dirigenti da 10000 € al mese.
  • ligius

    Forza Raggi, tutti contro, sei sulla buona strada!!!!
    Tutti quelli che guadagnavano rubando si sono trovati nudi e adesso cercano di sopravvivere, ma non ce la faranno, una volta che vedi cosa vuol dire essere onesti e’ difficile tornare indietro…

  • iskra

    Finalmente il M5S si sta scontrando con la logica del capitale ,se dipendesse dal fatto di essere onesti ,o di mettere le persone giuste al servizio dei cittadini cadremmo nella logica dei socialisti utopisti Fourier,Owen  (e solo questione di volontà)ma il capitalismo impone le sue regole ,o lo combatti oppure lo subisci :Sputtanatevi  con le vostre mani.

    Ripensare Marx.
  • Eshin

    Ho letto i commenti 

    scelgo questo 
    Immaginate che razza di battaglia si sta scatenando per Roma che vale miliardi di euro….
  • Sven

    In età repubblicana se non sbaglio la legislazione romana prevedeva la figura del DICTATOR nei momenti di crisi…

    Qua siamo di fronte ad un guazzabuglio germogliato sul peggior humus Alemanno/Marino, che ha ridotto questa città ad una metropoli caotica, incivile ed invivibile.
    IN queste settimana onestamente devo dire che vedo qualche mezzo AMA in più in giro: spazzatrici, camion, eccetera ed in alcune zone si ha una sensazione, pur lieve, di maggior cura. In compenso nel mio quartiere qualche brillante scienziato ha incendiato la campana del vetro, che ora non sappiamo dove gettare.
    I grillini sono espressione di un potere mediatico e anche un po’ occulto, che prelude ad altro e che è valso finora a contenere il labile dissenso italico (non siamo certo rivoluzionari come i francesi).
    Credo che la linea politica dei Grillini si risolva in tentativi di acquisire il consenso del pubblico con attenti interventi mediatici ( e non con la rete, scarsamente legittimante) più o meno alla stregua degli altri..che sono un po’ più sfrontati.
    Questi pochi anni di amministrazione locale grillina (Parma e Livorno ad es.) han dato luogo in effetti a gazzarre infinite.

    Credo che l’onestà a parole – sulla quale si basa larga parte del progetto politico cinquestalle – non sia che uno scontato slogan di marketing, ma dall’altro lato sarebbe divertente vedere la Giunta Raggi nel tentativo di distruggere almeno qualche sarcofago romano o far aprire qualche "armadio della vergogna" svelando al pubblico affarismi e sprechi vari. Questo vale per lo specifico contesto romano sia chiaro, ritengo che invece per la guida del Paese siano incapaci di visione strategica e pro italiana sulle scelte di fondo, es. immigrazione, che hanno biecamente favorito senza fiatare e facendo finta di ignorare il caos sociale in corso/che si prepara..

    Per il resto come forza politica non appaiono poi così credibili  anche se c’è il sospetto, come dite, che i troppi miliardi in ballo per Roma (Olimpiadi?) possano far gola a ceti imprenditoriali e politici che stanno imbastendo una campagna anti Raggi. Troppe dimissioni tutte insieme e come diceva Cossiga "In politica NULLA ACCADE PER CASO". E Roma è troppo sotto i riflettori ed in un periodo "chiave" (pre referendum, pre autunno "caldo", pre rientro dei romani dalle ferie) perchè tutte queste dimissioni siano effettivamente casuali.

  • Evitamina

    Se i 5 Stelle sono quelli che hanno detto di essere ( a netto delle eccezzioni) l’unica mossa da fare è quella di essere trasparenti con i propri sostenitori. Se oggi il Movimento è la prima forza politica e perché conoscono abbastanza bene chi li ha governati negli ultimi 20 anni, quindi basta parlare della controparte bisogna parlare di loro e di ciò che succede al proprio interno. Ma forse la politica è tutt’altra cosa e tutto ciò che non appartiene al popolo.

  • PinoRossi

    Si sono dimessi 5 dirigenti di municipalizzate? EVVIVA! Dov’erano fino a ieri? A svolgere lo splendido lavoro che ci regala una capitale efficiente? Bene che si sono dimessi, e che andassero a lavorare nel privato.

  • helios

    La Raggi potrebbe commissariare lei il comune di Roma  ma non glielo lasciano fare i 5stelle.

    Loro vogliono gestire tutto e nel contempo dire che lo fanno per togliere il malaffare.
    Le 5 dimissioni dicono altre cose nelle quali tirano in ballo la magistratura e Cantone. Vedremo.
  • ilsanto

    Condivido, bravo, e vorrei aggiungere se mi consenti che bisogna anche modificare il sistema e le leggi in modo che possiamo essere governati da gente normale e non dal super tecnico figo e strapagato, ma principalmente che la gente lavori perchè oramai è chiaro che su 1 buono almeno 9 sono dei lavativi o peggio e una responsabilità non si riesce mai a farla saltar fuori.

    Cosi per dire ci vogliono le telecamere spia dei carabinieri per vedere che gli impiegati in comune non ci sono ? un responsabile c’è e se c’è dormiva e perche non è stato licenziato in tronco ?
  • fabKL

    La verita di quello che dici e’ dimostrata dalla scarsita’ di pretendenti al ruolo di sindaco di una delle citta piu conosciute al mondo.

    Questo non basta pero per giustificare l’aver eletto un emerita sconosciuta senza un minimo di cognizione di roma, delle problematiche, di un programma e senza una squadra di persone affidabili e capaci su cui contare ciecamente.

    Adesso che anche questa prova e’ stata espletata non rimane che rimettere roma nelle mani del Papa e sperare nei francesi……

  • fabKL

    Scusami tanto ma perche’ dovrebbero stare tutti buoni e zitti mentre si vede una sconosciuta vincitrice della lotteria del m5S distruggere totalmente quel poco che e’ rimasto di roma al fine di venderla al miglior offerente (certamente straniero)?????