Home / ComeDonChisciotte / I CALCI, IL NUMERO E LO SDEGNO GRATIS
13131-thumb.jpg

I CALCI, IL NUMERO E LO SDEGNO GRATIS

DI ALESSANDRO GIGLIOLI

gilioli.blogautore.espresso.repubblica.it

Non fa ridere, almeno non a me, la linea di difesa del poliziotto che sostiene di aver camminato sulla pancia di una ragazza a terra avendola scambiata per uno zaino.

Non fa ridere perché il problema non è né lui, quell’agente in borghese col casco, e neppure singolarmente i suoi colleghi che manganellano e sganciano calci in faccia a gente inerme sul selciato.

Il problema è che se questi si comportano così, è perché gliel’hanno insegnato. O quanto meno perché non gli hanno insegnato il contrario. Insomma perché l’aria che si respira tra le forze dell’ordine, la subcultura di cui ci si nutre dentro quegli uffici pagati coi nostri soldi di contribuenti, è quella lì.

La stessa, del resto, che in questo Paese nega ancora di fatto troppe volte l’habeas corpus, sicché si entra in una questura in piedi e si esce cadaveri.

E allora puzza di ipocrisia, ma proprio da pazzi, il capo della polizia Alessandro Pansa che si difende dicendo «abbiamo un cretino». Si guardi le immagini e veda se è davvero uno solo, isolato ed esecrabile, il “cretino”: o se invece i suoi sottoposti non si siano comportati in troppi allo stesso modo, l’altro giorno e non solo, cioè al di fuori della legalità e della civiltà.

E puzza ancora più di ipocrisia la politica che c’è sopra, nella persona del numero due del Viminale Francesco Bubbico, piddino, che oggi a ‘Repubblica’ esprime «il massimo dell’indignazione per scene di questo genere», certo, poi però spiega che il numero di riconoscimento sulla divisa bah, «ci sono ragioni per sostenerne l’utilità e altrettante contro, comunque i mezzi per riconoscere in queste situazioni responsabili ci sono già e sono più che sufficienti», quindi ciccia, non se ne fa niente, continuiamo pure ad alimentare l’irresponsabilità, che tanto poi lo sdegno è gratis.

Alessandro Giglioli

Fonte: http://gilioli.blogautore.espresso.repubblica.it/

Link: http://gilioli.blogautore.espresso.repubblica.it/2014/04/16/i-calci-la-targhetta-e-lo-sdegno-gratis/

16.04.2014

Pubblicato da Davide

  • lucamartinelli

    Tutti i giorni c’è qualcuno che scopre l’acqua calda………….gli sbirri sono il cane da guardia dei padroni…da sempre..

  • Cataldo

    Pensare che il naive cita addirittura l’Habeas Corpus 🙂
    Purtroppo in Italia tanta gente vive nel mondo degli "ndrongoli" come diveva mio nonno, è notorio che in tutte le manifestazioni è importantissimo colpire proprio i più inermi, quando mi sono trovato in frangenti simili,  anche quando stavo in mezzo a qualche scalmanato non si è mai avvicinato un "cretino" scambiandomi  per un armadio 🙂

  • Nauseato

    Evidentemente il Bubbico (e pare non sia il solo…) non ricorda quel pestaggio a sangue in piena autostrada da parte di alcuni poliziotti, che avevano così inteso dare "una lezione" a Riccardo Welponer, un giovane di 32 anni, colpevole di non aver lasciato rapidamente libera la carreggiata alla vista della loro auto che sopraggiungeva con il lampeggiante < http://milano.corriere.it/ [milano.corriere.it]>

    Lo avevano costretto a fermarsi e poi aggredito selvaggiamente. Tra i poliziotti coinvolti, il segretario regionale del sindacato di Polizia Coisp, Luca Prioli. "Purtroppo" per loro, un testimone aveva assistito alla scena e preso il numero di targa della loro auto. Diversamente l’avrebbero fatta franca.
    Tantomeno ricorda, evidentemente, analoghi episodi con conseguenze ancora più tragiche. La storia di questo paese ne è piena. Basta avere una divisa e troppi si sentono autorizzati a comportarsi PEGGIO (molto peggio) dei peggiori "malviventi".
    Chiaramente si tratta sempre delle classiche "mele marce". A me pare piuttosto che sia una assoluta eccezione trovare delle mele sane rispetto a una normalità di marciume putrido.
    Aggiungo, a titolo di cronaca, quello che già avevo riportato qui una volta: un giorno sulla A1 da Firenze verso Bologna, avevo visto due missili arrivare a sicuramente ben oltre 200Km/h (io che andavo a 140/150 sembravo fermo…) e superare chiunque zigzagando pericolosamente a destra a sinistra, lampeggiando come forsennati. E dove non trovavano un varco, si attaccavano a meno di 1 metro dal veicolo che li precedeva per farlo spostare al più presto.
    Ovviamente, le due auto (marca straniera) avevano dei lampeggianti accesi e a parte gli autisti, non c’era nessun altro nelle auto. Non dico altro.
  • Hamelin

    A me invece fa ridere … La gente che nel 2014 crede ancora che la Polizia sia al servizio dei cittadini .

  • Truman

    Il mondo non è in bianco e nero. Quando nessuno più crederà che la Polizia sia al servizio dei cittadini saranno tempi molto brutti.

  • clausneghe

    Quando li circonderemo nelle loro caserme?

    Solo noi Italiani ci facciamo prendere a calci in faccia dagli sbirri di regime senza mai reagire.
    Ci vorrebbe un sano Maidan, anzi che dico, una cosa come sta succedendo in Ucraina dove sbirri e militari sotto la spinta del Popolo si arrendono in massa.
    Ma noi Italiani siamo buoni, buoni e tonti, si sa.
  • lucamartinelli

    Certamente. Aggiungo anche che a Genova successe di peggio, a parte il morto….Bolzaneto è già stata dimenticata. E l’elenco di cittadini assassinati dagli sbirri è lungo un Km.

  • lucamartinelli

    Truman, che dici? Il concetto che la polizia debba essere al servizio dei cittadini è solo teorico quando non una presa per il culo. E comunque, se fosse vero, sarebbe possibile in una democrazia….la nostra non lo è, non lo è mai stata. Semmai è stata una finta democrazia per 40 anni. Ora con un golpista traditore al governo è francamente una dittatura. Ha ragione l’amico che ricorda i fatti di piazza Maidan: che sia arrivata l’ora delle fucilate?

  • gm

    se in futuro andrò a manifestare non lo farò senza casco, scudo e
    bastone.
    basta doverle solo buscare da quegli androidi in
    divisa.

  • RenatoT

    infatti se uno pensa a tutto… viene solo da vomitare.

    Io ho mollato quel paese da due anni. Mi auguro che tutti facciano lo stesso e lascino li i parassiti di stato a mangiarsi fra di loro quando il paese sará alla frutta senza piu’ nessuno che li manterrá con le tasse.
  • makkia

    Solo noi italiani!?!?
    Fatti un giro negli States: i nostri celerini sono chierichetti, al confronto dello sbirro medio di pattuglia (e sorvoliamo sulla SWAT e la Guardia Nazionale, che oramai sono più "operative" dei mercenari Blackwater).

    Quanto all’Ucraina, si arrendono al… Popolo di Soros.

  • Ercole

    Senza un apparato repressivo la borghesia non potrebbe conservare il potere ,è questo il vero volto dello stato capitalista : il sistema vigente  non è riformabile va ABBATTUTO.

  • bstrnt

    Idee poche e molto ben confuse!

  • bstrnt

    Beh, che c’è di strano?

    Questo è fascismo di importazione… ma viene chiamato democrazia!
    I cialtroni che ci governano sono tutti imposti da oltre oceano, così come sono stati imposti i cialtroni di piazza Maidan in Ucraina, dove purtroppo mancavano le basi militari della Russia a sedare i premiti neonazisti USraeliani.
    L’Europa invece, infarcita di basi NATO, il neonazismo è dilagante, come dilagante è l’americanizzazione d’Europa e la conseguente perdita della dignità, della cultura e del senso di comunità che ha reso, per pochi decenni nel dopoguerra, l’Europa una regione ad alta socialità.
    Stiamo diventando sempre più americani …… e sempre più idioti!
  • Truman

    Stai ragionando in bianco e nero. In mezzo ci sono infiniti toni di grigio. Anzi a volte c’è pure il colore.