Home / ComeDonChisciotte / GRILLO DA VESPA, IL VETRINISTA DELLA POLITICA
13244-thumb.jpg

GRILLO DA VESPA, IL VETRINISTA DELLA POLITICA

DI ALESSIO MANNINO

ilribelle.com

Da Vespa? No, Beppe, questa non ce la dovevi fare. Che ti facessi intervistare “solo” dalle televisioni straniere, potevamo capirlo (anche se non condividerne l’ammirazione da finto ingenuo, alla stregua di un qualunque esterofilo provinciale: hanno qualcosa da insegnarci in fatto di falsa obbiettività, i media al soldo di potentati finanziari internazionali?). Che il tuo staff, cioè Casaleggio, abbia sguinzagliato, in alcuni e solo alcuni talk show, la prima fila dei tuoi parlamentari più bravi, i Di Battista, i Di Maio, le Lezzi, dal tuo punto di vista potevamo sottoscriverlo: bisognerà pure farli crescere, i giovani puledri. Non ci siamo scandalizzati, anzi fuori da ogni difesa corporativa, ci siamo pure gasati nel veder messi alla berlina certi figuri del giornalismo fazioso e pataccaro. E ci ha sempre dato una grande soddisfazione il tuo rifiuto del circo televisivo, da quando fosti cacciato dalla Rai per quella fulminante battuta sui socialisti negli anni ’80.

E invece lunedì prossimo, 19 maggio, timbrerai anche tu il cartellino nel salotto di Bruno Vespa, incarnazione vivente di quel che non dev’essere un giornalista: contiguo ai potenti (tanto fa farsi presentare i propri libri da loro: non si sa chi fa l’ufficio stampa a chi), mellifluo, accondiscendente, accomodante, curiale, banalizzante, incantatore di serpenti. Il vetrinista della Roma politica. Lo so perché ci vai: perché a questo punto della tua avventura devi sfondare nell’elettorato moderato, di centrodestra, che non sa più a chi votarsi e per chi votare. Quella salma di Berlusconi, fra coprifuoco casalingo e visite ai malati di Alzheimer? No, basta, la stella di Silvio è fioca come non mai. E tra l’altro, ti prendi pure lo sfizio di tirare un pugno in faccia al target tardone dei piddini che si sciroppano tutte le trasmissioni politiche una ad una, stile “trattamento Ludovico”.

Così ti proponi tu, al pubblico vecchiotto e timorato di Rai 1. Almeno alla sua fetta più stanca e disperata, che fra l’astensionismo sua prima scelta e l’opzione Renzi scartata a priori (non perché sia Renzi, ma perché è pur sempre segretario del Pd, e il cosiddetto “moderato” pensa al Pd come alla “peste rossa”: ecco, appunto), potrebbe considerare l’ipotesi Movimento 5 Stelle. Ormai, l’unica alternativa di massa al governo, alle malversazioni, all’euro taglieggiatore, al sistema. L’unica forza, in una logica destabilizzatrice, votabile.

Hai fatto i tuoi calcoli, e ci sta. Ma con una mossa del genere la diversità antropologica che coltivi segna una crepa vistosa. Questa volta è Vespa, domani chi sarà? Ah già, peggio di Vespa, effettivamente, è dura. Ma tu, Beppe, che sei un talebano (un complimento, sia chiaro), sai bene che ogni cedimento costituisce un precedente, che allentando la tensione sulle regole, segna una tacca sulla pericolosa china del lassismo. Fossi in te, tirerei pacco all’ultimo. Inviando un bel messaggio al monsignore che è lì dai tempi di Tuthankamen: un video registrato in cui lo ringrazi molto, ma che capisca, anche tu hai i tuoi servizi sociali da fare. Fra cui non rimangiarsi la parola, sul vespismo e su se stessi. Beppe, da Vespa no.

Alessio Mannino

Fonte: www.ilribelle.com

Link: http://www.ilribelle.com/la-voce-del-ribelle/2014/5/13/grillo-da-vespa-il-vetrinista-della-politica.html

13.05.2014

Pubblicato da Davide

  • clausneghe

    Stavolta Mannino ha messo il dito nella piaga.

    Questo riavvicinamento alla tv e ai suoi celebranti è un altra tacca verso la discesa morale del moVimento che infiltrato alla grande dai colletti bianchi si sta sempre più allineando nel coro, Europeista per ora.
    Non mi piace la deriva che ha preso questa che era sembrata una forza di ri-evoluzione e invece si accomoda nel nido catodico dove le vespe nidificano.
  • lanzo

    Invece per me fa bene a farsi  conoscere da un bacino elettorale decisivo che e’ quello degli anziani. Se riesce a convincerne, facendo qualche proposta a loro gradita,  solo un quarto, si puo’ arrivare al 50% + se invece li ignori rimani sempre li’ a percentuali.

    Oggi come oggi, credo che gli anziani, non familiari con il PC siano diffidenti del M5S, magari pensano che Grillo gli vuole tagliare le misere pensioni per "dare" ai ggiovani e continuano a votare i soliti.
    Mia nonna votava Berslusconi e Previti, perche’ gli mandavano le cartoline e lei diceva, vedi, mi tengono in considerazione, mi vogliono bene, mi scrivono.
    E ste’ nonne sono tante…
  • lanzo

    Invece per me fa bene a farsi  conoscere da un bacino elettorale decisivo che e’ quello degli anziani. Se riesce a convincerne, facendo qualche proposta a loro gradita,  solo un quarto, si puo’ arrivare al 50% + se invece li ignori rimani sempre li’ a percentuali.

    Oggi come oggi, credo che gli anziani, non familiari con il PC siano diffidenti del M5S, magari pensano che Grillo gli vuole tagliare le misere pensioni per "dare" ai ggiovani – mentre spesso sono proprio gli anziani ad aiutarli di tasca propria levandosi il pane di bocca,  e continuano a votare i soliti.
    Mia nonna votava Berslusconi e Previti, Berlusconi passi, ma la faccia d Previti.. , perche’ gli mandavano le cartoline al suo indirizzo e lei diceva, vedi, che gentili mi tengono in considerazione, mi vogliono bene, mi scrivono.
    E ste’ nonne sono tante…
  • Notturno

    Si, ma non c’è dubbio che sia una mancanza di coerenza, Lanzo.

    C’è poco da dire di fronte a queste cose.

    Per anni rompi i coglioni e poi vai da Vespa?

    Bah…. speriamo che sia per menargli. Altrimenti non ha senso.

  • lanzo
    Invece per me fa bene a farsi  conoscere da un bacino elettorale decisivo che e’ quello degli anziani. Se riesce a convincerne, facendo qualche proposta a loro gradita,  solo un quarto, si puo’ arrivare al 50% + se invece li ignori rimani sempre li’ a percentuali.
    Oggi come oggi, credo che gli anziani, non familiari con il PC siano diffidenti del M5S, magari pensano che Grillo gli vuole tagliare le misere pensioni per "dare" ai ggiovani – mentre spesso sono proprio gli anziani ad aiutarli di tasca propria levandosi il pane di bocca,  e continuano a votare i soliti.
    Mia nonna votava Berslusconi e Previti, Berlusconi passi, ma la faccia d Previti.. , perche’ gli mandavano le cartoline al suo indirizzo e lei diceva, vedi, che gentili mi tengono in considerazione, mi vogliono bene, mi scrivono.
    E ste’ nonne sono tante…
    Poi, almeno secondo il Pippo nazional popolare, pare che la storia che Grillo sia stato "cacciato dalla TV non sia vera.
  • Notturno

    Oh… datte na’ botta, perché sembri un disco incantato. 😀

    Il problema non è se fa bene o non fa bene.

    Il problema è se andare DOPO AVER DETTO IL CONTRARIO PER ANNI!

  • nu

    l’articolo non l’ho letto, penso non ne valga la pena, basta solo il titolo….certo che con tutta la merda che c’è da decenni in italia menarsela col m5s e con grillo è una cosa non da poveracci ma da infami

  • Truman

    Io direi che dare a qualcuno dell’infame senza nemmeno leggere cosa ha scritto è abbastanza scorretto.

  • Truman

    C’è un tema ricorrente tra quelli che dibattono di informazione alternativa: siamo riusciti a sfondare in molti settori, abbiamo acquistato un buon credito, abbiamo addirittura il sospetto che i grandi nomi diano un’occhiata ai nostri articoli prima di impostare le loro trasmissioni, eppure c’è ancora una quantità sorprendente di gente che crede alla TV. Nei loro discorsi c’è spesso una frase del tipo “ieri ho visto una trasmissione dove xxx affermava che …”.

    Non funziona dire che tutto ciò che compare in TV è falso, falso per definizione, è spettacolo che si mangia la realtà, è il mito della caverna di Platone trasformato in realtà quotidiana di milioni (o miliardi) di persone.

    Hai voglia a spiegare il genio di Magritte, il quale dipingeva una pipa che più realistica non poteva essere e scriveva sotto “questa non è una pipa”.

    Hai voglia a spiegare che la rappresentazione di qualcosa non è quella cosa, che la mappa (sempre se fosse giusta) non è il territorio. Hai voglia a spiegare che se al ristorante non mangi il menù dovresti essere in grado di capire la differenza tra il cibo e la sua rappresentazione.

    Più ti affanni a spiegare che nella società dello spettacolo il vero è diventato un momento del falso e più ti prendono per uno che sta “contro” a priori. Cominci a sembrare uno che ha dei problemi, a cui non sta mai bene niente, non gli piace Floris e nemmeno Santoro, per non parlare di Vespa.

    Così a un certo punto ti rendi conto che chi è stato plasmato dalla TV può essere recuperato solo attraverso la TV. Certamente è un grosso rischio entrare nella scatola infernale, ma dall’altra parte c’è la quasi certezza che in modo diverso una quantità enorme di persone non potranno mai essere raggiunte.

    E così può essere solo una scelta di modi e di tempi, ma nella trappola può essere necessario entrare.

    C’è un tempo per rifiutare la TV ed uno per prendervi parte. Forse adesso è il momento.

    Vorrei terminare con una citazione di Fulvio Grimaldi:

    “Tutta la propaganda deve essere popolare e il suo livello intellettuale deve essere adattato all’intelligenza più limitata tra coloro ai quali è indirizzata. Quindi, più grande è la massa da raggiungere, più basso deve essere il  livello intellettuale del messaggio”. (Matteo Renzi, pardon, Adolf Hitler)

  • Notturno

    E allora perché fino a 5 minuti prima era "il male assoluto"… perché negarlo a tutti i suoi… perché cambiare rotto così di colpo.

    Forse tu lo sai che a me il M5* piace e che condivido molte battaglie, ma questa capriola è troppo palese.

    Non è serio agire in questo modo.

    E ricordiamoci una cosa: NON SI FANNO LE COSE PER VINCERE.

    Chi ragiona in quel modo sono quelli che vogliono vincere a tutti i costi e che vogliono il proprio culo sulle poltrone.

    Se si finalizzano le proprie azioni all’efficacia comunicativa o di risultato elettorale, diventa solo una questione di tempo: ti trasformi in una di quelle merdacce che fino a ieri odiavi (o dicevi di odiare).

    Per fortuna ci sono cose ben più serie di queste, su cui misurare il M5°, ma onestamente questa è una manovra da stronzo.

  • mendi

    Mi volete spiegare chi è questo Mannino e perché i suoi "articoli" continuano a comparire su CDC? La rozza invidia per Grillo che traspare da ogni sua parola disgusta.

  • Truman

    Non mi sembra che le TV fino a 5 minuti prima fosse il male assoluto. Ricordo un’intervita a Mentana qualche mese fa. E nell’articolo sono ricordati i vari interventi di esponenti del M5*. La sensazione mia è che ci sia stato un ammorbidimento.

    Ma il discorso può essere reso in modo diverso. La TV in qualche modo è Matrix (la matrice se è inglese, la madre, se è latino) e Neo ad un certo punto può ritornare in Matrix per combattere da dentro. Ma ha imparato a sufficienza come muoversi, ha acquisito sufficiente forza? E soprattutto, è lui l’eletto?

    Perchè alla fine dei conti bisogna creare nuovi miti per distruggere quelli preesistenti, non è la ragione ad abbattere un pensiero mitico, ma solo un altro mito. E qui parecchi intravedono numerosi problemi.

  • Saysana

    Purtroppo senza voti non si comanda e l’Italia per il momento e’ cosi’. Lo chiamerei pragmatismo, scandalizzarsi per una cosa del genere non mi sembra il caso.

  • lukes01

    Se giudichiamo un movimento solo perchè il suo leader ha deciso di partecipare a Porta a Porta, constatando che è arrivata definitivamente l’ora di strigliare le menti di quelli ottusi che credono ancora nella vecchia politica, ebbene siamo dei poveri inetti.. Ci sono altre cose ben più importanti nel criticare un movimento. Il fatto è che tutti aspettano ansiosi che il m5s faccia tutto quello che ha detto e appena si ricrede su una questione nessuno si risparmia a contestarlo. Invece la solita classe politica può permettersi di tutto, tanto ormai sappiamo che tutto ciò che dirà non verrà relizzato in alcun modo. "L’onestà andrà di moda". Vinciamonoi;)

  • Notturno

    Il discorso può essere sempre reso in modo diverso.

    Soprattutto ricorrendo alla fantascienza.

    Scusami, Truman, non voglio assolutamente offendere e non voglio farne una faccenda personale, ma il tuo discorso-matrix è ridicolo. Oggettivamente.

  • Notturno

    Ma porca puttana…. ma siete impazziti tutti?

    Il problema non sta nel fatto che va da Vespa (in verità si, ma per adesso chissenefrega).

    Il problema è che per anni ha tuonato e ha detto che in tv non bisognava andarci, che la tv era morta, che dal web avrebbe seppellito tutti i cadaveri e lo stava facendo! Lo sapete e lo sappiamo tutti benissimo!

    E’ questo il bello: ci stava (e tutt’ora "ci sta") riuscendo! Sta distruggendo quest’associazione a delinquere pd/pdl che ci sta affamando!

    E allora perché fare una cosa che fino a 30 secondi prima lui stesso aveva demonizzata.

    Perché urlare a tutti i suoi: "NIENTE TV!" e poi di colpo ci va e per di più va dalla merda più merda di tutte!

    Leggere tutti questi pareri che negano l’evidenza è tristissimo!

  • Georgejefferson

    Cit.:…con una mossa del genere la diversità antropologica che coltivi segna una crepa vistosa…


    A…la razza pura,il mito sporco delle coscienza pulita anche di fronte al mondo che muore,alle persone ridotte e condotte alla manipolazione più oscena.L’importante e’ non sporcarsi le mani col popolo Bue,perchè lui,il popolo, lo e’ per natura,ma noi no,puliti dentro e antropologicamente superiori,non ci sporchiamo le mani.A noi le mani,servono pulite per la pagnotta da mangiare,che ancora abbiamo,segno divino di distinzione della nostra vitalita.Vitalità,in verita,gia morta dentro da tempo.
  • oriundo2006

    Hai ragione. Doveva andare prima, se era il caso, e sopratutto non estromettere a malo modo chi nel Movimento faceva interviste. Per coerenza oggi dovrebbe riabilitarne la memoria…e rispondere alla domanda: perchè loro no, e tutti i 5Stelle no, G. compreso, e adesso solo io G. si ? Perchè ? Risposta ( secondo me): G. è un c..one. Se fosse andato in Tv sarebbe il primo partito in Italia. Ha perso tempo. Ha permesso ai nemici di riprendersi mentre doveva sbaragliarli con la velocità non dando loro tempo di capire e preparare contromisure. Vediamo adesso alle europee. Se trionfa dubito che ci saranno elezioni nazionali, quantomeno a breve. Contro il colpo di stato permanente che si è realizzato negli ultimi tre governi in Italia c’è da dubitarne davvero. E prepararsi a dovere.

  • Jor-el

    Fra tutti i giornalisti televisivi Vespa potrebbe essere il meno ostile al M5*.

  • Whistleblower

    Non so se è una mossa che pagherà; personalmente non mi piace e non me l’aspettavo.
    Temo che se va da Vespa significa che sa già che non farà quell’en plein che sarebbe necessario per dare la spallata decisiva o addirittura che prevede un risultato deludente e quindi si gioca tutte carte.
    Vedremo, spero vivamente di essere smentito e che arrivi un 30% possibilmente con primo posto davanti al PD; il quel caso potrebbe succedere di tutto.

  • Noumeno

    ah ah, andra’ a sputtanare la rai a domicilio , spettacolo imperdibile.

  • Gil_Grissom

    E’ cosa buona e giusta andare da Vespa per dirla con una formula eucaristica, non si vede perché bisognerebbe regalare ulteriori vantaggi al PD che ha gia’ a servizio paga tutte le televisioni pubbliche e i due quotidiani a maggior tiratura nazionale, cioe’ Corriere e Repubblica. Vai Beppe e fagli il paiolo in casa loro, dai l’ultima spallata a questo cadavere ambulante che e’ il PD.

  • Gil_Grissom

    E’ cosa buona e giusta andare da Vespa per dirla con una formula eucaristica, non si vede perché bisognerebbe regalare ulteriori vantaggi al PD che ha gia’ a servizio paga tutte le televisioni pubbliche e i due quotidiani a maggior tiratura nazionale, cioe’ Corriere e Repubblica. Vai Beppe e fagli il paiolo in casa loro, dai l’ultima spallata a questo cadavere ambulante che e’ il PD.

  • alvise

    Non è corretto dare addosso a Grillo perchè va dal butterato. Il fatto che si sia rotto i coglioni a sentire sempre gli altri partiti, che raccontano palle a kili agli italioti, ed agli anziani (che votano, e sono tanti) che credono solo a quello che sentono in tv, e ci credono, non vi da un senso di rivalsa? A che serve raccontarci tra di noi verità che già conosciamo se non le facciamo uscire fuori? Oggi siamo in un momento topico, vogliamo vincere o no? Volete fare i dissidenti sulla falsariga di quelli che avrebbero voluto il 5 stelle alleato col PD? Ma vi rendete conto che oggi le questioni in ballo sono del tutto diverse? Tenete BEN presente che Grillo e il 5 stelle non fa politica per pararsi il culo, NOI non abbiamo nessun interesse da difendere, ed oggi abbiamo l’ennesimo problema dei corrotti, quello dell’Expo, e non vorreste sentire Grillo che denuncia questo? Tutti noi sappiamo come sono andate le cose e da che cosa è nato questo progrom economico: i mercati, i derivati, le speculazioni sul nostro debito, gli inciuci della sinistra, con un bersani e marina sereni che volevano solo i voti del 5 stelle, e che lo hanno dichiarato,, con un berlusconi che riferisce una notizia in cui il 5 stelle sarà accolto nei cessi allargati, e voi dissidenti di questo intervento di Grillo volete che non vada a difendere l’unico movimento in assoluto, in cui dell’onestà ne ha fatto un motivo di vita?Mi domando se siete coscienti in quale momento politico stiamo vivendo, ma leggendo i post, ne dubito

  • Ercole

    Dalla  "rivoluzione "  parlamentare ai salotti televisivi ,che dire i soliti movimenti piccolo borghesi che ci vogliono ingabbiare nel calderone del neo riformismo continua pure a illudere i tuoi elettori il pollaio è immenso è un film già visto troppe volte  giocati pure le tue carte ma ben presto finirai nell’immondizia della storia .

  • Truman

    Puoi tranquillamente considerare ridicolo il mio discorso.

    Però avevo risposto anche con precisione alla tua osservazione.

  • furibondius

    Il movimento ha attinto dal "basso" energie e soprattutto idee per una svolta nelle coscienze dei sottomessi alla grande dittatura dell’ignoranza indotta. Sta qui la forza immensa che si vuole da uomini veramente in rivolta.  Da gente che vuole realmente cambiare e rendere sempre più simile il sistema a sè e alla gente in generale. 

    La tentazione di andare, personalmente, in tv, Beppe l’ha sempre avuta e l’ha anche detto più volte. Sa dei propri mezzi e sa del grande rischio.  Non ha mai nascosto di volere prendere il potere a nome dei cittadini. Per prendere il potere devi entrare nella stanza dei bottoni, prima o poi. Quella stanza puo darsi che non stia in parlamento e di questo deve essersene reso conto. Ora, se è vero che il quarto potere ha dentro di sè la pricipale spinta per guidare il consenso senza il quale non c’è democrazia o dittatura, che sono poi la stessa cosa proprio per questo, che regga, non vedo perchè non se ne debba servire, come di un fucile in una rivolta armata. Perchè è guerra, l’ha detto, la sta combattendo. Insieme a tanti, valorosi combattenti. 
    Mi piacerebbe che i "ribelli" ingabbiati in posizioni di "principio" rispettassero il coraggio e l’anima di costoro. 
  • alvise

    Noi siamo la storia, e nell’imondizia ci siamo da tempo immemore, quindi anche tu sei nell’immondizia della storia, non illuderti. Io e noi, che crediamo nell’ultimo baluardo onesto rimastoci, tentiamo di fare un poco di pulizia. Se Grillo ci avrà illuso, lo vedremo. Intanto se documentasti che cosa ne trae Grillo dall’essere entrato in politica, sarebbe una bella cosa. Per salvarsi il culo  come fece berlusca? O come renzi che intende svenderci l’italia, messo quì apposta?

    Ti sei preso gli 80€ dell’elemosina? Bene vai in pace.Intanto tu non lo voti, quindi non capisco dove vuoi andare a parare. In quanto ai film che hai già visto troppe volte, questo è diverso, ha una trama mai usata da nessun regista, è geniale, è un film per famiglie oneste, e chi va a vederlo non paga niente

  • Fedeledellacroce

    Sono totalmente d’accordo.
    E poi se Grillo ha sbraitato di nn andare in TV nei due anni precedenti, era perché sapeva che chiunque fosse andato sarebbe stato facile vittima dei lecchini tipo Vespa, fatto a pezzi e sputtanato i 5S.
    Oggi il contesto é diverso e Di Battista e Di Maio lo hanno largamente confermato.
    Perdipiú penso che Grillo sia in grado di trarre vantaggio dall’incontro e, chissá si sfoghi a nome di tutti noi insultando Vespa come merita.

  • albsorio

    Capisco la posizione di Notturno e anche la tua Truman, quello che assilla me è il pensiero di poter perdere tempo, cioè che M5S sia una melina rivisitata come Lega Nord, che dopo venti anni di Roma ladrona è finita a rubare e ha portato a casa la devolution… ne io ne il Paese abbiamo altri venti anni da perdere in cazzate.

  • albsorio

    Non so se guarderò il programma, ho smesso di guardare la TV e sto molto meglio, mi sto disintossicando da anni di cagate assorbite via etere. 

    Quello che assilla me è il pensiero di poter perdere tempo, cioè che M5S sia una melina rivisitata come Lega Nord, che dopo venti anni di Roma ladrona è finita a rubare e ha portato a casa la devolution… ne io ne il Paese abbiamo altri venti anni da perdere in cazzate.
  • Eshin

    C’è un tempo per rifiutare la TV ed uno per prendervi parte. Forse adesso è il momento.

  • IVANOE

    Mannino… questa volta si fa bene ad andare da vespa per visibilità…
    Vespa vuole lo spettacolo perchè tanto sa come sappiano che il miracolo M5S non avverrà mai in italia perchè tante sono le forze che lo impediscono…però per tanti sarà almeno un bel divertimento… sentire e vedere quei sepolcri imbiancati che ci saranno e sarebbe dviertente se vespa chiamasse i lberlusca e renzi…

  • Earth

    Mi dispiace ma voi commentatori a forza di teorie e teorie siete usciti fuori dalla realta’.

    E’ stato pubblicato un sondaggio dove il m5s fa grandi numeri nell’ elettorato giovanile e pochissimi con quello anziano.
    Internet e’ un mezzo di comunicazione checche’ ne vogliate, usato perlopiu’ dai giovani.
    La piazza attira anche gli anziani, ma non tutti i tipi di personalita’.
    Per aumentare la diffusione del messaggio si deve aggiungere un mezzo di comunicazione, tra l’altro voluto da molti sostenitori dei 5 stelle tra cui io, andare in tv.
    Molti di voi teorizzatori, si dimenticano che c’e’ gente che ogni giorno crepa, ogni tanto bisogna capire qual’e’ il male minore da scegliere come compromesso per poter vincere, portarsi sempre piu’ vicini ad andare al governo e cambiare seriamente questo paese.
    Oppure facciamo i duri e puri, lasciamo gli strumenti per vincere al nemico e lasciamo la gente crepare, per la soddisfazione delle vostre teorie.
  • Notturno

    Ciechi….. ciechi e obbedienti.

    Poteva pure camminarvi sulle balle avreste detto che faceva bene.

    Fantastico….. 🙂

  • ROE

    Beppe Grillo fa bene. Non è compromesso od incoerenza ma puro Sun Tzu. Dirà: o noi o loro.