Home / ComeDonChisciotte / GRILLO ACCUSATO PER ISTIGAZIONE A DISOBBEDIRE
12834-thumb.jpg

GRILLO ACCUSATO PER ISTIGAZIONE A DISOBBEDIRE

DI MARCO DELLA LUNA
marcodellaluna.info

Grillo è stato denunciato e iscritto nel registro degli indagati per istigazione dei militari a disobbedire alle leggi poiché tempo fa esortò gli uomini delle forze dell’ordine a non difendere più la casta corrotta e parassitaria. Naturalmente, la denuncia è stata sporta da un onorevole del PD.

Agli onorevoli Democratici, ai PM che sosterranno l’accusa contro Beppe Grillo e ai giudici che giudicheranno su di essa, voglio rammentare un precedente analogo: quando scoppiò la Rivoluzione Francese e il popolo affamato prese d’assalto il palazzo reale, alla Guardia Reale fu ordinato di sparare sul popolo, ma la Guardia Reale girò le sue armi verso chi affamava il popolo.

A Beppe, invece, voglio dire che gli italiani non sono i Francesi, che i poliziotti e i carabinieri punteranno sempre le armi dove ordinerà il loro datore di lavoro, e che a pochi di loro verrà in mente che il giuramento di fedeltà alla Repubblica forse suggerirebbe di fare diversamente, di fronte a una casta dirigente corrottissima, che vende il Paese agli interessi stranieri, che continua a stravolgere la Costituzione e i suoi principi fondamentali, a cominciare dalla tutela del lavoro e del risparmio dei cittadini e del mandato democratico ai governi.

Quindi non faccia conto su un senso di identità comune e solidarietà nazionale, o di interesse collettivo, che in Italia non si è storicamente formato, a differenza di molti altri Paesi, come pure il senso di legalità costituzionale.

Marco Della Luna

Fonte: http://marcodellaluna.info

Link: http://marcodellaluna.info/sito/2014/02/08/grillo-accusato-per-istigazione-a-disobbedire/

8.02.2014

Pubblicato da Davide

  • Black_Jack

    Povero Grillo, sta lottando da solo, da solo sta cercando di risvegliare gli ultimi, i meno consapevoli, i più colpiti dalla crisi perché sfiduciati e disorganizzati e nessuno si degna di offrirgli un minimo di solidarietà; gente che lo vuole fuori gioco solo perché lui è la dimostrazione vivente della loro ignavia e vigliaccheria.
    Avrà tutti i lati oscuri che si vuole ma una volta che fosse costretto a prendere delle posizioni precise di fronte alla richiesta pressante da parte di un consenso elettorale quasi da governo diventerebbe abbastanza semplice difendersi dalle sue supposte cattive intenzioni, col vantaggio che si sarebbe data una fortissima spallata al potere e che sarebbe nata una nuova onda di voglia di consapevolezza e di partecipazione.

    Tenete presente che tutto quel consenso di Grillo se crolla il M5S non se lo prenderà nessuno; al 5 Stelle seguirebbe solo la sfiducia e l’abbandono totali, condizioni ideali per l’affermazione finale di un potere sempre più esplicitamente anti democratico.

  • Firenze137

    a cominciare dagli scioperi della fame e della sete di Pannella, ultimamente io sostengo che – sia gli scioperi della fame che altri "sacrifici" fisici – non servono ad una beneamata cippa perchè i destinatari della azioni politico sociali di protesta che "attingono" al "senso" di giustizia e per usare un parolone alla moralità di tali responsabili, ormai sono completamente desensibilizzati sotto questo aspetto. Diagramma della sensibilità umana od umanoide completamente piatto

    Vedasi a tale proposito anche i suicidi. Quale sacrificio umano è superiore ad un suicidio attuato si per disperazione che per protesta contro l’azione guastatrice di questa politica.  Mi viene a mente Mariarca Terracciano.. morta perchè non le davano lo stipendio ..

    La gente ormai non ha altra "preoccupazione" che la pagnotta e – a differenza della presa della bastiglia – non "riesce" ad identificare il vero "nemico" qual’è e dove sta. In quale direzione puntare l’arma. Manca il "volto" del nemico e quindi per il momento l’azione punitiva è verso Grillo,  la cui icona campeggia su manifesti di "ricercato"  fatti affiggere per le strade mediatiche del nostro Paese dai  "tribunali ufficiali " . Lui è il colpevole , il "pericolo" per il corpo sociale e va punito perchè ha tentato di far ragionare alcuni ciittadini, che nel momento del "convincimento" operato avevano – per disgrazia di GRillo – la divisa.

    Ma Grillo è ben attrezzato per difendersi. Altra cosa sono gli sconosciuti che si ritrovano denuncie analoghe a quella di Grillo. Per loro è dura davvero…

  • Servus

    Tutta la mi solidarietà a Grillo. 

    Ma vorrei ricordargli che di fronte a questa magistratura comandata dall’alto per far fuori i politici scomodi Grillo e il M5S hanno pensato bene che far fuori Berlusconi conveniva anche a loro.
  • cardisem

    Dobbiamo capire il significato politico di tutto quanto sta accadendo.

    Beppe Grillo non ha rapinato una banca per conseguire una sua utilità privato. Non ha commesso nessun "reato” avente per scopo il conseguimento di una utilità privata. Ogni suo gesto è un atto politico. Poiché in ogni suo gesto siamo proprio in tanti a identificarci, per non dire tutto il popolo italiano, il signor PM Caselli o chiunque altro che dice di agire in nome del popolo italiano, ha in realtà agito contro tutti noi, contro il popolo italiano.

    Se il mio ragionamento è fondato, lascio a chi legge di trarre le dovute conseguenze. A dire le cose come stanno ormai ognuno rischia le stesse incriminazioni contestate a Beppe.

    Forse vogliono proprio un salto di livello e di qualità dello scontro politico, ben certi che poliziotti e carabinieri spareranno contro chi verrà loro ordinato.

  • Ercole

    M5S svegliatevi è questo  il vero volto dello stato borghese niente illusioni bisogna lottare fuori è contro il parlamentarismo elettorale e porsi il problema della lotta di classe :facciamo come in Bosnia.

  • Earth

    Sono curioso di vedere come andra’ a finire, in quanto nel testo Grillo dice 
    Gli italiani sono con voi 
    Vi chiedo di non difendere piu’ questa classe politica. 
    —————– 
    Questo il giuramento militare: 

    Giuro di essere fedele alla Repubblica Italiana, di osservarne la Costituzione e le leggi e di adempiere con disciplina ed onore tutti i doveri del mio stato per la difesa della Patria e la salvaguardia delle libere istituzioni 

    La Patria e’ la terra, non il popolo 
    Le libere istituzioni 
    Giuro di essere fedele alla Repubblica Italiana, che e’ amministrata dai politici e non dal popolo, il popolo infatti puo’ solo eleggere i suoi amministratori 

    COSTITUZIONE 

    Art 1.La sovranità appartiene al popolo, che la esercita nelle forme e nei limiti della Costituzione. 

    Art 3. È compito della Repubblica rimuovere gli ostacoli di ordine economico e sociale, che, limitando di fatto la libertà e la uguaglianza dei cittadini, impediscono il pieno sviluppo della persona umana e l’effettiva partecipazione di tutti i lavoratori all’organizzazione politica, economica e sociale del Paese. 
    ——————— 

    Quindi dovranno giudicare chi viene prima, se il popolo italiano che ha la sovranita’, si ribella perche’ la Repubblica non rispetta l’art 3 della costituzione 
    O se i militari giurando verso la Repubblica, quindi ai parlamentari e le istituzioni, sono le loro guardie e quindi non possono essere distolte dai loro doveri 

    In sostanza si decidera’ che interessi devono fare questi militari. Viene prima il popolo per i militari o le istituzioni? 
    Visto che la sovranita’ appartiene al popolo, allora questi militari sono degli oppressori del popolo oppure la Repubblica e’ oppressiva al popolo e quindi non va difesa?

  • bstrnt

    Non credo che questo ragionamento possa avere una qualche validità.

    Mentre Berlusconi è stato giudicato come evesore, per aver sottratto allo stato centinaia di milioni, Grillo viene accusato dal solito utile idiota di istigazione a disobbedire.

    Quindi se io affermo che sarebbe ora, in rispetto alla Costituzione Italiana, che le forse dell’ordine smettessero di essere i cani da guardia di una casta inetta, corrotta e per giunta non votata, sarei passibile di reato?

    Credo che nemmeno le monarchie del Golfo possano permettersi questi comportamenti, in Italia invece sì!

    Abbiamo una classe politica incapace di intendere e volere, dei pappagalli che ripetono all’infinito tutto quello che gli viene impartito, che votano tutto senza sapere neppure quello che stanno votando; l’arrivo in parlamento di deputati vivi e in grado di ragionare con la propria testa, per quanto inesperti, di un movimento che in fondo, tralasciando le consorterie, è quello più votato, ha fatto saltare gli equilibri e chiaramente gli incapaci si attaccano a qualsiasi quisquiglia per cercare di colpirlo.

    La magistratura esegue un atto dovuto su denuncia di un imbecille, non può far altro; si spera solo che la faccenda sia trattata da magistrati intelligenti.

    Resta un fatto che la denuncia di un idiota ha avuto enorme risonanza nei media nazionali, la truffa della Banca d’Italia invece è passata in sordina: ci hanno rubato, prima 7,5 miliardi per regalarli alle banche (per inciso a 156000€ la banca d’Italia l’avrei acquistata io specie sapendo che sarebbe stata rivalitata del 4600%).

    Speriamo che venga data altrettanta risonanza anche a chi si incaricherà di chiamare in giudizio questo governo di criminali per la truffa sopra riportata; se io cerco di vendere o regalare le proprietà di Letta, Alfano o qualche altro quisling, vengo incriminato quantomeno per truffa.

    Sarebbe inoltre scioccante per il popolo italiano vedere indossare i gioielli di casa Savoia lasciati in Banca d’Italia prima dell’esilio dalla sig.ra Passera.

  • yago

    Infatti. Messa cosi si sono cacciati in un bel guaio.

  • Georgejefferson

    A delle luna su..non faccia il finto tonto.Quando gli sbirri girano le armi contro gli affamatori,lo fanno(ora come allora) perche i tempi son maturi,e sanno che e’ in arrivo il nuovo "datore di lavoro",e capiscono che la loro tranquillita da posto fisso e’ comunque compromessa.

  • Arcadia

    ATTENTI A VOI, GRILLINI !!!
    Renè Modena
    Sonia Betz


    COMMENTO DI UN MIO CONTATTO SUL BLOG DI BEPPE LEGGETE ATTENTAMENTE :


    Ieri
    sera ho avuto la fortuna di fare una cena con dei poliziotti che
    lavorano nei reparti speciali. Mi hanno raccontato la verita’ sul
    sequestro Moro, ( vi dico solo che ridevano a raccontare la versione
    ufficiale)su come lo Stato faccia finta di combattere le mafie,perche’
    ormai la distinzione fra mafia e politica non esiste,in quanto sono
    politici messi li dalle mafie stesse, pd pdl e altri non fa differenza.
    Solo il m5s e’ immune da questa cosa. Mi hanno detto che votano m5s
    perche’ sono gli unici che possono cambiare il Sistema,ma hanno detto di
    fare attenzione perche’ cercheranno di infiltrare gente dei loro per
    farlo distruggere,quindi VIGILIAMO TUTTI! L’ attacco che Grillo sta
    subendo per via giudiziaria,secondo loro,e’ il primo passo verso in
    attacco al di dentro del m5s. Vi diro ‘ di piu’. Il m5s le aveva vinte
    le elezioni,solo che hanno buttato via centinaia di migliaia di schede
    elettorali. Vi ricordate che ci misero ore ad arrivare i risultati delle
    elezioni di Febbraio?.

    Inoltre. Pensate davvero che Falcone e Borsellino li abbia uccisi Riina e company???
    Pensate che Moro non sapevano dove fosse e chi fossero i sequestratori????
    Pensate che quello che dicono i tg sia la verita’???
    Pensate davvero che Provenzano abbia avuto una crollo di salute naturale????
    Pensate che Riina sia caduto davvero dal letto del carcere e sia per questo in coma???
    Pensate
    che lo Stato sia il bene, con tutti i suoi vertici e apparati, e che
    combatta la camorra??? La camorra ha un esercito di almeno 25000 mila
    uomini armati,o gli si fa la guerra o non si sconfiggera’ mai(parole
    loro).

    Faranno di tutto per distruggere il m5s. Noi dobbiamo informare la gente e vigilare.

  • Georgejefferson

    Ma non ho ben capito a chi si son venduti questi camorristi,se a mafiosi locali,o internazionali.

  • Hamelin
    Sei sicuro su Rina ? A me risulta in ottima salute…
    Per il resto non posso che concordare .
    La Storia della Reppublica "Ufficiale" è una balla colossale.