Home / ComeDonChisciotte / GOTHAM CITY E IL BATMAN FELPATO
14892-thumb.jpg

GOTHAM CITY E IL BATMAN FELPATO

DI ROSANNA SPADINI

comedonchisciotte.org

Una strategia mediatica astuta e convincente? Beh, basta guardarsi un po’ il gigione leader nazionale, quando tiene le sue omelie sui teleschermi di tutta la nazione: abito bluette, politically correct, colore rassicurante, volto attrezzato alle smorfie più improbabili, gestualità tipica dell’attore consumato, che libera il corpo dalle pastoie arcaiche dell’immobilismo fisico, che esplora le emozioni più oscure attraverso il gesto, il movimento, il colore, la creatività e la voce. Avete notato come il Renzi-show non pronunci mai il nome del Movimento 5Stelle nei suoi oceanici interventi di propaganda mediatica, miranti con abilità istrionica ad addomesticare le masse dei consumatori/telespettatori inebetiti?

Per quale insondabile mistero ? E perché invece pronuncia il nome di Salvini e della Lega, legittimandoli chiaramente come gli unici avversari degni di essere riconosciuti come antagonisti politici. Beh è chiaro … Salvini è un pezzo del sistema, abilissimo affabulatore e politico dal fiuto accorto, ultimamente lo abbiamo visto transitare sui vari teleschermi, imponendo la propria personalità vigorosa, nerboruto, villoso, possente. Vello d’oro padano mostrato senza alcun riserbo sulle prime pagine di settimanali (Oggi), fasciato da felpe variopinte e parlanti, Salvini si propone come nuovo leader della destra, erede novello del politicamente defunto (?) caimandrillo, in grado di utilizzare astuzie da vero social media manager. Certo sotto la diretta sorveglianza del suo spin doctor, Luca Morisi, docente di Informatica all’Università di Verona, cui si deve l’ultimo successo di Salvini su Facebook (638mila like, poco meno dei 780mila di Matteo Renzi), territorio d’elezione del leader leghista – perché il popolo sta lì – che invece su Twitter ha solo 114mila followers.

Altra furbata mediatica i suoi post non sono delle semplici dichiarazioni, contengono quasi sempre al loro interno una domanda rivolta a chi legge, per esempio: «Festival di Sanremo, inno allo spreco e alla Vergogna! È vero che il signor Fazio incasserà 600 mila euro? E che la signora Littizzetto ne prenderà 300 mila? – Fra poco mi guardo Juve-Milan, hamburger, patatine e birra. Temo che per noi milanisti sarà una serata difficile… Pronostico?» Quindi post che non hanno alcuna attinenza con la politica, ma che vengono proposti come una vera e propria “call to action”, una vera chiamata all’azione per spingere i propri fan a commentare, per indurli a partecipare. Una vera e propria strategia da social media manager, che esercita la sua “call-to-action”, allo scopo naturalmente di aumentare il più possibile i commenti, in modo tale che lieviti anche il ranking della pagina di Facebook: Morisi parla di una percentuale di reach dell’85% su base mensile, il che potrebbe significare che più o meno tutti quelli che usano Facebook hanno visto in un mese almeno un post di Salvini.

Abbigliamento situazionista, finto casual, in realtà parecchio studiato, abiti comodi e anti istituzionali, da vero “Masaniello nordista”, barba che compare e scompare, si allunga e si accorcia, camicia e jeans, interprete del camouflage di rapporti tra relatore e pubblico, così da azzerare la distanza tra sé e il suo pubblico di elettori.
E poi, l’alfiere della povera gente spesso nomina le professioni del mondo popolare: l’idraulico, il panettiere, il camionista, insieme alle categorie dei disoccupati e dei pensionati, in particolare delle periferie urbane. Il popolo di Salvini infatti è quello della grande città, o al limite delle città di provincia, dove si agitano gli emarginati, i delusi, gli esclusi dal banchetto della globalizzazione, che competono con gli immigrati per un salario qualsiasi.

In breve, un collage di suggestioni di ogni tipo, per tutte le richieste, eros, thanatos e ossessioni globalizzate, insieme a stili linguistici tanto superficiali e potenti, quanto demagogici, insomma messaggi alla portata di tutti in cui l’individuo, alienato dal contesto sociale, possa riconoscersi tout court, esorcizzando tutte le sue sciagure. Come nei tormentoni estivi più gloriosi, gli italiani si sono immediatamente abituati ad un format “demagogico-nuovista” che sembra riscuotere sicuri consensi: la Lega del no-euro, della visita a Putin, dell’apertura ai vecchi e odiati terroni.

La Lega insomma appare come l’avversario designato, deciso a tavolino, e pompato in ogni modo per tutta la campagna elettorale delle regionali da tutti gli organi di informazione nazionali, affinché potesse affermarsi come unica alternativa al PD. Il Batman felpato, eroe difensore dei poveri e derelitti delle Gotham city d’Italia, spalmato a tutte le ore del giorno e della notte sulle tv generaliste, ospitato con riguardo dai faccendieri telematici di turno, Vespa, Gruber, Floris & company, compie egregiamente il suo sporco mestiere di novello cavaliere difensore dei poveri, senza macchia né paura di sorta. Ma la vera #Gotham City / #MafiaCapitale sta rivelando verità imbarazzanti sulla gestione del business nomadi da parte di Angelo Scozzafava, commissario delegato per l’emergenza nomadi nel territorio della regione Lazio, oggi agli arresti. E Matteo Salvini e il suo partito sono stati alleati dei principali protagonisti di Mafia Capitale, per di più le politiche di governo Lega-Forza Italia hanno le mani imbrattate di melma, avendo finanziato con decine di milioni di euro il vergognoso business della gestione dei campi nomadi di Roma e dei centri migranti.

Infatti Mafia Capitale è cresciuta grazie al piano nomadi di Roberto Maroni e di Silvio Berlusconi, mentre oggi Salvini chiede di passare con la ruspa tutti gli insediamenti dei nomadi, a Roma e in tutta Italia, ma quei megavillaggi, quei fiumi di soldi che hanno alimentato il sistema di accoglienza dei migranti, dei nomadi, dei Rom e dei Sinti, sono diretta espressione di un accordo politico preso nel 2009 tra l’ex Segretario della Lega Nord e Presidente della Regione Lombardia Roberto Maroni, quando era ministro dell’interno nei governi Berlusconi.

«Il Piano è una tappa importante cominciata con la decisione del governo di porre fine a una vergogna italiana e internazionale come il degrado nei campi nomadi» disse allora il ministro Maroni. «Queste iniziative comportano investimenti. Il ministero dell’Interno ha messo a disposizione per Roma e Lazio 19 milioni e mezzo di euro, 16 per la Campania e 16,7 per il Comune di Milano. Più a Roma -ha scherzato il ministro- che a Milano. Risorse che vengono gestite dalle amministrazioni poiché il ministero ha assegnato direttamente a loro la responsabilità di gestirli».

E’ proprio Maroni ad aver rivelato di aver finanziato magnificamente quello che oggi è l’imbroglio dei campi Rom, su cui la Lega cerca di raccogliere facili consensi: il governo Berlusconi-Lega aveva stanziato già 60 milioni di euro per l’emergenza in 5 regioni (Lazio, Campania, Lombardia, Veneto, Piemonte), al Lazio erano andati 20 milioni circa, più 12 milioni per Comune e Regione, totale 32 milioni di euro.

Alla Conferenza stampa del 2009, per la presentazione del “Piano nomadi” della città, ebbe un ruolo importante anche l’ex sindaco di Roma Gianni Alemanno: «Tutto l’intervento è stato gestito nella prospettiva di identità assoluta tra legalità e solidarietà, tra sicurezza e integrazione, noi rifiutiamo qualsiasi separazione tra questi due principi, che sono legittimati tra di loro dalla loro stessa interdipendenza. (applausi del pubblico) … Noi ci auguriamo che tutte le forze civili e politiche della città concorrano a questo grande progetto, perché Roma non può più accettare di avere questa vergogna sopra le proprie spalle (applausi), Roma deve andare a testa alta e dire che è una città che rispetto alla realtà dei Rom è passata dall’emergenza, ad una situazione di realtà chiara, definita e organizzata (applausi).»

Ma se qualcuno non ricordasse i retroscena del Batman felpato e del suo partito, forse varrebbe la pena sfogliare qualche pagina web, per rinfrescarsi la memoria:

  1. Ottobre 1992. La Lega Lombarda, pur essendo all’opposizione, vota SI’ in Parlamento ai Trattati di Maastricht, ovvero votò favorevole alla Bibbia del neoliberismo sulla cui base cessò di vivere la Comunità economica europea e nacque l’Unione europea.
  2. L’euro entra in circolazione il 1 gennaio 2002, col pieno assenso della Lega Nord che faceva parte del governo Berlusconi.
  3. Il 1 febbraio 2003, con l’assenso del governo italiano (di cui fa parte la Lega Nord) entra in vigore il Trattato di Nizza (Costituzione europea). Il Trattato viene firmato a Roma il 29 ottobre 2004. Stiamo parlando della “Costituzione” che verrà bocciata dai francesi e olandesi con referendum nel maggio e giugno 2005.
  4. Il 1 dicembre 2009 (con il consenso del governo Berlusconi-Lega Nord) entra in vigore il Trattato di Lisbona. Il 23 luglio 2008 il Senato approva il Trattato di Lisbona all’unanimità con 286 sì. Il 31 luglio 2008 la Camera approva all’unanimità il Trattato di Lisbona con 551 sì.
  5. Il 3 dicembre 2008 il Parlamento approva, su proposta del governo Pdl-lega Nord, il ddl Salva Banche contenente i cosiddetti Tremonti bond.
  6. L’ 8 settembre 2011 il Consiglio dei Ministri (voto favorevole della Lega Nord), dopo la famigerata “Lettera della Bce” vara la proposta di legge Costituzionale sull’introduzione del principio del pareggio del bilancio nella Costituzione.
  7. Il 26 ottobre 2011, causa “crisi dello spread” e i conseguenti diktat dell’Unione Europea, il presidente del Consiglio Berlusconi, col consenso della Lega Nord, invia una lettera con la promessa di adottare le misure austerity di macelleria sociale, quelle che saranno poi adottate dal successivo governo Monti.
  8. Il 3 e il 4 novembre 2011 dopo che Berlusconi partecipa a Cannes al summit del G20, il governo Pdl-Lega accetta che una delegazione del Fondo Monetario Internazionale “monitori i progressi sulle riforme economiche e gli effetti di queste sui conti pubblici”, ovvero il definitivo commissariamento.
  9. Poco prima di dimettersi il Presidente del Consiglio Berlusconi, 12 novembre 2011, fa approvare dalla Camera dei deputati i disegni di legge, già approvati dal Senato (consenso della Lega in entrambi le aule), contenenti le disposizioni per la formazione del bilancio annuale e pluriennale dello Stato (legge di stabilità 2012), il bilancio di previsione dello Stato per l’anno finanziario 2012 ed il bilancio pluriennale per il triennio 2012-2014. Tutto ciò che poi Monti metterà in pratica.

Intanto a Gotham City il sindaco Marino, anima bella utile al sistema, sembra non accorgersi di nulla e continua a ripartire appalti tra i soliti noti, in un sistema mafioso camorristico che sta lucrando sull’ebetismo della gente, su Rom, immigrati, italiani che non ce la fanno più, e di nuovo l’ipocrisia della sinistra che attira gli immigrati come le mosche, accogliendoli con senso di carità catto/comunista, dirottando intanto i soldi pubblici verso i centri di permanenza, di accoglienza, nei campi Rom, ecc. Ma il Pd sta subendo un violento contraccolpo dall’indagine della magistratura, tanto che gli ultimi sondaggi del 9 giugno nel comune di Roma, danno il Pd in picchiata (17%) e il M5S in ascesa (30%).

Quindi appare chiaro che la corruzione oggi a Roma e in Italia in particolare rappresenta un pericolo tanto quanto la criminalità mafiosa. Per combatterla dunque occorre utilizzare gli strumenti impiegati per la lotta ai clan, perché l’inchiesta “Mondo di Mezzo” (nota come Mafia Capitale) ed “Expo”, offrono un quadro della realtà che emerge: «Esistono infatti due diversi tipi di corruzione, entrambe gravi e che si autoalimentano – spiega il procuratore capo di Roma, Giuseppe Pignatone, dal palco della Luiss al convegno “Whistleblowing e la prevenzione della corruzione”- La prima è quella più semplice, del do ut des, la più elementare ma è anche il mare in cui crescono i pesci più grandi. Poi c’è la corruzione sistemica, dove c’è un network articolato di gruppi affaristici, la più difficile da perseguire. Tra queste l’inchiesta Mondo di Mezzo, Expo, Mose offrono uno straordinario quadro della realtà»..

Sine ira ac studio … dalla Terra di mezzo

Rosanna Spadini

Fonte: www.comedonchisciotte.org

13.06.2015

Pubblicato da Davide

  • PietroGE

    1) Quando c’era Maroni come ministro dell’interno arrivavano qualche migliaia di immigrati l’anno, ora ne arrivano qualche migliaia al giorno.
    2)La sinistra si rifiuta persino di riconoscere che c’è un problema immigrazione. Agisce secondo il motto : il nemico è a destra, tutto il resto non conta.
    3)Salvini è populista come erano populisti i festival dell’Unità dei bei tempi andati. Allora il PCI si rivolgeva alle masse affrontando problemi reali. Ora Renzi parla con slogan che non dicono niente. Pane e fuffa.
    4)La sinistra, con una immigrazione che sta diventando sempre più invasione porterà il Paese allo scontro sociale. E in prima linea ci sono proprio quelli che avrebbe dovuto difendere : i ceti sociali operai e piccolo borghesi.
    5)I 5S sono sempre più assenti, attestati come PM della classe politica e amministrativa, un lavoro onorevole per carità, ma che non basta per farne un partito di governo. Sull’immigrazione non hanno una posizione, sull’economia portano avanti solo il reddito di cittadinanza, senza dire che non è finanziabile, in politica estera.. mistero.
    6) I dettagli mediatici delle campagne elettorali permanenti dei due leader (perchè il M5S non sembra averne uno) lasciano il tempo che trovano. Quello che conta sono i programmi concreti e la capacità di implementarli.

  • dancingjulien

    Chi vota Lega è proprio un boccalone non c’è nient’altro da dire.

  • Gil_Grissom

    Fino a quando si continuera’ a dare la colpa dell’odierna disastrosa situazione in cui versa il nostro paese ai governi Berlusconi e ai suoi alleati? Ormai sono quasi quattro anni che il cavaliere ha lasciato con ignominia Palazzo Chigi, dopo di lui si sono succeduti al governo un illustre professore bocconiano, un galantuomo ingenuo del pd e il bomba ex sindaco di Firenze: comunque la si pensi politicamente, i dati oggettivi dicono che ognuno di costoro ha fatto peggio del suo predecessore, la disoccupazione e’ aumentata, il pil e’ calato, le tasse sono complessivamente aumentate, la situazione immigrazione e’ assolutamente fuori controllo, la corruzione dilaga ovunque, non si vede il benche’ minimo segnale di ripresa, le politiche di bruxell si rivelano sempre piu’ fallimentari, lo scontro sociale e’ ai massimi livelli dai tempi delle Brigate Rosse. Ancora pensate che funzioni la favoletta tutta colpa di Berlusconi?

  • Rosanna

    Scusa MarioGE, vorrei rispondere alle tue domande e magari fartene delle altre, se possibile:

    1) Maroni è ministro dell’Interno dal 2001 al 2006, quando al governo della Libia c’era ancora Gheddafi, che controllava i flussi migratori, ora lo scenario è cambiato mi sembra.
    2) Sul fatto che la sinistra si rifiuti di riconoscere che
    c’è un problema immigrazione, sono d’accordo con te, ma sul fatto che agisca solo secondo il motto: il nemico è a
    destra, tutto il resto non conta, avrei qualche dubbio, perché … allora la destra cosa fa? ne sono testimonianza alcune discussioni avvenute negli ultimi tempi sul forum, dove l’interlocutore viene aggredito con tecnica squadrista, solo perché è riconosciuto come uno "di sinistra", quindi interlocutore inattendibile.
    3) Non credo di aver difeso Renzi, tutt’altro, ma ti chiedo perché Salvini ha una presenza in tv negli ultimi tempi superiore a quella di tutti gli altri politici?

    Non ci voleva molto a intuirlo, ma è Matteo Salvini il recordman delle
    presenze televisive tra tutti i politici italiani. Se si escludono gli
    spazi riservati all’azione del governo, il leader leghista supera tutti i
    rivali, compreso Matteo Renzi. È la Stampa a mettere in fila un po’ di numeri. E sono davvero roboanti [www.lastampa.it]: Settantatré presenze televisive. Oltre 18 ore di parola per un totale di
    24 ore e 5 minuti davanti alle telecamere: tutti i giorni, a tutte le
    ore. Sono i dati record di Matteo Salvini in Tv in meno di due mesi. Dal
    1 gennaio al 25 febbraio di quest’anno, infatti, non c’è stato talk
    show, rete televisiva o Tg di qualsiasi testata che non abbia ospitato
    il leader della Lega.Ma l’aspetto fondamentale, secondo la Stampa, è lo spread tra il
    tempo di parola e il tempo di notizia riservato ai rispettivi leader: Mentre,
    infatti, per gli altri esponenti politici i due dati sono pressoché
    coincidenti per l’esponente leghista il parlato è quasi quattro volte
    superiore rispetto ai tempi della notizia. Un dato «clamoroso», che
    posizionano l’europarlamentare addirittura al quinto posto assoluto nei
    Tg.

    4) Tui continui a chiamare dinistra quella che ha perso da tempo la sua identità di sinistra, incapace di calarsi sulla realtà e risolvere le questioni più drammatiche. Sinistra sarebbe il PD? Renzi sarebbe di sinistra? Ti ricordo che dalla caduta del governo Berlusconi abbiamo avuto tre governi non votati da nessuno, Monti, Letta e Renzi, ma imposti d’ufficio.

    Ecco chi si nasconde all’ombra di Renzi

    La destra repubblicana neocon e quella
    israeliana, l’Arabia Saudita, Morgan Stanley, Mediobanca, De Benedetti e
    Caltagirone. Dietro Renzi non c’è spazio per il Quinto Stato.

    http://megachip.globalist.it/Detail_News_Display?ID=97569

    5) I 5S sempre più assenti? mi sembra il contrario dati gli esiti dei sondaggi, la proposta del Rdc (quanto ai finanziamenti ne hanno indicato circa una ventina di possibili soluzioni), il direttorio dei migliori, la presenza sempre più vigile in parlamento e sul territorio, la proposta di uscita dall’euro, la raccolta di firma del referendum, #FuoridallEuro, Class Action: passa la legge M5S contro le lobby e i poteri forti, per la prima volta in assoluto, la Camera approva all’unanimità una legge del MoVimento 5 Stelle.
    6) Quanto ai programmi concreti e alla capacità di implementarli, cosa ne dici delle responsabilità politiche che ha avuto la Lega nel corso di questi anni, elencate nell’articolo, e negli ultimi tempi a proposito del caso di Mafia capitale? non so se hai capito, ma questi sbraitano tanto contro i Rom e poi sfruttano (o meglio rubano) le risorse messe a disposizione dallo stato per risolvere il problema.

    https://www.youtube.com/watch?v=s5UoWl4-DfU

  • Rosanna

    Chi ha detto questo? Avrei detto questo nell’articolo? non mi sembra … comunque Berlusconi ha avuto le sue colpe e i suoi meriti:
    1) ricordiamo alcune colpe:   Napoli città spazzatura, la ricostruzione mancata dell’Aquila, servilismo nei confronti dei diktat dell’Unione europea, abrogazione di norme di contrasto all’evasione fiscale (di cui lui era diretto interessato), abolizione della legge che contrastava i tetti stipendi manager pubblici, cancellazione della legge che contrastava la sottoscrizione delle dimissioni in bianco, debiti Alitalia assorbiti tra i debiti di stato, tagli alla scuola pubblica e allo stato sociale, aperta la via alla privatizzazione dei beni pubblici (acqua) …
    2) meriti: apertura alla Russia di Putin, alla Libia di Gheddafi, una certa ostilità nei confronti dell’UE, quanto al fatto che volesse uscire dall’euro, credo che non lo avrebbe mai fatto, come del resto non aveva mai onorato le promesse di governo, se non quelle strettamente elettorali (abolizione dell’Ici)

    Certo che il governo Prodi, con tutte le sue diramazioni, ha avuto una colpa ancor più grave con l’ingresso nell’euro e nell’UE.

  • Gil_Grissom

    Ma il fatto di aver capito e detto per primo che l’Italia con l’Euro andava incontro al disastro e’ un merito comunque enorme ed e’ per questo che il golpista Napolitano lo ha sostituito con un non eletto voluto dalla Merkel. Tutti erano concordi ad entrare nell’euro certamente, poi le persone e i partiti intelligenti di fronte al disastro hanno cambiato idea, i partiti ottusi o in malafede procedono dritti sulla rotta dell’iceberg negano l’evidenza. Ma presto il loro consenso scendera’ sottozero e dovranno inventarsi qualcosa di nuovo.

  • yago

    Salvini dice ciò che gli Italiani pensano ed è per questo che riscuote successo. Continuare a contrastarlo sui rom e gli immigrati è politicamente un suicidio. Il M5s secondo me dovrebbe riconoscere le sue ragioni , senza però estremizzarle e nel contempo propagandare la loro vera grande forza che è la loro integrità morale che di sicuro è anni luce al di sopra di tutti. La gente che non va a votare è quella a cui far arrivare il messaggio che, se vuole liberarsi dei cialtroni ladri e corrotti, hanno una unica alternativa. Convincere un leghista o un sodale del pd a votare M5s è tempo perso, ma presentarsi alla gente come un movimento ormai maturo per governare, onesto ed incorruttibile è l’arma vincente.

  • Rosanna

    La risposta naturalmente era diretta a PietroGE, e probabilmente ho fatto un po’ di confusione, data l’ora tarda tra MarioG e PietroGe … lapsus freudiano ?   mah … forse …

  • Rosanna

    Ok, hai ragione, il governo Berlusconi è sempre stato avverso all’UE, ma comunque si è piegato ai diktat che provenivano da Bruxelles, e non ha fatto nulla per rimediare, certo sapendo bene che il vero potere è quello della Bce, quindi probabilmente per la paura di essere eliminato, come infatti è avvenuto …

  • Rosanna

    Hai ragione yago, il M5S dovrebbe chiarire la propria posizione a proposito dei migranti, le cose le ha dette, ma il problema è di portata enorme e risolvibile solo da parte di un intervento mirato dell’Ue, la quale è completamente assente, ed anzi complice interessata di questa vera e propria invasione migratoria. Proprio ieri Maroni saliva sull’onda della propaganda, dicendo che sui migranti bisogna "sparare". E questo colpisce molto l’immaginario collettivo …

  • omega86

    Mi permetto di correggerli

    Chi vota è proprio un boccalone non c’è nient’altro da dire.
  • FlavioBosio

    +1

  • FlavioBosio

    Bè possiamo sempre incolpare la Merkel, la BCE, la Grecia, la Massoneria, il mossad, Apple, Google, quelchetipare..

    Purché non incolpiamo quei minchioni statalisti de sinistra e de destra o a 5 stelle.
    Continuiamo a premiare i fancazzisti facendo pagare chi lavora e vedrete come finirá…
  • robotcoppola

    Ottimo articolo che mette in evidenza la tecnica manipolatrice del "nuovo" fuffaro del sistema, guarda caso molto gradito dal suo collega gemello al governo.

    Ecco http://on.fb.me/1GBIzxN [on.fb.me] il livello eccelso dei suoi elettori 🙂

  • andriun
    ci sarebbe da chiedersi come ci siamo arrivati a prediligere l’apparenza alla sostanza delle cose?

    La propaganda adottata dal politico qualsiasi esso sia funziona e funziona bene al momento nonostante sia per lo più apparenza.

    Riformare il sistema significherebbe anche che l’uomo dovrebbe fare l’UOMO non l’effeminato giostrato dal potere femminile. Quindi saperla orientare e "guidare" la donna e non cedere ai suoi numerosi capricci temendo di essere qualificato come un maschilista. Non dimentichiamoci mai delle "quote rosa" e di tutti i privilegi detti ma il più delle volte celati dietro il termine di "parità", di cui la stessa gode proprio perchè siamo governati da un sistema effeminato. Non solo gode di questi privilegi, non solo se ne lamenta per l’esiguo numero presente(notare che fa parte della sua natura lamentarsi di ogni cosa senza alle volte averne motivo: questo l’UOMO lo sa, l’effeminato no o preferisce ignorarlo per opportunismo), ma poi risulta pure che sul piano professionale e personale è più competitiva e brava dello stesso maschio. Sfido con i maschi che ci sono oggi è facile vincere il confronto. Quindi in fondo è meglio tanto per l’effeminato che per la donna sopratutto, che il sistema rimanga decadente sì, ma invariato nelle sue fondamenta, perchè se si riuscisse a renderlo più equo/logico di quello attuale, se ne pentirebbe dopo pochissimo tempo.  
  • Primadellesabbie

    Le tragedie vanno per conto loro, economia, afflusso di disperati, guerre scelte dal menù, sbriciolamento di ogni forma di coesione, stati in mano a bande di avventurieri, potentati economici multinazionali che imperversano combinandone di ogni colore ed in ogni campo…

    Altroché cavalli cosacchi a S. Pietro.
    E troppi sentono il bisogno di mettere le mani avanti come le donnicciole che si difendono e negano a priori: non sono stata io…
    Addirittura c’é chi si preoccupa della figura di quell’irresponsabile primadonna che ha tenuto disinvoltamente la scena, raccontando barzellette e vantando la leggerezza del vivere mentre i suoi protettori demolivano il teatro.
    La politica e la mentalità "cosidette" di destra stanno dilagando, apparentemente inarrestabili, dopo aver avuto ragione di ogni indugio, grazie alla dissoluzione dei costumi e al trionfo del consumatore, geniale demone del momento, causa e vittima di questo disastro.
    I portatori di libertà hanno gettato da tempo la maschera ma gli stolidi supporter non si danno la pena di accennare alle loro responsabilità, anzi, sono colpa gli "altri" per via dei buoni sentimenti.
    Dopo aver spazzato la civiltà, grazie alle loro preferenze, al loro modo di intendere la vita, adesso si danno da fare contro i "buoni sentimenti" che, geniale trovata, sarebbero la nuova causa dei guai che loro stessi hanno così insistentemente invocato.
    Immagino che alla fine di queste iatture, perché prima o dopo ogni cosa finisce, ci toccherà di assistere ad un nuovo negazionismo?
    Magari qualcuno lo sta già preparando.
  • Rosanna

    Grazie robotcoppola, bellissimo esempio che dimostra chiaramente come un partito come la Lega Nord abbia potuto attraverso i decenni offendere e ingiuriare altri italiani del sud, screditare la Costituzione italiana, pulirsi il culo con la bandiera (Bossi) e arrivare dritto dritto al potere …

    Come mai? è chiaro … è semplicemente un pezzo del sistema, che serve per sostenere le politiche del massacro sociale, quindi da un lato si diffondono messaggi violenti contro l’immigrazione clandestina, poi si fa una legge Bossi-Fini che produce inevitabilmente clandestini, poi si lucra sui finanziamenti statali per i campi Rom … e il gioco illusionistico è fatto …

  • Rosanna

    Interessante andriun,
    però tu credi che oggi il potere, sia in Italia che nel mondo, sia in mano alle donne?

  • Rosanna

    "La politica e la mentalità "cosidette" di destra
    stanno dilagando, apparentemente inarrestabili, dopo aver avuto ragione
    di ogni indugio, grazie alla dissoluzione dei costumi e al trionfo del
    consumatore, geniale demone del momento, causa e vittima di questo
    disastro.

    Immagino che alla fine di queste iatture,
    perché prima o dopo ogni cosa finisce, ci toccherà di assistere ad un
    nuovo negazionismo?
    Magari qualcuno lo sta già preparando."

    Condivido pienamente primadellesabbie, è sempre più tangibile la dimensione autoritaria, in ogni ambito della vita pubblica e privata:

    1) Riforma costituzionale in atto in senso autoritario

    2) Senato nominato e non più eletto direttamente dai cittadini

    3) Sovranità negata: monetaria, economica, politica

    4) Riforme autocratiche volute dall’Ocse, succursale del Fmi che affama i popoli della terra

    5) Riforma della scuola in senso autoritario, dove il dirigente scolastico deciderà della carriera e dello stipendio degli insegnanti in nome di una meritocrazia molto discutibile

    6) Negazionismo ? beh, lo incontriamo spesso anche su questo forum

    7) Squadrismo mediatico, che per ora si limita a screditare, offendere, ingiuriare, impedendo il dialogo civile e democratico: esperienza che abbiamo vissuto anche sul forum, purtroppo …

  • robotcoppola

    Bravo, ottima mossa tattica per rendere eterno il potere dominante.
    Nel MONDO REALE c’è sempre uno zoccolo duro di elettori appartenenti al sistema CLIENTELARE + altri che vengono comprati col voto di scambio (anche con un misero pacco di pasta!).
    Non votare CONTRO questo sistema significa FARNE PARTE, quindi esserne COLLUSI.

  • KATANGA

    e chi non la vota un coglione!

  • PinoRossi

    Chi vota Lega è un vero fesso, niente da dire.

    Ma ancora più fessi sono quei "duri e puri" che hanno organizzato una mobilitazione contro Salvini sotto casa mia, in un noto quartiere di sinistra da salotto di Roma.
    Praticamente, è come manifestare contro Dart Vader. Stesso livello di realtà.
    L’umanità, in questa declinazione culturale, purtroppo è finita.
  • Teopratico

    Analisi ineccepibile (come sempre) sul fenomeno Salvini. Ora però che si può fare? Siamo condannati a marcire fra lui e Renzie? L’unica alternativa parlamentare é il M5S che pur fra molti problemi di comunicazione e progettualità a mio avviso, può essere riconosciuto come onesto ( per bene?…). Ecco io vorrei che, oltre ad occuparsi del malaffare degli altri ed attaccare il potere in carica, come sta avvenendo a Roma, i 5S propongano idee e progetti che vadano oltre il RdC e che siano organici, che facciano immaginare un futuro leggermente meno opprimente. Contro chi infonde paure e diffonde violenza sarebbe meglio proporre, magari un sogno.

  • robotcoppola

    Anche marina ripa di meana si riconosce come supporter del nuovo eroe salvini http://bit.ly/1KNdlnp [bit.ly]
    "l’unico che può fare qualcosa è salvini!"
    🙂

  • Rosanna

    Molto istruttivo, Marina Ripa di Meana dunque, esponente di quella categoria "aristocratica" che ha sempre vissuto e lucrato  ai margini del potere, sostiene Salvini … buono a sapersi, val la pena di riportare il suo intervento luminoso:

    “Ospitare immigrati a casa mia? Non è proprio il caso. Gli immigrati non possono essere più accolti. Sono diventata salviniana. La situazione è talmente pericolosa che
    l’unico che ci può salvare e può fare qualcosa forse è proprio Salvini.
    Quasi quasi andrei su una ruspa. Ma la cosa più urgente è che se ne
    vada Marino
    “. Così, ai microfoni de La Zanzara (Radio24), Marina Ripa di Meana esprime il proprio sostegno al leader della Lega Nord, indugiando anche in una lunga e impetuosa invettiva contro il sindaco di Roma. “Sto urlando ai quattro venti che Marino se ne deve andare e ho peso la voce” – afferma – “Ha ridotto Roma a una cloaca maxima. Neanche Bombay è ridotta a questi livelli. Ci sono i rom, le buche… esci di casa e, come minimo, ti prendi una storta o ti rompi addirittura una gamba. E poi la sporcizia, il traffico, lo smog, l’immondizia“. E aggiunge: “Venite nel quartiere Prati, dove vivo. C’è l’immondizia che esce da’ ‘cassettoni’. Io non porto più i miei 4 cani fuori, perché è veramente impressionante. I miei cani potrebbero essere contaminati dalla sporcizia e dai topi.
    Penso che si debba fare una grande manifestazione di protesta a Roma”.
    Piccata invece la risposta della nobildonna, quando Giuseppe Cruciani le
    ricorda che il marito, Carlo Ripa di Meana, ex ministro dell’Ambiente, percepisce un vitalizio di 12mila euro. “Ah, ricominciamo coi vitalizi?” – risponde – “io non so quello che prende. Sono fatti suoi, noi abbiamo regimi separati. Parlate con lui, che c’entro io? Io sono incazzata per le condizioni di Roma” di Gisella Ruccia"

  • Rosanna

    No, non siamo condannati a marcire tra i due gigioni, perché i sondaggi parlano chiaro:

    Sondaggi politici elettorali di oggi, 9 giugno 2015: clamoroso a Roma dopo Mafia Capitale, M5S al 30% e flop PD.

    Secondo i dati diffusi da Affari Italiani, che riportano un
    sondaggio riservato che sta circolando in casa Dem, se si andasse a votare
    nuovamente per la Capitale il 51% dei cittadini resterebbe a casa. Quel che è
    straordinario, però, è il voto che esprimerebbero quelli che andrebbero alle
    urne: il Movimento 5 Stelle,
    infatti, è accreditato nelle intenzioni
    di voto
    [it.blastingnews.com]del 30% davanti alla lista civica di Marchini, al 20%. Il Pd,
    invece, raccoglierebbe appena il 17% mentre l’8% andrebbe ad una eventuale
    compagine vicina a Matteo Salvini.
    Sparito, o quasi, dai radar il centrodestra: Forza Italia, NCD e Fratelli d’Italia,
    infatti, farebbero fatica ad andare in doppia cifra.


  • andriun

    Donne o effeminati per sono la stessa cosa ragionano e molte volte sragionano allo stesso modo e moltissime volte per semplice opportunismo. Non per nulla si sostengono l’uno con l’altro. Voglio solo ricordare a lei e a moltissimi "uomini", che alla legge contro il femminicidio si è arrivati solo grazie a soggetti effeminati che ci governano, perchè questa legge non ha nulla di logico per poter esistere: se ammazzo una donna ho il massimo della pena, se ammazzo un uomo ho lo sconto di pena, e forse mi fanno pure i complimenti perchè in fondo se lo meritava. Ma senza andare nel tragico basta osservare i vincoli che la donna impone alla società per poter essere tra le candidate di un consiglio di amministrazione o di una giunta politica. Chi l’ha detto che debba sempre esserci una donna a fronte di un uomo? Ma quando si parla di parità tutto è permesso e i tontoloni effeminati ci cascano come pere mature cadute dall’albero. Forse non è nemmeno giusto dire che ci cascano, sarebbe più giusto dire che se ne fregano, dal momento che la fetta di torta loro la portano a casa lo stesso, anche in questo modo. Le donne sono delle elette in questo mondo decadente e prossimo alla fine, perchè qui hanno effettivamente la possibilità di sfruttare ciò che hanno imparato a gestire fin dai tempi più antichi: l’apparenza e la manipolazione. Per questo oggi il mondo occidentale ed in parte anche quello orientale è loro. Che dire: buon per voi. 

  • dancingjulien
  • dancingjulien

    Rossana vuoi sapere la mia, La lega è lo strumento USA per creare una Yugoslavia italiana, sanno benissimo che non possono governare, e ogni dichiarazione non ultima quella irresponsabile di Maroni è mirata a creare confusione incertezza instabilità.

    Il M5S è l’unico argine al caos, dobbiamo serrare le fila
  • dancingjulien

    Volevo dire fancazzisti

  • Teopratico

    Giusto, e guarda che anch’io andrei di corsa a votare 5S, ma è proprio per questo che stanno tutti a puntellare Marino perché non cadi, perché non ci hanno piú un nome pulito da presentare. E lo stesso vale per il governo e le politiche che ancora sembrano un miraggio, quasi, quasi da farmi diventare un fervente democratico…

  • Teopratico

    Una enne in più e una esse di meno…

  • dancingjulien

    Ma sai che ci ho fatto caso solo ora? hehehe oramai il cervello si era fissato il nome così, comunque lei non mi ha mai corretto quindi ormai avevo lo preso per buono  🙂 vabbè grazie per la correzione.

  • Rosanna

    Perfettamente d’accordo con te, un’ analisi molto lucida del partito strumento del sistema Usa

  • MarioG

    Pazienza! Mi associo al commento di Pietro, cosi’ e’ tutto a posto.

  • MarioG

    Il M5S le sue posizioni sull’immigrazione le chiarite al momento dell’abolizione del reato di immigrazione clandestina, in quel caso anche con qualche mugugno del suo presunto leader.

  • Fedeledellacroce

    Ahahahah, anche a me é capitato di confonderli.
    E comunque non mi sembrano dei gran geni, almeno a giudicare dai commenti.
    Ancora parlano di destra e di sinistra.
    Antichi.

  • Arcadia

    ciao Rosanna,
    significa che l’abbraccio alla Le Pen e il "bacio" a zar Putin sarebbero solo  depistaggio?   
    Confesso che faccio fatica a crederci.
    Secondo me le cose sn molto più complesse, il perché nn lo so, ma sento che è così.
    Vedremo se il mio intuito nn mi tradisce 😉

  • Rosanna

    Ciao Arcadia, credo che la Lega sia essenzialmente un partito servo del potere, qualunque esso sia, per esempio Bossi si è alleato immediatamente con Berlusconi, ricordi l’incontro ad Arcore in canottiera? quindi il partito è disponibile a navigare a vista, partito double face, per tutte le stagioni, prima il federalismo, l’odio verso i terroni, ora il nemico sono i migranti, che nell’immaginario collettivo rappresentano una minaccia archetipica, popoli barbari che assediano le mura della polis e vengono per stuprare le donne e impadronirsi del potere, come nei secoli passati …

    Credo che l’apertura verso la Le Pen sia endemica, cioè destra con destra, più o meno estremista, quella con Putin particolarmente strategica, dato che Putin rappresenta un interlocutore oggi particolarmente ambito, per le sanzioni economiche, che hanno danneggiato soprattutto l’Europa e l’Italia, e dato il grande consenso popolare meritato per le sue scelte politiche astute e intelligenti.

  • Gil_Grissom

    Sarebbe stato molto meglio che i 5 stelle avessero avuto la stessa rappresentanza che hanno ora in parlamento prima che firmassimo quei stramaledetti trattati, ora sarebbe tutto diverso……

  • Rosanna

    Non so se sai che Bossi risultò iscritto al PCI,
    previo versamento di un contributo d’iscrizione presso la sezione
    locale di Verghera di Samarate, e dai registri ufficiali
    dell’organizzazione risulta essere registrato in qualità di medico, pur
    non avendo mai conseguito il titolo abilitante all’esercizio della
    professione 
    (al riguardo, alcuni articoli giornalistici, suffragati dalla
    dichiarazione della prima moglie Gigliola Guidali, suggeriscono che
    avrebbe lasciato credere di svolgere la professione medica per un certo
    lasso di tempo). da wiki

    Quindi Bossi si sarebbe spacciato per medico e avrebbe esercitato la professione in maniera abusiva … capisci a chi si sono affidati gli italiani?

  • MarioG

    Lei invece e’ proprio un  genio, genio della croce.

    Sospetto viceversa che la destra e la sinistra devono essere ben radicati nella sua testa, soprattutto nel lobo sinistro.
    Adesso dovrebbe prendersi il disturbo di andare a vedere e far vedere dove e quanto io mi sia messo a parlare di destra e sinistra.
    Altrimenti cerchi di occuparsi dei casi suoi. 
     
  • yakoviev

    Quale "nobildonna"? Marina Punturieri è una borghese senza "titolo" alcuno.

  • Rosanna

    Secondo me invece c’è una certa differenza, anche se è chiaro che entrambi sono originariamente di destra, come io del resto sono di sinistra, ma niente di male immagino, data la dimensione postmoderna e il camouflage ideologico in cui siamo costretti a vivere, infatti  PietroGE mi sembra più disponibile al dialogo e più rispettoso delle idee di tutti, anche con le legittime obiezioni, purtroppo  MarioG mi sembra più diffidente, sospettoso, distante e molto critico verso qualsiasi opinione che abbia solo la parvenza sinistrosa (che per lui sembra equivalere a dannosa) …

    non c’è metodo migliore che leggere i commenti per avvertire i sentimenti, le passioni, le appartenenze dell’anima delle persone …

  • egenna
    … capisci a chi si sono affidati gli italiani?

    Sono d’accordo,molto meglio quel migliaio di farabutti e bande aggregate in quel di roma che ci prende per i fondelli da circa settantanni.( notare che ho detto un migliaio,non ho detto tutti,…oggi sono troppo..bono..)

    Cordiali saluti