Home / Notizie dal Mondo / GOOGLE STA PROMUOVENDO L’IDEA CHE LE MINORANZE ETNICHE NON POSSONO ESSERE RAZZISTE? I RISULTATI DI RICERCA RIPORTANO FRAMMENTI DI AFFERMAZIONI SECONDO LE QUALI “IL RAZZISMO INVERSO NON ESISTE”.
googleruk

GOOGLE STA PROMUOVENDO L’IDEA CHE LE MINORANZE ETNICHE NON POSSONO ESSERE RAZZISTE? I RISULTATI DI RICERCA RIPORTANO FRAMMENTI DI AFFERMAZIONI SECONDO LE QUALI “IL RAZZISMO INVERSO NON ESISTE”.

DI  SHIVALI BEST

  • Se si digita su Google Search la domanda: “Si può essere razzisti verso i bianchi?” tra le risposte troviamo uno stralcio da un post di Huffington Post.
  • Il testo contenuto in questo stralcio afferma che il razzismo inverso non esiste.
  • Da Google dicono che lo stralcio è stato estratto da un algoritmo automatico

di Shivali Best For Mailonline

 

Se da una parte Google si è dimostrato molto efficace nel rispondere a domande bizzarre e fantastiche, nel caso si ponga una domanda sul razzismo, può portare fuori strada.

Inserendo la domanda “Si può essere razzisti verso i bianchi?‘ il motore di ricerca ha messo in evidenza una risposta secondo cui le minoranze etniche non possono essere razziste verso i bianchi.

Da Google, tuttavia, insistono sul fatto che la risposta non rappresenta una consapevole promozione di un’idea ma il semplice risultato di un algoritmo che collega un sito ad un altro.

Quando un utente fa una domanda su Google Search, la ricerca spesso mostra in un riquadro in alto nella pagina di uno stralcio di una pagina web che secondo i suoi algoritmi contiene una risposta.

Questo stralcio comprende una sintesi della risposta, estratta da una pagina web, il link, il titolo e l’URL della pagina in questione.

Uno dei giornalisti che scrive per The Sun ha fatto questa domanda al motore di Ricerca: “E’ possibile essere razzisti verso un bianco?”. Secondo lui la risposta contenuta nello stralcio di pagina web nel riquadro era parziale e controversa.

Lo stralcio in questione è tratto da un articolo di Huffington Post :

‘Mentre NON ESISTE il razzismo al contrario, il razzismo esiste”.

‘Chiunque può essere razzista, indipendentemente dalla sua razza’ NO, NON E’ VERO, il razzismo sottintende potere e pregiudizio.

‘I bianchi hanno il potere di opprimere i neri perché controllano il sistema economico della società’.

L’articolo è tratto da “4 miti sul razzismo inverso da far crollare”

Trad.:

“Volevo solo puntualizzare…i pregiudizi verso i bianchi non sono ‘razzismo, è pregiudizio o discriminazione. Il razzismo è tutt’altra cosa…è un sistema che agisce in questo paese contro la gente di un determinato colore (radicatosi attraverso la schiavitù e la colonizzazione)…quindi c’e’ una bella differenza.”

I risultati di ricerca di Google presentano regolarmente nella parte superiore della pagina dei riquadri contenenti frammenti di pagine web. Anche se il frammento in questione mostra un contenuto diverso dalla ricerca “Si può essere razzisti verso i bianchi” l’offensivo articolo di Huffington Post rimane il risultato più in alto nella pagina (nella foto).

Un portavoce di Google ha detto a MailOnline:

‘Google non avalla né seleziona manualmente le risposte.’

‘Questo contenuto proviene da siti di terze parti che non controlliamo’. ‘L’applicazione “frammento” è una corrispondenza automatica e algoritmica dei termini di ricerca’.

‘Critiche e commenti sono sempre bene accetti, siamo sempre al lavoro per migliorare i nostri algoritmi’.

‘Gli utenti e proprietari di contenuti possono lasciare dei feedback sulle informazioni errate tramite il pulsante “Feedback” in basso a destra della WebAnswer.’

Poiché è apparso l’articolo del Sun, conducendo ora la stessa ricerca appaiono risultati diversi nel riquadro ‘frammento’ in primo piano: si riferisce a un blogger chiamato SlapDashMom.

Il testo estratto in quest’occasione contiene un commento in alto nella pagina “I pregiudizi verso i bianchi non sono razzismo”.

Tuttavia, l’articolo di The Huffington Post continua ad essere il primo risultato in evidenza nella pagina.

La scoperta solleva questioni importanti circa lo scopo del riquadro in evidenza nei risultati della ricerca. Google sostiene che quei riquadri in evidenza dovrebbero essere selezionati per rispondere ad una domanda specifica; sembra però che più che fatti contengano anche opinioni.

 

Shivali Best For Mailonline

Fonte: www.dailymail.co.uk

Link: http://www.dailymail.co.uk/sciencetech/article-3819898/Is-Google-promoting-idea-ethnic-minorities-T-racist-Search-result-snippet-claims-reverse-racism-does-not-exist.html

3.10.2016

 

Traduzione per www.comedonchisciotte.org a cura di SKONCERTATA63

Pubblicato da Davide

  • Holodoc

    Non so se è colpa della traduzione o dell’autore, ma in questo articolo si fa una bella confusione linguistica.
    Per razzismo si può intendere sia “sistema di potere basato sulla discriminazione razziale” oppure “sentimento personale pregiudiziale e discriminatorio verso chi appartiene a gruppi etnici diversi dal proprio”.

    Se prendiamo come definizione la prima, non so se siano mai esistiti
    casi storici in un paese qualsiasi di discriminazione istituzionalizzata
    verso i bianchi.

    Se prendiamo come definizione la seconda, posso dire per esperienza personale negli Stati Uniti che esiste anche un razzismo di ritorno nei confronti dei bianchi.
    Basta essere bianchi e avere a che fare con un impiegato o commesso di colore per rendersene subito conto, cosa che non accade, ad esempio, in GB.
    A mio giudizio questo comportamento nasce come unica forma di difesa e ribellione rimasta a chi ancora oggi conta poco o niente nella società americana.

  • PietroGE

    Dunque, non si può essere razzisti nei confronti dei bianchi, perché sono bianchi o perché sono in maggioranza? In realtà i bianchi sono una minoranza della popolazione mondiale, una minoranza che sta lentamente scomparendo. Quindi se vale il fatto che una minoranza non può essere razzista, i sudafricani bianchi che volevano l’apartheid non erano razzisti, contrariamente a quello che si diceva e si dice.
    Se invece vale il fatto che non si può essere razzisti nei confronti dei bianchi, beh questo è proprio….razzismo. Aggiungo che mentre le razze di animali minacciate di estinzione sono protette, quelle umane, come ad esempio i bianchi, no.

    • Marquis Bellefontaine

      se i bianchi ospiti non voluti in sudafrica ,voglion fare un regime di apartheid lo faccian pure ma a casa loro,quindi in europa

      • PietroGE

        Benissimo, la stessa cosa vale per gli islamici in Europa e per le loro banlieu.

      • kikko19

        il fatto e’ che in sudafrica sono andati per primi i bianchi (c’era qualche tribu’ di neri e basta) poi quando il sudafrica e’ diventato ricco, si sono trasferite tante ma tante tribu nere (pure indiani …) e il sistema e’ collassato. stessa cosa per lo zimbabwe. non ti preoccupare che tra un po’ succedera’ lo stesso in Europa.

        • Marquis Bellefontaine

          enno me l’immaginavo che prima o poi sarebbe arrivata questa scusa,chissà perchè gli europei hanno nascosto i manufattiche han trovato?i milanesi han diritto di frequentare reclamando come proprio un bar in sicilia perchè in quelmomento era vuoto.ragionamento logico

  • Primadellesabbie

    Non esistono solo “bianchi e neri”.

    C’é chi non accetta di pensare che esistano le razze umane, e chi ci vede tali differenze da poterne ricavare una gerarchia.

    É un discorso complesso e tremendamente mal impostato, per calcolo o per leggerezza, da sempre.

    Adesso ci si mette anche Google…ci mancava.

  • Filippo Gregoretti

    Come si fa ad essere razzisti nei confronti dei bianchi. I bianchi non hanno l’anima.

  • PietroGE

    La cosa buffa è che coloro che affermano con decisione che le razze umane non esistono sono i primi ad accusare il prossimo di razzismo.

    • Marquis Bellefontaine

      la cosa buffa è che chi ha creato il concetto di razza,ponendosi al suo apice,son stati gli europei per giustificare i propri crimini

      • Saysana

        Vai a dirlo ai giapponesi, tanto per fare un esempio.

        • Marquis Bellefontaine

          il giappone non ha devastato mezzo mondo,e la bomba atomica non è stata sganciata sulla germania

          • Tonki

            Perché il giappone ha perso la guerra. In cina e sulle coste del continente non si sono fatti invidiare da nessuno. E io sono un grande estimatore del popolo giapponese, notoriamente razzista anche senza il “concetto di razza” creato dagli “europei”.

            Poi pensavo che il concetto di razza fosse stato per primo creato dal popolo eletto (non è razzismo?) o, ancora prima, dalle antiche caste ariane che dividevano gli arya dai dravidi, allora gli autoctoni scuri, piccoli e brutti, in india. Ma anche prima, probabilmente.
            Suvvia, proprio vero che google stà promuovendo quell’idea…basta leggere questi commenti.

      • PietroGE

        Beh, almeno hanno avuto il buon gusto di non dichiararsi ‘eletti’ da Dio. Neanche Hitler, che di razzismo se ne intendeva, è mai arrivato a tanto.

      • MarioG

        Come fa a essere cosi’ sicuro di chi ha creato il “concetto”?
        Per i crimini poi, una giustificazione vale l’altra: pensi che ora usano la “democrazia” per giustificarli. Questa e’ una cosa gia’ piu’ buffa…

  • Saysana

    I “razzisti” esistono da sempre in tutto il mondo.
    I bianchi essendo la “razza” finora predominante economicamente e militarmente naturalmente sono “i razzisti” per antonomasia.
    Ho conosciuto molti asiatici che, tanto per fare un esempio, schifano parecchio i neri… come la mettiamo in quel caso?
    Sono, poverini, vittime di razzismo inconsapevole oppure per loro, visto che non sono “bianchi”, il concetto di razzismo non vale?

    • Primadellesabbie

      “…I bianchi essendo la “razza” finora predominante economicamente e militarmente …”

      In questa epoca.

      • Tonki

        E non è neppure vero. L’elite mondiale è composta da cinesi, giapponesi, ebrei, latinoamericani. Poteva avere un senso cento anni fa. L’uomo più ricco del mondo è un messicano, affatto “bianco”.
        I paesi originariamente bianchi, tutt’al più, sono per congiuntura storica ancora più ricchi degli altri. Ma non ha nulla a che vedere con la razza, odiernamente. Ma difficile dire che l’america, come paese più “ricco” ( con più ricchi) sia “bianca”, poiché non lo è.

        • Apollonio

          Quell’ elite di cui parli sono solo L’ Elite degli Ultraricchi , l’ Elite che controlla il Mondo attraverso la moneta e in modo prevalente l’ informazione occidentale sono di razza Bianca ed ha a che veder con la razza infatti non si mescolano o molto raramente.
          Gli USA ormai hanno una tendenza al meticcio come massa di popolazione, però l’ Elite che li controlla come il resto del Mondo sono Bianchi e di una precisa razza.

          • Tonki

            Confondere quella precisa “razza” con gli europei, solo perché di solito ma non sempre il colore della pelle è simile, li farebbe infuriare; e non è corretto. Per questo mi sembra un po’ fuorviante parlare di “bianchi”.

          • Apollonio

            Non esistono Ebrei in senso Etnico di colore, gli Ebrei sono Bianchi::!
            poi che vi siano gruppi di colore che hanno abbracciato l’ Ebraismo
            è altro conto..!

  • Adriano Pilotto

    Domanda stupida? Come direbbe Balasso:”Parecchiotto”.

  • Marquis Bellefontaine
  • adestil

    i primi a sfruttare i negri (niger-nigra-nigrum dal latino!) furono i negri,gli arabi i cinesi..il ultimo gli americani..
    i negri più sfruttati erano quelli più neri e dai caratteri più marcati che notoriamente per chi conosce le razze negroidi sono quelli dell’africa
    centrale-orientale,mentre i negri occidentali,anche centrali, hanno caratteri meno marcati ed infatti furono i negri occidentali a sfruttare per prima i negri orientali…ovviamente quelli meno scuri di tutta l’africa sfruttavano quelli più scuri e con caratteri più marcati..
    Quindi quelli dell’africa del nord,soprattutto nella zona araba,ma anche gli antichi egizi(che erano cmq negri ma molto meno marcati)spostarono ingenti masse di negri dal centr-africa come schiavi(basta vedere alcune incisioni e si vede chiaramente che chi trasportava le pietre non erano egiziani)ma questo i media non lo dicono…perchè solo noi occidentali moderni dobbiamo avere il senso di colpa e quindi come dice papa francesco rinunciare al nostro benessere e beni futili per permettere a loro,che in massa chiama da Lampedusa, una vita normale.Noi quindi dobbiamo rinunciare,non loro con tutte le loro ricchezze e manco un negro accolto se non giovani ragazzi a 70euro al giorno nelle loro comunità…e lasciamo stare quello che poi succede li dentro..

    Poi arrivarono i cinesi e ci sono incisioni che riguardano la grande muraglia che parlano chiara su chi c’era a spostare le pietre..
    pensate erano i cinesi?Illusi!

    Anche i romani facevano incetta di schiavi ma i romani più democratici,di tutti i colori,senza badarci troppo.

    Infine arrivarono gli americani.

    Quindi le razze esistono ce lo insegna la storia..e notoriamente più sono piccoli i nuclei più sono razzisti ed autoreferenziali
    mentre una grande razza può anche includere altre razze se in numero contenuto..
    ovvio che quando il numero della razza straniera diventa numericamente rilevante ci si sente giustamente minacciati
    e si reagisce in quel modo naturalissimo(lo fanno anche gli animali)che viene giudicato male chiamandolo razzismo
    come fosse una ideologia mentale mente è naturale…
    ma sono le elite globaliste che vogliono vendere e spostare le merci e gli uomini allo stesso modo e cercano in tutti i modi ma senza riuscici a convincere le masse della verità delle loro asserzioni che essendo contro natura falliscono
    vedi gli USA che rappresentano il fallimento stesso dell’integrazione infatti tutte le varie etnie rimangono ben separate e spesso in conflitto tra loro segno che non vi è alcuna possibilità di integrare alcunchè…

    ma a chi dirige queste emigrazioni di massa a scopo di globalizzare le persone a scopo di abbassare costo del lavoro,diritti,qualità e quindi sicurezza del lavoro e di prodotti non solo non interessa che le razze non si mischino anzi è proprio quello il fine..
    infatti una razza unità fatta di valori e costumi analoghi è più facile ad unirsi e combattere insieme contro il padrone..
    ma se si è divisi il etnie il padrone ha compito facile..
    è il vecchio ”divide et impera”

    quindi organizzando masse di emigrazioni in società multirazziali ottengono due piccioni con una fava..
    abbassamento del costo del lavoro(visto come merce)
    minore unità sindacali e di rivendicazioni o meglio lotte sociali tra loro invece che contro il padrone..
    meglio di cosi’ si muore..