Home / ComeDonChisciotte / GOOD MORNING FERGUSON
13649-thumb.jpg

GOOD MORNING FERGUSON

DI ALESSANDRA DANIELE

carmillaonline.com

Il 9 agosto a Ferguson, un sobborgo di St. Louis nel Missouri, per l’ennesima volta in America un poliziotto bianco ha ammazzato un ragazzo nero disarmato, e con le mani alzate, il diciottenne Michael Brown.
La sera dopo, la polizia locale in pieno assetto da battaglia ha attaccato la veglia funebre. Poi ha cacciato i giornalisti e instaurato il coprifuoco, continuando sistematicamente ad attaccare la gente per le strade.
Da allora Ferguson è zona di guerra.
Ieri la polizia ha ammazzato un altro ragazzo nero.

“I poliziotti hanno carrarmati, adesso. Hanno droni. Hanno fucili automatici, e aerei, ed elicotteri, e ricevono un addestramento militare.
L’effetto peggiore dell’aver equipaggiato i poliziotti come soldati è stato psicologico. Fornite a un uomo accesso a carrarmati, droni e armature, e si convincerà che il suo compito non è semplicemente quello di mantenere l’ordine pubblico, ma è quello di sradicare le minacce.
Invece di proteggere e servire, la polizia adesso cerca e distrugge.
Se i poliziotti sono soldati, ne consegue che i quartieri che pattugliano sono campi di battaglia. E se sono campi di battaglia, la popolazione è il nemico.
E a causa della correlazione, nata dall’ingiustizia, tra crimine e reddito, e reddito e razza, la popolazione nemica è composta in gran parte da persone di colore, soprattutto uomini.
In tutto il paese, i poliziotti arrestano, imprigionano, e uccidono uomini di colore a ogni battito di ciglia, dichiarando letteralmente guerra alle persone come Michael Brown”.
(Da America Is Not For Black People)

In una certa misura, i poliziotti sono sempre stati soldati. Con una lunga tradizione di repressione delle minoranze, del dissenso, dei movimenti operai e per i diritti civili. Il recente incremento esponenziale della dotazione militare non fa che esplicitare il loro particolare compito di truppe d’occupazione.
La guerra di Ferguson è la stessa che si sta combattendo, sotto altri nomi, sotto altre maschere, in molte altre zone del mondo.
È una guerra asimmetrica. Razziale e coloniale. Ed è una guerra di classe.
Ferguson è il frammento d’un mosaico che, come la scheggia d’uno specchio, riflette l’intera immagine. L’immagine del nostro futuro.

Alessandra Daniele

Fonte: www.carmillaonline.com

Link: http://www.carmillaonline.com/2014/08/20/good-morning-ferguson/

20.08.2014

Pubblicato da Davide

  • Primadellesabbie
    "When Robert Peel formed the Metropolitan Police there was a very strong fear of the military – the masses feared the new force would be oppressive."

    Da qui:

    BBC News – Why British police don’t have guns [www.bbc.com]

    Quanta responsabilità abbiamo, noi italiani, dell’affermarsi del "modello America"?
  • Mattanza

    Articolo breve e esplicito, e condivido in pieno la analisi.

    Vivendo in vari paesi del mondo ho notato che spesso nei paesi "poveri" la polizia è corrottissima, ma paradossalmente sembra più "umana", più empatica con la popolazione, parlano e arrivano a compromessi con la gente nella gestione di varie infrazioni o dell’ordine pubblico (anche quando non c’è niente da guadagnare per loro), mentre nei paesi industrializzati sono "stronzi" come nessuno….

  • ferros

    Condivido tutto, anche i commenti, in america hanno già preparato i campi di concentramento adiacenti a magazzini di bare, se loro stanno impazzendo sta noi non copiarli, spero che il mondo dell’umano trovi una via per salvrsi!

  • cavalea

    Ci si salverà solamente,  se l’attuale impero che  governa il mondo, smetterà di imporre il suo modello socio economico e culturale, mentre i paesi che subiscono tali imposizioni, dovranno rifiutare di adeguarsi a un paradigma sì tanto fallimentare e violento.

  • Primadellesabbie

    Richiamo la tua attenzione sul fatto che quel modello si impone "dal basso". Prima di tutto seducono i ceti più indifesi, cioè i più bassi nella scala sociale, cominciano ovunque a questo modo, facendo balenare felicità a portata di mano a patto di rompere con la tradizione locale ed affidarsi al loro modello (per il nostro paese tieni presente alcuni personaggi di Alberto Sordi che illustravano la situazione), in modo da indurre, in un secondo tempo, la classe politica a prendere atto che hanno in pugno il Paese, poi procedono. 

  • Hamelin
    I Poliziotti USA sono addestrati militarmente per contenere le Future sommosse quando nel prossimo futuro il Dollaro collasserà e non potrà piu’ mantenere il livello di ricchezza e benessere esistenti in America soprattutto per la classe media .
    Essendo gli Yankee sempre ben armati per il 2° emendamento della loro costituzione  , le forze che dovranno reprimere le rivolte armate devono essere addestrate militarmente .
    Quando verrà introdotta la legge marziale tutti capiranno ( soprattutto le classi basse subalterne alla dominante ) cosa l’episodio di Ferguson rappresenta realmente .

  • enzosabe

    Nel settembre 2009 la polizia di Ferguson fece già parlare di se.
    I fatti si sono svolti (grosso modo) così:
    -hanno arrestato  la persona sbagliata (che aveva lo stesso nome del ricercato);
    – poi, senza motivo (l’arrestato nella cella della polizia voleva avere un letto per sè e non condividerlo con un altro detenuto in cella) i poliziotti arrivano e lo picchiano a sangue (e l’arrestato non oppone alcuna resistenza;
    – a seguito di questa spedizione punitiva i poliziotti si sporcano le divise di sangue;
    – l’arrestato viene incriminato per "danno alla proprietà" (cioè per aver "volutamente sporcato" le divise dei poliziotti); la loro affermazione è una specie di giuramento (come per noi la fede pubblica di un poliziotto che compila un verbale);
    – viene rilasciato solo dopo aver pagato 1.500 dollari di cauzione;
    – quando cita in giudizio la polizia di Ferguson, il giudice dice che "le ferite erano troppo piccole perchè ci fosse eccessiva forza" (oltre al fatto che due di loro hanno poi cambiato la versione negando che del sangue sia finito sulle loro divise).
    In pratica il giudice ha fatto cadere le accuse della polizia e non ha dato retta alle richieste dell’arrestato (che due poliziotti hanno commesso falso giuramento non era poi tanto importante, così come la ingiustificata violenza)
    Finale della storia: chi si è visto si è visto.
    (l’avvocato dell’accusato vuole però proporre appello)
    http://thefreethoughtproject.com/ferguson-police-beat-you-charge-blood-uniforms/ (in inglese)

  • Evitamina

    Dalle mie parti c’è un detto " è più stolto lo sciocco o chi ci va dietro".

    Per i motivi descritti nel post e nei suoi commenti, sono tentato a comprendere e non giustificare Rockfeller o Rothschild con le sue patologiche ambizioni, che a milioni di persone che per uno stipendio medio basso, umiliano i propri concittadini mascherati dalle vesti di chi lavora per difendere i propri diritti.
  • castigo

    ovvio che la polizia usa sia parecchio sopra le righe, è lo stato che lo richiede per controllare i suoi schiavi…..

    però il ragazzino non era certamente uno stinco di santo:

    http://www.cobraf.com/forum/immagini/thumbs/R_123560673_1.gif

    ma magari vorreste trovarvici voi faccia a faccia, come è successo al gestore del negozio rapinato.
    forse riuscireste a fare appello ai suoi sentimenti, sì??

  • roberto4321

    Negli USA 12 giovani neri su 100 sono in carcere (e gli altri fuori non è che siano tutti degli angeli) e le armi possono essere comprate liberamente in gran parte degli states. Il sistema americano inoltre è ben diverso dal melting pot che ci immaginiamo, da una parte ci sono i quartieri della classe media e da quell’opposta i ghetti neri, e non dev’essere bello per un bianco trovarsi a fare il poliziotto in quartiere abitato prevalentemente da neri che hanno una buona probabilità statistica di essere pregiudicati o criminali armati. C’è un video che chiarirà forse la faccenda ma ho idea che la reazione del poliziotto sia stata originata dalla paura più che altro. Se avessero ammazzato un bianco, un cinese o un ispanico oltre all’inchiesta di rito (in questo gli americani sono meglio di noi) non ci sarebbe stato tutto questo casino, ma il problema è che hanno ammazzato un nero..

  • Primadellesabbie

    Credo troverai banale ed insignificante la domanda: perché non ha scelto di fare l’elettricista anziché il poliziotto quel tizio lì, ed anche i suoi superiori.

    O, in alternativa, perché hanno fatto una guerra (cosiddetta civile) per ritrovarsi con problemi che non possono risolvere perché sono fuori dalla portata delle loro possibilità culturali?
  • marzian

    Cosa centra questo commento con il tema dell’articolo?

  • castigo

    ti ripropongo l’incipit dell’articolo che ho commentato:

    Il 9 agosto a Ferguson, un
    sobborgo di St. Louis nel Missouri, per l’ennesima volta in America un
    poliziotto bianco ha ammazzato un ragazzo nero disarmato, e con le mani
    alzate, il diciottenne Michael Brown.

    sei ancora convinto che quel che ho scritto non c’entri con l’articolo??

    P.S.
    lo so, non dovrei farlo, ma non si scrive centra ma centra, te lo faccio notare solo perché così la prossima volta non sbagli.
    se invece era solo per risparmiare un accento e fare più in fretta, prenditela più comoda la prossima volta, così magari capisci pure che sono perfettamente in tema con l’argomento dell’articolo…..

  • madelmo

    Non hai tutti i torti .se avessero ucciso per errore un italiano non  sarebbe successo niente

  • marzian

    La ringrazio per la lezione: non sono una persona di cultura e non so niente di grammatica.

    Però leggo i siti di informazione alternativa da molti anni, e ho imparato a capire quale il "tema", l’argomento, ossia il punto avanzato dall’autore di un articolo. E il suo commento non c’entra assolutamente nulla.

  • castigo

    marzian:

    La ringrazio per la lezione: non sono una persona di cultura e non so niente di grammatica.

    per carità, niente ringraziamenti, è sempre un piacere contribuire.
    come diceva quel tale, la cultura ci renderà liberi.
    e comunque non è grammatica ma semplice ortografia…..

    Però
    leggo i siti di informazione alternativa da molti anni,

    bravo, continui così!!

    e ho imparato a
    capire quale il "tema", l’argomento, ossia il punto avanzato
    dall’autore di un articolo.

    oibò, pensavo bastasse comprendere quel che c’è scritto nell’articolo per capirne il tema.
    evidentemente mi sbagliavo e non basta capire l’italiano, ma ci vuole addirittura un addestramento specifico.
    ci sono corsi sulla materia??
    se sì, me ne potrebbe gentilmente segnalare qualcuno??
    glie ne sarei estremamente grato…..

    E il suo commento non c’entra assolutamente
    nulla.

    certo, certo, assolutamente nulla…….