Home / ComeDonChisciotte / GLI INTERESSI MOLTO SPECIALI DIETRO L'ACCORDO (FIRMATO) DEL TPP
15347-thumb.jpg

GLI INTERESSI MOLTO SPECIALI DIETRO L'ACCORDO (FIRMATO) DEL TPP

FONTE: RT.COM

PARTENARIATO TRANS-PACIFICO (TPP): PERCHE’ COSI’ TANTO SEGRETO A RIGUARDO ?

I negoziati sul più grande accordo commerciale del globo (il TPP) sono stati tenuti in gran segreto per 20 anni ma qualche informazione è comunque trapelata. Gli esperti commentano le potenziali implicazioni del trattato.

Questo trattato potrebbe rivelarsi una sorta di “killer”

Vedremo continuare i grossi problemi con l’industria farmaceutica e la manipolazione dei prezzi, dice il dottor Jack Rasmus, professore di politica economia all’Università di Santa Clara in California.

RT: Non ci molte informazioni disponibili su questo trattato fino ad oggi. Quali potenziali implicazioni crede che possa avere?

Dr. Jack Rasmus: Ci sono delle indiscrezioni che sono saltate fuori. E credo che una delle più importanti sia che questo trattato potrebbe rivelarsi una sorta di “killer”. Con questo voglio dire, nello specifico, se si guarda alle disposizioni che sono state rivelate sull’accordo per quanto riguarda i farmaci generici.

Questo accordo proteggerà l’industria farmaceutica negli USA che sta già manipolando i prezzi per i consumatori americani, incrementando il costo di medicinali che salvano vite di più di migliaia di punti percentuali oramai e creando un vero e proprio problema negli USA sulla possibilità di legiferare a riguardo. Quello che fa quest’accordo è semplicemente proteggere le compagnie farmaceutiche. Permette loro di continuare a far pagare questi prezzi elevatissimi ancora per un periodo da 5 a 8 anni; fa in modo che i farmaci generici non possano contribuire ad abbassare i prezzi. Si tratta di una grande concessione fatta all’industria farmaceutica. E permetterà… soprattutto perché quest’accordo scavalcherà tutta la legislazione in materia se entrerà in vigore… non saremo in grado di far passare nessuna legge a riguardo negli Stati Uniti. E questo accordo prevede delle Corti speciali, non saremo neanche in grado di contestare la regolamentazione. Permette alle corporazioni di appellarsi a queste Corti speciali per intentare cause contro i governi che cercheranno di regolamentare il settore. Per questo motivo vedremo continuare i grossi problemi con l’industria farmaceutica, manipolazione dei prezzi e problemi connessi. E poi, certo, c’è anche l’industria del tabacco.

RT: Qualcuno chiama quest’accordo “la più grande minaccia globale a Internet”, saprebbe dirci come mai?

JR: Il problema è la capacità di intentare cause contro i governi, di essere in grado di passare legislazioni che regolino queste compagnie, evitare che alzino i prezzi come stanno facendo negli Stati Uniti. Ma se le disposizioni di questo trattato entreranno in vigore allora i governi avranno vita dura nel cercare di regolare queste corporation ed evitare che facciano ancora più profitti attraverso la rete. Questo è in generale un grande problema all’interno dell’accordo. I governi non saranno in grado di regolare le industrie; le corporation saranno in grado di alzare i prezzi a piacimento.

RT: Si dice che uno degli obiettivi dell’accordo transpacifico (TPP) sia quello di mettersi un passo avanti alla Cina che non è inclusa nell’accordo. In che misura crede sia vero?

JR: Fa assolutamente parte del pivot asiatico di Obama. Se quest’accordo non si farà, salterà tutto l’aspetto economico della sua strategia che prevede l’accerchiamento della Cina. Vedremo se passerà oppure no. Ci sono molte opposizioni potenziali all’interno del Congresso. Ma non lo sapremo prima dell’inizio del prossimo anno.

Si tratta più di un’armonizzazione della regolamentazione internazionale che di un trattato di libero scambio

La maggior parte dell’accordo riguarda l’estensione delle leggi USA sui brevetti, i marchi e la regolamentazione sui copyright ad altre nazioni, dice l’esperto economico Felix Moreno.

RT: Come fa a capire le implicazioni del TPP?

Felix Moreno: Prima di tutto, per fortuna, abbiamo avuto qualche informazione da WikiLeaks. Ma è davvero preoccupante che il trattato sia stato negoziato in così gran segreto, e ci vuole davvero molta riservatezza per coprire ben 8 anni di negoziati. Le implicazioni principali, i titoli da prima pagina che sono stati forniti dai promotori dell’accordo e dai firmatari dicono che si tratti solo di riduzioni di tariffe. Ma la realtà è che le tariffe che saranno ridotte non erano di per sé rilevanti se non in alcuni casi, per esempio, per l’agricoltura neozelandese… ma la maggior parte dell’accordo riguarda l’estensione delle leggi USA sui brevetti, i marchi e la regolamentazione sui copyright ad altre nazioni, firmatarie dell’accordo… Ci sarebbero potute essere riduzioni delle tariffe molto più sostanziose, per esempio… l’agricoltura giapponese… hanno fatto molte eccezioni su quelle cose. Per questi motivi si tratta più di un’armonizzazione delle regole internazionali piuttosto che di un accordo di libero scambio.

RT: Perché crede che ci siano così poche informazioni disponibili su questo accordo?

FM: Per quello che abbiamo visto quest’accordo è stato scritto e negoziato in primis da “interessi molto speciali”, da grandi multinazionali con tornaconti in tutte quelle nazioni. E ovviamente se avessero visto questi dettagli diventare di dominio pubblico sarebbe stato molto più difficile far ratificare il trattato nei vari parlamenti nazionali. Per esempio, quest’accordo dovrà essere ratificato dal Congresso americano e c’è un bel po’ di opposizione lì da parte, ad esempio, dei sindacati dell’industria automobilistica e degli ambientalisti che credono che quest’accordo avrà un impatto negativo in alcune nazioni. C’è anche un bel problema con le leggi sul lavoro e sull’impiego, che saranno rivoluzionate in molte di queste nazioni. Stiamo parlando di più di un terzo dell’economia mondiale e di più di un terzo degli scambi internazionali globali. È chiaro che avrà influenza sulla vita di molte persone ed è per questo che chi era maggiormente coinvolto nella stesura dell’accordo ha lavorato così duro per assicurarsi che non venisse rivelato niente al pubblico. E che il pubblico non avesse potuto dire quanto invece aveva da dire, specialmente negli Stati Uniti.

Fonte: http://www.rt.com

Link: https://www.rt.com/op-edge/317781-tpp-treaty-deal-us/

06.10.2015

Traduzione per www.comedonchisciotte.org a cura di DOSTOJEVSKIJ

Pubblicato da Davide

  • Hadrian

    Riporto ancora la dichiarazione del presidente usa Obama che da il senso dell’ imbroglio e delle tragiche conseguenze per gli stolti che firmano un tale trattato totalmente a favore delle multinazionali usa :

    October 5, 2015
    WhiteHouse.gov
    Statement by the President on the Trans-Pacific Partnership
    I’ve spent every day of my presidency fighting to grow our economy and strengthen our middle class. 
    That means making sure our workers have a fair shot to get ahead here at home, and a fair chance to compete around the world. 
    My approach to trade has been guided by a unifying principle: leveling the playing field for American workers and businesses, so we can export more products stamped Made in America all over the world that support higher-paying American jobs here at home.
    Over the summer, Democrats and Republicans in Congress came together to help the United States negotiate agreements for free and fair trade that wouldsupport our workers, our businesses, and our economy as a whole
    When more than 95 percent of our potential customers live outside our borders, we can’t let countries like China write the rules of the global economy. 
    We should write those rules, opening new markets to American products while setting high standards for protecting our workers and preserving our environment.
    That’s what the agreement reached today in Atlanta will do. 
    Trade ministers from the 12 nations that make up the Trans-Pacific Partnership finished negotiations on an agreement that reflects America’s values and gives our workers the fair shot at success they deserve.  
    This partnership levels the playing field for our farmers, ranchers, and manufacturers by eliminating more than 18,000 taxes that various countries put on our products
    It includes the strongest commitments on labor and the environment of any trade agreement in history, and those commitments are enforceable, unlike in past agreements. 
    It promotes a free and open Internet. 
    It strengthens our strategic relationships with our partners and allies in a region that will be vital to the 21st century. 
    It’s an agreement that puts American workers first and will help middle-class families get ahead.
    Once negotiators have finalized the text of this partnership, Congress and the American people will have months to read every word before I sign it. 
    I look forward to working with lawmakers from both parties as they consider this agreement. 
    If we can get this agreement to my desk, then we can help our businessessell more Made in America goods and services around the world, and we can help more American workers compete and win.
  • pasa

    Ringrazio Andrium che ha aperto il dibattito su un tema che dovrebbe avere gli interventi di tutti i CdCini.

    Ciò che noto invece è l’assoluto silenzio degli intellettuali su un argomento che deciderà la vita futura nostra, dei nostri figli, delle sfortunate future generazioni che vedranno sempre di più il buio e tutto per i soliti sporchi interessi di mercato di quello che io definisco il Nuovo Impero Mongolo( il quale durò 162 anni).
    Sto parlando dell’america, mi consola il fatto che già ne assaporo la imminente decadenza.
    Il discorso riportato del presidente Obama è sapientemente camuffato da questo afflato di sostegno finto nei confronti della classe media e delle imprese americane, le quali potranno , secondo quanto affermato dal loro presidente avere benifici da tale accordo.
    In effetti ,ho letto da qualche parte  una parte del popolo  americano non è convinto dell’effetto benefico e quello che leggo tra le righe del discorso di Obama sulla espansione dei mercati per il benificio dei lavoratori mi sembra la solita vecchia bufala.
    Gli americani intelligenti lo sanno.
  • pasa

    Pardon:Hadrian