Home / ComeDonChisciotte / GEORGE SOROS: LA RUSSIA E' UNA MINACCIA PER L'ESISTENZA DELL'EUROPA
13928-thumb.jpg

GEORGE SOROS: LA RUSSIA E' UNA MINACCIA PER L'ESISTENZA DELL'EUROPA

DI JULIAN BORGER
Il Magnate dice che l’aggressivo nazionalismo di Vladimir Putin è una sfida per i valori e per i principi su cui si basa la Unione Europea.
George Soros ha lanciato un suo avvertimento contro l’espansionismo della Russia, minaccia esistenziale per l’Unione Europea, e ha chiesto un maggiore sostegno materiale per l’Ucraina.

Nella foto: Dimostranti russi a sostegno dell’invasione della Crimea e di Vladimir Putin.

Il magnate e filantropo sostiene che il mix usato da Vladimir Putin autoritarismo e aggressivo nazionalismo – rappresenta un modello alternativo alle democrazie liberali occidentali, riferendosi alla ammirazione per il Presidente russo espressa dal leader dell’UKIP Nigel Farage, il Presidente del francese Front National, Marine Le Pen, e il Primo Ministro ungherese, Viktor Orbán.

“L’Europa sta affrontando una sfida che la Russia sta portando alla sua stessa esistenza. Né i leader europei né i loro cittadini sono pienamente consapevoli di questa sfida e non conoscono il modo migliore per contrastarla “ – scrive Soros in un articolo pubblicato sul New York Review of Books.

Ora la Russia sta presentando un’alternativa che rappresenta una sfida fondamentale per i valori e per i principi su cui l’Unione Europea è stata originariamente fondata. Si basa sull’uso della forza manifestata con repressione in patria e aggressività all’estero, in contrasto con lo stato di diritto. “

Soros ha detto al Guardian: “C’è una insoddisfazione generale verso l’Unione Europea per via della crisi dell’euro, che ha stravolto l’impulso iniziale per la formazione di una Unione di Stati orientati ad un sistema democratico. La crisi dell’euro è stata utilizzata in maniera impropria e la sua lunga durata ha fatto sì che la trasformasse da una unione volontaria di uguali in qualcosa di molto diverso. “

Soros ha detto che l’Unione Europea si è trasformata in un rapporto disfunzionale tra paesi creditori e debitori, con un conseguente risentimento diffuso. “Putin ha stabilito buoni rapporti con tutti quelli che si muovono contro l’Europa,” ha detto. “Il fallimento dell’esperimento europea come governo sovranazionale farebbe della Russia una potente minaccia … Il crollo dell’ Ucraina sarebbe una perdita enorme per la Nato, l’Unione Europea e gli Stati Uniti. Una vittoria della Russia la renderebbe molto più influente all’interno dell’UE e rappresenterebbe una grave minaccia per gli Stati baltici, dove vivono grandi popolazioni di etnia russa.

George Soros, says Putin has established good relations with those agitating against Europe.

George Soros dice che Putin ha stabilito dei buoni rapporti con chi rema contro l’Europa. Foto: Stefan Zaklin / EPA

Soros, fondatore e Presidente di Open Society, una rete di fondazioni pro-democrazia, prevede che dopo le elezioni in Ucraina di domenica, il Presidente russo offrirà al suo omologo ucraino, Petro Poroshenko, un accordo per la fornitura di gas, a condizione che venga nominato un Primo Ministro di gradimento di Putin. Se questa offerta venisse rifiutata, allora Putin “potrebbe ripiegare su una vittoria minore ma ancora alla sua portata: potrebbe aprire con la forza una via di terra dalla Russia fino alla Crimea e alla Transnistria [uno staterello filo-Mosca, inventato in Moldova] prima del prossimo inverno”.

Soros chiede un potenziamento radicale dell’appoggio occidentale all’Ucraina con una iniezione immediata di liquidità di almeno 20 miliardi di dollari con la promessa che, se necessario, potranno aumentare” per aiutare a controllare il debito pubblico e per contribuire alla riforma del settore energetico del paese rendendolo meno dipendente dalla Russia . Se daremo una mano ai riformatori ucraini, sostiene Poros la UE potrebbe riscoprire i suoi principi fondatori. L’Unione Europea si potrebbe salvare, salvando l’Ucraina”, ha detto Soros.

Julian Borger

Fonte: http://www.theguardian.com

Link : http://www.theguardian.com/world/2014/oct/23/george-soros-russia-threat-europe-vladimir-putin

23.10.2014

Il testo di questo articolo è liberamente utilizzabile a scopi non commerciali, citando la fonte comedonchisciotte.org e l’autore della traduzione Bosque Primario

Pubblicato da Bosque Primario

  • lucamartinelli

    Soros è uno dei peggiori criminali contro l’umanità che Madre Terra abbia visto. Stalin al confronto era un gentiluomo e Pol Pot poco più di un rubagalline……..

  • gaia

    Mi sfuggono i valori dell’Unione Europea, sono sempre ferma al Sommo Poeta che definiva i tedeschi come lurchi, faccio notare che all’epoca dell’illustre fiorentino i "germani" non potevano essere identificati con coloro che vivono all’interno degli attuali confini della RFD

  • albsorio

    Mi sembra che le leggi russe sul ONG, famiglia etc. diano fastidio a Soros & C.

  • MarioG

    "Ora la Russia sta presentando un’alternativa che rappresenta una sfida fondamentale per i valori e per i principi su cui l’Unione Europea è stata originariamente fondata"

    In effetti qui concordiamo perfettamente col signor Soros! E capiamo perche’ tale prospettiva  inquieti oltremodo lui e quelli come lui. 
    Il buon Orban ha gia’ collezionato l’altola’ della Nuland e del suo compatriota (per modo di dire) Soros. Un buon viatico, per quanto non sia piacevole per la sua tranquillita’ personale.
    Altro frase indicativa:
    "Il crollo dell’ Ucraina sarebbe una perdita enorme per la Nato"
    Grazie della (superflua) conferma che l’ultimo cambio di regime sanciva l’entrata dell’Ucraina nella NATO.
    Grazie Signor Soros, per averci comunque regalato lampi di verita’.
  • luiginox

    soros è del ’30.quanto deve ancora campare?vecchia merdaccia quando te ne vai?

  • Servus

    Non capisco perché si pubblica e si da spazio alle farneticazioni di Soros: è come dare spazio agli scritti di Himmler o Hitler. E’ uno dei peggiori criminali attualmente in circolazione.

  • ilsanto

    "L’Europa sta affrontando una sfida che la Russia sta portando alla sua stessa esistenza. Né i leader europei né i loro cittadini sono pienamente consapevoli di questa sfida e non conoscono il modo migliore per contrastarla " – 


    Infatti nessuno si è accorto di quale sfida si stà parlando, solo lui ! .

    "Ora la Russia sta presentando un’alternativa che rappresenta una sfida fondamentale per i valori e per i principi su cui l’Unione Europea è stata originariamente fondata. Si basa sull’uso della forza manifestata con repressione in patria e aggressività all’estero, in contrasto con lo stato di diritto. "

    Aggressività all’estero ? ma di cosa stà parlando ? una sfida ai principi fondanti dell’europa ? ma quando mai ?

     "C’è una insoddisfazione generale verso l’Unione Europea per via della crisi dell’euro, che ha stravolto l’impulso iniziale per la formazione di una Unione di Stati orientati ad un sistema democratico. La crisi dell’euro è stata utilizzata in maniera impropria e la sua lunga durata ha fatto sì che la trasformasse da una unione volontaria di uguali in qualcosa di molto diverso. "

    Ecco qui ci siamo l’europa ha dei problemi, ma tutti interni, che c’entra la Russia ???

    "Il crollo dell’ Ucraina sarebbe una perdita enorme per la Nato"  ma da quando l’ucraina è della NATO ??? 

    Soros dopo aver diviso l’europa dalla russia dopo aver sobillato l’ucraina, dopo averci fatto fare per forza le sanzioni controproducenti per noi e non per gli USA
    adesso dice che dobbiamo ?????? finanziare l’ucraina ??? ma perche non se la finanzia lui e gli USA che hanno pagato la rivolta fascista contro la russia ???

    Ma che andasse a cagare
  • Mattanza

    Appunto per questo stesso motivo che tu porti alla nostra attenzione, che viene citato.


  • falkenberg1

    Speriamo se ne vada presto!! Questo soros è una mortale forma tumorale degenerativa!!  Esempio di quanto, certe malsane pulsioni e coliformi interessi, possano essere devastanti per il pianeta e per chi ci vive!!!

  • rebel69

    Demenza senile di un vecchio che con le sue scelte scellerate può determinare la vita di milioni di persone.

  • MarioG

    Non vedo demenza senile; piuttosto coerenza con tutta una vita.

  • MarioG

    Mi sfugge la pertinenza della sua osservazione. E non e’ la prima volta

  • Paladino

    @ Luiginox & Falkenberg. Magari morisse, ma il criminale campa bene e meglio, servito e riverito, con il
    supporto della migliore medicina che il denaro possa comprare. Basta
    vedere quel farabutto di Rockefeller: a 99 anni suonati fa ancora il
    bello e il cattivo tempo.

    Il problema vero è che ormai questa
    vecchia guardia globalista, pur mantenendo un potere enorme, o
    esercitato direttamente o tramite sgherri vari tipo la Rice, la Nuland,
    Samantha power, Obama, e sottopanza di terzo livello tipo renzi, non ha successori di
    levatura intellettuale sufficiente. 
    Anche se questo Gestalt di capintesta è
    assolutamente inchiodato nel perseguire gli obbiettivi perniciosi nei
    confronti dell’umanità che vediamo tutti i giorni, peraltro perdendo
    qualche colpo causa progressivo invecchiamento (non hanno più la
    flessibilità mentale per agire e reagire in maniera adattabile, basta
    vedere la serie di casini che hanno combinato dall’inizio degli anni
    2000 in poi, e in particolare negli ultimi 4 o 5 anni, con le primavere
    arabe, la malagestione delle crisi speculativo-finanziarie, il disastro egiziano, il disastro siriano e quello ucraino etc. etc.

    Non che non continuino a fare danni e mettere in campo azioni ben finalizzate, del resto hanno soldi, organizzazzione, potere di ricatto e potere di corruzione a livelli mai visti, oltre ad un controllo sempre più assoluto dell’"opinione pubblica" – ovvero i giornalisti che prendono le marchette per abbindolare i gonzi, che purtroppo sono la maggioranza – ma le metodologie che usano ormai sono ripetitive, e se una volta una rivoluzione colorata era qualcosa che risolveva tutto con qualche mese di attivismo NGO, qualche finanziamento in valligette piene di contanti, una finta rivolta di pochi giorni e con qualche morto, e poi instaurava rapidamente una satrapia predatoria, negli ultimi tentativi non sono andati proprio alla grande, perchè "il nemico" ha imparato a reagire e contrastare in qualche modo le metodologie applicate.
    Soros, David Rockefeller,
    Brzezinski, Evelyn de Rothschild, Kissinger etc, vecchi come sono, non sembrano più in grado di concepire tattiche e strategie alternative: Brzezinski è ancora fermo a La Grande Scacchiera, con le patate degli stati pivot sulle cartine geografiche, Soros continua a finanziare rivluzioni colorate con sempre più morti e meno risultati, e ancora alcune reggono perchè i suoi sottopanza svenano America ed Europa per pagare il conto dei fallimenti con le tasse dei cittadini, Rockefeller è rimasto a quando era presidente Nixon, e Kissinger fa la coscienza del mondo, e mi pare che sia il più lucido.

    Quindi, in effetti quando la generazione degli ultraottantenni dei vari CFR, ECFR, NGO più o meno varie e superpoteri ormai non più molto occulti, ma sempre micidiali si toglierà dalle palle per motivi anagrafici, e dubito che ci vorrà poco tempo, questi campano cent’anni probabilmente assisteremo alle performances delle loro stesse organizzazione lasciate in eredità a individui altrettanto pervicaci e anche più spietati e aggressivi, ma con strumenti intellettuali più limitati: alcuni diciamo che sono quasi delle proscimmie.

    La cosa preoccupante, comunque, secondo me ha tre aspetti:

    1 – sono ancora "Loro" che hanno il potere di far succedere le cose, e la loro indifferenza per la vita umana, che già era poca, è anche aumentata.

    2 – Mi sa che cominciano ad avere fretta: tutti questi sforzi, queste iniziative di destabilizzazione continue, queste azioni e reazioni serrate più che di strategia e tattica pianificata mi puzzano di urgenza: forse vogliono vedere completato "il grande progetto" prima di schiattare, in fondo che il capolinea è vicino bene o male lo sentiranno pure loro, anche se solo inconsciamente

    3 – quelli che li sostituiranno sono una versione che con "la vecchia guardia" ha in comune le psicopatologie narcisistico elitiste da serial killers, l’ambizione e l’arroganza terrificante, ma che, a parte queste caratteristiche per cui è stata selezionata, è anche stata scelta ed allevata in funzione dell’obbedienza assoluta e della limitata intelligenza ed iniziativa, necessaria per essere dei buoni esecutori di ordini. E quando il potere ce l’avranno in mano loro, tenteranno di seguire le orme dei padri, ma faranno ancora più casino.

    Credo che siamo fottuti.

  • AlbertoConti

    L’idea di "democrazia" di Soros la conosciamo benissimo, è come l’aids, se lo
    conosci lo eviti.

    La sua democrazia si alimenta di miliardi che quelli
    come lui hanno rubato, ed in parte usano per forzare il consenso della gente
    comune contronatura, ed ovviamente contro gli interessi stessi, quelli
    veri, della gente comune, cioè i derubati. E’ la democrazia del crimine e della
    mafia, o alta finanza che dir si voglia. Non si può certo dire che non sia
    coerente tra il dire e il fare, come le rivoluzioni colorate testimoniano, con
    la pistola fumante del trasferimento di capitali tramite ONG.

  • AlbertoConti

    No se usiamo i neuroni. Certo è che qualcuno fottuto ci resterà, e tra noi del
    99% e loro dell’1%, tutto fa sperare che saranno loro, contrariamente ad oggi,
    per legge naturale.

  • fengtofu
    Il guaio è che proprio i nostri soldi, come contribuenti salassati dall’UE,
    andranno a finanziare l’acquisto di gas russo per la sbancata Ukraina.  E
    l’articolo qui sopra è uscito oggi anche in Italiano sul giornale
    nazi sionista peggiore che abbiamo, la merdubblica di scalfari, in
    primissima pagina, con un titolo inneggiante alla "sola speranza che possiamo
    dare ai ragazzi, l’arresto dell’espansionismo di Putin…" capito che faccia di
    c..o?

  • s_riccardo

    Aspetto in riva al fiume il cadavere di Soros, il nostro nemico, che prima o poi passerà. 

  • adriano_53

    GEORGE SOROS E’ UNA MINACCIA PER L’ESISTENZA DELL’EUROPA, DELLA RUSSIA: SOROS E’ LA MINACCIA!

  • FreeDo

    Soros non manifesta pensieri, emette grugniti.
    E se davvero puo’ determinare la vita di molte persone,
    allora significa che purtroppo i maiali sono tanti.

  • pingus

    Traduzione del Soros-pensiero:

    siamo gia’ in guerra, e mi sa che stavolta perdiamo
  • ferros

    Guardate in faccia questi potenti hanno tratti somatici in comune, tutti, sembrano parenti e non sono pochi, hanno reso il mondo uno schifo, che gente, che gente . . .

  • rebel69

    Appunto, una vita da demente.E una volta morto se lo mangia i vermi come a tutti noi.

  • rebel69

    Quello che dici è vero.Io personalmente non ho bisogno di tanto soldi per vivere dignitosamente (mangiare vestirsi scaldarsi d’inverno e avere un tetto sopra la testa) ma purtroppo , come anche tu saprai, ci sono persone con moglie e figli a carico che obiettivamente fanno fatica ad arrivare a fine mese avendo già rinunciato al’iphone ed il piumino della Colmar.

  • geopardy

    Ci credo, esiste un mandato di cattura da parte di Putin in persona nei confronti di Soros sin dal 2012, dopo che il losco figuro ha tentato di speculare illegalmente sul rublo, per favorire il rovesciamento del governo russo.

  • geopardy

    Ha anche la proibizione, previo arresto immediato, di mettere piede in Indonesia, sempre per i soliti bei servigi resi nei confronti di questo paese.

  • Teopratico

    La cosa che più mi sconvolge non sono le parole di Soros, ho capito da tempo chi sia questo tizio, la notizia vera è che le sue luride parole siano state stampate sull’edizione odierna del più diffuso giornale italiano (dopo la gazzetta ovviamente) La Repubblica, ed in prima pagina, e nessuno ha detto nulla. "Povera Patria". 

  • geopardy

    Confermo, lessi una decina di anni fa o poco meno, che Rockfeller riunì gli "stati maggiori" per ordinare l’accelerazione del programma di globalizzazione da lui voluto e prima della sua scomparsa, lamentandosi della lentezza con cui essa procedeva, quindi, si può comprendere tutta questa fretta. 

    Vale la pena di ricordare un antico detto: "la gatta frettolosa fa i figli ciechi" ed i fatti sembrano confermarne la validità.
  • yago

    Si lamenta dell’Europa in quanto a suo dire non è compatta nello schierarsi contro Putin ed individua nella crisi le cause di un non totale asservimento agli Usa.


  • gaia

    Il post tratta dei valori dell’Europa, è sufficiente che tu ti legga "I Germani" di Tacito scritto entro il primo secolo della nostra era ed il passo della Divina Commedia (Inferno 17-19[ nota non Paradiso o Purgatorio]), dodici secoli dopo, dove Dante descrive il carattere dei tedeschi e ti comporrai un quadro delle specificità e dei valori che le suddette genti custodiscono (come ho già detto i tedeschi sono quasi tutti i popoli del nord Europa).

    Di convesso leggiti "Viaggio in Italia" di J.W. Goethe che è uno dei maggiori esponenti della letteratura tedesca e compara l’estratto delle caratteristiche delle genti italiane con quelle delle sullodati. Dopo aver letto i tomi sopra indicati ho immediatamente utilizzato l’accessorio da bagno per antonomasia montato nelle toilette pubbliche della nazione della  signora Merkel: i vomitatoi.  

    Buona lettura!

  • gaia

    Soprattutto ai:"C".

  • bstrnt

    A prescindere dalle esternazioni di uno psicopatico ultra-ottuagenario e dei 20 miliardi che pretende che qualcuno tiri fuori (perché non lui, che ne ha così tanti?) per "stabilizzare" l’Ucraina ai suoi desideri, la realtà è ben altra e non ostante la demenza senile in stato avanzato, riesce ancora a capirla: hanno fatto il passo più lungo della gamba e i risultati si stanno vedendo tutti.

    L’Ucraina non passerà l’inverno senza scendere a patti con la Russia (ovvero a pagare anticipatamente il gas, come ribadito all’ASEM), malgrado i turbamenti e i mal di pancia di Soros (sarà costretto a conviverne).
    Questi arroganti idioti sono riusciti a dividere il mondo in due blocchi: il blocco dei paesi che basano la loro prosperità sulla produttività di alimenti, beni e servizi e il blocco dei paesi cialtroni che sanno creare solo denaro senza alcun sottostante.
    Il rapporto della popolazione è 4 a 1 a favore dei primi e questi non desiderano più intromissioni da parte dei cialtroni; si aggiunga che l’economia dei cialtroni è al collasso e che stanno tentando di tener su la baracca col deterrente militare; domanda: per quanto ancora?
    La Russia fa ancora più paura della Cina in quanto attualmente è l’unica potenza in grado riportare al neolitico il così detto Occidente, e la Cina sta recuperando velocemente il gap, con l’India che segue a ruota.
    Ovvero sono riusciti a coalizzare metà della popolazione mondiale (quella emergente) contro il decrepito Occidente, con buona pace di Kissinger che ipotizzava in Cina un miliardo e mezzo di consumatori …. proprio un genio!
    Quando questo branco di idioti decerebrati si sono resi conto di aver scoperchiato il vaso di Pandora, allora hanno cominciato a cianciare che la popolazione mondiale dovrebbe essere limitata a 500 milioni di persone (vedi AIDS, Ebola, guerre e rivoluzioni varie per affinare la tecnica di eliminazione del surplus)… che con ogni probabilità, secondo le loro intenzioni, dovranno essere in buona parte composti dai fancazzisti che hanno creato il problema e che, lasciati soli, difficilmente riusciranno a sopravvivere a se stessi e alle loro soluzioni, sempre ammesso che l’altro 94% di popolazione glielo permetta.
  • bstrnt

    Se continua a collezionare questi attestati di benemerenza, dovrà costruirsi un rifugio su Marte!

  • MarioG

    Io speravo che mi risparmiasse tali fatiche letterarie e mi proponesse lei una efficacissima sintesi. Detto questo, ripeto, il carattere dei tedeschi con questo articolo c’entra zero.

  • gaia

    Non si tratta del carattere dei tedeschi si attiene ai valori dell’Europa, se questi s’identificano con l’€uro non c’è null’altro da aggiungere.

    Sono della convinzione che nel rapporto tra persone la moneta sia una delle variabili non la variabile, mi sbaglierò ma ritengo che i valori siano altri.

    Un raggruppamento di persone formano una nazione con delle precise caratteristiche, nel caso specifico quella italiana, a mio avviso, non ha nulla da spartire con tutte le altre che formano l’unione europea.

    Spero di essere stata esplicita.:)  

  • MarioG

    E’ stata discretamente esplicita, comparativamente ai suoi standard. 

    Probabilmente quella italiana non ha nulla a che spartire con una nazione. Punto.
    Di nuovo pero’ il discorso e’ poco attinente. I valori dell’Europa di cui parla Soros  non  hanno attinenza con le tare ancestrali dei tedeschi.
  • gaia

    Mario non so cosa tu legga, nel caso potresti essere più chiaro, ma io: "

      
    Il Magnate dice che l’aggressivo nazionalismo di Vladimir Putin è una sfida per i valori e per i principi su cui si basa la Unione Europea.", che io ricordi sono libera circolazione di merci, persone e capitali, o sbaglio?
    Tutti regolarmente disattesi quindi l’affermazione di Soros è quanto meno speciosa se non surrettizia.
    Dal canto mio confermo i miei precedenti commenti, non essendo a scuola, soggetta quindi a render conto all’insegnante di essere andata fuori tema, spetta a te dimostrare quanto. 

      

  • MarioG

    Beh, se non altro, grazie alle  sollecitazioni  del maestro di scuola, e’ riuscita a rientrare leggermente in carreggiata. Si confronti la sua enunciazione finale con quella iniziale sui "lurchi" e quant’altro (enigmatica, eufemisticamente parlando).

  • gaia

    Sciando fuori pista sulla neve fresca è tutt’altra cosa, ma Schumacher insegna.

    Il maestro ha un bel dire. 

  • consulfin

    Soros non è l’unico a parlare di aggressività all’estero della Russia in contrasto con lo stato di diritto.  Da quello che leggo in giro la cosa non mi risulta. Quale stato estero avrebbe aggredito la Russia di Putin?