Home / ComeDonChisciotte / FINALMENTE PARLANO I MILITARI RUSSI !
13540-thumb.jpg

FINALMENTE PARLANO I MILITARI RUSSI !

DI THE SAKER

Information Clearing House

Finalmente! Le Forze Armate russe hanno deciso di parlare di alcune cose che sanno riguardo a ciò che è successo al volo MH17. E’ stato un evento tipico “alla russa”: gli interpreti erano a dir poco *terribili * (io stesso parlo in qualità di ex interprete militare), i supporti visivi erano mal progettati (è stata usata la sagoma di un bombardiere SU-24 per rappresentare un SU -25 che è un aeromobile da supporto aereo ravvicinato, completamente diverso), e non era prevista una sessione di domande e risposte.

Guardate voi stessi:

Eppure, da questa conferenza stampa sono venute fuori un paio di cose molto interessanti.

In primo luogo, gli ucraini sono stati beccati a mentire circa i loro aerei militari nella zona del disastro. Avevano sostenuto che nessun aereo della UAF era nella zona. I russi hanno mostrato le tracce radar registrate, che rivelano le seguenti cose: c’era quello che sembra essere stato un aereo militare (sprovvisto di transponder) che volava al di sotto di 5000 metri e che improvvisamente ha cominciato a risalire poco prima che l’aereo MH17della Malaysia Airlines fosse colpito da un missile. Questo velivolo non identificato è rimasto lì e ha osservato come l’ MH17 si schiantava. I russi hanno aggiunto che un SU-25 armato con un missile aria-aria R-60 avrebbe potuto colpire l’MH17. Forse. Ma ciò che è certo è che i radar civili hanno invece rilevato questo strano aereo di Kiev.

Ora, queste tracce radar sono da * radar civili *. I russi a quanto pare non sono disposti a condividere i dati dei loro radar militari. Questo è il motivo per cui questo misterioso aereo Ukie ‘appare’ a 5000m di altitudine e poi ‘scompare’ di nuovo, ma si può essere sicuri che i loro radar militari, in particolare sui loro A-50 AWACS hanno monitorato quell’aeromobile prima e dopo la sua strana manovra. Anche in questo caso, penso che i russi sperino che gli esperti arrivino alle giuste conclusioni sulla base di ciò che hanno dimostrato oggi e che non dovranno rivelare di più. Ma possiamo essere certi che hanno un quadro completo e che sanno esattamente quel che è successo.

In secondo luogo, i russi stanno sfidando i loro colleghi americani affinché mostrino le immagini che sostengono dimostrare il lancio del missile BukM1. Essi sottolineano inoltre la coincidenza interessante che un satellite sperimentale statunitense di rilevamento lancio era esattamente sopra la zona al momento della tragedia. Chiaramente, qui stanno laciando qualche tipo di segnale agli esperti mondiali, ma non sono sicuro di cosa si tratti.

In terzo luogo, i russi hanno mostrato le loro immagini satellitari, le quali dimostrano che una batteria di BukM1 era stata spostata poco prima dell’incidente (guardate voi stessi qui). Sarà interessante vedere se gli Ukies spiegheranno ciò che viene mostrato su queste foto e, se sì, come?

Come informazione pubblica questa conferenza vale un (voto, ndt) C +, ma come servizio agli esperti darei un [voto] molto più alto, A-. Adesso abbiamo solide prove che gli Ukies hanno mentito almeno due volte. Hanno mentito circa il filmato dei missili Buk che venivano trasferiti in Russia (il filmato è stato preso nel territorio degli UKIE) e hanno sicuramente mentito quando hanno negato di avere qualsiasi aereo militare nella zona quando in realtà ne avevano uno nelle immediate vicinanze del MH17. Questa è un’ enorme bugia che gli Ukies avranno serie difficoltà a giustificare.

Come ho detto nel mio primo post sul volo MH17, non ho alcuna speranza che la plutocrazia occidentale potrà mai ammettere che la giunta di Kiev ha fatto questo. Lo stesso vale per i prostituti aziendali dei grandi mass-media, ma mi auguro che il mondo vedrà questa tragedia per quello che essa chiaramente era: una false flag deliberata da parte della giunta nazista di Kiev. Come giustamente sottolinea David Chandler riguardo all’11 Settembre, la prova di un depistaggio è già di per sé prova di una cospirazione.

The Saker

Fonte: http://www.informationclearinghouse.info

Link: http://www.informationclearinghouse.info/article39194.htm

22.07.2014

Traduzione per www.comedonchisciotte.org a cura della redazione

Pubblicato da Truman

  • Truman

    Dissento parzialmente da The Saker, dove dice “una false flag deliberata da parte della giunta nazista di Kiev“. Credo che la decisione di abbattere l’aereo sia stata presa dai loro padroni.

  • oriundo2006

    Tiro ad indovinare: che siano gli stessi che qui…la compagna di un dipendente della ibm che era sul volo scomparso ha detto di aver ricevuto una foto dall’iphone del compagno 
    le coordinate gps della foto indicano che e’ stata scattata dalla zona dell’isola militare americana diego garcia…

    Sarah Bajc )
  • clausneghe

    Sicuramente

  • Primadellesabbie

    A molti i nomi di Bob Denard e Jean Schramme o del battaglione Leopard probabilmente non diranno nulla, ma negli anni ’60 tutti conoscevamo questi nomi.

    Gli avventurieri dell’epoca andavano a manifestare il loro "eroismo" in Africa, a farne le spese erano i soliti poveri di quel continente, quelli che ho richiamato erano i "leggendari" comandanti che amministravano e guidavano questi eroi a pagamento.
    Si chiamavano "mercenari", senza fraintendimenti.
    É passato del tempo ma la componente sociale che corrisponde o crede di corrispondere al "tipo combattente" esiste e scalpita. Il problema si risolverebbe facendoli combattere tra loro anziché, fingere di ignorarne l’esistenza e consentire loro di sfogare l’opaca aggressività che li pervade, la ricerca di gloria viziata da feticismo dozzinale, su civili stanziali o di passaggio, ingaggiandoli come suffragette della libertà ovunque si presenti l’occasione.
    Denard  e Scharamme rispondevano, nel loro modo bislacco, delle malefatte dei loro "eserciti".
    Questi, contemporanei, mi sembrano "scappati di mano" ai loro pupari, chiunque siano.
  • Kansimba

    Non metterei sullo stesso piano Schramme e Denard comunque.

  • Primadellesabbie
    Certo qui si tratta di impiegati.

    In questo caso sembrano esserci anche dei gruppi, forse addirittura parzialmente fuori controllo, che dispongono di metaforici joystick e si dedicano a produrre situazioni in appoggio ai visibili peones che compongono la compagnia di giro (o truppe di terra, se vuoi).

    D’altronde non riesco a pensare che le equipes che hanno operato il 9/11 si lascino smantellare o mettere in un angolo in quattro e quattr’otto.
  • Earth

    Credo che anche l’ articolista la pensa cosi’, ma non vuole dirlo ad alta voce

  • Truman

    Un lettore segnala per email che la sagoma rappresentata non è un SU-24, ma un General Dynamics EF-111 Raven. Boh?