Home / ComeDonChisciotte / FEDERICO PIZZAROTTI: NON SO SE MI RICANDIDO CON IL M5S …
15987-thumb.jpg

FEDERICO PIZZAROTTI: NON SO SE MI RICANDIDO CON IL M5S …

DI ROSANNA SPADINI

comedonchisciotte.org

Il Pizza stavolta l’ha fatta grossa … come nelle migliori tragedie greche il figlio ha ucciso il padre e ha fornicato con la madre, dando vita ad una poltiglia di politically correct erede delle migliori tradizioni fancazziste … dopo lunghi e laboriosi mesi di sterzate furbescamente orchestrate, conflitti burrascosi con i vertici, e ammiccamenti con consiglieri esponenti del Pd cittadino e regionale, ecco che il Pizza scopre le carte e rilancia, scaricando le responsabilità sul gruppo dirigente nazionale di cattiva gestione delle relazioni tra i comuni e il centro e di altre deliziose amenità. In verità è probabile che il sindaco si sia sentito vittima dello statuto troppo rigido del M5S, e per evitarlo si sia concentrato su di una strategia più vantaggiosa, quella del simulare e dissimulare, promettere e disattendere, sorridere e nicchiare … neanche fosse il centauro redivivo di Machiavelli, impegnato nella solita muta quotidiana: volpe o leone?

A seconda delle occasioni infatti ha giocato di astuzia o di forza, fin dal luglio 2012, quando 50 minuti prima di una nuova conferenza stampa riguardante il programma del Festival Verdi, l’amministratore delegato Enrico Maghenzani dell’orchestra Teatro Regio di Parma venne raggiunto da una telefonata da parte del presidente della Fondazione Teatro Regio, nonché sindaco di Parma, Federico Pizzarotti, che diede la comunicazione della sostituzione dell’orchestra del Teatro Regio con la Filarmonica Arturo Toscanini, contravvenendo quindi al programma elettorale, consegnando in un sol colpo il lavoro a chi già ce l’aveva e licenziando senza giusta causa 50 professionisti con famiglie a carico. (http://www.tgcom24.mediaset.it)

Poi nonostante l’espresso e tassativo divieto di Beppe Grillo, il Pizza si candidò nel settembre 2014 come consigliere provinciale, stringendo un accordo con Pd e centrodestra (FI) per eleggere l’esponente del Pd Filippo Fritelli, sindaco di Salsomaggiore Terme, alla presidenza della Provincia di Parma. Ma il sindaco se la cavò con un breve comunicato alla cittadinanza dalla sua pagina Facebook: “Ai detrattori della responsabilità o a chi un giorno criticherà il sindaco di Parma perché dialoga con le altre istituzioni, rispondo che probabilmente loro non hanno né nel cuore né nella testa l’onore e l’onere di rappresentare 190 mila parmigiani, e a nessuno, se non a loro stessi, dovranno rendere conto. Rappresentare una Comunità così vasta vuol dire avere coscienza di rappresentare anche chi non mi ha votato e chi non la pensa come me. E questi cittadini, lo dico chiaro e tondo, non sono meno cittadini degli altri”.

Dunque fu una scelta in aperto dissenso con Beppe Grillo, che sul blog aveva scritto: “Il M5S continuerà a non presentare le proprie candidature in un organo politico del quale auspica la soppressione. Non partecipiamo alla distribuzione delle poltrone”, scelta che ha rischiato di spaccare il Movimento. Se avesse scelto di sostenere “il listone unico”, Pizzarotti sarebbe stato quasi sicuramente espulso dal Movimento. Ma dopo la presa di posizione a mancare è stato l’appoggio dei suoi consiglieri: così in una riunione la decisione di fare il passo indietro. Poi altra astuzia gratuita la rete sempre più fitta di incontri ravvicinati con la regione (Pd) e la falsa guerra a Iren che sembra essere diventata il bancomat del comune.

Il 22 settembre 2012 infatti Parma aveva celebrato il “Dies Iren – La fine degli inceneritori“, dato che i motivi per eliminarli apparivano chiari: danneggiano la salute, l’ambiente, fanno aumentare i costi dello smaltimento dei rifiuti scaricati poi sulla collettività. La vicenda poi era proseguita con la Procura che aveva chiesto il sequestro dell’inceneritore di Ugozzolo, sostenendo un’inchiesta che avrebbe indagato 10 persone per presunte mancate autorizzazioni alla realizzazione dell’opera, e quindi accusate di abuso edilizio e abuso d’ufficio. Infatti il gruppo Iren che stava realizzando l’inceneritore di Parma nasceva il 1° luglio 2010 dalla fusione di Enìa in Iride, azienda quotata in Borsa tra i cui azionisti vi erano i comuni interessati alla fornitura di servizi ai cittadini: Parma, Piacenza, Reggio Emilia, Genova, Torino. Quindi i sindaci e le amministrazioni comunali, da quel momento si ritrovano ad essere sia clienti che azionisti … un’inezia di conflitto di interessi, che permetteva al gruppo di agire quasi sempre in regime di monopolio. Per di più il gruppo ha accumulato fino ad oggi più di due miliardi di debiti.

Ora il problema delle multiutility è piuttosto noto: i servizi essenziali per il cittadino, erogazioni energetiche e idriche, più lo smaltimento dei rifiuti vengono gestiti da società esterne al Comune, che scaricano i costi di amministratori delegati, consiglieri di amministrazione, presidenti, sulla comunità sotto forma di aumento delle tariffe, e infine queste società vengono quotare in Borsa anche se operano in regime di sostanziale monopolio, partecipate da parte degli stessi clienti a cui forniscono i servizi.

Infatti Iren S.p.a. è responsabile delle gestione di energia, acqua e rifiuti in una forma privatistica, mirata esclusivamente al profitto, è l’espressione del continuo e logorante drenaggio del capitale pubblico nelle tasche dei privati, infatti i sindaci non detengono più il controllo della multiutility, ormai le decisioni sono totalmente in mano ai manager che governano il gruppo. Iren è frutto della fusione tra enti gestori delle risorse territoriali, una volta pubblici (Amps) poi diventati privati, in province e comuni amministrati dal Partito Democratico, quindi l’ente è a tutti gli effetti un’emanazione del Pd, uno dei feudi più potenti del Pd, del resto la strategia rientra perfettamente nelle dinamiche neoliberiste e privatistiche dei beni pubblici, inaugurate da tempo da parte di un partito che si definisce un difensore dello stato sociale e del welfare, e di sinistra.

Ora il sindaco Pizzarotti, che in campagna elettorale aveva sferrato un forte attacco ad Iren e alla gestione privata delle risorse comuni, sembra che oggi ne stia legittimando l’esistenza a tal punto da aver preteso, in accordo con il pd, la vicepresidenza, quindi oggi il sindaco Pizzarotti è responsabile del mantenimento di tali poteri e compartecipe della privatizzazione dei beni comuni, per di più controllando i nomi del Cda di Iren, è possibile osservare come i soggetti alla guida dell’azienda siano anche al comando delle maggiori imprese private: banche, finanziarie o multinazionali.

E la nomina di Lorenzo Bagnacani a vice presidente del Gruppo Iren, nel febbraio 2013, rientra in questa logica … perché il conflitto d’interessi era particolarmente evidente e non rispettava le regole del MoV, che si era sempre dichiarato per la trasparenza nelle nomine nelle aziende pubbliche, infatti il Bagnacani era anche amministratore di società appaltatrici di Iren e nominato però nell’asset della multiutility. Che la nomina di Bagnacani sia stata quindi il risultato di un accordo politico fra Pd e la giunta sembra evidente, perché difficilmente un amministratore interno ad Iren avrebbe potuto chiedere lo spegnimento dell’inceneritore.

Quindi la gestione privatistica delle risorse pubbliche, provoca necessariamente un aumento delle tariffe, infatti da quando è stato installato l’inceneritore le tariffe sono aumentate del 60%, e mentre prima dell’inceneritore il costo di smaltimento era di 116 €/ton, successivamente è stato portato a 156 €/ton, per il 2014, e Iren ha chiesto 189 €/ton per il 2015. Per di più l’appalto di Iren per la raccolta rifiuti scaduto il 31 dicembre 2014 è stato dal sindaco rinnovato senza alcun contratto, in palese contrasto con le indicazioni dell’ANAC dove si stabiliva di procedere ad un bando di gara. (parma.blogautore.repubblica.it)

E ciò è accaduto nonostante le imprese europee avessero aderito alla divulgazione da parte del Comune di una ‘Manifestazione d’interesse TMB’, proposta in via puramente informativa (oggi è sempre più evidente),dando anche garanzia di trattare il rifiuto urbano residuo post-differenziata per 60 euro a tonnellata, evitando così il ricorso al forno. Occasione persa, perché il Trattamento Meccanico-Biologico (TMB) è una tecnologia d’avanguardia, di lavorazione a freddo dei rifiuti indifferenziati, che sfrutta l’abbinamento di processi meccanici a processi biologici quali la digestione anaerobica e il compostaggio, dove appositi macchinari separano la frazione umida (l’organico da bioessicare) dalla frazione secca (carta, plastica, vetro, inerti ecc.); quest’ultima frazione può essere in parte riciclata oppure usata per produrre combustibile derivato dai rifiuti (CDR) rimuovendo i materiali incombustibili. Il trattamento meccanico biologico di ultima generazione per esempio viene utilizzato a TelAviv (Israele) e Sydney (Australia):

https://www.youtube.com/watch?v=BYaC3EqsGyQ

Nell’iter di realizzazione del termovalorizzatore di Parma poi, si era evidenziata una “distorsione della concorrenza” che avrebbe portato la multiutility Iren a “una posizione di vantaggio” rispetto ad altri potenziali operatori economici. Così dice l’Autoritànazionale anticorruzione, che interviene sulla vicenda del forno di Ugozzolo e sul suo percorso di costruzione dopo la denuncia presentata nel 2012 da due avvocati no-termo Arrigo Allegri e Pietro De Angelis. In un documento di 15 pagine, l’Autorità traccia un netto giudizio anche sulle vicende che dal 2004 al 2013 hanno portato all’approvazione e poi alla costruzione e accensione dellimpianto di Ugozzolo, soffermandosi in particolare su tre criticità:

  • La convenzione per la gestione del servizio rifiuti
  • La legittimità delle procedure per la realizzazione del Polo Ambientale Integrato (Pai)
  • Gli effetti sulla concorrenza.

Tra le irregolarità emerse, ci sarebbe stato proprio il ruolo privilegiato di Enìa (oggi Iren), società a partecipazione pubblica che nel 2006 subentrò nella convenzione con il Comune per i servizi idrici e rifiuti, al posto della vecchia municipalizzata Amps, ereditandone i contratti. In questo modo la società, avrebbe avuto un vantaggio sugli altri concorrenti per la gestione del servizio e la costruzione dell’inceneritore. L’accordo per la realizzazione del Pai era stato firmato quando ancora la società era del Comune, e nella pratica, secondo l’autorità nazionale, l’ha resa “l’unica possibile realizzatrice del Pai”, conferendole una posizione di privilegio: “Anche se il servizio di gestione rifiuti si mettesse a gara, l’impiantistica rimane totalmente in mano a Iren, con una evidente distorsione della concorrenza”. (www.ilfattoquotidiano.it)

Ma le irregolarità comincerebbero ancora più lontano, proprio dalla convenzione con cui nel 2004Ato2, l’Autorità d’ambito territoriale, affidava ad Amps, la vecchia municipalizzata per i servizi (poi diventata Enìa e oggi Iren), il trattamento e l’avvio al recupero e allo smaltimento dei rifiuti. Tutte fasi che escludevano quindi lo smaltimento in un impianto come quello di Ugozzolo. Nel 2007 però, Comune ed Enìa “con un’interpretazione estensiva” della convenzione, inseriscono anche l’inceneritore, e quindi un impianto di recupero del rifiuto. E questo, nonostante tale attività fosse specificatamente esclusa dalla convenzione, come contesterà anche nel 2011 l’Antitrust.

Poi con la trasformazione di Amps in Enìa la società ha ereditato compiti e contratti di una ex municipalizzata, ma Enìa è diventata poi un soggetto privato, e quindi l’inceneritore è da ritenersi “un’opera di pubblico interesserealizzata da un soggetto privato”.

Ecco perché il sindaco, dopo aver archiviato in fretta la manifestazione del settembre 2012, in piazza con Grillo per celebrare il funerale di Iren, muta velocemente atteggiamento, e in seguito a questo interminabile reality-show, sembra poi deviare verso una strana deriva, che ha danneggiato non solo la sua credibilità, ma anche quella del M5S nazionale, che si sta proponendo come nuova forza politica, trasparente ed integerrima, ed ha impedito a Parma di diventare il simbolo di una svolta decisiva delle politiche ambientali infrastrutturali, mentre avrebbe avuto benissimo l’opportunitàdi fermare, o comunque ritardare i lavori dell’impianto di Ugozzolo, se solo avesse richiesto il rispetto da parte di Iren dell’accordo sulle opere di compensazione.

Ma nella città ducale la gente mormora, la giunta comunale è arrivata all’espulsione di due consiglieri, Mauro Nuzzo e Fabrizio Savani, rimasti fedeli al mandato dei 5stelle, e si prospettano futuri rimpasti per un eventuale Pizzarotti bis, un probabile appoggio esterno del gruppo consigliare Pd per le prossime elezioni, una sorta di larghe intese in salsa ducale neoliberista … insomma il trionfo del Pd e della privatizzazione dei beni pubblici.

Inaugurate già da tempo dai tagli ai servizi educativi (nidi e scuole dell’infanzia) attuati dal Comune, tagli che non rispettano un bene prezioso per Parma, un pezzo della sua storia e della sua tradizione scolastica e culturale, insieme all’esternalizzazione dei posti letto delle Case Protette, tutte scelte politiche in totale contrasto con il programma elettorale.

Purtroppo … i cittadini di Parma che hanno creduto in Pizzarotti e nelle sue promesse elettorali di cambiare le sorti della città, rispetto al mal governo dei partiti precedenti, ora dovranno ricredersi,
a meno che il sindaco decida di stupire ancora, in un altro senso però … temo invece che il giovane e promettente uomo politico che garantiva equità sociale e democrazia diretta non ci sia più, è rimasta la solita marmellata istituzionale, la solita palude politica indecifrabile e inquietante, facciata di convenienza per oscurare le vere intenzioni … in tutta onestà credo che fosse difficile per il Pizza guastare maggiormente la propria credibilità e quella del M5S.

Rosanna Spadini

Fonte: www.comedonchisciotte.org

2.02.2016

Riferimenti

http://www.ilfattoquotidiano.it/2014/10/21/inceneritore-parma-anac-ce-stata-distorsione-concorrenza-favorita-iren/1163754/

http://parma-comunica-stampa-parma.blogautore.repubblica.it/2016/01/29/amici-di-beppe-grillo-raffica-di-accuse-al-sindaco-pizzarotti/

http://www.beppegrillo.it/2014/11/aiutiamo_pizzarotti_a_chiudere_linceneritore_di_parma_aiutiamopizzarotti.html

Pubblicato da Davide

  • Hito

    L’importante è dare sempre la colpa ai singoli e non mettere mai in discussione la bontà del progetto M5Soros, un po come avviene nel PD, dispiace per chi ci crede e rimarrà perennemente deluso.
    A me è bastato andare a due riunioni nella mia città, nell’arco di due mesi (non so ora, all’epoca 2 ore l’ultimo giovedì del mese era secondo loro il tempo da dedicare alla politica), e vedere che mentre la gente si suicidava perchè rimaneva senza lavoro, si pensava ai defibrillatori pubblici (ma con fondi privati di solidarietà), squalificando qualsiasi idea di stato alla radice… Mi è bastato veder candidare gente che conosco, sulla cui onestà metterei la mano sul fuoco, ma la cui ignoranza, politica ed economica, non è seconda a nessuno.
    Curiosità, dove posso trovare notizie sulle imprese aiutate dal microcredito M5Soros e sullo stato del fondo?
    Ciao, see You

  • Rosanna

    Anche a me dispiace veder sempre utilizzati gli stessi slogan, spersonalizzanti e antistorici, e mentre tu "credi" agli slogan, sempre uguali e sempre quelli … io "non credo" nella propopsta pentastellata avulsa da un’indagine precisa e realistica del contesto storico …
    lasciando quindi stare Soros, che c’entra come i cavoli a merenda (ma a molti i cavoli piacciono parecchio) … rivolgerei l’attenzione alla vicenda particolare …

    ti sembra giusto che un "singolo cittadino" (come lo hai chiamato tu) si faccia eleggere secondo un programma ben preciso e poi faccia esattamente il contrario di quello che aveva promesso?

    Allora converrai che forse l’introduzione in Costituzione del "vincolo di mandato" sarebbe la risposta giusta al trasformismo dilagante, che ha ridotto la responsabilità del politico ad un bancomat per tutte le occasioni più propizie.

  • Gtx1965

    facevo 100 km per andare alle riunioni del m5soros (bellissima questa), a me sembrava di essere in un ramo dei rosso-verdi capitato, riciclati da ogni corrente politica sinistroide e che correvano entusiasti dietro al "nuovo che avanza" pifferaio grillo/casaleggio ed associati vari (?!?)…

  • Gtx1965

    "ti sembra giusto che un "singolo cittadino" (come lo hai chiamato tu) si faccia eleggere secondo un programma ben preciso e poi faccia esattamente il contrario di quello che aveva promesso?"


    ma Rosanna, a parte che sei di "parte" ed il tuo giudizio è offuscato da ciò, non credo tu sia così illusa da credere che le persone cambino perchè indossano un m5vestito diverso, le persone sotto le vesti sono sempre le stesse e pizzarotti non ne fa eccezione, come anche i fuoriusciti in parlamento lo dimostrano essendo rimasti immancabilmente ad ingrassare le fila di coloro che m5soros dice di voler eliminare, tutto l’m5soros ha tradito il mandato che i cittadini gli avevano dato nella speranza di aprire quella famosa scatoletta… in europa poi che cazzo ci stiano a fare non si capisce…
  • Hito

    “ti sembra giusto che un “singolo cittadino” (come lo hai chiamato tu) si faccia eleggere secondo un programma ben preciso e poi faccia esattamente il contrario di quello che aveva promesso?”
    Ma mi prendi in giro? E sarei io quello degli slogan? Svegliati!!!
    Non sono mica io che faccio firmare millemila scartoffie in nome dell’onestà, e nemmeno una in nome del vincolo di mandato… anche perchè credo sia contro la costituzione (quella che il M5S ogni tanto vuol fare osservare).
    Se vuoi capire il legame con Soros, ti cerchi in rete una lista delle sue ONG, ti studi un po’ la situazione negli USA (politica ed economica), leggi il programma M5S e se hai un briciolo di intelligenza le domande dovrebbero sorgere spontanee.
    E’ compatibile l’euro col reddito di cittadinanza?
    La guerrà alla povertà in USA portata avanti da LBJ come è andata a finire? Quanto spendeono gli USA in guerrà alla povertà? (reddito di cittadinanza) Sulle adozioni gay qual’è l’idea del M5S? Va bene dare la pensione di reversibilità ai gay?
    Sul fondo di finanziamento alla microimpresa non hai nulla da dire?
    Se provi rifiuto per quelle frasi che finicono col punto interrogativo, o le ritieni scomode, può essere solo colpa del bias di conferma… chi vive di “ognuno vale uno”, “l’onestà andrà di moda” etc etc parlando di slogan a me si rende solo ridicolo.
    Ciao

  • Hito

    Si, infatti, la decrescita felice, dell’intelligenza -.-

  • Rosanna

    Sono di parte un cavolo … scusa … io non sono né candidata né eletta nel M5S … quindi sono di parte come te … forse tra me e te c’è però una differenza, che tu hai già capito tutto … ed io invece cerco di capire … e comunque quella famosa scatoletta mi sembra che stiano cercando di scardinarla … certo che non hanno i kalashnikov a disposizione …

    in Europa poi stanno facendo questo:

    https://www.youtube.com/watch?v=6y0sdjUt3Yg

    https://www.youtube.com/watch?v=Amv3qrIGdWg

    https://www.youtube.com/watch?v=lgQFQEmvZIc

    https://www.youtube.com/watch?v=JIWAqj82wOs

    https://www.youtube.com/watch?v=egoV8tJkQ7g

    https://www.youtube.com/watch?v=ckj5LxyFR3U

  • Black_Jack

    Non vorrei apparire polemico o gravemente lesivo dell reputazione di qualcuno ma vorrei fare sommessamente notare che forse Pizzarotti NON HA "ammazzato il padre e fornicato con la madre" (sic).

    Capisco le pressanti esigenze di marketing e il furor comunicativus però magari un minimo di senso della misura…solo ogni tanto…
  • Rosanna

    Carissimo Black_Jack,

    forse tu sei esperto in giochi da tavolo e meno in psicanalisi freudiana, dunque il complesso di Edipo ti dice niente? sai quel tizio, figlio di Laio e Giocasta, che per sbaglio e senza saperlo uccide il padre e fa sesso con la madre (dalla cui relazione nascono due figli) … e dalla cui storia, raccontata da Sofocle, Freud poi conierà la definizione "complesso di Edipo" …?

    bene … secondo me c’è una differenza tra Pizzarotti ed Edipo … che mentre Edipo uccide il padre a sua insaputa … il parricidio compiuto da Pizzarotti è premeditato e ugualmente il suo rapporto incestuoso con la madre (PD)

    quindi hai ragione … c’è differenza, e un po’ di senso analitico anche nei commenti non stonerebbe …

  • IVANOE

    Signori e signore senza disturbare Edipo, Freud ecc. ecc. è tanto semplice e tanto preventivato il fatto che il M5S  si stia sciogliendo come neve al sole.
    Senza togliere nulla alla base forse composta e probabilmente prendendo il sopravvento la parte fricchettona di questa, ossia non la base operaia, le donne incazzate che non arrivano a fine mese, i precari disoccupati disperati perchè non sanno come dare da mangiare alle famiglie, no non quelli ! la base fatta dai laureandi che vengono dal sud che affitano camere nelle città in 6 o 7 con i soldi che gli mandano da casa e che non hanno un minimo di respondabilità , oppure i trombati dalla vita, politica, sociale ecc. ecc. e cioè quel complesso di sfigati borghesucci che io chiamo fricchettoni… ecco il pizza è uno di questi come i vari di maio, fico di battista e le varie passonarie del M5S  che io vedo più come seminaristi che come persone coinvolte veramente con i problemi reali delle persone.
    Io l’ho detto fin dall’inizio della discesa in campo poltiico di grillo: se il M5S non crea una struttura sindacale rivendicativa che attacchi e lotti  sui temi economici e sociali: salari e pensioni più alte ridistribuzione della ricchezza partendo dalle fabbriche dove il sistema perverso si alimenta di tale ricchezza , lottando anche senza tregua alla corruzione, alla delinquenzella di stato  ecc .ecc. in sostanza tutto quello che avrebbe dovuto fare una vera sinistra, invece di fare finta fricchettonando sull’ambiente, sulle collette per  le imprese, sugli abbagli alla luna verso la RAI, forse si avrebbe avuto un vero movimento che avrebbe avuto il consenso dalle masse vere che sono quelle dei lavoratori degli immigrati e anche dei fricchettoni di sinistra cioè creare la massa critica che può bloccare un paese e mandare a casa sta pletora di cialtroni…
    E invece il M5S come i radicali, come il pdup, dp, ds  di pietro ecc. ecc. sono un prodotto amerikano che più di tanto non devono osare parlare di pesca e caccia e ambiente ma guai se is parla di rivendicazioni salariali e di diritti delle persone…
    Peranto signori miei non vi affannate tanto a discutere di questa tarantella tanto è la stessa con i stessi personaggi magari coin età anagrafiche diverse rispetto ai pannella ai di pietro ai bertonotti.. ma sono sempre gli stessi…

  • guru2012

    Secondo me, invece, a giudicare dai commenti, si sta prendendo un granchio. Lasciando perdere Soros, io ho sempre pensato che M5S avrebbe potuto avere una funzione "moralizzatrice" all’interno delle istituzioni italiane, nulla di più… , e scusate se è poco. Per quanto riguarda Pizzarotti, non mi ha mai convinto, è un uomo delle banche.

  • Hito

    Facciamo finta per un attimo che tu abbia ragione, a te sembra che le istituzioni (sia in Italia che in Europa), subendo la funzione moralizzatrice del M5S ed equivalenti (Podemos o Syriza), abbiano anche solo accennato a fare gli interessi dei popoli?
    Io ho la sensazione opposta.
    Ciao

  • PikeBishop

    Questo ammasso di sconosciuti si era presentato con pochissime idee, ma confuse.

    Una di quelle pochissime idee era quella di portare (muniti di apriscatole) a sedersi sulle cadreghe romane, piu’ gente possibile, con lo slogan uno vale uno.  Vale a dire che sostenevano l’abolizione della professione del politico, quella forma di vita parassitica che si abbarbica alle cadreghe finche non lo cacciano, possibilmente fino a che la morte non lo colga (talvolta lasciandole, le cadreghe, in eredita’ alla famiglia).
    Un paio di turni (che a questo punto verrebbe da dire, son gia’ passati per stanchezza e mancanza di rappresentativita’ elettorale), e a casa, lasciando il cadreghino a gente nuova, in modo che prima o poi tutti quelli con qualche idea per la testa potessero partecipare in prima persona.
    Invece, ti pareva, anche uno dei pochissimi punti piu’ o meno chiari di questo ammasso di voti sprecati, e’ stato disatteso (come pure l’altro, quello del finanziamento pubblico su cui non staro’ a disquisire).
    Mi pare ovvio che Beppe Grillo prenda le distanze dal suo cocente insuccesso che ha portato un’altra schiera di parassiti e mediocrissimi a vivere la vita dell’accessorio del cadreghino, strapagato e ipercorruttibile.
    Ora mandateli a casa, se ci riuscite…
  • pippo74

    Cara Rosanna, premesso che conciliare le esigenze di governo con quelle relative alle giuste istanze di protesta sia alquanto complicato, e quindi riconosco a Pizzarotti qualche attenuante, per il resto concordo abbastanza con quanto hai scritto. Il sindaco di Parma a mio avviso non è riuscito nella non facile impresa di conciliare i due aspetti sopra richiamati ed ha preferito rinnegare quasi completamente le istanze movimentiste dei 5 stelle a favore di uno smarcamento da quelle istanze incentrando la propria azione amministrativa all’insegna della realpolitik.

    Ciò che più fa cadere le braccia non sono le differenti posizioni che uno può legittimante avere sull’operato di Pizzarotti, quanto piuttosto i commenti insulsi e senza un minimo di aggancio alla realtà dei fatti che leggo sopra, commenti volti esclusivamente a denigrare un movimento che, con tutti i difetti che può avere, e ne ha, è pur sempre meglio non dico una, ma almeno cento volte rispetto a qualsiasi forza politica presente oggi nel panorama politico nazionale.    

    Quanto alle accuse di essere emanazione di pseudo poteri forti made in USA, Soros e menate varie, che dire, qui siamo al complottismo più becero, senza un minimo non dico di prove, ma quantomeno di appigli, di indizi, ecc. Zero nada de nada, se non illazioni senza il minimo fondamento e/o riscontro con la realtà. Insomma semplicemente penosi.

    Saluti 

  • Rosanna

    L’anno dell’esplosione del problema banche è appena iniziato, quindi il bello deve ancora venire, c’è una guerra economica in atto, da parte delle banche tedesche contro quelle italiane, per di più c’è il rifiuto teutonico di ogni forma di solidarietà nei nostri confronti, non vogliono prendersi rischi, dato che siamo pieni zeppi di titoli del debito pubblico, contenenti un rischio default …

    quindi se arriva il collasso, del resto già anticipato dal bail-in, il problema morale diventerà per forza prioritario rispetto a tanti altri …

    http://sollevazione.blogspot.it/2016/01/banche-lattacco-tedesco-allitalia-di.html [sollevazione.blogspot.it]

  • Vocenellanotte

    Perfetto!

    Leggendo i commenti mi assaliva un senso di impotenza e di incredulità. Mi tornava alla mente il detto di Metternich che governare gli italiani non è difficile, è inutile.
    Grazie per il tuo lucido e sereno contributo. Come meglio non avrei potuto fare io.
  • Vocenellanotte

    Perfetto!

    Leggendo i commenti mi assaliva un senso di impotenza e di incredulità. Mi tornava alla mente il detto di Metternich che governare gli italiani non è difficile, è inutile.
    Grazie per il tuo lucido e sereno contributo. Come meglio non avrei potuto fare io.
  • Rosanna

    Mi dispiace che tu non l’abbia capito, ma il M5S non poteva "rifare" la
    sinistra, perché la sinistra è morta e sepolta, viviamo una fase nuova,
    storica e politica, non più la sacralità del modello fordista del
    capitalismo produttivo, ma la fase globalizzata del capitalismo
    finanziario … quindi il MoV ha cercato di rispondere alle esigenze
    storiche del momento … una condizione in cui gli operai votano
    Berlusconi e odiano Marx … e la comunicazione mediatica ha convinto
    tutti che il mercato è bello e la spesa pubblica è il peggiore di tutti i
    mali …

    una condizione storica in cui il mercato si è
    appropriato dello stato per farne un brand ad uso commerciale:
    patrimonio pubblico, paesaggio artistico, diritti sociali, lavoro,
    welfare state … 

  • Black_Jack

    Anche meno enfasi a tutti i costi non stonerebbe

  • IVANOE

    Cara Rosanna, io sono oltre il pci o l’msi ecc. ecc.
    L’operaio che non ce la fa a campare è uguale a destra ed a sinistra la povertà o la precarietà non ha colore politico o ideologia…è uguale per tutti…se mancano i soldi alla gente mancano sia che tu voti a sinistra a destra, con tutto il rispetto tu ti riferisci a fasi ormai folkristiche…
    Il M5S è in malafede perchè non ha voluto creare consenso tra i lavoratori, presentandosi sia come partito che come sindacato operativo…e che dici se avesse messo in un programma sindacale . aumenti retributivi e 35 ore alla settimana per far lavorare tutti…tu come pensi che l’avrebbero preso la gente ?
    A te la risposta…

  • IVANOE

    Cara Rosanna, io sono oltre il pci o l’msi ecc. ecc.
    L’operaio che non ce la fa a campare è uguale a destra ed a sinistra la povertà o la precarietà non ha colore politico o ideologia…è uguale per tutti…se mancano i soldi alla gente mancano sia che tu voti a sinistra a destra, con tutto il rispetto tu ti riferisci a fasi ormai folkristiche…
    Il M5S è in malafede perchè non ha voluto creare consenso tra i lavoratori, presentandosi sia come partito che come sindacato operativo…e che dici se avesse messo in un programma sindacale . aumenti retributivi e 35 ore alla settimana per far lavorare tutti…tu come pensi che l’avrebbero preso la gente ?
    A te la risposta…

  • Rosanna

    Perfettamente d’accordo con te, per di più nessuno finora ha notato il vero problema della contesa in atto, tra il PD che privatizza i beni pubblici, con le multiutility come Iren, che è un colosso aziendale energetico privato, che fa essenzialmente i suoi interessi … a danno sempre del pubblico …

    e dall’altra parte i 5 stelle che stanno sostenendo una guerra a difesa dei beni pubblici, e di una  ricerca di modalità di smaltimento dei rifiuti molto meno inquinante ed anche meno dispendiosa … nel caso di Parma questa guerra è fallita, per insipienza del sindaco e della giunta, che hanno riproposto la vecchia malsana politica, collusa con i poteri forti delle banche e degli interessi privatistici …

    ti ricordo anche che due consiglieri sono stati espulsi, perché sono rimasti fedeli al vincolo di mandato …

    https://www.youtube.com/watch?v=BYaC3EqsGyQ

  • andriun

    Quale stupore ingiustificato. Da che mondo e mondo nessuno sputa nel piatto dove mangia. E se il mondo oggi è effeminato e/o eccessivamente ben predisposto verso i gay (ovviamente mi riferisco al mondo occidentale), lo fa perchè mamma USA(e non a caso ho usato mamma e non papà) determina le politiche da adottare dentro e fuori i propri confini che non per nulla sono normalmente politiche di mercato. 

    M5S non fa eccezione a questo disegno il resto fa da cornice alla classica apparenza di cui il popolo italiacano prettamente effeminato, sembra andarne ghiotto: dove si fanno gli elogi e chi fa il proprio dovere e/o si reagisce positivamente quando qualcuno rinuncia ad una parte del proprio stipendio per costruire una deviazione con tanto di targa segnaletica in onore dell’onestà. Forse una delle tante assurdità di cui ci troviamo a nostro malgrado ad essere testimoni nel nostro Bel Paese. 
    Se il "popolo" M5S è così generoso potrebbe sempre istituire un fondo personale da destinare ai bisognosi: famiglie e/o persone con difficoltà economiche. Certo magari lo farebbero anche,  purchè gli fosse riconosciuta la pubblicità del gesto, altrimenti come si dice "nisba"(non se ne fa nulla). Quindi: "nulla di nuovo da segnalare".
  • Rosanna

    Strano però che tu ti senta "oltre il pci o il msi ecc. ecc.", mi sembra che tu ti sia trovato in accordo con quello che dice Grillo appunto "siamo oltre" … "né di destra né di sinistra" … e poi io mi riferirei invece "a fasi ormai folkroristiche" … quando per esempio dico che "non più la sacralità del modello fordista del
    capitalismo produttivo, ma la fase globalizzata del capitalismo
    finanziario… ", per non parlare della confusione di ruoli tra un partito e un sindacato

    che dire … forse la  linea risente di una intermittenza di connessione che non ci permette di comunicare …

  • Rosanna

    Arridaje … ma chi ti costringe a leggere scusa? se l’enfasi fosse fine a se stessa potrei capire … invece credo che l’enfasi possa anche emergere dalla rabbia di aver colto in flagrante l’ipocrisia del politico di turno … e possa essere una tecnica piuttosto diffusa nel mondo giornalistico del clickbait … dove il lead deve essere accattivante per attirare i lettori, e quindi riuscire a divulgare quello che si vuol dire …  l’informazione online penso che sia popolata da modalità di tutti i colori e di tutte le forme, un clickbait che cura la forma per rendere più appetibile il contenuto,  fino a contenuti a tasso informativo pari a zero …

    credo di aver dato qualche informazione utile con questo articolo … grazie anche a qualche clickbait

  • yago

    Non è stato facile finora trovare candidati all’altezza del loro mandato, è ovvio che questo succeda in un movimento giovanissimo. Le defezioni e le espulsioni sono la norma quando mancano rapporti consolidati. Il movimento è fatto solo in piccola parte di coloro che sono stati eletti mentre chi li ha votati di sicuro non fa trasformismi di pensiero. Se era disgustato dai soliti politici non sono i Pizzarotti di turno a fargli cambiare idea.

  • spadaccinonero
  • MarioG

    Mi sa che ha fatto confusione.

    La frase attribuita a Metternich e’: "L’Italia e’ un’espressione geografica".
    Quello che dice lei e’ un altro.
    Per forza poi l’assale l’incredulita’.
  • spadaccinonero

    molto scarso il loro operato, Rosanna

    molto molto
  • Vocenellanotte

    Mi sembrava, però suonava bene detto dal maestro della realpolitik.

  • venezia63jr

    A tutti i romantici, vi dedico una canzone:

    https://www.youtube.com/watch?v=xMfpiIkBacc

  • Gtx1965

    vedi Rosanna… ti voglio bene perchè desideri il meglio, ma in qualunque gioco chi ha il banco, il padrone del casinò, vince sempre… questo è il sistema "democratico" in cui credi dove poteri sovranazionali decidono su tutto, vedi ttip… i referendum hanno un valore tale che non ti voglio qui rammentare quello sell’acqua; pubblica o meno… sryza o come si scrive… insomma non mi puoi biasimare se sono scettico… ciao, giulio

  • guru2012

    Podemos e Syriza sono fenomeni diversi da M5S, non li metterei sullo stesso piano. Quanto all’interesse dei popoli, lo devono fare i popoli stessi, questo era chiaro fin dall’inizio del movimento, la democrazia rappresentativa è finita. Ciò che mi dispiace è che per una volta, in Italia, abbiamo avuto la possibilità di uscire dal marciume pseudo-ideologico in cui siamo immersi da anni e non l’abbiamo colta. Ora si fa scura: il movimento pagherà a caro prezzo il mancato sostegno popolare e si frantumerà. Ricorda che PER LA PRIMA VOLTA dei rappresentanti delle istituzioni hanno deciso di tagliarsi lo stipendio. Solo questo basta, un gesto tra mille parole. Ah, ma già, c’è dietro Soros.

  • guru2012

    Consenso tra i lavoratori… basta con questa storia del lavoro, ormai si tratta di schiavitù. E le donne… francamente non vedo di cosa debbano essere incazzate… oggi come oggi. Il Movimento propone "il reddito di cittadinanza" in una versione "short" che a me non convince, ma almeno si comincia a parlare di affrancamento dal lavoro, di dignità della persona..

  • spadaccinonero

    dare soldi in prestito non significa dimezzarsi lo stipendio, sai?

    evidentemente agli ultras bastano gli slogan…
  • Fischio

    Un’occhiatina in giro dove amministrano i 5stelle non sarebbe male. Per esempio nella mia città, Livorno, sta succedendo di tutto. Aumento delle tasse, tagli al sociale, cementificazione selvaggia, invasione delle rotatorie (e pensare che a tal proposito il Beppino ci costruiva interi spettacoli), inquinamento a ruota libera, e poi consigli comunali da corrida dove saltano fuori ricorsi all’avvocatura per inadempienza delle regole amministrative primarie, maggioranza messa sotto dagli stessi cri cri cri, assessori assunti fuori città che percepiscono rimborsi, gente che arriva da Milano per risolvere la patata bollente dell’AAMPS e che col cavolo la risolveranno, poltroncine occupate da amici e amici degli amici, ripristino della figura del Direttore Generale del Comune che da anni e anni era stata soppressa (quanti soldi?), caos urbanistico, problemissimo alloggi…e poi e poi.Insomma se è vero come è vero che le amministrazioni precedenti sono state un disastro, questi 5stelle li stanno battendo in lungo e in largo…   

  • Rosanna

    Vedi alle volte come l’deologia dei rosiconi faccia brutti scherzi … infatti io ho delle informazioni differenti, e comunque se non vi sta bene cercare altre strade, tenetevi il PD!! perché non ho detto che Pizzarotti abbia fatto peggio della giunta precedente di centro destra di Vignali, dato che ha ripagato il 40% dei debiti, ma purtroppo lo ha fatto sulla pelle dei cittadini, e purtroppo si è adeguato al sistema piddino …

    è logico che non ha la bacchetta magica, ma siccome con le banche si può trattare, e dato che quei debiti erano "detestabili", provocati cioè da una mala gestione della città, si potevano ridurre e dilazionare nel tempo …

    http://www.corriere.it/cronache/16_gennaio_07/livorno-guerra-spazzatura-nogarin-azzera-cda-municipalizzata-5164d456-b546-11e5-8909-f873eaa0fae9.shtml [www.corriere.it]

    Livorno, guerra della spazzatura Nogarin azzera cda municipalizzata

    http://www.corriere.it/cronache/15_dicembre_11/nogarin-vince-guerra-nettezza-ma-maggioranza-m5s-rischio-dc10d2c6-a006-11e5-b061-797635588bc1.shtml [www.corriere.it]

    Nogarin vince la guerra sui rifiuti

    http://www.huffingtonpost.it/2015/12/20/livorno-reddito-cittadina_n_8848464.html [www.huffingtonpost.it]

    A Livorno arriva il reddito di cittadinanza locale: 500 euro per le famiglie senza lavoro

  • SanPap

    Scusatemi se mi intrometto, ma sono curioso ( ma non malizioso )

    vorrei fare una domanda ad Ivanoe; dici di essere oltre Pd, Pci, Ds, Pds, Msi, Ncd ecc bene, ne sono felice; ma cosa proponete, avete dei modelli (uso il plurale perché mi sembra che siate in molti su questa posizione qui su CDC) a cui vi riconducete ? State cercando di costruirne uno nuovo ? Spiegate le vostre idee, non riducetevi al twittering; con i cinguettii non si va da nessuna parte. 

    Siete Anarchici ? Cosa proponete ?

    Mi pare che cose da dire ce ne siano anche troppe

    http://ita.anarchopedia.org/albero_dell%27anarchismo [ita.anarchopedia.org]

  • Rosanna

    Perfetto SanPap… questo è il vero problema !! è molto comodo criticare continuamente e non fare mai proposte costruttive e alternative … purtroppo questa è la posizione di molti, assumere atteggiamenti critici per pura ideologia avversa, senza documentarsi in maniera precisa … e nella scala degli anarcoidi vedo che ci sarebbero tante correnti e indirizzi specifici …
    non c’è che l’imbarazzo della scelta … davvero.

  • Rosanna

    Sono d’accordo con te per molti versi … so anch’io che il sistema è truccato alla radice, e non è certo facile uscirne, ma forse attenuarne magari gli effetti devastanti …  il capitalismo da produttivo si è trasformato in speculativo e finanziario … questo è il vero dramma del momento … però ognuno dovrebbe fare la sua parte … per capire, e cercare di contribuire ad un possibile miglioramento …

    anche se sono convinta che le vere svolte della storia siano state dettate dalle necessità inderogabili, che esplodono ad un certo punto in maniera irreversibile … dunque dovrà arrivare ancora l’8 settembre … e allora meglio essere preparati.

    http://scenarieconomici.it/il-sole-24-ipotizza-la-fine-delleuro-e-della-ue/ [scenarieconomici.it]

    Il Sole 24 ipotizza la fine dell’Euro….e della UE

  • mda1

    20% dei parlamentari eletti che sono passati adi altri gruppi.

    Penso che manco burlesquoni che regolarmente, dal 94 si fa sfilare i suoi parlamentari, è mai riuscito a farsi fottere il 20% dalla sion-istra.
    No comment dai.
  • natascia

    I buffoni si trovano ovunque. Quello che conta è liberarsene.

  • Rosanna

    Il tradimento del 20% dei parlamentari era ampiamente previsto da Grillo, riporto un commento di makkia, ad un mio articolo precedente:

    Beppe Grillo ha detto "il 20-25% di questi neo-eletti li perderemo, finiranno per farsi comprare dai partiti".

    Era l’indomani delle politiche 2013, il mondo politico era "sotto shock":
    il leopardo non era smacchiato
    Bersani balbettava "faremo scouting in senato"
    i questori del parlamento ululavano "se questi non si mettono la cravatta non li facciamo entrare"
    Il
    Massone del Colle ripeteva a macchinetta "stabilità, responsabilità,
    governabilità, blablablà" e diceva "un mio secondo mandato sarebbe
    incostituzionale"
    I giornali erano scatenati nelle terrorizzanti
    previsioni del futuro (mia madre se n’è uscita con "se si fa un governo
    con Grillo io me ne vado dall’Italia")

    Grillo sapeva che il
    Sistema era stato aggredito come mai prima e avrebbe reagito duramente e
    scompostamente. E ha detto quella cosa con aria quasi annoiata, come
    dire che OVVIAMENTE il Sistema tenterà (fra le altre strategie) di
    cooptare i singoli eletti. E’ per questo che hanno quegli stipendi, quei
    privilegi pensionistici assurdi, quelle convenzioni su tutto (dai
    trasporti ai negozi di merceria).

    Non è "da adesso" che sono
    bravi all’85%. E’ da sempre. Si è sempre saputo. Era il rischio
    implicito e accettato di sporcarsi col contatto con questo sistema.

    Per adesso, la valutazione personale di Beppe Grillo è stata troppo pessimistica:
    gli eletti del Movimento si sono dimostrati dappertutto più solidi di
    quanto lui temeva. Non siamo vicini neanche al 20% di voltagabbana.

  • spadaccinonero

    lo ha detto grillo.

    e allora?
  • gilberto6666

    Giungono notizie non edificanti anche dal comune di Porto Torres.  

  • spadaccinonero

    ti riferisci a questo?

    non sapevo che eleggessero persino ammeregani XD
    grazie per lo spunto che mi hai dato
  • gilberto6666

    Esattamente a questo. Mi sembrava doveroso divulgare quanto accade in una succursale dell’impero. 

  • spadaccinonero

    apri a riguardo un post nel forum, vedrai che non interverrà nessuno

  • Saysana

    Sempre facile battere i tasti su una tastiera…

  • Saysana

    Caro spadaccinonero,

    Cosi’ per curiosita’, hai votato la tua vita a denigrare il M5S o ti pagano anche per farlo?
    Aspettiamo sempre con ansia le tue soluzioni (a parte olio di ricino e manganello) ai mali d’Italia, perche’ dopo migliaia di post pare sei buono solo a tirare merda contro il M5S e poco altro.
    Cordiali saluti.
  • SanPap

    Provo a risponderti (la risposta si riallaccia a quanto detto poco sopra, e non riguarda solo il M5s ma chiunque cerchi di sostituire "il vecchio" con "il nuovo")

    mettere in piedi un sistema di riscossione non è cosa da poco; forse hanno valutato di non essere in grado di riscuotere "il dovuto" (non è questo il luogo dove valutare se quanto preteso sia veramente dovuto) e hanno deciso di appoggiarsi ad una struttura già esistente e ampiamente operante sul territorio.

    Non è sufficiente costruire in laboratorio alcuni motori che funzionano ad idrogeno liquido e scaricano vapore acqueo per poter sognare di sostituire le vecchie automobili con le nuove, ma occorre ricostruire tutta l’industria che ruota attorno al mondo delle automobili, dalla fabbrica alle officine meccaniche ai distributori, dopo aver valutato bene tutti gli aspetti economici, finanziari, organizzativi, sociali  (un distributore di benzina non può essere riconvertito in un distributore di idrogeno liquido: la benzina è liquida a temperatura ambiente, l’idrogeno è liquido a circa -250 °C; è chiaro che per distribuirlo non si può ricorrere alle comuni distributori, occorre racchiuderlo in appositi contenitori sigillati ed isolati termicamente … e quindi se ho in tasca 10 euro e basta mentre un contenitore di idrogeno liquido ne costa 50 mi dovrò arrangiare ad andare in bicicletta fino a quando non avrò i 50 euro ecc )

    Tutto questo per dire che "tra il dire e il fare, c’è di mezzo il mare"

  • gilberto6666

    A Porto Torres dimissioni,  espulsioni, minacce, con il sindaco "Amerikano".  Persino razzi. 

  • spadaccinonero