Home / ComeDonChisciotte / FANELLI: IVA, IMU, LALLALERO
12276-thumb.jpg

FANELLI: IVA, IMU, LALLALERO

FONTE: ARGENTOFISICO.IT

Mica male la spiegazione di tutto il teatrino dell’ultima settimana che fa Uriel. Anche a me lasciava un sapore di tutto concordato, non so dire, però l’idea del Banana costretto alle corde dai suoi che finalmente (dopo 20 anni un colpo di reni!?!) capivano che non potrà campare per sempre e che senza di lui sono quel niente che sono mi aveva quasi convinto, però Uriel…

Kein Pfush – IVA IMU Lallallero

Scritto da Uriel Fanelli – 2 ottobre 2013

Devono avervi appassionato molto i discorsi alle camere, a quanto vedo dalla casella del modulo di contatto. Eppure, proprio con la fine della vicenda e’ stata chiara la vicenda stessa. Insomma, hanno fatto tutto sto casino per via di IVA e IMU. E adesso che le due tasse sono andate in vigore, il governo torna insieme.
Insomma, IVA e IMU servivano a far quadrare i conti. Erano state presentate a Bruxelles come parte del percorso di risanamento, e da mesi Bruxelles andava ripetendo che il bilancio italiano senza IMU e IVA non sarebbe stato credibile.

D’altro canto, Berlusconi aveva promesso di togliere l’ IMU e di non far aumentare l’ IVA (dal 21 al 22%, per la memoria storica del blog, per quando i rialzi prossimi venturi si saranno susseguiti in futuro. Er), e anche il PD non intendeva introdurre altre tasse, specialmente l’ IVA che colpisce “a tappeto” e piu’ i poveri che i ricchi.

Allora si trovavano presi tra incudine e martello: togliendo IVA e IMU si sforavano i parametri e si tornava dentro la procedura d’infrazione, insieme alla Francia. Lasciandole, invece, Berlusconi sarebbe stato accusato di non aver tolto l’ IMU e il PD di aver permesso l’ aumento dell’ IVA. Un bel dilemma.

Come fare a far passare delle tasse che servono senza prendersene la paternita’?

Semplice: basta non essere al governo mentre le tasse vanno in vigore.

Adesso che succede? Succede che IVA e IMU sono ormai dentro il documento di bilancio che andra’ preparato entro il 15 Ottobre. Siccome non ci sono “i tempi tecnici” per abolirle o trovare altre soluzioni, il risultato e’ che ormai ve le tenete, perche’ verranno inserite nel decreto di stabilita’ consegnato a Bruxelles.

Ma, adesso, se vi chiedessi “di chi e’ la colpa di IVA e IMU?”, i berlusconiani vi diranno che loro si erano ritirati dal governo per colpa dell’ IVA, e che comunque il governo era caduto. Quelli del PD vi diranno che loro avrebbero TAAAANTO voluto togliere queste due tasse, ma poverini, il governo era caduto, e quindi non potevano.

… continua, leggete tutto cercando Uriel Fanelli e/o Kein Pfusch su goooooogle/Krom/quelchel’è

Fonte: www.argentofisico.it
3.10.2013

Pubblicato da Davide

  • yago

    Continuano a scannarsi per la lotta al potere che non ha nulla a che fare con quello che ci devono togliere , ma semplicemente con chi spartire il bottino.

  • uomospeciale

    Premetto di non aver seguito la tragicomica commedia della decadenza di berlusconi e neppure di aver visionato (a causa di attacchi incoercibili di nausea e vomito) sia gli innumerevoli e grotteschi contorcimenti televisivi suoi, delle sue prostitute, e dei membri del suo “clan”, sia gli altri contorcimenti seguiti poi da regolari abbracci e baci con lingua in bocca dei suoi finti nemici che da più di 20 anni fingono di volerlo combattere mentre invece gli reggono il sacco nella più stomachevole e ributtante tradizione italiana.

    Avendo ormai perso da anni, (dalla nascita e decadenza della lega per l’esattezza..) ogni e qualsiasi speranza di vedere nel corso della mia vita un seppur minimo cambiamento in meglio di questo paese ormai non mi considero neppure più cittadino italiano, ma cittadino del mondo.

    Quando arriverà l’inevitabile e ampiamente meritato disastro sociale, economico ed ecologico, io mi limiterò semplicemente ad andarmene in un posto più civile dove non vengono sepolti MILIONI DI MILIARDI di metri cubi di rifiuti tossici sotto i campi coltivati a verdure per più di 30 anni con centinaia di migliaia di camion che vanno avanti e indietro sotto gli occhi di istituzioni e cittadini che: “niente vidi, niente sacciu e
    i fatti miei mi facciu” ……

    In un paese civile dicevo, dove un ladro è un ladro, un mafioso è un mafioso, e una puttana è una puttana…………. E nessuno si sognerebbe mai di ammirarli, osannarli in piazza, prenderli ad esempio da seguire, o fargli rilasciare interviste compiacenti in TV mentre sorridono per i fotografi salutando i “fan” manco fossero delle star…………………………….E meno che mai nessuno si sognerebbe di candidarli od eleggerli in parlamento.

    Un paese civile anzi diciamo pure un PAESE NORMALE dove non c’è più della meta del territorio in mano alle varie criminalità organizzate dove sono il merito e le capacità personali contare e dove c’è pochissimo spazio di manovra per clientelismi favoritismi, per gli imboscati i lavativi, i mediocri, gli assenteisti, e i malavitosi.

    Un paese normale dove la società, la gente, il popolo, dispone di quel minimo di senso di legalità, di senso dello stato, e di dignità, che gli permettono di reagire isolando certi soggetti in carcere o di metterli comunque in posizione di “non nuocere” invece di ritrovarseli sempre in parlamento, nelle grandi aziende o nelle istituzioni “chiave” dove il danno che possono fare è ENORME.

    Un paese normale dove la classe dirigente non sia sempre e solo la selezione concentrata dei peggiori difetti del popolo che vuol rappresentare, come se fosse stata fatta scegliendo da una fetida discarica le parti più putrescenti e maleodoranti per poi conferirgli incarichi direttivi, onori e potere.

    Ho profonda pena e compassione per le (ben poche..) persone ancora pulite che decidono comunque di restare e magari di provare a combattere per cambiare le cose , sono nella migliore delle ipotesi degli ingenui idealisti, e nella peggiore degli idioti che negano la realtà.

    Sprecheranno infatti tutta la loro intera esistenza lottando inutilmente senza cavare un ragno dal buco.
    E’ un paese senza speranze fatto di vecchi rincoglioniti col cervello lobotomizzato da 40 anni di televisione e di giovani che se non sono già scappati all’estero, sopravvivono in una sorta di “limbo” arrancando apatici senza speranze né entusiasmi, badano solo a tirar la giornata e il sussidio di disoccupazione, aspettando che i genitori crepino lasciandogli l’appartamento e 4 spiccioli per continuare farsi le canne.
    Amen.

    Ormai credo se una vaga e flebile speranza ancora esiste per l’Italia è quella di farsi commissariare e governare in toto dei tedeschi, dagli austriaci, dagli svedesi, o dai norvegesi……….. Insomma DA CHIUNQUE TRANNE CHE DAGLI ITALIANI…..
    Dal 46 ad oggi non siamo stati in grado di creare una democrazia compiuta arrancando penosamente e di continuo tra clientelismi, mafie, malgoverno, ruberie, scandali e stragi………….Ovviamente sempre senza colpevoli.
    Accettiamo la realtà. il popolo italiano non è in grado né di esprimere una classe dirigente decente, né di autogovernarsi.
    Infatti non a caso gli italiani sono trattati dai loro stessi politici come dei bambini imbecilli…………………………….. Prestate bene attenzione al tono, alle argomentazioni, alla scelta delle parole, dei concetti e dei vocaboli che i politici usano in TV per parlare al pubblico………….Non è forse cosi, con quei toni con quelle stesse espressioni e parole che un adulto usa per parlare e farsi capire da un bambino deficiente?
    Ma la democrazia e il suffragio universale non sono un giocattoli da dare in mano ai bambini e ai ritardati mentali.
    Visto l’uso che ne abbiamo sempre fatto e la gente che abbiamo sempre eletto senza vergogne per governarci, è meglio toglierceli per limitare i danni
    Tanto anche volendo ed applicandosi al massimo, ben difficilmente un politico straniero riuscirebbe a fare ed essere PEGGIO di uno italiano.

  • ilsanto

    Beh certo il tempismo ed il risultato farebbero pensare che la tesi sia giusta. Ma questo impone una riflessione viviamo una tragedia dove esiste un aborto d’europa che comanda da dietro le quinte ( neanche troppo ) una pagliacciata di governo nazionale che cerca di far vedere alla gente che conta qualcosa magari con queste sceneggiate e intasando tutti i giorni i media, alternando qualche visita in America, in Germania, magari in Russia per far vedere che qualcuno di importante li ascolta. Ed allora delle due l’una o si fà sul serio l’europa e si mandano a casa i governi nazionali o si esce dall’Europa e si ridà dignità e sovranità all’Italia.
    In entrambi i casi direi di adottare in toto la legislazione altrui ( a scelta )
    tanto peggio di così è impossibile.

  • oldhunter

    L’intero articolo di Uriel Fanelli è visibile qui: http://www.keinpfusch.net/2013/10/iva-imu-lallallero.html

  • Coilli

    Non si scannano, è tutto teatro.

  • albsorio

    Bho, spero tu non viva la vita di merda che descrivi, auspichi come soluzione per l’Italia:—–>” Ormai credo se una vaga e flebile speranza ancora esiste per l’Italia è quella di farsi commissariare e governare in toto dei tedeschi…” —— Chissá se i greci sono daccordo con la tua soluzione.

  • teresa

    BELLISSIMO PRECISO PAROLE ESATTE

  • teresa

    Tu devi essere MIKI,Michele

  • riefelis

    Solitamente Uriel Fanelli si incavola sempre quando cdc pubblica i suoi articoli.