Home / ComeDonChisciotte / EUROPA. RAI.IT: DACCI OGGI IL NOSTRO FHRER QUOTIDIANO…
13659-thumb.jpg

EUROPA. RAI.IT: DACCI OGGI IL NOSTRO FHRER QUOTIDIANO…

DI ROSANNA SPADINI

comedonchisciotte.org

Se qualcuno avesse ancora qualche dubbio che questo è un regime, si guardi gli spot di propaganda Rai sul progetto Unione Europea, che allietano le nostre serate da alcuni tempi, quando le famiglie del “mulino bianco” (ormai decimate dalla crisi) si raccolgono intorno al desco domestico. Sono straordinari, edificanti, confortanti, degni di una perfetta dittatura neoliberista, che si serve delle potenti armi del marketing della comunicazione subliminale, per consolidare il proprio potere messo in seria crisi dall’urgenza delle proteste euroscettiche.

Una voce giovane, suadente, afrodisiaca, ci illustra le virtù dell’Europa, seminando messaggi di propaganda eurista attraverso simboli junghiani molto evidenti, per chi ha un briciolo di buon senso in testa. Ma lo sciame inquieto degli spettatori della tv generalista si ciba di piatti rassicuranti in maniera bulimica, senza riflettere né meditare, tante sono le preoccupazioni ansiogene da sedare.

La voce narrante comincia dicendo: “1941 L’Europa è in guerra e sembra destinata all’autodistruzione, però alcuni giovani si trovano a Ventotene e stendono un Manifesto che getta le fondamenta per un’Europa libera e unita.” Intanto scorrono sullo schermo immagini di guerra, un aereo che precipita, gocce di sangue che sporcano il terreno, l’incisione di un numero nazista sul braccio di un deportato, poi appare l’isola di Ventotene immersa in un mare cristallino che promette rigenerazione, riscossa, palingenesi per la società europea (acqua simbolo di vita, rinascita, risurrezione).
“Sembra una follia”, continua la voce suadente, “invece finita la guerra (un sole splendente sbuca dalle nuvole e stelle dorate europee ingombrano la scena) 6 paesi ci credono, oggi sono diventati 28 , è l’Unione Europea (il sole è simbolo del sacro, dell’energia vitale, della vita).

“Tutti insieme siamo 500 milioni di persone, l’economia più grande del pianeta, anche uno spazio di pace e democrazia, dove la qualità della vita è tra le più alte del mondo, se fossimo uno stato saremmo anche primi alle Olimpiadi.” Qui vengono somministrati diversi simboli, sempre in maniera subliminale: il pianeta, il globo è immagine della totalità della potenza europea, del mercato europeo che sfida la globalizzazione; poi parole sensibili e potenti, quali, pace, democrazia, espressione della civiltà d’Europa; infine il richiamo al simbolo forte delle Olimpiadi, i giochi dell’antica Grecia, la culla della democrazia, quindi viene riaffermata l’identità europea democratica, che sarebbe confermata dall’Europa odierna.

Ora per gli aspetti problematici, su cui non si può tacere, diversamente si rischierebbe di apparire inattendibili, la voce continua: “Ma l’Unione Europea non è uno stato, ha una moneta, ma non un esercito, una politica agricola, ma non una vera politica, ha un mercato unico, ma non un senso di appartenenza comune, la sua storia è fatta di successi, l’Europa è un esperimento mai tentato prima, per continuare a contare nel mondo.”
Appare chiaro il tentativo di giustificare le incongruenze del sistema Europa, visto che è “un esperimento mai tentato prima”. Naturalmente non dice che l’Unione monetaria è un vero e proprio imbroglio finanziario, dove la moneta non è più di proprietà degli stati, ma viene emessa a debito, provocando un’apparente stabilità di rapporti col cambio fisso, ma in realtà strozzando in partenza l’economia degli stati più deboli, nei confronti di quelli forti.

Esperimento? In questo caso il termine assume valenze ideologico positive: si tenta di dare vita alla Grande Europa dei popoli, della pace, della democrazia, che sembra essere la realizzazione, difficile ma necessaria del Sogno Paneuropeo.

Dunque è doveroso ripudiare ogni tipo di resistenza euroscettica, dato che il fine sarebbe storicamente vantaggioso per tutti. Il fine giustifica i mezzi, diceva un certo Niccolò.

Ma che questo esperimento rappresenti invece un “fogno”, ce lo dice Zygmunt Bauman in “Modernità e Olocausto”, pur riferendosi ad un’altra storia tragica dell’Europa. Come poterono i tedeschi divenire protagonisti di una condotta sociale tanto immorale da realizzare l’Olocausto, senza che ciò innescasse troppi sensi di colpa? Rispondono gli esperimenti di Stanley Milgram, studioso e psicologo dell’Università di Yale, i quali nel 1974 consistettero nel selezionare cittadini americani del tutto inseriti socialmente e nel farli presenziare come tecnici ad alcuni esperimenti su nuovi metodi di apprendimento: fu chiesto ai soggetti di infliggere scariche elettriche su delle cavie umane, qualora una di queste avesse risposto in maniera sbagliata alle domande poste dallo sperimentatore. Il risultato fu sconvolgente, perché oltre la metà dei soggetti inflisse una scarica elettrica quando non si trovava in presenza delle vittime. Insomma, uomini “normali” divennero dei “boia” a distanza. La struttura burocratica della società nazista avrebbe impedito la presa di coscienza da parte della popolazione, che collaborò senza troppi scrupoli al genocidio degli Ebrei.

Così nella società attuale globalizzata la razionalità e l’etica dell’organizzazione tecnologica avrebbero attivato meccanismi caratterizzanti che favorirebbero la distruzione della coscienza morale, lasciando l’imperio sull’individuo di una immoralità prodotta socialmente. Nessuna possibilità di alcuna condotta etica, quando l’individuo viene privato di una coscienza civile da un sistema sociale tecno/mercatistico, e quindi nessuna possibilità di presa di coscienza nell’età della globalizzazione, nell’età del fondamentalismo consumistico, quando l’individuo è assolutamente asservito al monoteismo del mercato. Oggi il “Führer” è l’ideologia eurista, è il “fogno europeo”, è l'”eurocrazia dei mercati”, che hanno privato gli individui di quella coscienza etica che servirebbe per liberarsi dall’imbroglio.

Lo spot continua: “La sua lezione l’ha imparata dalla guerra. Il suo inno infatti non parla di gloria, di morti o di conquiste, il suo inno parla di gioia.” L’inno europeo è infatti l’adattamento dell’ultimo movimento della Nona Sinfonia di Beethoven, e viene utilizzato dall’Unione europea dal 1986. La critica più dura però proviene da Beppe Grillo, che dice: “Ma in Europa non c’è più la gioia. L’inno alla gioia poi è stato usato anche da Hitler e dai più grandi killer della storia. La gioia non c’è più, qui dobbiamo sederci e ragionare. Basta con l’Inno alla gioia l’ha usato Hitler per i compleanni, l’hanno usato Mao e Smith in Rhodesia. Basta” (ricordate che anche gli esponenti dell’Ukip di Farage hanno voltato le spalle all’inno, durante la cerimonia d’insediamento dell’ultimo palamento?).

Naturalmente mentre la voce fuori campo sparge i germi depistanti della propaganda ideologica, scorrono sulla scena i monumenti più significativi dell’Europa, immagini di persone che lavorano, che si abbracciano, che convivono in pace, di bimbi che crescono felici, di spazi di pace e democrazia, di sportivi che si allenano, di giovani ricercatori che studiano, di anziani che invecchiano serenamente. Insomma l’Europa rappresenterebbe questa oasi di pace e benessere, un mercato unico ampio, un’agricoltura tecnologicamente progredita, una terra di benessere e pace per tutti i suoi abitanti.
Il tutto condito con simboli anche cromatici molto evidenti: tavolozze e pennelli colorati per i bimbi (colori, luci, fantasia, allegria, multicultura), i disegni dei bimbi illustrano un globo (globalizzazione positiva e democratica), i bimbi giocano con armi di plastica per divertimento (ora c’è la pace da 70 anni), i bimbi giocano tra lenzuola bianche stese al sole (bianco, candore, trasparenza, luce, serenità), il suo inno parla di gioia e un lenzuolo bianco si protende oltre il muro di cinta della casa (l’Europa esporta gioia e democrazia), una giovane adolescente corre in un campo di grano maturo (grano, denaro, ricchezza, abbondanza).

Ecco dunque realizzato un perfetto spot propagandistico dell’ideologia neoliberista, uno dei numerosi che scorrono sui teleschermi del Grande Fratello Rai, rivolto al pubblico di massa dei telespettatori del mondo globalizzato, già abituati a strumenti di comunicazione ideologica quali le soap opera, le serie televisive come “Lost”, di J.J.Abrams, che durano 114 puntate, che disperdono le logiche narratologiche tradizionali in una serie infinita di episodi, talvolta privi di senso, dove spariscono magari nel nulla alcuni personaggi senza alcuna giustificazione, dove la logica conclusiva si smarrisce nel caos degli intrecci, ma che promettono un futuro migliore per chi vive nell’ansia del presente.

Tali spot dunque non raccontano la vera Europa: il disastro sociale in Grecia, i suicidi e la disperazione, le politiche di austerità, la perdita di sovranità monetaria e economica, i devastanti Fiscal Compact, Mes, TTIP, Unione Bancaria. Naturalmente nessun riferimento alle numerose guerre che l’UE ha finanziato in giro per il mondo, missioni di “peace keeping” e “peace enforcing”, Afghanistan, Iraq, Libia, Siria, Ucraina, Gaza (anche solo con la vendita di armi e tecnologia militare). E silenzio assoluto sulla rovinosa guerra monetaria, finanziaria e commerciale in atto.

Nessun riferimento, ovviamente, al fatto che tutte le decisioni importanti in Europa vengono prese “al riparo dal processo elettorale” (Mario Monti), escludendo il consenso dei popoli, mai consultati. Ma poi soprattutto le elezioni europee sono finite da un pezzo, come mai gli spot sono aumentati d’intensità? C’è forse qualcosa che non sappiamo? Come mai tanto accanimento? Non mi sembra che ci siano nuove elezioni europee in vista, e nemmeno nuove elezioni politiche. O forse sì? E gli italiani, solitari cittadini del mondo globalizzato, avranno la forza e il coraggio di sventare la congiura ordita a loro danno dai templari del New Global Order?

Nel suo testo “Anschluss. L’annessione. L’unificazione della Germania e il futuro dell’Europa”, Vladimiro Giacchè dice che la stessa strategia politica sperimentata nei confronti della Repubblica Democratica Tedesca sta oggi operando nei paesi periferici dell’Unione europea, mediante la spirale del debito, delle privatizzazioni, delle politiche recessive dell’austerità, della distruzione dello stato sociale e del tessuto produttivo. Come nella RDT anche oggi in Europa si è creata una zona interna di sottosviluppo, funzionalizzata alle esigenze di valorizzazione del capitale. Qualcosa di simile avvenne nel Mezzogiorno, dopo l’Unità d’Italia, ed ora rischia di accadere nuovamente con l’attuale processo di unificazione europea.

Quindi questa che stiamo vivendo è una dittatura vera e propria e si serve naturalmente degli spot propagandistici per divulgare il proprio “credo”, ma molti italiani non se ne sono ancora accorti, altri invece si ritrovano nel loro habitat naturale, visto che hanno convissuto benissimo negli ultimi trent’anni con il regime dell’inciucio perenne, avvalorando tutte le più spudorate nefandezze politiche e attribuendo loro consenso elettorale.

Dunque aguzzate la vista !!

Rosanna Spadini

Fonte: www.comedonchisciotte.org

21.08.2104

Pubblicato da Davide

  • yago

    Se hanno bisogno di propagandare l’Europa significa che sono alla frutta.

    Ormai la nave sta  affondando e le macroscopiche crepe di questo folle disegno balzano agli occhi anche dei più accaniti tifosi. Quando gli elettori cominceranno a negare il consenso ai partiti europeisti i politici si adegueranno e siccome sono tutt’altro che stupidi, invertiranno la rotta in un attimo. Il loro mestiere è quello di cavalcare le idee dominanti ed in questo momento, purtroppo gli europeisti sono ancora molti. Quando parlano in tv recitano un copione scritto dalle linee di partito , ma mi rifiuto di credere che credono nelle fandonie che raccontano. Bisogna pertanto arrivare alla gente con gli stessi metodi di comunicazione che usano loro. Dire e gridare che ci stanno truffando non basta, bisogna fare in modo che il messaggio arrivi in maniera semplice e credibile anche a chi non ha tempo di leggere complicate teorie economico-monetarie. Bisogna in sintesi combattere con le stesse armi ed investire nella propaganda. La comunicazione è una scienza che deve essere gestita da professionisti , non basta cioè avere ragione ma bisogna trovare chi te la da.

  • roberto4321

    Bellissimo articolo.
    Ho idea che sempre più italiani si stiano accorgendo che la causa ultima dei nostri mali economici sia da imputare all’Euro. Sempre in di più capiscono che "l’esperimento" di una unione monetaria senza unione politica e fiscale che fa la gioia dei banchieri condanna al sottosviluppo le aree europee dove prima dell’entrata nell’Euro si registrava una più alta inflazione (quindi tutto il sud dell’Europa).
    Possono fare tutta la pubblicità che vogliono ma è ormai come fermare una frana con le mani, ma comunque è indubbio che ci stiano provando.
    Allo stesso modo mi sono reso conto che a dispetto delle dimensioni del problema sia calata su tutti i mezzi d’ informazione una cappa di silenzio sull’ebola, forse perchè l’immigrazione dall’Africa fa comodo ai "padroni del vapore" sia perchè abbatte il costo del lavoro sia perchè conribuisce all’annullamento delle identità nazionali, mentre al contrario per il caso dell’infulenza aviaria ci fu una campagna propagandistica martellante volta a somministrare alla gente il pericoloso vaccino comprato a caro prezzo dagli Stati, tentativo peraltro andato a vuoto (a dimostrazione che la gente poi così stupida non è).

  • Teopratico

    Spot inguardabili, ci si sente nella pelle di "Winston" a vederli. Avrei accentuato di più la grande e spudorata menzogna della pace da 70 anni in Europa, ah certo i Balcani non apparteneva al club all’epoca, che stupido come si può considerare Europa?

  • ProjectCivilization

    In un contesto di esseri che non sanno esprimere un punto di vista , la voce della TV squarcia il silenzio e diviene vita .

    Anche se dietro c’e’ la massoneria .

     La massoneria e’ maligna , ma e’ dinamica .

    La popolazione non e’ dinamica , non e’ nemmeno veramente vivente .

     Io sono convinto che l’errore sia tenere popolazione , massoni , esseri viventi nello stesso calderone . I viventi devono secedere , trovarsi spazi propri .

  • vic

    L’ho gia’ suggerito in un altro post.

    I tempi sono stramaturi per imbastire uno spettacolo di marionette.
    Non le solite marionette dalle fattezze umane, ma marionette sullo stile di quelle concepite cento anni fa da Sophie Taeuber Arp: marionette metalliche dalle fattezze robotiche.
    Inondare l’UE con simili spettacoli, altroche’  che funzionerebbe!
    Rispondere a messaggi subliminali con altri messaggi subliminali, che pero’ sono ben piu’ sostanziosi in quanto veritieri.
    Gia’, ma uno spettacolo del genere va fatto da artisti, bravi artisti. Non da professionisti del marketing.
    Tra l’altro, che tipo di coscienza avranno mai quelli che campano realizzando spot pro UE del genere?
    Ecco dove porta la cosiddetta scienza, in questo caso la psicologia applicata, se lasciata nelle mani di pochi e sbagliati.
    La globalizzazione e’ figlia delle tecniche del marketing.
    Il marketing e’ la psicologia applicata a fare delle menti dei "target" dei consumatori compulsivi.
    Comprate comprate! Comprate, buttate e ricomprate!
    Consumate questo, consumate quello, buttate l’involucro.
    Oh, che bel esempio subliminale: siamo coscienti di essere diventati la civilta’ dell’involucro?
    Che bei progressi che ha fatto la civilta’ inventando e diffondendo l’involucro plastico, nevvero.
    Quanto durano i biscotti nell’involucro! Peccato che poi non sappiano piu’ di niente, e’ come assaggiare cartone.
    Com’e’ comodo acquistare il latte nell’involucro!
    Ma e’ poi latte quel liquido biancastro?
    Perche’ costa di piu’ se gli hanno tolto praticamente l’essenza?
    Perche’ sulle famose etichette non viene mai riportato il costo dell’involucro?
    Torniamo a quelli del marketing  UE.
    Guardate che l’idea di Europa Unita non nacque solo a Ventotene.
    Ci fu un certo Denis de Rougemont, su un’isola d’altro tipo che mai conobbe dittatore, mai, capito mai, a sognare un’Europa, ovviamente d’altro tipo di questa UE. Come d’altronde sognavano pure quelli di Ventotene.
    L’UE ha tradito il sogno europeo, cosi’ come gli Stati Uniti attuali stanno tradendo lo spirito dei padri fondatori degli USA.
    Chi lo sa, forse nacque tutto dalla controversa decisione di istituire la FED.
    Comunque secondo me, il problema maggiore dell’Italia e’ la cultura.
    Sta diventando un popolo di grandi ignoranti, a partire dai vertici, Monti esplicita l’idea.
    Ovviamente su decine e decine di milioni di abitanti qualche non ignorante lo si trova giocoforza. Ma sta diventando un’eccezione sempre piu’ eccezionale.
    Dalla cultura conviene ripartire, altro che riforma Gelmini.
    E anche dalla democrazia, ma quella vera e praticata, non quella fatta per finta, stile gioco delle tre carte.
    Concordo col commentatore qui sopra: ma quale pace! E quali grandi vedute!
    Volete constatare l’UE all’opera? Andate in quel posto che non si sa come chiamare, pseudo stato, pseudoprotettorato. Andate in Kosovo ed osservate le grandi conquiste dell’UE. Chiedete nella ex Yugoslavia la grande pace che hanno vissuto dagli anni ’70.
    Da chi vennero bombardati? Dai cari fratelli d’Italia, dal fratello comunista d’Alema.
    Lungimiranti i fondatori del MEC?
    MEC significava MERCATO Comune Europeo.
    L’ideologia mercatista c’era gia’ tutta fin dal seme di questa UE.
    E poi cosa si vuol pretendere da politici che escono da stati che fino all’altro giorno erano dittature belle e buone, vero Barroso?
    Comunque resto sconcertato ascoltando i politici pro UE, predicano sempre del grande ideale, neanche non vedessero la realta’ di questa UE. Non posso credere che lo facciano esclusivamente per sogni di carriera. Dev’esserci dell’altro.
    L’altro e’ forse quel sogno subliminale, quell’anelito di impero, che gia’ covava dopo la caduta dell’impero romano.
    Ma chi lo dice mai che l’impero e’ il meglio? Dove sta mai scritto?
    Pragmaticametne osservo che chi e’ governato meglio tende ad essere piccolo, non grande. Dove mai il moderno impero americano ha trovato ottime soluzioni? Dove? Manco a Granada s’e’ comportato in modo decente. Ecco cosa succede a voler diventare impero. Si degenera totalmente. Si perdono le coordinate della buona creanza e della decenza.
    In piccolo anche i problemi sono piu’ abbordabili. La corruzione meglio controllabile. Per forza, quello che fa politica ti passa sotto casa, sai chi e’ e di che pasta e’ fatto.
    Van Rompuy presidente dell’UE? Ma chi lo conosce! Chi lo ha votato?
    Barroso, ma chi ti ha mai voluto!
    L’UE e’ questo, un aborto fin dalla nascita, l’aborto del sogno di Ventotene, che Rossi e compagnia si rigirano ancora nella tomba dal disgusto.
    Ma ben involucrato il disgusto ed il marciume interno, che sempre stan li’, vengono dipinti con gli sgargianti colori del marketing. Solo involucro. Fosse solo un invoucro vuoto, in realta’ il contenuto fa vomitare.
    Adieu UE. Speriamo che dalle tue radici marce nascano dei fiori. Dal letame nascono i fior. Talvolta. Ma prima occorre riconoscere che sia letame.
    Quasi ci siamo, dai.
    Viva le isole, viva lo spirito di Ventotene.
  • clack

    Un altro ottimo articolo di Rosanna, che però compie un piccolo errore di prospettiva.

    Il potere eurocratico non è messo in crisi "dall’urgenza delle proteste euroscettiche" ma dalle sue stesse scelte, eseguite deliberatamente per provocare un panorama di devastazione economica, sociale e valoriale nei paesi che vi aderiscono. Sono proprio quelle scelte che hanno provocato le sacrosante proteste di chi vede giustamente nella UE una variante degenerata del Reich nazista. 
    La realtà prodotta da quelle scelte riconferma inoltre la valenza profondamente orwelliana del regime già a partire dall’inno UE. Che è intitolato alla gioia ma si contrappone alla realtà di sofferenza per decine di milioni di cittadini europei, cui si è ritenuto necessario sottoporli al fine di conseguire i risultati pretesi dal fondamentalismo tecnocratico dei non eletti da nessuno che sono a capo della dittatura europea.
    Fin qui niente di nuovo. La cosa più grave, e che per me rappresenta il vero scandalo e allo stesso tempo la misura di quale livello di degrado intellettuale, morale e valoriale si sia sprofondati, è che nessuna voce autorevole si sia levata contro questi spot, per smascherarli e definirli per quello che sono: pura propaganda, talmente smaccata e inconsistente negli argomenti che vorrebbe prendere a pretesto per dimostrare una realtà inesistente, da essere essi stessi la migliore dimostrazione che oggi i paesi europei sono schiacciati da un regime tirannico. 
    Che come tutti i suoi simili ha un estremo bisogno del suo Minculpop.
  • clausneghe

    Guardate, stavo giusto pensando un attimo fa, l’Europa è alla fine, siamo agli ultimi giorni, verrà la guerra a sistemare tutto, alla sua maniera.

    Poi , sempre un attimo fa, sono andato sul sito di "Voce della Russia" animato da uno strano presentimento, strano ma non imprevisto. 
    Difatti la prima notizia su questo Sito, non ancora diffusa dai mainstream, dice in tutta la sua gravità: Bombardata a colpi di mortaio la colonna di aiuti umanitari Russi.
    Signori, questa volta non mi sbaglio: Siamo dentro la terza guerra mondiale e noi Italioti siamo ancora una volta alleati con la parte sbagliata, che verrà sconfitta ne sono certo, così come fu sconfitto l’Asse fascio-nazista.
    La Russia questa volta non può fare a meno di rispondere.
    Travolgeranno i folli di Kiev e se qualcuno oserà opporsi travolgeranno pure lui. Vero patetico e ridicolo pingue piddino con la faccia da coniglio?
  • Georgejefferson

    ATTENZIONE A QUESTO PASSAGGIO DEL MANIFESTO DI VENTOTENE (sottolineature mie):

    Forze provenienti da tutte le classi sociali, per motivi sia
    economici sia ideali, possono essere interessate ad esso (Si riferisce all’ordinamento federale dell’Europa). 
    Ad esso ci si potrà avvicinare per via di trattative diplomatiche 

    e per via
    di agitazione popolare
    promuovendo fra le classi colte lo studio
    dei problemi ad esso attinenti, 
    e provocando stati di fatto rivoluzionari,avvenuti i quali non sia più possibile tornare indietro;influendo sulle sfere dirigenti degli stati vincitori, ed agitando negli stati vinti la parola che solo in una Europa libera e unita
    essi possono trovare la loro salvezza ed evitare le disastrose
    conseguenze della sconfitta.

    Appunto per questo è sorto il nostro Movimento. È la preminenza,
    l’anteriorità di questo problema rispetto a tutti quelli che
    si impongono nell’epoca in cui ci stiamo inoltrando; è la sicurezza
    che, se lasceremo risolidificare la situazione nei vecchi
    stampi nazionalistici, l’occasione sarà persa per sempre, e nessuna
    pace e benessere duraturo ne potrà avere il nostro continente;
    è tutto questo che ci ha spinto a creare un’organizzazione
    autonoma, allo scopo di propugnare l’idea della Federazione
    Europea come meta realizzabile nel prossimo dopoguerra.
    QUELLO CHE VOGLIO RISOTTOLINEARE,AL DI LA DEL GIUDIZIO ETICO (IMPORTANTE MA CHE NON CITO ORA,E’ QUESTO)
    agitando negli stati vinti la parola che solo in una Europa libera e unita
    essi possono trovare la loro salvezza ed evitare le disastrose
    conseguenze della sconfitta.

    ECCO,RIPETO,AL DI LA DEL GIUSTO O SBAGLIATO NEGLI INTENTI,QUESTO SCOPO E’ FALLITO,ED ALCUNI,NONOSTANTE I MORTI E SOFFERENZE SUL CAMPO,NON NE VUOLE PRENDERE ATTO.
  • MespE

    Sempre da "Voce della Russia": Nessuno dei conducenti è rimasto ferito. Il carico è stato consegnato integro a destinazione. Il 22 agosto a Lugansk sono giunti 262 camion del convoglio umanitario russo.


    Io studio russo da 6 anni. Sto pensando seriamente di trasferirmi.

    Per saperne di più:  http://italian.ruvr.ru/news/2014_08_23/Spari-contro-la-colonna-di-aiuti-umanitari-russi-7951/ [italian.ruvr.ru]
  • Georgios

    Complimenti Rosanna. E’, a dir poco, perfetto.

    Per pura coincidenza ho visto proprio ieri sera la parte finale di questo spot per la prima volta. Non sapevo che esistesse perché non seguo la RAI da anni, ci vado solo ogni tanto per leggere il Televideo, farmi un’idea di come la pensa il dottor Goebbels. Ma sono bastati attimi per capire di che cosa si trattasse. Erano gli attimi dell’Inno alla Gioia e per me e’ stata l’occasione per un’ulteriore conferma di una teoria avanzata tempo fa e secondo la quale bestemmiare fa bene alla salute. Infatti, o davo libero sfogo alla mia ira e indignazione per questa abominevole porcata o rischiavo il crepacuore. Pur essendo abbastanza preparato.

    Inutile dire che qui qualcosa di analogo non osano mostrare. Oltre che ridicolo sarebbe anche pericoloso nel caso qualcuno non resistesse e lanciasse l’apparecchio fuori dalla finestra. Infatti, il nostro principale problema, oltre alla demoralizzazione, e’ l’attaccamento clientelare ai meccanismi partitici. Ma per quel che riguarda l’Europa i greci non si fanno delle illusioni anche se non hanno ancora (come maggioranza) le idee molto chiare sull’euro. Ci sono molti che credono ancora nella favola della "moneta forte" che sarebbe una garanzia per i loro, in realtà inesistenti, risparmi. Tra qualche mese però, che arriverà il haircut, si schiariranno le idee.

    Invece da voi, questo sogno dell’Europa forte e democratica e’ stato sempre molto seducente. Forse perché appartenete al nucleo rinascimentale europeo, certamente perché siete stati sempre una forte economia europea e infine, mi azzardo ma senza offese, forse perché siete come popolo un poco ingenui, uso il termine non in senso spregiativo, ma per indicare una tendenza alla buona volontà. Purtroppo il capitalismo non permette certi "errori" e non si sensibilizza da certe "debolezze". Perché, come bene descrivi, si basa sulla distruzione della coscienza morale.

    Per cui, cercate di sensibilizzare la gente proprio su questo punto. L’Europa non e’ quella dello spot ma quella di Hitler, solo che usa altre armi. Sarebbe un’idea fare un anti-spot che segua il filo dell’originale ma con immagini e parole rispecchianti la realtà vera e farlo circolare il più possibile. Non intendo solo su Youtube, ma anche distribuendolo fuori dai supermercati per chi non usa la rette. Quelli sono i più vulnerabili.

  • Ossimoro

    Di recente su rainews24 ne hanno mandato in onda uno in cui vendono come "menzogne" le richieste di sacrifici fatte ai cittadini dai loro stessi Governi in nome del "ce lo chiede l’Europa". E’ un video destabilizzante. Davvero vergognoso. Si sta andando davvero oltre.  

    Ma con quali soldi questi video vengono realizzati?
  • Georgios

    Da RT:

    "Missione compiuta: Mosca conferma la consegna d’aiuto in Ucraina (Est). Gli autocarri ritornano in Russia".

    http://rt.com/news/182332-humanitarian-aid-foreign-ministry/

  • lucamartinelli

    Ben hai fatto a citare Rainews24. Insieme al Tg3 è la peggiore centrale di disinformazione in Italia. Riconosciamo anche che i padroni sono stati furbi. Prima hanno dato a bere agli italioti che si trattasse di emittenti di sinistra (ricordi TeleKabul?) poi, quando gli italioti se ne sono convinti, hanno usato queste emittenti per diffondere disinformazione. Sai quante volte ho scritto alla signora Berlinguer? Naturalmente non avevo la pretesa di farle cambiare linea ma solo di insultarla.

  • RosannaSpadini

    Grazie a tutti per i commenti di consenso, abili e competenti, le vostre considerazioni mi danno speranza, perché forse questo blog riesce a divulgare le corrette verità, negate ogni giorno da tutti gli organi di stampa, però se ci sono ancora teste pensanti come le vostre, che non si lasciano condizionare dall’ipocrisia dominante, allora non tutto è perduto.

    Secondo me siamo prossimi al collasso del fuhrer, c’è troppa frenesia strategica in giro e troppi spot di propaganda fuori tempo massimo.

  • lucamartinelli

    Ciao Vic. So che è un mio pallino ma tutte le volte che si parla di D’Alema (o Napolitano-Veltroni-Violante) io uso sempre l’aggettivo "finto-comunista". Soprattutto per D’Alema è appropriato visto che il suo nome era nella lista degli iscritti alla P2, nella parte non pubblicata (come rivelato da Zagami al convegno di Roviano). Essere a conoscenza dell’appartenenza del nostro eroe alla massoneria accende una lampadina nella nostra mente e tutto si chiarisce, dalla bicamerale con il massone Berlusconi al bombardamento della Jugoslavia, che ha fatto del nostro eroe un criminale contro l’umanità.

  • Georgios

    Va be… "che seguisse".

    L’importante e’ quello che propongo nell’ultimo paragrafo. Pensateci. Sono errori che abbiamo fatto noi qui. Ci vuole contatto, questo e’ mille volte più efficiente che esprimere nella rete i nostri giusti pareri.

  • Petrus

    Non sono alla frutta, ma sono poche centinaia di banchieri inetti alla minima attività fisica contro cinquecento milioni di persone che, se solo si svegliassero, potrebbero allegramente trucidarli anche solo calpestandoli fisicamente. Quindi devono continuamente rincoglionire la gente.

    Non puoi usare le loro stesse armi, perché da decenni sono i padroni assoluti dei mass media.
  • Jor-el
  • DESERTBOY

    Da paura!

  • Georgejefferson

    Gia,mi ricordo questa oscenita in particolare,la propaganda monetarista per i bambini in cartoni animati

  • Georgejefferson
    Mi ricordo anche questa oscenita in particolare,la propaganda monetarista per i bambini in cartoni animati:

  • RosannaSpadini

    @Georgejefferson

    sono stata sul tuo blog, complimenti, non sapevo che tu fossi un artista, per di più esperto in economia, ho sentito musica e letto anche alcuni articoli, devo leggere ancora quello lunghissimo di Barnard.

    Bravissimo !!

  • zara

    Dal testo:"Nessun riferimento, ovviamente, al fatto che tutte le decisioni importanti in Europa vengono prese "al riparo dal processo elettorale" (Mario Monti), escludendo il consenso dei popoli, mai consultati". 


    Naturalmente,- ad elezioni avvenute- le riforme capestro di " Monti-Fornero" vengono tutt’ora mantenute in vigore: perchè?
    La "democrazia" è qualcosa di diverso dai decisori tecnocrati? 
    E’ evidente che no!
  • Gibilee

    Resta il fatto che la TV rimane ancora per la maggior parte della popolazione se non l’esclusivo ma sicuramente il più determinante tra i mezzi di informazione.

    E’ una ‘droga’ da cui risulta per moltissimi astenersi.
    Chi legge blog come questo o similari la vista sembra averla già aguzzata, ma i restanti milioni ? 
  • Georgejefferson

    Esperto in economia non direi,mi sono appassionato un po in conseguenza di interessi di studio piu eruditi anche se amatoriali.Il sito e la musica li sto trascurando da qualche anno per via dello studio,che in questa fase,mi appassiona di piu.Alla base di interessi,filosofia.Grazie per l’apprezzamento Rosanna

  • Georgejefferson

    C’e’ la differenza che questa "democrazia",che ovvio e’ solo formale,un simulacro,permette un minimo di  pressione popolare,e apre possibilita’,seppur poco probabili forse,che emerga leadership cooptato da poteri locali da servire (non e’ bello,ma ai poteri forti non piace comunque),addirittura,seppur remota,possibilita di "un matto" che pensi ai popoli (ci sono stati).Poi la retorica di Monti e’ ovviamente facile.L’inganno sta nell’induzione mediatica dell’esistenza di "tecnici competenti",che farebbero il bene responsabile contro le promesse di populisti che regalano risorse pubbliche per interesse particolare.Ovviamente,lui uomo delle grandi Banche,lo riferisce (esprimendosi con intento di tacito intendimento con le elite) come "al riparo" da possibilita di cui sopra citate all’inizio.

  • Gil_Grissom

    E’ davvero beffardo che a guidare l’Europa di oggi siano persone della stessa nazionalita’ ma soprattutto della stessa caratura mentale e dagli stessi metodi di coloro che all’inizio del filmato vengono additati come modello da non seguire : si dice cioe’ che l’Europa e’ fondata sui principi dell’antinazismo e poi alla sua guida trovi la cancelliera Merkel, perché nessuno puo’ ormai dubitare che la Merkel sia il vero presidente del consiglio europeo. Una contraddizione che sarebbe quantomeno comica se non fosse che intanto intere popolazioni stanno morendo di fame. 

  • MarioG

    Ormai questo Hitler è come il prezzemolo, lo mettono dappertutto:

    Saddam era Hitler, Milosevic era Hitler, Putin è Hitler,…, oggi l’"Europa" è il vero Hitler; anche Grillo è stato Hitler, a suo tempo. 
    Bisognerebbe anche darci un taglio.
  • Georgejefferson

    A livello di opinione pubblica,pochissimi spazi sono lasciati dall’egemonia culturale.A volte,inconsciamente anche,si utilizzano strategie di contropropaganda.

  • Georgios

    Bisogna saper distinguere.

    Chi diceva che Saddam e Milosevic erano Hitler? Chi ha detto che Grillo era Hitler? Chi dice che Putin e’ Hitler?

    E chi dice che l’Europa e’ Hitler?

    Se c’è una distinzione da fare e’ tra queste due categorie di "chi dice". Perché se mettiamo tutti nello stesso "si dice" allora non si capisce più niente. Anche dandoci tutti i tagli che vuoi.

  • secretfreewolf

    Risi di gusto quando vidi il primo spot…… Era PROPAGANDA allo stato puro, sono seguiti tutti gli altri spots, gustati ed accolti con profonde e godute RISATE. Sono talmente di propaganda che anche il meno sveglio degli idioti ne coglierebbe il senso. Roba da Goebbels, Minculpop, Prvda o Unita’…. anche se molti altri fogli attuali sono PROPAGANDA, non solo stampati, molti tanti i servizi su piccolo schermo seguono a ruota la graduatoria dei piu’ PROPAGANDISTI.

    Si, d’accordo, ma sono ottimista e come dicevo conto che la maggioranza del popolo non sia meno sveglia del piu’ sveglio degli idioti……

  • massea

    ….. ma questo lo avevamo scoperto gia diversi anni fa ….  ma ditemi : come fate ad avere il coraggio di vedere la RAI ? cosa credete cha da un giorno all’altro tutto all’ improvviso puo cambiare perche … magari persuasi dal profeta di turno ( … vedi Grillo ..etc ). Signori . Godetevi la vita perche e’ breve e non pensateci piu.

  • Gil_Grissom

    Spot ignobile

  • shushu

    Coach Outlet Online [www.coachoutletstoreinuk.com] Coach Outlet [www.coachfactoryoutletanus.com] Coach Factory Outlet [www.coachoutletonlineunsius.com] Coach Outlet Online [www.coachoutletstoreinuk.com] Coach Factory Outlet [www.coachoutletonlineunsius.com] Coach Outlet Store Online [www.coachfactoryoutletuisa.com] Coach Outlet Store Online [www.coachfactoryoutletuisa.com] Coach Factory Outlet [www.coachoutletonlineunsius.com] Coach Outlet [www.coachfactoryoutletanus.com] Coach Handbags Outlet [www.coachfactoryoutletonlinesius.com] Coach Outlet [www.coachfactoryoutletanus.com] Coach Outlet [www.coachfactoryoutletanus.com] Chanel Handbags [www.chanleoutletmodi.com] Louis Vuitton [www.louisvuittonoutletina.com] Louis Vuitton Outlet [www.louisvuittonoutletine.com] Gucci Belts [www.guccibeltsoutletbcus.com] Gucci Belt [www.guccibelststco.com] Louis Vuitton Outlet [www.louisvuittonoutletine.com] Oakley Sunglasses Outlet [www.oakleysunglassescnc.name] Louis Vuitton Outlet [www.louisvuittonoutletine.com] Oakley Sunglasses Outlet [www.oakleysunglassescnc.name] Oakley Sunglasses [www.oakleysunglassesmaba.com] Oakley Sunglasses [www.oakleysunglassesmaba.com] Louis Vuitton Outlet [www.louisvuittonoutletine.com] Louis Vuitton Outlet [www.louisvuittonoutletine.com] Louis Vuitton Outlet [www.louisvuittonoutletine.com] Louis Vuitton Handbags [www.louisvuittonoutletcsc.com] Louis Vuitton Outlet Online [www.louisvuittonoutletsnib.com] Louis Vuitton Handbags [www.louisvuittonoutletcsc.com] Louis Vuitton [www.louisvuittonoutletina.com] Louis Vuitton Handbags [www.louisvuittonoutletcsc.com] Louis Vuitton Outlet Online [www.louisvuittonoutletsnib.com] Chanel Outlet [www.chaneloutletmodi.com] Chanel Outlet [www.chaneloutletmodi.com] Chanel Outlet [www.chaneloutletmodi.com] Chanel [www.chaneloutletinfr.com] Oakley Sunglasses [www.oakleysunglassesmaba.com] Oakley Sunglasses Outlet [www.oakleysunglassescnc.name] Oakley Sunglasses [www.oakleysunglassesmaba.com] Oakley Sunglasses [www.oakleysunglassesmaba.com] Oakley Sunglasses Outlet [www.oakleysunglassescnc.name] Oakley Sunglasses Outlet [www.oakleysunglassescnc.name] Ray Ban [www.raybanshop.name] Ray Ban Sunglasses [www.raybansunglassesshop.name] Ray Ban Sunglasses Outlet [www.raybansunglassesmodo.net] Coach Outlet [www.coachfactoryoutletanus.com] Coach Outlet Online [www.coachoutletstoreinuk.com] Coach Outlet [www.coachfactoryoutletanus.com] Coach Factory Outlet [www.coachoutletonlineunsius.com] Coach Factory Outlet [www.coachoutletonlineunsius.com] Coach Outlet Store [www.coachfactoryoutletnbsa.com] Coach Outlet Store Online [www.coachfactoryoutletuisa.com] Coach Outlet [www.coachfactoryoutletanus.com] Coach Factory Online [www.coachfactorystoreuin.com] Coach Factory Outlet [www.coachoutletonlineunsius.com] Coach Factory Outlet [www.coachoutletonlineunsius.com] Coach Outlet [www.coachfactoryoutletanus.com] Coach Outlet Store Online [www.coachfactoryoutletuisa.com] Chanel Outlet Online [www.chanleoutletmodi.com] Louis Vuitton Outlet [www.louisvuittonoutletine.com] Louis Vuitton Handbags [www.louisvuittonoutletcsc.com] Gucci Belt [www.guccibelststco.com] Gucci Belts [www.guccibeltsoutletbcus.com] Louis Vuitton Outlet Online [www.louisvuittonoutletsnib.com] Oakley Sunglasses Outlet [www.oakleysunglassescnc.name] Louis Vuitton Outlet Online [www.louisvuittonoutletsnib.com] Oakley Sunglasses Outlet [www.oakleysunglassescnc.name] Cheap Oakley Sunglasses [www.oakleysunglassesmaba.com] Oakley Sunglasses [www.oakleysunglassesmaba.com] Louis Vuitton Outlet [www.louisvuittonoutletine.com] Louis Vuitton Outlet [www.louisvuittonoutletine.com] Louis Vuitton Outlet [www.louisvuittonoutletine.com] Louis Vuitton Handbags [www.louisvuittonoutletcsc.com] Louis Vuitton Outlet Online [www.louisvuittonoutletsnib.com] Louis Vuitton Handbags [www.louisvuittonoutletcsc.com] Louis Vuitton [www.louisvuittonoutletina.com] Louis Vuitton Handbags [www.louisvuittonoutletcsc.com] Louis Vuitton Outlet Online [www.louisvuittonoutletsnib.com] Chanel Handbags [www.chanleoutletmodi.com] Chanel Han
    dbags
    [www.chanleoutletmodi.com] Chanel Outlet [www.chaneloutletmodi.com] Chanel [www.chaneloutletinfr.com] Oakley Sunglasses [www.oakleysunglassesmaba.com] Oakley Sunglasses Outlet [www.oakleysunglassescnc.name] Oakley Sunglasses [www.oakleysunglassesmaba.com] Oakley Sunglasses [www.oakleysunglassesmaba.com] Oakley Sunglasses Outlet [www.oakleysunglassescnc.name] Oakley Sunglasses Outlet [www.oakleysunglassescnc.name] Ray Ban [www.raybanshop.name] Ray Ban Sunglasses [www.raybansunglassesshop.name] Ray Ban Sunglasses Outlet [www.raybansunglassesmodo.net] Coach Outlet [www.coachfactoryoutletanus.com] Coach Outlet Online [www.coachoutletstoreinuk.com] Coach Factory Outlet [www.coachoutletonlineunsius.com] Coach Outlet [www.coachfactoryoutletanus.com] Coach Online Outlet [www.coachoutletonlinetur.com] Coach Factory Outlet [www.coachoutletonlineunsius.com] Coach Outlet Store [www.coachfactoryoutletnbsa.com] Coach Outlet Store [www.coachfactoryoutletnbsa.com] Coach Outlet Online [www.coachoutletstoreinuk.com] Coach Factory Outlet [www.coachoutletonlineunsius.com] Coach Factory Online [www.coachfactorystoreuin.com] Coach Factory Outlet [www.coachoutletonlineunsius.com] Coach Outlet Store Online [www.coachfactoryoutletuisa.com] Chanel Handbags [www.chanleoutletmodi.com] Louis Vuitton Outlet Online [www.louisvuittonoutletsnib.com] Louis Vuitton Outlet [www.louisvuittonoutletine.com] Louis Vuitton Belt [www.guccibeltsoutletbcus.com] Hermes Belt [www.guccibelststco.com] Louis Vuitton Outlet [www.louisvuittonoutletine.com] Oakley Sunglasses Outlet [www.oakleysunglassescnc.name] Louis Vuitton Outlet [www.louisvuittonoutletine.com] Oakley Sunglasses Outlet [www.oakleysunglassescnc.name] Oakley Sunglasses [www.oakleysunglassesmaba.com] Oakley Sunglasses [www.oakleysunglassesmaba.com] Louis Vuitton Purses [www.louisvuittonoutletinca.com] Louis Vuitton Purses [www.louisvuittonoutletinca.com] Louis Vuitton Outlet [www.louisvuittonoutletine.com] Louis Vuitton Handbags [www.louisvuittonoutletcsc.com] Louis Vuitton Outlet Online [www.louisvuittonoutletsnib.com] Louis Vuitton Purses [www.louisvuittonoutletinca.com] Louis Vuitton Handbag [www.louisvuittonoutletori.com] http://www.louisvuitton.com [www.louisvuittonoutlettca.com] Cheap Louis Vuitton [www.louisvuittonoutletincn.com] Chanel Purses [www.chaneloutletmodi.com] Chanel Purses [www.chaneloutletmodi.com] Chanel Outlet Online [www.chanleoutletmodi.com] Chanel Handbags [www.chanleoutletmodi.com] Cheap Oakley Sunglasses [www.oakleysunglassesmaba.com] Oakley Sunglasses Wholesale [www.okelysuglassesmodo.net] Oakley Sunglasses [www.oakleysunglassesmaba.com] Oakley Sunglasses Outlet [www.oakleysunglassescnc.name] Oakley Sunglases Wholesale [www.oakleyoutletonline.us.com] Oakley Sunglasses Outlet [www.oakleysunglassescnc.name] Cheap Ray Ban Sunglasses [www.raybanshop.name] Ray Ban Sunglasses [www.raybansunglassesshop.name] Ray Ban Sunglasses Outlet [www.raybansunglassesmodo.net] Coach Outlet [www.coachfactoryoutletanus.com] Coach Outlet Online [www.coachoutletstoreinuk.com] Coach Factory Outlet [www.coachoutletonlineunsius.com] Coach Outlet Store [www.coachfactoryoutletnbsa.com] Coach Factory Outlet [www.coachoutletonlineunsius.com] Coach Factory Outlet [www.coachoutletonlineunsius.com] Coach Factory Outlet [www.coachoutletonlineunsius.com] Coach Outlet Online [www.coachoutletstoreinuk.com] Coach Outlet [www.coachfactoryoutletanus.com] Michael Kors Outlet [www.michaelkorsoutletmobi.com] Michael Kors Outlet [www.michaelkorsoutletmobi.com]True Religion Outlet Coach Outlet [www.coachfactoryoutletanus.com] Coach Outlet Online [www.coachoutletstoreinuk.com] Coach Outlet [www.coachfactoryoutletanus.com] Coach Outlet [www.coachfactoryoutletanus.com] Coach Factory Outlet [www.coachoutletonlineunsius.com] Coach Factory Outlet Online [www.coachoutletstoreinus.org] Coach Factory Outlet Online [www.coachoutletstoreinus.org] Coach Outlet Store [www.coachfactoryoutletnbsa.com] Coach Factory Outlet [www.coachoutletonlineunsius.com] Coach Factory Outlet [www.coachoutletonlineunsius.com] Coach Outlet Store [www.coachfactoryoutletnbsa.com] Coach Outlet Online [www.coachoutletstoreinuk.com] Coach Outlet [www.coachfactoryoutletanus.com] Michael Kors Outlet [www.michaelkorsoutletmobi.com] Michael Kors Outlet Store [www.michaelkorsoutletshoppings.com]True Religion Jeans Coach Outlet [www.coachfactoryoutletanus.com] Coach Outlet Online [www.coachoutletstoreinuk.com] Coach Outlet [www.coachfactoryoutletanus.com] Coach Outlet [www.coachfactoryoutletanus.com] Coach Factory Outlet [www.coachoutletonlineunsius.com]