Home / ComeDonChisciotte / ENRICO LETTA PREMIER, IL POTERE EQUIVICINO
11677-thumb.jpg

ENRICO LETTA PREMIER, IL POTERE EQUIVICINO

DI ANTONELLO CAPORALE
ilfattoquotidiano.it

Enrico Letta è così bravo, ben educato, disponibile e prudente che sembra lo zio Gianni. Insieme non fanno una famiglia ma compongono un sistema di potere equivicino. Enrico, che è stato il ministro più giovane d’Italia al tempo del governo Prodi, ha sempre le idee ben pettinate: nè di qua nè di là. Ha il senso della posizione in campo, la capacità di stare quasi sempre dalla parte che vince. Enrico, che oggi è chiamato a premier, era il vice di Bersani, il vice disastro. Eppure il capo della ditta è dovuto tornare a Bettola, smacchiato prima da Berlusconi e poi dagli elettori del Pd, grandi e piccoli, mentre lui ha aperto l’ombrello e schivato la pioggia. Ombrello sempre sopra il capo, nessuna somiglianza con quello di Altan.Enrico è un bravo democristiano, limpido e solare. Non urla ma dibatte. Non decide, lui concerta. Non invita, lui auspica. E’ perfetto nella figura del presidente-arbitro: conterà poco, perchè dietro di lui si staglia l’ombra di re Giorgio, ma a quel poco ci tiene tantissimo. E’ stato fortunato, ha avuto sempre una carriera in discesa. Non conosce la militanza, come del resto tanti altri colleghi dirigenti, però è onesto più degli altri e fedele alla parola data.

Non è vanaglorioso, sa stare al suo posto. Essendo un predestinato non deve competere, non deve sgozzare. Sono gli altri che pensano a lui. Sceglie l’immobilità,  fermo al centro dell’universo. E attende che le stelle lo conducano dove egli spera. E’ stato così anche adesso. Non una parola, un cenno, una sgomitata. Gli altri hanno lavorato per lui. Per capirci: gli amici  del Pdl. Cioè Berlusconi. Cioè Letta, l’amato zio Gianni.

Antonello Caporale
Fonte: www.ilfattoquotidiano.it
Link: http://www.ilfattoquotidiano.it/2013/04/24/enrico-letta-premier-il-potere-equivicino/573819/
24.04.2013

Pubblicato da Davide

  • Ultor

    dite addio ai gioielli di famiglia, Eni, Poste, CDP. finmeccanica, enel,…
    da buon allievo di Andreatta
    http://it.wikipedia.org/wiki/Istituto_per_la_Ricostruzione_Industriale

  • OlausWormius

    Enrico Letta da buon bilderberghino era anche uno dei più agguerriti sostenitori alla lotta al contante.
    Questa una sua frase a febbraio durante la campagna elettorale: “Noi siamo per la lotta senza quartiere contro l’evasione fiscale, perché solo in quel modo si possono ridurre le tasse a chi le paga. Il nostro provvedimento principale sarà quindi una forte limitazione all’uso del contante e una forte tracciabilità dei pagamenti, perché chi paga le tasse non ha nulla da temere da questi controlli”
    Quando lo sentirete parlare di moralizzazione della vita pubblica o lotta alla corruzione (come se la corruzione avvenisse tramite poche centinaia di euro in contante) sappiate che intende anche quello.

  • aNOnymo

    Famiglia Letta, o sarabbe meglio dire Lecca, tra le famiglie piu paracule, burattini e accondiscendenti del panorama italiano. Zietto Gianni gia super consigliere Goldman Sachs e braccio destro di Berlusconi. Letta nipote invece è un ometto “tutto d’un pezzo”, che come afferma Caporale non sta nè di qua e nè di la, insomma a totale disposizione dei padroni Goldman che ,insieme alla Deutsche Bank, hanno partorito quella sottospecie di lurido animale sfasciatati chiamato “euro”, con il patrocinio USA.
    Totale libertà a Lor signori di fare copy/paste con le loro figurine. Di fare insomma quel cazzo che vogliono con l’Italia.
    Comunque Letta sarà il prossimo martire del capitalismo e vittima sacrificale della mamma denaro, avrà il duro compito di abbassare gli stipendi e le pensioni agli italiani. Tutto questo mentre la “Confindustria” tedesca fa il bagno nello champagne e festeggia insieme a delle troiette italiane da parlamento. La svendita del paese continua e nel frattempo Goldman Sachs triplica i sui profitti che in un anno aumentano del 191%. E’ a noi poveri stronzi debitori lebrosi ci dicono che abbiamo consumato più di quello che potevamo. Alla fine si prenderanno tutto, i soldi, le aziende, la dignità delle persone e il loro futuro. Merde!

  • Tao


    24 aprile. Napolitano ha dunque dato l’incarico a Enrico Letta (di Gianni Nipote). Nessuna sopresa. Personalità gradita a Berlusconi, che ha fatto valere il suo potere d’interdizione. Quel che più conta è che egli è un politico gradito al mondo della grande finanza, italiana e globale. Eurista di ferro.

    Sarà “governicchio” o “governissimo”? Alcuni ritengono che siccome la sua vita sarà breve, sarà di fatto un “governicchio”. Metterà qualche pezza all’abito sdrucito della seconda repubblica per riportare gli italiani al voto, al massimo entro un anno. Sarebbe quindi la durata il criterio decisivo di giudizio. Dissento. Anche il governo Monti è durato poco ma, con le sue misure draconiane, ha scavato un solco profondo, indelebile nella vita di questo paese. 

    Chiediamoci: quali sono i desiderata delle potenti seppur malandate forze che stanno dietro al nascituro governo? Primo: rimettere in careggiata il sistema bipolare, fracassato delle elezioni di febbraio (quindi attaccare e indebolire il M5S). Secondo: sottrarre ulteriori poteri alle Assemblee elettive per consegnarli al Presidente della Repubblica. Terzo: serrare, sulla scia del governo Monti, i ceppi euristi a cui il paese è incatenato.

    Che questi tre obbiettivi saranno raggiunti non è certo, dipende da diversi fattori. Dalla forza dell’opposizione politica e sociale (in buona sostanza dal fatto che M5S non si limiti a fare melina in Parlamento), dalla quiete sui mercati finaziari, dalla possibilità di porre fine alla guerra intestina tra cosche partitiche, tra notabili e dignitari —la composizione del Consiglio dei ministri ci dirà molte cose.

    Ma che vengano raggiunti o meno i tre obbiettivi di cui sopra poco c’entra con quelle che sono le intenzioni reali delle forze che tanto hanno premuto per le “larghe intese”. Queste forze chiedono una vera e propria legislatura costituente, chiedono un “governissimo”.

    In quest’ottica un ammorbidimento delle misure d’austerità, anche l’alzare la voce con gli euro-crati e la Merkel, sono possibili, perché funzionali a calmare la rabbia sociale crescente e a evitare il pericolo maggiore, l’esplosione della conflittualità sociale. Di pace sociale Lorisgnori hanno bisogno come il pane per realizzare il loro disegno che è tutto politico: seppellire la Costituzione repubblicana per passare da una Repubblica parlamentare ad un presidenziale. Da un presidenzialismo incipiente ad uno dispiegato.

    Napolitano Bonaparte, a cui un Parlamento di zimbelli ha devoluto i suoi poteri sostanziali, è non slo il demiurgo, ma il garante e la sentinella di questo passaggio verso la Terza Repubblica.

    Ne discende che la battaglia a cui le opposizioni saranno chiamate è quella per bloccare questa insidiosa manovra strategica. Una lotta che dividerà il paese in due parti contrapposte, tra il fronte democratico e quello reazionario. Sarà una lotta senza esclusione di colpi. Se le opposizioni sapranno legare la questione democratica a quella sociale, ed entrambi alla questione della sovranità nazionale, se sapranno dare vita ad un ampio fronte popolare (M5S incluso), la battaglia potrà essere vinta.

    Piemme
    Fonte: http://sollevazione.blogspot.it
    Link: http://sollevazione.blogspot.it/2013/04/enrico-letta-cattivo-presagio-di-piemme.html
    24.04.2013

  • Behemot

    ….. COME SI ESCE DA QUESTA ENORME POZZANGHERA DI MERDA, NELLA QUALE STIAMO FINO AL COLLO ??? ….

  • nuvolenelcielo

    Tanto non dura, il Pd è sbriciolato e ha l’allergia acutissima a Berlusconi, il Pdl sa che non può fare tagli di tasse ecc e vuole incassare il consenso elettorale presto, faranno una legge elettorale e poco altro. Legge ettorale che deciderà il prossimo governo, se fanno il mega-premio di maggioranza anche al senato governerà Berlusconi, se fanno una legge più standard faranno un governo M5S-centrosinistra che sono quelli che si odiano di meno. (Nel tripolarismo ovviamente nessuno avrà la maggioranza da solo).

  • Shivadas

    E’ molto semplice non si esce. Il piano criminale dell’alta finanza e dei poteri forti è ad uno stadio troppo avanzato, al massimo possono capitare alcuni intoppi, subito rattoppati. I cittadini oramai non si accorgono di essere stati traditi dai propri rappresentanti. Provo quasi commozione e sincero dolore ad incontrare amici militanti del PD, dai quali non si riesce ad ottenere risposta quando viene fatto notare che il partito dei lavoratori non ha trovato niente di meglio che proporre a capo del governo l’advisor senior di Deutsche Bank o il nipote di quello della Goldman. La pozzanghera ci inghiottirà tutti il problema è che molti non se ne renderanno nemmeno conto e saranno pronti ad accettare qualunque cosa e qualunque governo pur di mantenere quel poco che gli resta siano essi soldi, lavoro o una speranza per i figli. Il problema è che sarà ancora più difficile per chi come me e altri hanno ben davanti agli occhi il pozzo nero che ci ingoierà tutti.

  • AlbertoConti

    La stupidità è il peggiore dei nemici. Questo Letta era “consigliere” di Bersani, prima di Fassina. Se Monti è un idiota, questi cosa sono? La piovra bancaria li ha allevati e selezionati per condurci al macello, nel segno della stupidità. L’unica cosa da fare è disarcionarli il prima possibile, anche se togliessero l’IMU. Lo so, è doloroso, ma bisogna aprire gli occhi.

  • Hamelin

    Semplice …Evitandola…

    AKA

    Cambiando Paese…

  • Hamelin

    Non potevano scegliere Servo migliore…

  • Arazzi

    Riesci a mantenere l’amicizia con gente che ancora vota PD? complimenti – Ormai provo più rabbia verso chi continua a votare che non verso i votati.

  • Tanita

    Dicevo su questo stesso sito subito dopo le elezioni che il PD e il PDL si sarebbero messi d’accordo per continuare a fottere il popolo italiano (pardon my french, ma non sono tempi da metafore).

    Purtroppo, purtroppo, non mi sono sbagliata.

    Quale orribile Primo Mondo abbiamo, parbleu!

    Il brutto è che se le cose continuano cosí, rovineranno anche noi. Questi rovinano tutto. Sono loro stessi Armi di Distruzione di Massa (WMD).

  • Tanita

    Letta del Bilderberg Group.

    Letta della Trilateral Commission.

    http://www.trilateral.org/download/file/TC_%20list_%206-11_%20rev_%20%282%29.pdf

    Lasciate ogni speranza voi che state… Lì. In Italia. In Europa.

    O ribellatevi.

  • Shivadas

    Carissimo in linea di principio non hai torto, penso solo che con i tempi che ci aspettano sarà meglio mantenere amicizie con chiunque e di qualunque colore politico. Anch’io però provo la stessa sensazione se continua così non si potrà più affermare che la classe politica è lo specchio del paese, forse il secondo rischia di essere anche peggiore.

  • Shivadas

    Attendo di sapere con ansia come organizzare la ribellione. Meglio morire in piedi che vivere in ginocchio

  • rebel69

    L’unica magra consolazione è che almeno siamo consapevoli di quello che sta succedendo.

  • Shivadas

    Non tutti caro Rebel. La mia esperienza personale è che solo una piccola parte ha capito dove siamo finiti. Sia i colleghi, che gli amici sono tutti concentrati a dire le solite scemenze la colpa è di Berlsuconi che ci ha portato in questo sfascio, no è dei comunisti, ho votato Grillo però la prossima volta non lo faccio più, grazie Napolitano che hai accettato il sacrificio…, ecc. ecc. . Non uno che comprenda che i poteri forti, dall’alta finanza, ai circoli bancari, dalle multinazionali alla pseudomassoneria ci hanno fottuto. Hanno vinto la guerra senza neanche farcela combattere.

  • Shivadas

    Fuggire non è nelle mie corde e poi ho due figli.

  • rebel69

    Infatti intendevo quello del commento,io,ed ora anche te.

  • dana74

    basta dire che è democristiano per screditare il personaggio?
    Due paroline sui circoletti massonici tanto cari al sistema democratico no eh?
    Aspen, Bilderberg, Trilateral, Bruegel, che c’è? Non si possono sputtanare tutti i confratelli amici???
    Si si la crisi economico finanziaria globale? Colpa di Berlusconi, tutto si riduce a lui.
    Per questo la Borsa crolla continuamente no?
    Scusa ma il Silvio non c’era già prima che il salvatore Monti venisse insediato a suon di spread?
    Ora ci vuole letta, quello del famoso PIZZINO A MONTI, gran fanatico dell’Agenda Monti ….per…..favorire Berlusconi…sé vabbeh

    Un paio di aiutini su
    Trilaterale, Bruegel, Aspen: i “poteri veri” scelgono chi comanda in Italia
    http://www.imolaoggi.it/?p=47406

    Aggiornamento: 08/12/2012 – Dopo aver letto i legami tra Enrico Letta e Mario Monti, vedi anche quelli di quest’ultimo con David Rockfeller… http://www.nocensura.com/2012/12/monti-il-discepolo-del-potente-e.html

    Aggiornamento 21/04/2013: Si vocifera di Enrico Letta premier: se non sono Bilderberg non li vogliono…
    tutto qui
    http://www.nocensura.com/2012/12/enrico-letta-e-la-sua-amata-agenda.html

  • vraie

    valeva la pena fare tante storie per togliere un bildelberg e metterne un altro? se tanto gli ordini partono da là a che serve la “persona”?

  • mimmogranoduro

    Correte subito in banca a ritirare i vostri risparmi,questo non scherza è peggio di Monti.

  • nigel

    La legge della prevalenza del cretino dove la metti?

  • nigel

    STRAQUOTO

  • nigel

    A scanso di equivoci preciso che straquoto la rabbia verso chi vota il partito neoliberista PD

  • Allarmerosso

    anche se a scappare dovrebbero essere loro non noi …