Home / ComeDonChisciotte / E ORA CHI RISCHIA DI PIU' E'… GRILLO
11577-thumb.jpg

E ORA CHI RISCHIA DI PIU' E'… GRILLO

DI MARCELLO FOA
Il Cuore del Mondo

Andate a riascoltarvi il discorso con cui Napolitano affidò l’incarico a Bersani, c’era scritto tutto: il presidente voleva continuità rispetto al governo Monti ovvero voleva un governo di intesa tra destra e sinistra con un premier accettabile da tutti, dunque sopra le parti.

Bersani era morto in partenza come avevano capito tutti tranne lui, che ha commesso lo stesso errore di Monti: per vanagloria personale ha perso due volte. Non ha ottenuto l’incarico e ora, come Monti, non conta più niente.Il suo flop, infatti, è funzionale al disegno di Napolitano: essendo un leader bruciato – e non avendo nulla da recriminare – può accettare gli appelli al senso di responsabilità del Quirinale. Il Pd puô accettare, sapendo che comunque alle prossime elezioni Bersani non sarà leader e dunque il nuovo capo (Renzi?) potrà presentarsi agli elettori “pulito”, lui che non è nemmeno in Parlamento.

Berlusconi ottiene, verosimilmente, quelle garanzie di tutela legislativa e giudiziaria che gli sono indispensabili per combattare l’ultima durissima battaglia contro la magistratura ed evitare leggi ad hoc in Parlamento contro di lui.

Chi perde davvero è Beppe Grillo: perchè un governo tecnico allontana le elezioni di almeno un paio d’anni, dando tempo ai due grandi partiti e all’establishment da un lato di varare una legge elettorale che renda più difficile l’affermazione di movimenti estemporanei e che rafforzi il bipolarismo (esempio doppio turno alla francese) dall’altro di accelerare il processo, già in corso, per  screditare e alla fine far implodere il Movimento 5 Stelle.

Questo è lo scenario più probabile. A meno che l’ala oltranizista del Pd si opponga a ogni compromesso (anche sul nome del prossimo presidente) mettendo in dubbio un accordo già scritto.
Ma con l’aria che tira sullo spread e su Cipro davvero se la sentirebbero di “sfidare i mercati”?

E’ il solito film, mi sa con il solito epilogo.

Buona Pasqua a tutti.

Marcello Foa
Fonte: http://blog.ilgiornale.it/
Link: http://blog.ilgiornale.it/foa/2013/03/29/e-ora-chi-rischia-di-piu-e-grillo/
29.03.2013

Pubblicato da Davide

  • Ultor

    io penso che Grillo è pronto a scommettere che un governo tecnico non dura neanche un anno, troppi galli nel pollaio che si azzuffano e lui conosce bene i suoi polli. Appena si insidierà Amato le sue quotazioni saliranno di nuovo e aspetterà sulla riva del fiume

  • Penta

    Credo che il PD sia stufo del “senso di responsabilità” che l’ha ormai fregato n volte. Bersani non l’ha fatto certo per vanagloria personale. L’ha fatto perché spettava al PD fare il tentativo e l’ha fatto: vedremo la conseguenza all’interno del M5S.
    Se non conta niente lo vedremo. Copio l’articolo e lo riproporrò a cose fatte.

  • Penta

    Dimenticavo: uno dei risultati del tentativo di Bersani potrebbe essere anche l’affondamento della candidatura di Napolitano

  • Black_Jack

    Non sono molto d´accordo con Foa.
    Se si ipotizza che il prossimo governo sara´di coalizione e che sara´in linea con quello precedente si sta dicendo che si proseguira´sulla falsariga dell´austerity, del taglio della spesa pubblica, probabilmente andando addirittura a chiedere l´aiuto del MES.
    Quindi si otterranno due brillanti risultati:
    PRIMO si fara´un´inciucio che disgustera´gli elettori SECONDO si peggiorera´in modo drammatico la situazione economica con disagi sempre crescenti per i cittadini e le PMI. PRODOTTO finale: Grillo fara´man bassa.
    Sullo sfidare i mercati c´e´ poco da aver paura di loro perche´oltre un certo livello di malessere sociale saranno i cittadini a sfidare lo Stato, temo.

  • Behemot

    Purtroppo Napolitano non ha neanche il pizzico di “decenza politica” !!!
    E questo c’era da aspettarsi …
    Però, almeno adesso, che sta per andarsene via, per cancellare un po’ il ricordo delle sue poco gloriose vicende, avrebbe potuto comportarsi da un vero Statista e dare l’incarico a chi non ha rubato e non ha demolito, invece di riciclare sempre la stessa schifezza !!!
    Ma si vede che, semplicemente, lui a una decisione politica “decente” non arriva …. non è all’altezza … non lo era, e non lo è ….
    Del resto, pure lui appartiene al passato remoto e riciclato ….
    Adesso, ci si deve solo augurare a Grillo, che il cadavere passi al più presto sotto il ponticello …. tanto di più, che lo aspettiamo tutti noi ….

  • robotcoppola

    Esatto, sono d’accordo con te.

    Ovviamente ci saranno tantissimi tentativi per spaccare il movimento che terrà solo se i suoi parlamentari faranno squadra, consapevoli dell’enorme responsabilità che portano con sè.

    Pertanto il M5S ha davanti una grande opportunità per spazzare una volta per tutte i SERVI di banche e finanza, speriamo solo che non salti tutto in aria a causa del super ego di alcuni suoi componenti…

  • cardisem

    Io non credo alle previsioni: aspetto che gli eventi si compiano. Quanto al Movimento non vi erano dubbi ed esitazioni di sorta: nessuna allenza oppure un governo al Movimento con un PD che non “chiede” ma “concede” la fiducia al Movimento Cinque Stelle. È la strada più semplice e lineare… Se poi le cose fra due anni si metteranno ancora peggio, siamo tutti nelle mani del Signore, per usare il linguaggio dei preti, che a volte ha una sua efficacia espressiva.

  • mimmogranoduro

    Foa,secondo me tu non capisci niente,non te la prendere a male,ma ignori la realtà-Lei dimentica la grave situazione in cui si trova il paese,e senza una svolta radicale,le cose saranno sempre peggio,fra qualche mese ,torneranno i suicidi,i licenziamenti,aumenteranno i fallimenti e i pignoramenti,il patto di stabilità strozzerà ulteriormente l economia del paese,allora la rabbia e lo sgomento torneranno farsi sentire nelle piazze ,la gente sarà sempre piu spaventata e preoccupata,e quando torneremo a votare vedrà per chi voterà questa gente-non si puo fermare il vento con le mani-in un modo o nell altro le cose dovranno cambiare per forza ,altrimenti sarà la fine,questo lo capisce o no signor FOA?Qui chi rischia veramente sono i vecchi politicanti impettiti,potrebbero ritrovarsi appesi a testa in giu,dalla sera alla mattina,e Grillo che commenterà,ve l avevo detto-poi il 2° rischio,quello piu grande e pericoloso sarà tutto a carico del popolo,se non si da una svegliata-

  • albsorio

    Tutti vogliono la “responsabilitá” del M5S… o meglio la complicita nella distruzione del Paese, i parlamenttari e i senatori di M5S non sono, sembra, ricattabili o comprabili, solo forse in piccola parte, chissá, di certo se tengono i nervi saldi e lasciano fare ai servi il loro lavoro di distruzione del Paese… alle prossime elezioni il popolo, democraticamente fara pulizia, poi speriamo in una evoluzione civile che coinvolga i popoli europei. Molti come me soffrirranno, spero che ne usciamo vivi e migliorati da questa “crisi” —- di sicuro dobbiamo capire l’importanza della proprietá della moneta, che deve essere emessa senza debito dallo Stato/i europei, inoltre impedire la riserva frazionaria.—– Per chi vuole il “bipolarismo” ricordo che nella democrazia rappresentativa attuale si contrappongono due shieramenti, gli eletti e gli elettori, solo il M5S propone un forma di partecipazione alla vita politica del Paese, oggi sembra una cosa da poco ma se si realizzerá il progetto “dittatoriale” dell’Europa dei commissari allora capiremo bene la differenza.

  • albsorio

    http://www.articolotre.com/2013/03/leuropa-verso-un-superstato-senza-che-i-popoli-sappiano-cosa-sta-accadendo/154980 —– giusto per capire cosa succede attorno a noi e cosa vogliono quei quattro vecchi cialtroni deliranti che comandano.

  • nigel

    Chi rischia di più, sia che vinca il dio mercato, sia che venga rovesciato, e’ la democrazia.

  • ireneo

    Quella di Foa è la speranza di chi si augura che non cambi nulla. Una cosa ignora. Il Movimento 5 Stelle sta CONCRETAMENTE FACENDO VERA POLITICA nei Meetup in tutta Italia quindi riassorbirlo è impossibile. Anzi più tempo passa più monta la valanga. L’unica speranza di Renzi e Berlusconi è VOTARE PRESTISSIMO, altrimenti il 40% al M5S non lo toglie nessuno.

  • Aironeblu

    “Responsabiltà….. ” fa veramente sorridere pronunciata da certi soggetti: chissà se hanno pensaro a richiamare tra le file Scilipoti e Calearo, che nel loro travaso dal PD al PDL avevano creato la corrente dei “responsabili”? O forse stavolta questa della responsabilità non è un’operazione di neo-lingua, e la parola viene usata correttamente nel suo significato grammaticale, nel senso che si chiede a Grillo di unirsi alla congrega e diventare anche lui il “responsabile” della catastrofe?

    L’importante è restare in guardia, e lasciare a Bersani e Napolitano tutte le loro responsabilità. Il conto arriverà presto.

  • epicblack

    se il prossimo governo sara’ grande coalizione e procedera’ con l’agenda Monti e l’assecondamento del “pilota automatico” di Draghi, allora il bipolarismo che si imporra’ in pochi mesi sara’ “euro” vs “no euro” e il M5S sara’ egemone nel polo “fuori dall’euro”.
    Se, al contrario il prossimo sara’ un governo di cambiamento che mette in campo i punti del M5S, allora sara’ la lotta fra i piddini (pro euro) e i grillini (referendum euro) a decidere il futuro politico del movimento di Grillo.

  • eresiarca

    È proprio così, sempre che Grillo sia (come credo) in buona fede…

  • eresiarca

    “Lei dimentica la grave situazione in cui si trova il paese”. ESATTO! Questo sig. Foa, uno di quelli col “taglio sul pisello”, ma solo un attimino più onesto degli altri (o forse solo più insidioso?), vive come tutti i famosi “commentatori” letteralmente su un altro pianeta. Lui non ha la minima idea di cosa sia la vita della gente normale, per questo sopravvaluta le manfrine di palazzo, come se quelle fossero l’unica cosa che conta. A proposito, di quale altro famoso Foa è parente?

  • eresiarca

    M5S che poi al momento opportuno potrà anche mutare nome, scopo ecc. L’importante è che ci sia un’Italia che non vuole più questa manica di bastardi.

  • pantos

    e con il 2° colpetto di stato di napolitano (avete visto che razza di saggi?) l’M5S va solo a nozze in opposizione. e noi, nel frattempo, a fanculo