Home / ComeDonChisciotte / E ADESSO LA GUERRA E’ ARRIVATA IN EUROPA
15653-thumb.jpg

E ADESSO LA GUERRA E’ ARRIVATA IN EUROPA

DI GIULIETTO CHIESA

facebook.com

L’avevamo pronosticato. Adesso si vede meglio cosa significa. Tutta la vita politica europea sarà sconvolta per sempre. Non ci sarà possibilità di difesa per le classi sfruttate, subalterne. Ogni momento della vita collettiva sarà rubricato come problema di ordine pubblico. Controlli generalizzati in nome della difesa contro il terrorismo. La nostra vita diverrà un eterno passaggio attraverso un metal detector.


Politici e giornalisti, che ripetono le favole che si sono raccontate e ci hanno raccontato, sono nella più grande confusione.

Adesso si vede l’importanza di avere, o di non avere, una televisione che organizzi la difesa delle grandi masse.
Ed è solo l’inizio. La Russia, con il suo intervento in Siria, ha cambiato il quadro politico mondiale. Il piano di ridisegnare la mappa medio-orientale è fallito. Daesh è, di fatto, sconfitta là dov’è nata. Dunque i suoi manovratori spostano l’offensiva in Europa.

Obiettivo chiarissimo: terrorizzare l’Europa e costringerla sotto l’ombrello americano. A mettere a posto la Russia penserà Washington. Del resto l’Airbus abbattuto nel Sinai, in termini di sangue russo innocente, è equivalso al massacro parigino. E non ce ne eravamo accolti.

Germania e Francia (il match di calcio) sono nuovamente avvertite. E, con loro, Merkel e Hollande. I due leader europei che stavano cambiando rotta per uscire dal cappio americano sono avvertiti.

Il panico successivo avvertirà tutti i minori, gli altri, anche noi, anche Atene, Lisbona, Londra, Roma. Che guardano la tv per vedere cosa dice Obama, mentre i loro leader (Renzi) non sanno andare in tv loro stessi a raccontare cosa accade. Anche in questo si vede come siamo già sudditi del Grande Fratello.

Chi sono i manovratori? Il giudizio non cambia: l’ISIS è creatura di una Spectre composta da pezzi di Occidente e petromonarchie del Golfo. Qualcuno la guida, ed è molto potente, carico di denaro e di armi. Il fanatismo è la sua facciata. Ma non spiega la sua “intelligence”.+

Giulietto Chiesa

Fonte: www.facebook.com

Link: https://www.facebook.com/giuliettochiesa/posts/10153608154085269

14.11.2015

Pubblicato da Davide

  • Roma

    Finalmente un commento intelligente!

  • Eshin

    Da tenere d’occhio le esercitazioni militari,  

    per individuare ‘ipotetici’ futuri scenari.
    Qui un esercitazione in Svizzera – era il 2013.
  • whugo

    " Qualcuno la guida ed è molto potente, carico di denari e di armi.Il fanatismo è la sua facciata ma non spiega la sua intelligence"

    Bravissimo Chiesa, ma qui c è chi ancora crede al terrorismo fine a se stesso, c è chi crede che Garibaldi con mille mercenari e qualche idealista male in arnese abbia liberato un popolo oppresso, che le BR  abbiano deciso organizzato e portato a termine l omicidio di Moro, che una dozzina di sauditi con qualche taglierino abbiano superato un sistema di difesa fra i più, se non IL più, potente al mondo, che la mafia abbia organizzato e messo in pratica l omicidio di Falcone,a questo proposito a chi si riferiva lo stesso dottor Falcone quando parlava di menti raffinatissime? A Riina e Brusca, certo…. come no!
    A chi si riferiva il mai abbastanza compianto dottor Borsellino quando diceva : morirò per mano della mafia ma non sarà una vendetta della mafia quelli che vogliono la mia morte saranno altri? A Berlusconi e Dell Utri…. certo…. come no!
    Qui c è chi ancora crede che ci si possa unire in gruppo acquistare una mezza dozzina di fucili d assalto con relative munizioni un po di esplosivo parlarsi tramite foglietti di carta e organizzare una qualsivoglia azione in barba a tutti i servizi segreti del mondo, a questo proposito dopo gli attentati di gennaio, le decapitazioni sul suolo francese, quest altra azione di morte, a quando le dimissioni in blocco dei vertici dei servizi francesi?
    La storia, quella vera, insegna che chi finanzio’ la rivoluzione d ottobre erano gli stessi che finanziarono Hitler ed il nazionalsocialismo, gli stessi che finanziarono il new deal,  gli stessi che permisero il piano Marshall, gli stessi che finanziarono l immissione di tonnellate di stupefacanti in Europa e Stati Uniti, gli stessi che finanziarono l operazione Condor, gli stessi che finanziarono i colpi di stato in mezzo mondo, gli stessi che finanziarono guerre e guerriglie.
    Serve continuare?
    Ci scommetti Chiesa che sono più o meno gli epigoni di quegli stessi finanzieri,   di quei gruppi di pressione , di quelle stesse banche, di quelle stesse fondazioni, di quegli stessi cenacoli a permettere a gruppi di sbandati di fare carne di porco delle vite di migliaia di persone innocenti ai quattro angoli del globo?
  • MartinV

    Da ricordare non solo l’abbattimento dell’aereo russo (per il quale alcuni sembravano gongolare), ma anche il massacro in un centro commerciale di Beirut avvenuto proprio il giorno prima…

    ecco due esempi edificanti di come la stampa atlanista ha trattato le notizie:

    http://www.lemonde.fr/proche-orient/article/2015/11/13/en-difficulte-l-ei-frappe-le-hezbollah-a-beyrouth_4808875_3218.html

    http://www.repubblica.it/esteri/2015/11/12/news/libano_due_kamikaze_fanno_strage_a_beirut-127203499/

    Da notare la fodo di corredo all’articolo de la Repubblica raffigurante miliziani di Hezbollah invece che le vittime o il luogo del massacro… come a voler far passare l’attentato terroristico per atto di guerra…

  • ilsanto

    Proposta concreta, rimettiamo il servizio di leva, dai 20 ai 21 anni si dedica 1 anno al servizio dello stato, tutti uomini donne e trans, poi una selezione li divide tra esercito, difesa civile, difesa del territorio, difesa degli emarginati, emergenze varie. Tutti addestrati per 1 anno e poi richiami periodici di aggiornamento, armi in casa, disponibilità immediata fino ai 40 anni. Supporto ad organi stabili statali, spirito di corpo, ripristino di uno spirito di gruppo oramai dimenticato.

  • Senna

    L’analisi dell’utente Whugo è perfetta !!!
    Purtroppo la grande maggioranza della gente ed anche alcuni utenti di questo forum, hanno una consapevolezza paragonabile a quella di un sasso !!

  • gilberto6666

    Il solito complottismo internettiano di chi sa tutto e di piu e prima di tutti senza però averne mai azzeccata una neppure per sbaglio. Gente alla pentastellata ma più acculturata e con occhio attento alle scie chimiche.

  • sfruc

    @gilberto6666:

    dev’esserti scappato un 6 di troppo, almeno a giudicare dall’attitudine trollizzante del tuo "apprezzamento" 
    PS: l’ho detto in modo sufficientemente acculturato?
  • fgardini

    …e al di la di tutto, alla Francia va detto: Je souis Mu’ammar Gheddafi …et je vous l’ai dit.

  • ottavino

    Dice bene Giulietto Chiesa, e rivendica l’avere una tv che difenda le grandi masse.

    Ma le grandi masse sono indifendibili!!
    Il destino delle grandi masse è quello dei polli d’allevamento.
  • sfruc

    @ottavino

    Non a caso il mai troppo compianto Pasolini distingueva tra massa (che detestava) e popolo (in cui nutriva ancora qualche residua speranza).
    Il progetto, assai ben condotto, delle élite è stato quello di ridurre tutti a una massa informe: una poltiglia bisognosa, ricattabile, spaventata e perciò – per l’insieme dei tre termini – perfettamente direzionabile e controllabile, oltre che depredabile.
    L’opposta scommessa, per ora persa, è trasformare di nuovo la massa in popolo.
    PS: se qualcuno avesse letto almeno Canetti, non dico il vecchio zio Karl…
  • Allarmerosso

    @gilberto6666

    Vedi c’è chi esprime il proprio punto di vista in merito all’articolo letto e da una propria visione della situazione conscio che è un suo punto di vista figlio delle informazioni che uno ha e dell’elaborazione delle stesse che ognuno fa. Questo è il normale dialogo e tentativo di analisi e condivisione in questa sede.   
    L’unico commento in cui non viene espresso alcun concetto è il tuo … viene da pensare che chi si sente sopra le parti e sappia gia tutto perchè intanto ci pensano gli altri a pensare per lui è il tuo. 
  • Vetter

    Il dado è tratto!

    Concordo con quanti mettendo insieme le informazioni di cui si dispone, cercano di risalire ad una verità alternativa a quella propinata dai mass media ufficiali,e che nel caso specifico danno modo di pensare ad un possibile coinvolgimento di israele, o meglio USA/Israele nei recenti atti "terroristici".
    Virgoletto questa parola, perchè come ho già espresso in altri post, non credo alla natura sociale o religiosa di questa forma di rivendicazione, ma credo più alla sua natura artificiosa, che vuole il "terrorismo" come strumento della mistificazione della realtà. Questa ennesima forma di false flag, nata nella storia recente, sembra la chiave più efficace e semplice da presentare all’opinione pubblica quando si vuole usare un evento per giustificare le reazioni che esso produrrà.
    Detto questo non si può sottovalutare il profondo solco di odio che è stato scavato tra i popoli occidentali e quelli medio orientali, dalla avida politica economica e militare statunitense e dei suoi sudditi in europa. Questo odio razziale oramai non più sanabile (proprio perchè ampiamente giustificabile),potrebbe generare certamente fenomeni di fanatismo religioso, per mano di quelle organizzazioni armate e finanziate ad arte proprio dai soliti burattinai occidentali,e che potrebbero essere sfuggite parzialmente e momentaneamente al loro controllo.
    I fatti di Parigi, non credo siano di questa natura, anche se non è possibile escluderlo a priori, quindi solo con i prossimi sviluppi, che sicuramente non tarderanno a presentarsi (vista l’esclation con la quale oramai si susseguono), sapremo se sono connessi alla indesiderata presenza Russa in Siria, o se trattasi realmente di un drammatico caso di odio razziale e religioso, coinciso con questo delicato momento storico.