Home / ComeDonChisciotte / DOVETE MORIRE PRIMA. ADESSO NON E' PIU' UNA BATTUTA
15286-thumb.jpg

DOVETE MORIRE PRIMA. ADESSO NON E' PIU' UNA BATTUTA

DI SERGIO CARARO

contropiano.org

Il progetto di riduzione del capitale umano in eccedenza (ossia le persone in carne ed ossa) ha fatto un altro passo in avanti. Prima l’innalzamento dell’età pensionabile e adesso la riduzione drastica degli standard sanitari, non possono che produrre quell’abbassamento dell’aspettativa di vita che tante preoccupazioni suscita tra i tecnocrati del Fmi, dell’Ocse e dell’Unione Europea. Qualcosa lo avevamo intuito negli anni scorsi leggendo tra le righe documenti e ragionamenti che provenivano da quegli ambienti. Ma adesso quella che sembrava “fiction” sta diventando realtà.

Il governo, attraverso il Ministro della Salute, Beatrice Lorenzin, ha calato le sue carte (o meglio i suoi tagli) sulle prestazioni sanitarie. Le prestazioni che saranno soggette a restrizioni salgono da 180 a 208 e riguardano tra l’altro odontoiatria, radiologia, prestazioni di laboratorio e non solo. Clicca QUI per vedere l’elenco completo.

Il Ministero ha presentato ieri ai sindacati dei medici una lunga lista di prestazioni sotto la lente con annesso il parere del Consiglio Superiore di Sanità. Queste prestazioni, se ritenute non necessarie, saranno a pagamento da parte degli utenti, e se ritenute “inappropriate” prevederanno sanzioni contro i medici che le hanno prescritte.
I medici non ci stanno e criticano sia le sanzioni ( previste dal Dl Enti locali) sia la limitazione della libertà di agire in scienza e coscienza. Entro venerdì verranno avanzate le contro proposte medici, mentre per l’approvazione definitiva si dovrà attendere la conferenza Stato-Regioni.
“Entro venerdì faremo le nostre osservazioni – ha detto Massimo Cozza, segretario della Fp Cgil Medici –. Nel provvedimento ci sono alcuni piccoli cambiamenti e sono state sollevate criticità sul fatto che le prestazioni sono un po’ vecchie perché sono state riferite al 1996. In ogni caso il Ministro ha annunciato che entro l’anno si rifaranno i Lea e che si tenteranno di omogeneizzare le misure per l’applicazione del decreto nelle regioni”. C’è poi il nodo sanzioni sui cui i medici sono contrari. “Questa era una riunione tecnica – ha detto Cozza – ma abbiamo ribadito la nostra contrarietà al meccanismo delle sanzioni ai medici perché si rischia di rompere il rapporto con il cittadino, il Ministro Lorenzin ci ha detto che le sanzioni sono previste dalla legge. Ma in ogni caso, il fatto che il medico debba giustificare la prestazione rischia di non portare ad un risultato di qualità sulla salute. No al medico computer”.

Sfogliando l’elenco delle prestazioni soggette a restrizione, si ricava subito l’idea che per le cure dentarie l’intero settore viene consegnato esclusivamente ai dentisti privati. Sono infatti tutelati i minori di 14 anni e le persone ritenute vulnerabili a livello sociale o sanitario. Per esempio l’estrazione di un dente deciduo sarà a carico del Ssn per i minori di 14 anni o se ci sono condizioni di vulnerabilità sociale. L’inserzione di una protesi mobile rimovibile sarà a carico del Ssn per le persone in condizioni di vulnerabilità sociale e sanitaria

Ma facciamo qualche altro esempio leggendo l’elenco approntato dal Ministero. Partiamo dall’esame per il colesterolo o per i trigliceridi. È previsto che sia eseguito “come screening in tutti i soggetti con più di 40 anni e nei soggetti con fattori di rischio cardiovascolare o familiarità per dislipidemia o eventi cardiovascolari precoci. Ma in assenza di valori elevati, modifiche dello stile di vita o interventi terapeutici, l’esame è da ripetere a distanza di 5 anni”, prima di poter essere nuovamente a carico del Ssn.
Per quanto riguarda invece la risonanza della colonna (cervicale, toracica, lombosacrale) le condizioni di erogabilità prevedono che vi sia una “condizione di dolore rachideo in assenza di coesistenti sindromi gravi di tipo neurologico o sistemico, resistente alla terapia, della durata di almeno 4 settimane; Traumi recenti e fratture da compressione. In caso di negatività l’esame non deve essere ripetuto prima di 12 mesi”.

Per una risonanza muscoloscheletrica (spalla, braccio, mano, gomito, ginocchio) sarà carico del Ssn in caso di Patologia traumatica acuta (Indicata nel caso di lesione osteocondrale post traumatica dubbia alla Rx. In caso di dolore persistente con sospetta lesione legamentosa ed ecografia negativa o dubbia), in caso di fase Post chirurgica (Non indicata inizialmente. Migliore valutazione delle eventuali complicanze) e in caso di sospetta infiammazione (Non indicata inizialmente. Solo dopo Rx negativa, ecografia positiva e test di laboratorio probanti per la malattia artritica per la valutazione dell’estensione del processo flogistico articolare alla componente cartilaginea e scheletrica (early arthritis). Non ripetibile prima di almeno 3 mesi ed in funzione del quadro clinico-laboratoristico. Nei quadri di degenerazione artrosica è indicato l’esame radiologico ed inappropriato l’esame RMN).

Un gran numero di prestazioni finito sotto la lente del decreto ci sono anche i test genetici. Per questi c’è un elenco a parte in cui sono evidenziate le diagnosi di specifiche malattie e condizioni (un elenco corposo) per cui sono erogati i test a carico del Ssn. Rimangono a carico del Ssn quelli a scopo di trapianto. In caso di utilizzo per analisi di farmacogenetica se ne raccomanda l’uso solo su indicazioni delle Agenzie del farmaco europea (Ema) e di quella italiana (Aifa).

Novità anche per i test allergologici e le immunizzazioni per allergia o per malattia autoimmune che sono a carico del Ssn solo se prescritti a seguito di visita specialistica allergologica o dermatologica.

Siamo dunque di fronte ad una prospettiva pericolosa. Riduzione delle cure per motivi economici oppure intenso ricorso alla sanità privata per chi può permetterselo. Se si lavorerà più a lungo – e con la Legge Fornero ormai in Italia sono stati battuti tutti i record – e ci si potrà curare di meno, è evidente come una quota crescente della popolazione “leverà le tende” dalla vita (e dai conti previdenziali) molto prima delle generazioni precedenti. E’ l’eugenetica sociale, questa volta senza lager e fili spinati, semplicemente con leggi approvate in Parlamento e decise a Bruxelles.

Sergio Cararo

Fonte: http://contropiano.org

Link: http://contropiano.org/politica/item/32993-dovete-morire-prima-adesso-non-e-piu-una-battuta

23.09.2015

(fonte: Quotidianosanita.it)

Pubblicato da Davide

  • lopinot

    Nel 1991 Giuliano Amato iniziò con alcuni colpi di spillo l’aggressione alle pensioni.

    Naturalmente quelli del PCI ottusi, collusi e venduti ora come allora minimizzarono e mentre da una parte fingevano di opporsi e disperarsi gettavano le basi culturali per far diventare gli spilli colpi di motosega di governo in governo sempre più devastanti.

    Ma già allora circolava la battuta fra i militanti del partito venduto: niente paura! La riforma previdenziale in realtà verrà fatta attraverso la riforma sanitaria.

    Begli allegroni quelli del PCI subito dopo divenuto poi PDS, poi DS, poi PD di scivolamento a destra in scivolamento a destra.

    Ultima cosa: per mesi ci hanno ragliato nelle orecchie, "attenti rischiamo di finire come la Grecia!".

    Beh tranquilli stiamo subendo le stesse angherie di quel popolo, distruzione della scuola, dei salari, della salute del lavoro, dei diritti, della libertà e dell’ambiente e ora cercano anche di sterminarci magari per sostituire la popolazione italiana con profughi, migranti ricattabili e che possono essere usati, dislocati e al limite eliminati come e quando si vuole.

     

  • Stodler

    Una volta si diceva: "Ricordati che devi morire!"

    Uno se lo segnava sul post-it e la cosa finivà là.
    Oggi non vedono loro di farti pagare le tasse funerarie il prima possibile.
  • yago

    Fare degli esami inutili e spesso dannosi a spese del contribuente è amorale.

    Ognuno è libero di spendere i propri soldi come vuole e quindi anche per esami inutili.Questo non significa privatizzare la sanità. Sono le inefficienze del pubblico che spingono a rivolgersi al privato. La medicina difensiva è il vero cancro che affligge il nostro sistema sanitario. Ho avuto qualche anno fa un ernia discale e mi sono rifiutato di sottopormi a risonanza magnetica in quanto sapevo benissimo la causa dei miei dolori, conoscevo la terapia e sapevo che, se l’ernia non era paralizzante non necessitava di  intervento, la Rm non avrebbe aggiunto nulla alla diagnosi o alla terapia. Questo lo sapevano benissimo tutti i medici che mi prescrivevano l’Rm, ma sapevano altrettanto bene che se non l’avessero fatto avrebbero corso qualche rischio. La mia Rm serviva quindi a salvare il loro cul.., non alla mia ernia.  

  • falkenberg1

    Bisogna morire prima? Potrei anche essere d’accordo, sotto un certo punto di vista. Mi spiego meglio: per me la vita deve essere attiva, di movimento! Personalmente appassionato di montagna (che anni meravigliosi, quante escursioni, luoghi stupendi frequentati), di agricoltura, di allevamento di cani, appassionato di mountain bike, ecc. ecc. non sopporterei una similvita umiliante lontano dalle mie passioni! Non vorrei mai essere di peso per gli altri e vergognami di me stesso! Chiaro? A questo punto passo a chiarire che sono personalmente favorevole ad una drastica riduzione dell’aspettativa di vita di molte pseudo-persone che tramano alle nostre spalle:
    governi malsani e torbidi
    lobby disgustose d’ogni più fetido genere
    complici del bilderberg, aspen, trilateral
    banchieri affondatori del pianeta
    e tutti coloro, per farla breve, che dai loro sicuri, ben protetti, putridi covi malsani e delinquenziali tramano 24h su 24 ai danni della gente, dei popoli, del pianeta mettendo in atto una sistematica opera di schifona devastazione!
    Sono favorevolissimo ad una drastica selezione nei confronti di quella vomitevole teppaglia! Ghigliottina, plotoni d’esecuzione, un bel numero di jackal precisi e spietati sui tetti e via dicendo! Un sogno? Mai dire mai!!!
    Il mondo sarebbe più pulito, l’aria più respirabile, le albe ed i tramonti nuovamente pieni di indescrivibile magia!! Buona giornata a tutti meno che a quella schifosa teppaglia malsana cui accennavo!!

  • Cataldo

    L’iniziativa è conforme ai desiderata delle elite tutte, ad iniziare dalle case farmaceutiche per arrivare ai proprietari delle cliniche "private". Si colpisce la diagnostica perchè è la spesa più efficace nel prevenire le malattie, allunga la vita.
    Queste pratiche neomalthusiane che non hanno un reale beneficio economico per lo stato le avevamo viste arrivare  da tempo, quello che non avevamo previsto è la violenza istituzionale e mediatica a sostegno.
    L’operato del governo dell’ebetino è quello tipico che procede dopo un colpo di stato, ci sono tutti gli elementi, ma nessun golpista del passato ha avuto la capacità di manipolazione dell’opinione pubblica che stiamo vedendo in Italia.
    Se accade questo le responsabilità principali non sono del garzone fiorentino e dei suoi padrini, il servo  fa il suo dovere per bene, ma di tutto un mondo putrido di finti oppositori e sicofanti di quella sinistra piddina che si stà rivelando un coacervo di infamia, sono loro il puntello della propaganda più solido.
    PS
    Questo parlamento sta lavorando per rendere impossibile cambiamenti per via istituzionale dell’indirizzo di governo, non dimentichiamolo ! e si avvicina giorno dopo giorno al risultato.
    Sanno perfettamente che questo cambierà le regole del gioco e creano quindi nuovi strumenti per punire anche chi solo prova a dare al popolo azzimi di verità.

  • clausneghe

    Amaro ma purtroppo giusto, il tuo commento Lupot..

  • yago

    L’iniziativa è conforme ai desiderata delle elite tutte, ad iniziare dalle case farmaceutiche per arrivare ai proprietari delle cliniche "private". …….

    Le case farmaceutiche e le cliniche , quasi tutte convenzionate, sanno bene che il consumo di farmaci e di esami inutili sono favoriti se paga pantalone. Lo stato dovrebbe garantire in proprio la salute non ricorrere a convenzioni, ma questo è un altro discorso. 

  • maristaurru

    ma insomma, quando Berlusconi si occupo delle cure dentarie e delle dentiere per i nonno.. che corsero subito ad usufruirne..lo avete tutti preso in giro , manco vi avesse pestato i calli..ora questi si preparano al colpo finale: sanità privata e grandi affari per i grossi investitori .. vi lamentate… avete quel che avevate chiesto e per il quale avete votato..TENETEVELO e ZITTI!

  • sotis

    Sono molto contento che la sanità passi nelle mani dei privati. Ben gli sta a quelle persone più intelligenti di me che hanno votato per il PD e per renzi. Bravi, ottimo risultato!

  • GioCo

    Bhe che dire, la privatizzazione della sanità ha pagato come prometteva. Non era meglio della sanità pubblica? Così ci veniva detto negli anni ’90. Quindi miglioriamo. No?

  • temuchindallaCina

    Quoto!

  • Hamelin

    Spero che gli elettori del PD siano fieri di loro stessi e continuino a votarlo fino a morte certa per terzomondizzazione del paese .

    Fra un po’ a furia di importare clandestini ed a distruggere l’economia e la società non ci sarà piu’ bisogno del rimpatrio poichè l’Africa sarà direttamente qua .

    Persino un somaro è piu’ intelligente dei PiDioti .

  • RenatoT

    peccato che la gente oggi non è malata.. ma solo intossicata.

    Intossicata da cibo industriale, cereali, latticini, carni tirate su a ormoni e antibiotici, zucchero e surrogati usati come acqua, pesticidi e diserbanti ormai su qualunque frutta o verdura, pesce completamente intossciato da scarichi industriali/radioattivi di qualsisi tipo.
    Il 99% delle prestazioni sanitarie è semplicemente questo. Qualsiasi malattia cronica è solo intossicazione… e si vende praticamente solo roba che intossica… 
    E’ come se io dessi fuoco a casa mia e poi mi lamentassi che i pompieri, stufi di venire a spegnere il fuoco che accendo continuamente io, mi incominciassero a chiedere soldi per spegnerlo.
    Basterebbe non dar fuoco alla casa…
  • ottavino

    Ognuno di noi viene al mondo e gli viene detto: "Questa è la sanità e questi sono i dottori. La malattia si cura così e così e così".

    A quel punto ci sono due possibilità, o ci credi o non ci credi.
    Se ci credi, le novità del SSN ti preoccupano, se non ci credi, delle novità del SSN non te ne frega nulla.
  • marcello1991

    Questo non significa privatizzare la sanità. Sono le inefficienze del pubblico
    che spingono a rivolgersi al privato….

    e magari poi fare di  tutto
    per non efficientare il pubblico …..

    Se poi ad esempio si taglia sui
    medici e si aumenta e complica il loro lavoro….la necessaità di salvarsi il
    culo  aumenta….

    E’ questione dei punti di vista….

  • marcello1991

    anch’io sto andando in questa direzione…. speriamo d’averci preso..

    Comunque non vedo cos’altro si possa fare

    colgo l’occasione per
    chiederti se hai consigli documentazione informazioni su cui ti basi
    principalmente.. in modo da scambiarci idee e
    opinioni..

    Grazie

    ciao

  • Hamelin

    Figurati che è cosi’ adesso pur avendo una normativa rigorosa sugli alimenti .

    Aspetta che passa il TTIP e gli alimenti industriali che abbiamo adesso sembreranno la cosa piu’ sana che ci sia mai stata .

  • uomospeciale

    La verità pura e semplice, è che non vuole più crepare nessuno, specialmente i vecchi……… E il sistema ovviamente, collassa.
    Gli ultrasettantenni saranno quasi l’80% della spesa medica, diagnostica, e pensionistica, in Italia.

    Ossessionati dalla paura di morire troppo giovani, li vedi andare dal medico un giorno si e l’altro pure, e sono capaci di spararsi ogni sei mesi l’equivalente degli esami medici  e indagini specialistiche, che ho fatto io da che sono al mondo.

    Ovvio che un tetto alle prestazioni gratuite e agli esami medici, ci voglia.

    O si preferisce forse far crepare chissà quanti bambini in lista di attesa per mesi e mesi per colpa di vecchi decrepiti che corrono dal dottore a farsi visitare anche il culo  per ogni più piccolo e banale  malessere?

      

  • pasa

    Ecco il nuovo moderno SORRISO SARDONICO!!!!!

  • rossland

    Condivido l’esempio nel caso di una RM che serve più a certificare (spesso, non sempre) quanto il paziente già sa, ma diverso è il caso ad esempio del rifuto del Ssn di fare un’estrazione o di garantire protesi lì dove il paziente ha un’infezione dentaria nel primo caso e un’assenza di denti per mangiare nel secondo.
    Già ora, comunque, un’estrazione costa meno nel privato che nel pubblico (siamo a circa 60€ nel privato e a circa 45€ nel pubblico, dove però gravano attese e sgarberie del personale medico da far impallidire la gestapo).
    Per le protesi, già ora non sono concesse gratuitamente che nel caso di edentulia totale e solo dopo i 65 anni. Prima, paghi di ticket praticamente quanto paghi il trattamento e i materiali nel privato (v. nuove cliniche dentali a prezzi concorrenziali al ssn).
    Esami, poi, forse in alcuni casi è un bene vengano ridotti (se continui a mangiare e a bere come una bestia, è inutili che ti chiedi perché hai il colesterolo a mille e il trigliceride che ti impazzisce); in altri, l’accertamento immediato di alcuni parametri può in alcuni casi fare la differenza fra l’improntare subito una terapia corretta o l’andare molto presto al creatore.
    Nell’insieme, resta il fatto che si passa dai miliardi spesi in campagne di screening gratuiti di massa su soggetti ritenuti a rischio di patologie (v. patologie dell’anziano o il tumore alla mammella o all’utero per le donne over 50) alla negazione di accertamenti gratuiti necessari al mantenimento della salute proprio lì, dove è solo la buona salute a garantire una vita decente.
    Eliminare così tanti esami (e le conseguenti terapie – no esami, no terapia) ha solo un senso: bocche non indispensabili mandate al macero.
    Non so se essere felice per quelli che resteranno perché in salute: la sola minaccia di essere escluso da cure o esami salvavita può diventare una forma di coercizione utile a costringere ad accettare qualunque cosa ti venga chiesto o imposto (vuoi andare dal medico? devi meritartelo).
    Se non è eugenetica, è in ogni caso invito al suicidio/omicidio: immagino che chi non ha soldi preferirà chiudere in fretta la partita e chissà, forse la famiglia del malato che non ha sostanze per curarlo, potrebbe perfino ritenere lecito farlo smettere di soffrire così da liberarsi almeno dal peso di un dolore senza fine per lui e da inutile stress per loro, chiudendogli un cuscino sulla faccia per fargli un favore eterno in nome dell’amore fraterno…

  • rossland

    Complimenti! L’accelerazione del ricambio generazionale favorirà certamente quel cambio di teste per cui più giovane sei meno storia sai.
    E senza aver consapevolezza della storia, quella che solo gli anziani conoscono davvero e non quella manipolata spesso ad arte su internet per darla in pasto agl’innocenti beoti, sarà più semplice e volece metter in piedi quel bel mondo di schiavi già adattati fin dall’infanzia a obbedire agli ordini per aver da mangiare un po’ di cibo ogm ben legato ai ceppi del futuro.
    Quando arrivi ai 60, o anche ai 50, che già iniziano i problemi non mutuabili, ricordati di suicidarti per tener fede ai tuoi credo per cui far morire i vecchi aiuta a salvare i bambini.
    Spero di aver mal interpretato il tuo commento, nel cui caso mi scuso per l’invito a inchiodarti in futuro ai tuoi stessi pensieri di oggi…

  • yago

    Salvarsi non è facile ma qualcosa si può fare. Io per es leggo sempre gli ingredienti sulle confezioni ed evito prodotti con grassi vegetali , aromi chimici, margarina e schifezze varie.. Produco da me  l’olio, ho un piccolo orto ed alcuni alberi da frutta, compro polli e conigli da contadini fidati. Purtroppo dovrei anche mangiare meno e smettere di fumare, ma chi è senza peccato scagli la prima pietra.

     

  • RenatoT

    E’ li lo sbaglio, ci siamo evoluti per milioni di anni con quello che si trovava in natura e non al supermarket. 

    Il cibo per esseri umani è sempre quello.. da sempre.
    Quando si va al supermercato, tutto quello che arriva da una fabbrica va ignorato.
    Si compra solo fresco, come se ci si trovasse in una foresta, in riva al mare.
    Quindi frutta, noci di vario tipo, frutti di bosco,  uova, prede di vario tipo… e inoltre la nostra dieta è basata sul crudo, come tutti gli esseri viventi.
    La reazione chimica che avviene con la cottura trasforma il cibo in un altre molecole… 
    Sbagliamo completamente tutto… e cio’ produce una popolazione che giá da neonati produce malati.
    Il latte (eccetto quello umano), i cereali, legumi, non esistono nell’alimentazione umana…
    Non si puo’ mangiare cereali senza un frantoio, legumi senza cottura, latte di mucca che serve a tirar su di 300 kg un vitello in 3mesi… 
    Infatti il primo genera patologie come l’osteoporosi e i cereali, essendo carboidrati ad altissimo carico glicemico, trasformano gli esseri umani in tossicodipendenti. Sintomi? Prendere peso, perdita di vitalitá, stanchezza cronica, riposini pomeridiani dopo i pasti .. quello che viene confuso con la vecchiaia… che porta poi sempre al cancro, problemi di otturazione di quei tubi che percorrono tutto il nostro corpo (infarti, ictus etc) e deterioramento del sistema nervoso visto che i metalli ormai sono dappertutto.
    Il fumo esiste da milioni di anni… incendi, fuoco in caverna per tenere lontani gli animali.
    Penso a Javier Pereira che morto a 167 anni.. fumava.
    Siamo attrezzati per gestire le microparticelle generate dalla combustione… il catarro è prodotto per quello. Meglio non fumare, questo è sicuro.
    La base della nostra alimentazione, a livello di logica evolutiva, è la frutta. 
    Stare su un alberto e raccogliere frutti è piu’ sicuro che stare a terra in mezzo a predatori.
    Io piu’ vado avanti in questa direzione e piu’ sento che ho voglia di frutta e verdure crude.
    Sono ormai 4 anni che abbiamo preso questa strada. Figli e nipoti ormai… e devo dire che funziona. Non abbiamo piu’ necessitá di farmacie e dottori. Se mangiamo qualcosa che non va bene, lo sentiamo subito perchè essendo abituati ad avere la vitalitá a livelli che 20 anni fa mi sognavo, appena mangi qualcosa che intossica te lo senti addosso… non si sente se lo si fa tutti i giorni.
    Abbiamo provato dopo 2 anni a mangiar riso integrale, roba da 8 euro al chilo nei negozi bio. 40 grammi a testa … dopo 6 ore avevamo mal di testa sia io che mia moglie e il giorno dopo ci siamo trovati a dover prendere un analgesico perchè dopo 24 ore il mal di testa era ancora li… abbiamo avuto sfoghi sulla pelle sia io che lei.
    Naturalmente lo zucchero è il peggio di tutti, è cio’ che alimenta i tumori in caso di poca ossigenazione del corpo… quello che accade ai tossicodipendenti da carboidrati… stanchezza cronica, riduzione dell’ossigenazione e deperimento fisico con le classiche potologie che uno non si toglie piu’ per tutta la vita… chiaramente, se non si smette, non passa. Ecco perchè il cancro non verrá mai curato…. perchè non vanno alla causa.
    Stanno spendendo miliardi per trovare un modo di far regredire un cancro facendoti continuare ad intossicarti giorno per giorno.. ecco perchè non esisterá mai la cura.
    Pensate primitivo… tutto li. Pensare all’evoluzione.
    La dieta che si avvicina molto a questo si chiama PaleoZona.
  • uomospeciale

    Fermo restando il fatto che di un forte ricambio generazionale, l’Italia avrebbe un bisogno DISPERATO essendo forse il paese con più anziani del pianeta al punto che alcuni ci definiscono giustamente:

    "La repubblica geriatrica italiana" ,

    La pretesa che l’avere una marea di vecchi costituisca una sorta di assicurazione  contro le dittature in virtù di una presunta "memoria storica" di cui sarebbero custodi, fa veramente ma VERAMENTE, ridere.

    A parte che la stragrande maggioranza degli  anziani hanno in mente solo la prossima puntata di "forum", la prossima partita a bocce, di calcio in televisione,
    o l’appuntamento col prossimo clistere che dovrà stapparli,
    se la storia ci ha insegnato qualcosa è proprio che dalla storia, vera o manipolata che fosse, nessuno ha mai ha imparato nulla.

    Nada de nada, MAI.

    Altrimenti ci sarebbe stata una sola  guerra, non  decine di migliaia.

    Invece come in un ciclo perpetuo i figli ripetono gli errori dei padri oggi come domani, e come sempre.

    Per quanto riguarda il resto, io sono molto vicino ai 50 e qualche  piccolo acciacco comincio ad averlo pure io anche perché la mia non è stata di certo  una gran bella vita, e non mi sono mai risparmio nulla, né fatica né freddo né caldo né sudore.

    Ma non vado praticamente mai dal medico, negli ultimi 10 anni mi avrà visto forse solo un paio di  volte…
    Nei confronti di malesseri e delle malattie ho sempre avuto la mia personale filosofia:

    "Lascia fare all’organismo, lui sa come regolarsi"

    Finché si riprende da solo vuol dire che la vita merita ancora di essere vissuta
    Anche perché piuttosto di ridurmi ad una larva come certi vecchi che vedo è di gran lunga preferibile il non curarsi e lasciar fare alla natura il suo corso.

    Tipo quelli che si fanno il vaccino antinfluenzale per paura di non passare l’inverno…..

     Io dico che se uno è così malmesso che  un raffreddore rischia di spedirlo al cimitero (  e ce ne sono milioni cosi..) è arrivata l’ora di crepare, punto e basta. 
     
    Altro che vaccino.

  • pasa
    Il sorriso sardonico veniva regalato nell’antica Sadegna dal cinquant’enne al giovane che lo uccideva perchè anziano.
     Spero anch’io ad una mia cattiva interpretazione dell’intervento al quale rispondo.
    Uccidiamoli tutti dai 50 anni in su…..ma scherziamo?
     Liceo Classico per tutt,i altro che scuole tecniche e fasulle, prima bisogna imparare a leggere bene, poi a scrivere bene, poi a capire bene
  • RenatoT

    giá.. questo è quello che mi preoccupa.

    Oggi si puo’ ancora scegliere, in futuro non credo che avremmo questa possibilitá.
  • RenatoT

    Come scritto prima, la PaleoZona è un’alimentazione che si basa sull’evoluzione umana.

    Quello che potresti fare da solo in natura senza possibilitá di sbagliare.
    Io sono quasi 10 anni che mi informo poichè la mia compagna aveva ai tempi un cancro e le diagnosticarono 6 mesi di vita… quando sei in ballo.. di cose ne scopri un bel po.
    Chiaramente il cancro ce lo siamo dimenticato… e viviamo sereni senza aver piu’ paura di malattie… il che non ha prezzo. 🙂
  • natascia

    Comunque se un’anziano  e’ detentore di un reddito significativo, a mio avviso   dovrebbe  pagare certe spese mediche alla stregua del giovane che reddito non ha. Di questo non si parla. Come l’ICI abbattuto sulla prima casa, che magari e’ una villone con ettari di parco. E’ chiaro che si vogliono creare sempre piu’ problemi alla classe media superstite, annichilire i poveracci, nel trionfo di chi, pur avendo, accumula sempre  più, e paga sempre meno. Per adesso però… fino a quando cioè   tutti gli altri non avranno piu’ voce. Poi, giacche l’agiato sarà un’anziano senza figli, sarà alla stessa mercè dei precedenti. Occultatamente le èlites stanno solo azzerando l’unico valore di cui hanno veramente paura: LA SOLIDARIETA’ GENERAZIONALE.   

  • AlbaKan

    …sembra che le prestazioni sanitarie di prevenzione (esami, ecc) siano tutte superflue, oggi ci rimane solo l’autopsia!

    (…la citazione di Troisi è sempre gradita!)
  • AlbaKan

    Forse molti hanno pensato che fosse un’altra legge a personam!
    😀
    !

  • rossland

    Sull’evitare i medici e lasciar fare alla natura il suo corso sono totalmente d’accordo con te.
    Ma sospetto di esserlo perché (forse) ho dalla mia una discreta salute per cui quel che mi succede non mi pare mai tanto grave da rischiare di andare a chiedere a un medico come sto. Lo so, come sto. Mentre lui di certo non lo sa.
    E questa mia discreta salute non mi esclude dalla necessità morale di aver comprensione per le fragilità dei miei simili, siano queste morali, fisiche, caratteriali o culturali.
    Nel mondo c’é questo e c’é quello, non è fatto solo per chi ce la fa da solo; è fatto anche per chi ha davanti a sé ancora una lunga strada per capirsi un po’ meglio e forse amarsi un po’ di più.
    Per questo bisogna garantire alle persone ciò di cui hanno bisogno proprio quando sono più fragili.
    E che la vecchiaia sia uno stato di fragilità lo sanno anche i sassi, anche se non è così per tutte le vecchiaie lo è per la maggioranza di queste.
    Stanno davanti alla tv? Saranno ben fatti loro come passano il tempo, no?
    Ci mettiamo anche a disquisire se valga di più la vita del vegliardo iper-attivo e acculturato o quella del povero vecchietto che magari ne ha passate di più dure e oggi si accontenta di campare per vedere Forum?
    Voglio dire che sindacare sulla qualità dell’esistenza è già mettersi a giudicare la vita altrui ponendosi al di sopra dell’altrui diversa vita.
    Che ha sempre le sue ragioni, anche quando ci sono incomprensibili, ostiche da digerire o "costano al sistema sanitario nazionale".
    Mi ricordi che sui costi del ssn a mangiare e quindi a costare di più, non sono i pensionati a 500€ al mese, che già ci sarebbe da chiedersi come facciamo a campare senza finire per forza malai, visto i pochi denari che hanno da destinare al buon cibo, al buon riscaldamento e magari a qualche cambio d’aria in montagna o al mare se serve.
    A mangiare, senza alcun pudore e senza mai misura, sono manager e burocrati a più livelli, nessuno dei quali, vedi caso, sborsa un solo € per curarsi magari beneficiando di mutue particolari e rimborsi di specialisti.
    O perché invece di augurarci il "ricambio generazionale" via veloce dipartita dei vecchi rimbambiti davanti a Forum, che saranno anche rimbambiti ma non fanno del male a nessuno, non andiamo a spulciare quanto costano alle casse dell’Inps i benefit di cui usufruiscono i nostri parlamentari nazionali, ragionali o comunali?
    Perfino dopo un solo anno di legislatura, qualcuno anche con soli pochi mesi, usufruisce di benefit monetari e sanitari per il resto dell’esistenza senza che nessuno, forse per timpore di denunce, auguri loro di dipartirsene presto così da mollare l’osso. Che tanto passerà ai parenti fino alla fine dei tempi. Al vecchietto a 500€ di pensione che si guarda Forum invece puoi augurargli di crepare presto senza rischiar nulla, e forse per questo è così bello bastonare poveri, vecchi e malati: sono così fragili che anche reagissero al più gli ridi in faccia. Giusto?