Home / ComeDonChisciotte / DISTRUGGO GLI EUROBONDS DI GRILLO, MA ALLO STADIO 5S LA FEDE E’ MESSIANICA
13292-thumb.jpg

DISTRUGGO GLI EUROBONDS DI GRILLO, MA ALLO STADIO 5S LA FEDE E’ MESSIANICA

DI PAOLO BARNARD

paolobarnard.info

Domanda: perché il M5S è l’unico fenomeno di questo tipo al mondo? Risposta: perché l’Italia è il Paese al mondo con la massima concentrazione di Clero e calcio. Vaticano e Serie A. E quando un popolo è cresciuto per un secolo almeno fra chiesa e calcio, il primo politico che gli propone una setta messianica con le modalità della curva ultras stravince. Eccovi il M5S, masse di fideisti ciechi cui è impossibile dimostrare che 2+2 non fa 5, affascinati anche dalla seconda religione 5S, il tifo cieco.

Non c’è nulla fa fare con sta gente, avranno i loro anni di successo e poi finiranno. Ma inutile parlargli, con una religione calcistica non puoi dialogare.

Quindi non è per loro, ma è per chi ne sta all’esterno e ci pensa che spiego perché l’idea N.1 di Grillo (cioè Casaleggio) per stare nell’Eurozona è una cretinata al meglio e micidiale al peggio. Parlo degli Eurobonds. Il genovese dice che l’Eurozona deve permettere ai suoi membri di emettere titoli di Stato non più nazionali, ma garantiti da tutti gli Stati in Eurozona, così i mercati si fideranno e scenderanno i tassi d’interessi, bla bla…

Grillo scrive: “Chi avesse acquistato dei titoli italiani con il capitale rimborsato in lire, se la lira scendeva del 15%, il valore del suoi titoli diminuiva dello stesso valore. L’euro senza Eurobond è una camicia di forza, euro e titoli vanno equiparati e l’emissione di Eurobond è la soluzione.

Tutto questo è sbagliato, perché la perdita di valore di un titolo di Stato la cui moneta (la Lira) si svaluta è una perdita certamente significativa se il possessore del titolo lo vuole convertire in un’altra moneta che sia più forte. Ma non è affatto detto che la svalutazione della moneta (la Lira) abbia effetti negativi sull’economia interna del Paese e quindi sul valore del titolo dentro il Paese.

In pratica: se io avevo comprato 100 Lire di titoli di Stato e la Lira si svaluta ma il mercato interno non ne risente nella ricchezza generale (per svariati motivi), i miei 100 soldi rimangono validi. L’esempio degli USA è lampante. Il dollaro nel 2013 si è svalutato di continuo. In Giappone uguale: lo Yen svaluta da mesi. Ma né i risparmiatori americani né quelli giapponesi stanno perdendo niente del valore del capitale investito, anche perché le loro Banche Centrali comprano quei titoli facendoli rimanere di buon valore. Se fosse come ha detto Beppe Grillo, gli americani e i giapponesi avrebbero già svenduto in massa i titoli dei rispettivi Paesi, portando a tassi d’interesse alle stelle. Invece non è successo, anzi, è successo il contrario. E notate che la svalutazione di quelle due monete non ha neppure portato ad aumenti di inflazione, che anzi, si ostina a rimanere bassa sia a Washington che a Tokyo.

Ma non solo: Grillo ignora che stando nella zona euro con sti inutili Eurobonds, noi ci dovremo sorbire tutte le ben note tragedie del Neofeudalesimo europeo, con le Austerità dell’Economicidio, la Chemiotassazione, e la perdita di sovranità di Stato, Parlamento e Costituzione sancite dai Trattati. E queste sono le VERE catastrofi sociali dell’euro. La cosa comica, e in effetti adatta a un comico, è che Grillo sbraita che vuole stracciare il Trattato Fiscal Compact senza capire che farlo significa USCIRE DALL’EUROZONA. Quindi vende panzane, come al solito.

Insomma, Grillo (Casaleggio) non capisce una mazza di operazioni monetarie, non capisce niente di come funziona una Banca Centrale sovrana né della tragica trappola dell’Eurozona. Scusate se mi esprimo così, ma Grillo di economia non sa un cazzo. Ma cosa volete che conti per i suoi fedeli allo Stadio Vaticano, nessuno ci bada. Ai grillini basta recitare il rosario a cinque stelle e tutto funziona, la fede è la fede, ed è più cieca di una talpa accecata. Ma voi che ancora ragionate, pensateci.

Paolo Barnard

Fonte: http://paolobarnard.info

Link: http://paolobarnard.info/intervento_mostra_go.php?id=858

22.05.2014

Pubblicato da Davide

  • radisol

    Invece, Barnard ha tentato in tutti i modi di dialogare con Berluskoni … lì fedi messianiche e calcio non c’entrano niente …

  • lynx

    forse gli unici che ci possono tirarci fuori da questo inferno,sono proprio coloro che non sanno niente ne di economia ne di politica.

  • Noumeno

    barnard va contro grillo per partito preso, eurobond significa unita’ economica e quindi politica , ora esiste solo unita monetaria cosa demenziale.

  • cnj

    "…avranno i loro anni di successo e poi finiranno…"
    Paolo"Nostradamus" Barnard

  • furibondius

    Mah….. Se il tifo fosse per te, Paolone, magari passeresti il calcio per un processo evolutivo dell’ uomo che rincorre la palla della libertà. Fanatico da trave in ambedue gli occhi del decalogo dell’economia, la MMT,  costrutto americano per imporre un’unica direzione ai destini dell’uomo, quella del pieno lavoro, quindi piena e perpetua SFIGA!, è duro accettare che l’economia sia materia per semplici, non per esperti o tecnici ma, ridotta alla semplicità che meriterebbe, aritmetica delle risorse applicata all’uomo. 

    Se, più ignorante e meno schiavo di pulsioni narcisistiche, ti unissi col tuo grande cuore al cuore di chi vuole, semplicemente, cambiare, torneresti molto utile alla comune causa.
  • chiaro_davvero

    infatti l’euro per ammissione dei suoi stessi promotori serviva proprio a questo: costringerci ad accettare un unità politica altrimenti improponibile.
    viva grillo, via la democrazia

  • Whistleblower

    Solito commento alla Barnard, il fritto misto di luoghi comuni dell’autodidatta, il M5S è molto più interessante.

    In fondo il movimento è precisamente la rappresentazione di quello di cui parlava Il Nome della Rosa di Umberto Eco ossia il concetto espresso da quel celebre slogan dei movimenti sessantottini, "Un éclat de rire vous enterrera" (Una risata vi seppellirà) che compendiava quello più antico degli anarchici francesi "L’imagination au pouvoir".
    La storia di Eco si svolge in un monastero medievale dove in una labirintica biblioteca il custode che è un monaco cieco custodisce un manoscritto segreto considerato pericolosissimo fra trappole, droghe orientali e veleni mortali.
    Alla fine si scopre qual’era il libro da tenere a tutti i costi nacosto: il secondo libro della Poetica di Arsistotele, che si credeva perduto, che tratta della commedia e del riso ossia dell’ironia, l’unica arma contro la quale il potere non può nulla.
    Avevo sempre pensato che come scioglimento dell’intrigo questa idea della pericolosità assoluta per il sistema costituito dal sarcasmo fosse un po’ tirata per i capelli.
    Aveva ragione Eco e Grillo ne ha dato una dimostrazione clamorosa.

  • Pennino

    In aggiunta…

    L’Italia è un contributore netto dell’Unione Europea, vuol dire che versiamo nelle casse europee PIU’ di quanto riceviamo in cambio. Tralasciando per un momento i meccanismi finanziari che potrebbero modificare leggermente la situazione attuale tra debitori e creditori,  un’ipotetica nuova BCE elargirà il denaro a disposizione in base a criteri simili agli attuali. La condivisione a livello europeo richiamata da Grillo, significherebbe condividere gioie e dolori, morale  con gli Eurobond non cambierebbe niente.

    Tra l’altro nel programma 5 Stelle per l’Europa, il punto 1 che è sceso al settimo posto, è in palese contraddizione, con il punto 3 che è diventato secondo. Cambio di priorità in corso, succede!

  • Giaurro

    Barnard ha un ego smisurato, dunque difficilmente potrà smettere di lamentarsi con invidia e fragore del successo di altri. Cose note. Note anche le contraddizioni interne alle accuse di uno che ha tentato di lisciarsi variamente Berlusconi e  l’ex segretario leghista (Maroni). Quello che è certo è che a Barnard va peraltro meglio che alla maggioranza degli altri. E’ pieno di senza nome che non hanno nemmeno mai potuto subodorare le opportunità di ribalta pubblica e mediatica di cui Barnard ha beneficiato, e dalle quali ha voluto autonomamente alienarsi. A questo punto dovrebbe essere chiaro anche a lui che continuare a lamentarsi dei mezzi successi che si ha avuto attribuendo la colpa a cause esterne alla propria autonoma decisione è più patetico e umiliante che dignitoso. Soffrire in silenzio, come fa la maggior parte dei senza nome al mondo, sarebbe assai meglio. Perché altrimenti sorge il naturale dubbio (che ormai è soltanto retorico, in quanto è più una certezza) che tutto questo frastuono equivalga agli sproloqui adolescenziali ospitati dai Social Network, il cui unico fine è l’autopromozione spasmodica e ansiosa della persona al riconoscimento del proprio valore individuale. Inutile dire che tale atteggiamento è, oltreché patetico e umiliante, molto poco "spartano".

  • Gibilee

    […] perchè l’Italia è il Paese […]

    […] masse di fideisti ciechi […]
    Sta gente…
    Questo è il linguaggio da movimento ereticale settario che radicalizza la propria credenza che viene fatta valere come verità integra:suppongo si definisca integralismo.
    Non credo sia l’atteggiamento migliore per dialogare con chichessia. Se si vuole dialogare e soprattutto se si ritiene di essere più intelligenti e ‘democratici’.
  • Cartesio

    Al di là delle discutibili disquisizioni su Vaticano e calcio in puro stile Barnard, la disamina della questione eurobond e della svalutazione degli investimenti è sostanzialmente corretta. Ritengo però che tutto questo lo sappia benissimo anche Grillo, che in passato ha ospitato più volte dei post di detrattori dell’euro (Bagnai per citarne uno su tutti) sul suo blog, ma che sull’argomento si sia sistemato da tempo su una posizione più prudente essenzialmente per questioni di consenso. Esiste ancora una corposa fetta di elettorato che non si schiera contro la moneta unica: non si tratta solo di persone di bassa cultura che non sono in grado di comprendere le analisi di carattere economico, finanziario e monetaristico necessarie per formarsi una propria opinione sulle origini e gli sviluppi della crisi (anche se magari li tocca da vicino),ma anche persone di media ed alta cultura che ancora la crisi non l’hanno sentita, che ritengono non li coinvolgerà mai e che quindi non hanno la volontà di fare uno sforzo per capirne la genesi e la dinamica. Si accontentano del modello mainstream proposto dalla via mediatica, e se sollecitati ad una riflessione sul tema, fanno proprio questo modello e lo difendono con il coltello tra i denti.

    Dalla conseguente presa di posizione di Grillo, costruita per non alienarsi i potenziali consensi di queste persone,che magari condividono con lui l’esigenza di una politica meno corrotta ed i temi di carattere ambientale, nascono a cascata tutte le contraddizioni emerse nell’intervista con Vespa e che lui ha solo elegantemente evitato di chiarire.
     Mi auguro che con il peggiorare della situazione nel nostro paese e con la forza di un consistente numero di voti da questa tornata elettorale, Grillo trovi il coraggio per prendere una posizione più chiara e convincente sull’argomento moneta unica.
  • Georgejefferson

    Infatti,per quello l’euro cadra,perche questa volonta,non c’e’.

  • Tetris1917

    Barnard dice cose giuste. Il come le dice mi interessa poco.  Grillo non capisce molto di funzionamenti europolitici, ma sa fare bene il suo mestiere. Sinceramente Grillo e’ comunque superiore alla melassa insulsa che circola in politica ora. Il fatto che in pochi anni ha costruito insieme ad altri, un movimento politico che sembra stabile, non e’ poco, in una nazione di fottuti parassiti.

  • alvise

    A me ha sempre interessato Barnard, ma ora sta un po troppo pisciando "fuori dal bulacco", eh cribbio!!! dato che Grillo non l’ha manco cagato, questo continua ad inveire contro di lui, che non gli ha consentito di scaricarsi le sue frustrazioni. Se almeno argomentasse coerentemente, allora va bene, ma così come fa da tempo (non è sempre stato così) mi pare incoerente. Incoerente perchè conoscerà come funzionano le politiche monetarie-economiche, tuttavia non penso che Borghi e Bagnai siano due ultime ruote di un carro. Magari mi sono perso qualche sua uscita, non vorrei che ce l’avesse anche con questi ultimi economisti che ho citato. PB ha l’MMT che gli riempie il cervello, speriamo non gli scoppi, dopotutto non è cattivo.

  • Georgejefferson
  • Georgejefferson

    A qualunque novita in fieri verso possibili miglioramenti della societa si puo fare le pulci.Si puo sempre trovare "l’indizio che certifica all’occhio che interpreta" una pseudo razionale prova dell’impurita,dell’indegno.Tutto sta nella fiducia e tante tattiche strategiche ci ricordano che siamo in guerra,e dall’altra parte abbiamo il nemico,nascosto in mille facce spesso simpatiche ma utili inconsapevoli delle manovre di indottrinamento di massa,la "summa" del populismo in senso dispregiativo e demagogico sta nel Mainstream.In senso storico sara giudice la storia.Se si parte dal presupposto "a prescindere" che tutto e’ merda e "sempre sara",si mantiene posizione ideologica come tutti gli altri,difatti a mia opinione il presunto "realismo" e’ la piu ingenua delle fedi,per niente ragionevole,anche se spacciano il contrario.Comunque la liberta di opinione e’ sacra,non tutti se la possono permettere la posizione nichilista,e gia questo e’ un segnale di concreta speranza e suo fondamento reale.

  • sitataf

    Complimenti, non potevo leggere risposta migliore!

  • The_Essay

    Gentile Dr.Barnard,

    vorrei fare una premessa e alcune brevi considerazioni

    Premessa:

    1)amo fare critiche costruttive,per cui le sarei grato se le
    cogliesse come tali.

    2)non intendo fare l’avvocato del diavolo di nessuno,ripeto
    nessuno (si legga Grillo)

    3) Cortesemente gradirei 
    toni pacati qualora decidesse di rispondere.

     

    Considerazioni:

    1)Ho cercato di documentarmi , peraltro anche sul suo sito,
    circa le sue attività e forse  posso
    permettermi di dire:

    reputo interessanti  le persone coerenti  con le proprie idee al punto da isolarsi  spontaneamente da quanto non amano. Quindi ci
    vuole coraggio per fare scelte di questo genere e aggiungo che chi scrive a
    modo suo ne ha fatte diverse .

    2)Ritengo (forse a torto) che allorquando si scrive  generalmente:

    a) si  dovrebbero rispettare i criteri della
    convivenza civile

    b)non si dovrebbero fare generalizzazioni..cut…”quando un
    popolo è cresciuto per un secolo almeno fra chiesa e calcio”.

    Domanda e chi lo ha detto, forse lei?

    Ma è proprio sicuro che in Italia tutti si sbracciano dietro
    al calcio? E le chiese vuote? Due papi, Come la mettiamo?

    c)Si dovrebbe
    essere propositivi in modo realistico e pragmatico.

    3)A torto ritengo che nutre
    troppa fiducia nell’economia
    .

    Gradirei sapere se tra gli astanti di CDC ci sia qualcuno
    che condivida quanto andrò dicendo:

    cioè l’ economia di suo è una scienza esatta ( anche se
    passa un messaggio diverso),ma tutti notiamo che a volte non ci si azzecca
    nelle previsioni economiche.Mi chiedo,

    forse perché semplicemente essa “ a volte” è influenzata , per
    non dire usata come “un mezzo da certa politica”?

    4)Le nuove guerre, sembra 
    impieghino l’economia e la finanza come “clave”, per cui se non fossero
    scienze  errate solo un pazzo le
    impiegherebbe come presunte armi.

    5)Ho letto che lei è appassionato di economia; sarà pure
    bravo,ma mi pare di aver capito che propone in Italia  teorie economiche sviluppate in America.

    Domanda:che contributi originali e personali  lei ha prodotto?

    6)Inoltre mi chiedo se sia corretto  voler applicare delle  teorie economiche ad una nazione (non si
    capisce poi da parte di chi)soltanto organizzando conferenze e in modo avulso dalla
    realtà e

    da un impegno
    personale in politica
    ?

    7)Non le pare che i toni del suo articolo siano un po’ esagerati
    nei confronti di qualcuno(legga Grillo) che mette la faccia, i propri soldi, la
    vera o presunta (non lo sappiamo,ma pare di sì)passione politica?

    8)Perché non spiega agli astanti di CDC che bastano dei consulenti di
    economia e in Italia ne abbiamo diversi,

    e delle buone letture,
    come mi pare di capire abbia fatto lei, anche lavori di vari Nobel ( cosa difficile non mi pare),per mandare avanti una
    nazione?

    9)Domanda maliziosa: non è per caso che lei sia impaurito
    del nuovo? Tra le righe del suo articolo e di quello che ha scritto in altro
    contesti ad una lettura superficiale  sembrerebbe così.

    10)Altra domanda:

    se è vero quel  che
    dice quel vecchio “saggio appassionato di economia”  di fine ottocento :

    “controlla la economia di un paese e avrai reso inutili le
    sue leggi e la sua religione”….alla luce di tale considerazione quei suoi toni
    e il non impegnarsi in politica per utilizzare la presunta arma di cui si diceva,

    non  risultano un
    ossimoro?

    Saluti.

  • Ercole

    Certo è una bella lotta su chi scomparirà per primo (m5s -Barnard ) ,spero entrambi nel più breve tempo possibile ,due illusionisti che ingannano i polli.

  • sun

    Breve riflessione su due punti:
    1) M5S: riconosco a queste persone il merito di aver fatto opposizione in parlamento per diverse questioni, di aver appoggiato i No-Tav e di essere contrari all’Expo, ma riguardo alla questione Euro, mi lasciano molti dubbi, anche a me sembrano un pò confusionari;
    2) Dollaro: negli Stati Uniti, nonostante la loro sovranità monetaria, il divario fra ricchissimi e poveri continua ad aumentare; quindi non è solo una questione di moneta propria, ma di definanziarizzare il meccanismo di utilizzo dei soldi, che stanno andando sempre nella direzione dei più ricchi. E come la mettiamo con il fatto che il Dollaro è la moneta di scambio mondiale? non è forse questo il loro punto di forza?
    Personale opinione su PB, persona degna della massima stima:"Paolo non ti identificare troppo nell’idea che hai di te stesso, rischi di vivere in una torre d’avorio".

  • michiamoaldo

    Condivido. Son tutti geni prima, il dopo lo vediamo.

  • Esteban

    "Non c’è nulla fa fare con sta gente, avranno i loro anni di successo e
    poi finiranno. Ma inutile parlargli, con una religione calcistica non
    puoi dialogare."

    Questa affermazione, mi fa tornare in mente quella di Fassino di qualche anno fa, quando Grillo voleva candidarsi nel PD:
    "Il PD non è un taxi su cui chiunque può salire. Grillo si faccia un suo partito, vada  alle elezioni, e vediamo quanti voti prende."

    Credo che questa frase rimarrà nella storia!

    Per quanto riguarde le scelte economiche, siccome nessuno ha la palla di vetro, io non mi sento sicuro di niente, visto che illuminati economisti hanno toppato alla grande, negli ultimi 20 anni.
    Posso solo dire che questo euro e questa europa, così come sono, non funzionano, e che Italia, Grecia, Spagna, Portogallo, Irlanda, Francia, stavano molto meglio prima che ora, e che l’unica che ha guadagnato è la Germania.
    E posso dire anche che chi è rimasto fuori (Uk) per ora viaggia alla grande.

    Con il nuovo parlamento, ricco di euro-scettici ed euro-contrari, vediamo cosa succede.

  • lucalux75

    Il movimento 5 stelle è l’unica alternativa attuale ad un futuro di desolazione,

    non sono perfetti certo, c’è da affinare ma la loro è l’espressione politica del futuro, grillo parlava di problemi ambientali nel 1990 su tele+ diceva cose sacrosante, di energie rinnovabili, sono gli unici che parlano di un futuro sostenibile, della follia di questo capitalismo dell’assurdità di una produzione industriale che crea solo immondizia con prodotti prevalentemente inutili, sono di almeno 30 anni avanti rispetto agli altri politici, sono i primi, i precursori di una nuova ideologia politica…  Barnard, ti facevo più lungimirante.
  • rebel69

    Questa è anche la mia speranza.Infatti a differenza dei tifosi che dice Barnard, loro ci credono, io ci spero.

  • Quantum

    Guarda che l’unica vera cosa democratica e vera è la scienza…
    E nel caso del monetarismo e della macro-economia, la scienza è la matematica.

    Quando si deve costruire un ponte o una infrastruttura, la politica non serve, anzi è solo dannosa.

    Perché una volta definito se il ponte serve o no, a quel punto la scienza, e solo lei, si occupa di costruirlo con la migliore tecnologia disponibile a quel momento.

    Oggi la scienza matematica della macro-economia dice che l’Euro non funziona. E lo stesso non funzionerebbero Eurobonds et similia.

    E non c’è fede che tenga. Grillo e il suo partito hanno sempre sparato cazzate su cazzate in questo settore. Come cazzate le raccontano tutti gli altri.
    Con la differenza solo che gli altri sono in malafede, Grillo è semplicemente ignorante.

  • Quantum

    L’economia non è una scienza… Anzi a dire il vero io la considererei una truffa, a maggior ragione lo è il monetarismo.

    Perché il denaro è un’invenzione umana. Lo possiamo fare di metallo, di carta, elettronico. O ancora a scadenza, che oltre la data sul bordo non sia più spendibile.
    Spero sia chiaro questo concetto…

    A questo punto gli economisti se raffrontanti ad altri scienziato, per esempio gli archeologi, è come se questi ultimi si mettessero d’accordo per scegliere e seppellire delle ossa, poi facessero finta di trovarle, ed iniziassero un lungo ed inconcludente dibattito sulla datazione, la specie a cui appartengono, lodando ed imbrodando se stessi in un inganno pernicioso.

    Il denaro è un’invenzione umana. Noi stiamo a parlare di aria, a disquisire di bond, eurobond e cazzate varie. Il problema è a monte, finché la gente non conoscerà questo meccanismo soffrirà, verrà truffata e ingannata, litigherà tra i suoi simili e con gli immigrati…

    Paolo Barnard vuole portare la conoscenza di questi meccanismi alla gente, ma questa è stupida e beota, ignorante è, e tale vuole rimanere. Allora ben le sta, vuol dire che il processo di risveglio e consapevolezza sarà più lungo di quello che persone come Barnard speravano.

    Per me ci vorranno ancora 1-2 generazioni di truffati e tartassati prima che venga a galla la consapevolezza di questo meccanismo.
    Allora, dopo morto, Barnard verrà ripreso e forse avrà gli onori che merita. Ma lui e la sua componente narcisista non ne potranno godere.

  • rarmstorm

    Egr. Sig. Barnard, la seguo per molto tempo e trovo molto interessanti i suoi discorsi sul discorso Euro, e sulla gran parte son d’accordo con lei, purtroppo dopo averla letta mi ha fatto ritornare in mente Bertinotti, una persona che reputo intelligente ma con la testa perennemente ferma al 68′.
    Vorrei capire dove sinceramente vuole andare a parare. Lo si e’ capito in tutte le salse il discorso su come l’EU attualmente ci uccida con queste regole,si sa, come si sa anche che il pareggio di Bilancio e’ una follia che anche un bambino in prima superiore potrebbe spiegare.(Escludo dal discorso chiunque abbia votato a riguardo, ovvero il PD+L e la DC-L) Dal punto economico il suo discorso e’ perfetto se la sua visione dell’italia del futuro e’ quella di uno stato neutrale stile svizzera al di fuori della UE. Se questa e’ la sua visione, sta sbagliando target. Si rivolga alla Lega che ha con salvini il beota di turno che con questa "scusa" tenta di salvarsi la poltrona. Una persona come lei puo’ benissimo diventare leghista e mangiarsi questo contadinotto con calma, magari migliorando l’elettorato contadino. In alternativa, puo’ benissimo fondare un suo partito e metterci la faccia e sostenere quello che piu’ le aggrada.
    Per quanto concerne grillo, invece, mi pare un po’ ottuso a riguardo.Mi pare che abbia non capito il quadro complessivo. Grillo fondamentalmente e’ una persona di sinistra e checche’ ne creda anche lui crede in un’europa di stampo Federale, sulla copia degli US.
    Quello che grillo intende e che era anche il sogno dei fondatori dell’UE e’ questo. Sappiamo tutti che attualmente l’UE e’ una costruzione dove hanno costruito prima il tetto (€) e si sono dimenticati del tutto delle fondamenta (emanazioni leggi, Ministeri attivi su TUTTI gli stati) se non rappresentative e con poteri decisionali atipici e molto incostituzionali. Gli Euro bond entrano in quest’ottica. E’ un passo ulteriore per l’integrazione reale dell’europa in Stato UNICO. Si dovra’ si’ perdere SOVRANITA’ nazionale e’ innegabile, senza di quello l’EU non ha senso. Ma senza questo step  una politica comune rimarra’ senza futuro e quindi Inutile. A me frega poco che sian stati fatti complotti nel passato, veri o non. Ma o si va in questa direzione o ora come ora questa cosa e’ come ben dice INUTILE e DANNOSA per l’italia. Cio’ non toglie che l’integrazione tra stati e’ e sara’ un processo inevitabile, bisogna farsene una ragione.I problemi sorgon quando si vuole rimandare il piu’ tardi possibile la perdita dei poteri, ovviamente per puro guadagno personale (finanziario/bancario/multinazionali). Quindi nel mentre, per poter continuare ad avere un minimo di peso nella UE ha senso un EURO a 2/3/4 velocita’ come dice Grillo. O come lo chiama lei una moneta sovrana (in formato euro-friendly). Questo purche’ in quest’ottica, gli stati vogliano fare lo step 2, ovvero UNIONE EUROPEA di fatto, con condivisione di Debiti e crediti in primo luogo(Eurobond insomma) e perdita di sovranita’ NAzionale, in cambio di ministeri COMUNI per agricoltura, Interni etc etc con politiche che favoriscano ed aiutino TUTTI gli stati della UE.Senno la UE non ha senso e si ritorna a quanto dice lei.
    Non mi pare che sia un discorso difficile da capire. L’importante e’ che non si fissi su sassolini che si crera nelle scarpe in quanto non considerato.
    Uno dei tanti "invasati" del M5s.
    Saluti.
    Uno dei tanti "f