Home / ComeDonChisciotte / DISOBBEDIENZA CIVILE ? IL SINDACO DI LONDRA VUOLE GLI IDRANTI
12709-thumb.jpg

DISOBBEDIENZA CIVILE ? IL SINDACO DI LONDRA VUOLE GLI IDRANTI

FONTE: ZEROHEDGE.COM

SkyNews ha commentato che “Il sindaco di Londra dice che le armi saranno utilizzate solo in” circostanze estreme“, però, si teme gli idranti possano essere usati anche per disperdere piccoli gruppi che protestano legittimamente.

Il Sindaco Johnson dice che gli idranti serviranno nel caso che si ripetano i tumulti estivi del 2011″.

Quindi, “solo una coincidenza”

Che è successo nel 2011? “I focolai di violenza e i saccheggi nelle città di tutto il paese hanno fatto decidere a David Cameron di dare informazione che i dispositivi potrebbero scattare sul territorio britannico con un preavviso di 24 ore.” Il sindaco ha scritto una lettera al ministro degli Interni, Theresa May, che dovrà prendere la decisione sull’opportunità di autorizzare l’uso dei cannoni ad acqua.

Per ora la richiesta del sindaco è stata mitigata: Il progetto prevede l’acquisto di tre cannoni ad acqua ad un costo di £ 30.000 ciascuno da aziende tedesche , ma la signora May si è rifiutata di comprare armi per la Polizia Metropolitana, come se si trattasse di un bene nazionale. La Metropolitan Police aveva previsto l’uso degli idranti anche durante le rivolte studentesche di Londra nel 2010, tuttavia , Mrs. May disse alla Camera dei Comuni: “Non penso che qualcuno vorrebbe vedere che vengono usati gli idranti nelle strade della Gran Bretagna.”

In estate 4000 agenti della polizia metropolitana hanno partecipato a campi di addestramento nello Hampshire per apprendere come utilizzare gli idranti per poter aiutare i loro colleghi dell’ Irlanda del Nord in vista del G8. Gli idranti già sono stati utilizzati sulle isole, soprattutto in Irlanda del Nord per il controllo della folla, ma non sono mai stati utilizzati sulla terraferma britannica.

Nella sua lettera il Sindaco ha detto a Mrs. May che aveva consultato le principali personalità pubbliche e che queste erano ” ampiamente convinte ” dall’idea dell’uso degli idranti. – “Se il livello di coinvolgimento dovesse diventare serio ,questo non possiamo ancora stabilirlo , ovviamente lo valuteremo e ne terremo conto, condividendolo con lei, prima di prendere qualsiasi decisione e di autorizzare l’uso di questo strumento non letale”.

L’opposizione non fa mistero di vedere tutta la situazione come un teatrino : Jenny Jones, della London Assembly ha detto : “Il Sindaco avrebbe approvato l’uso dei cannoni ad acqua contro gli studenti che protestavano contro l’aumento delle tasse universitarie?”

Cosa succederebbe se il Commissario volesse far aprire gli idranti e se il sindaco non lo facesse? I londinesi hanno bisogno di sapere quando e in quali circostanze il Sindaco sarebbe d’accordo con la Polizia Metropolitana per l’uso di quest’arma.” – “Mettere i cannoni ad acqua per le strade di Londra è un passo nella direzione sbagliata, significa armare la polizia come una forza militare, e questo va contro la nostra grande tradizione che vuole una polizia disarmata. La gente ha il diritto democratico di protestare e la mia paura è che una volta che il sindaco avrà permesso l’uso di queste armi sulle nostre strade, vedremo che verranno usate contro le persone che esercitano il loro diritto legale di protestare.”

Un portavoce dell’ufficio del sindaco per la pubblica sicurezza( MOPAC ) ha detto : “Dal momento delle rivolte di agosto 2011, la polizia e l’Inspectorate of Constabulary hanno ritenuto che gli idranti dovrebbero essere disponibili come parte degli strumenti che servono a far fronte a gravi disordi ni pubblici. “Questo è quanto pensa la stragrande maggioranza della gente. Il MOPAC ora sta dando l’avvio ad un programma che cercherà di conoscere il parere dei londinesi , prima di prendere qualsiasi decisione finale sull’acquisto degli idranti.

” L’opposizione ne ha preso atto. E ora aspettiamo la decisione finale che sarà resa nel mese di febbraio.

Prevediamo una navigazione tranquilla già per il primo dei molti cannoni ad acqua che sbarcheranno lungo le strade di Londra.

Fonte: www.zerohedge.com

Link: http://www.zerohedge.com/news/2014-01-08/preparing-civil-disobedience-….

8.01.2014

Il testo di questo articolo è liberamente utilizzabile a scopi non commerciali, citando la fonte ComeDonChisciotte e l’autore della traduzione Bosque.Primario.

Pubblicato da Davide

  • Ercole

    E’ proprio vero l’acqua è un bene comune e la ripartiranno gratuitamente per i propri bisogni,senza neppure il voto referendario…..