Home / ComeDonChisciotte / CREPE NELL'IMPERO DI WASHINGTON

CREPE NELL'IMPERO DI WASHINGTON

DI PAUL CRAIG ROBERTS

Chissà se i portaborse di Washington, quelli dell’UE riusciranno a raddrizzare la spina dorsale. Sembra che Gran Bretagna, Germania, Francia e Italia abbiano sfidato gli ordini di Washington e che abbiano fatto domanda di adesione alla Asian Investment Bank, guidata dai cinesi. E sembra pure che Australia, Giappone, Corea del Sud, Svizzera e Lussemburgo potrebbero fare altrettanto.

Washington usa le banche per lo sviluppo, come la Asian Development Bank e la Banca Mondiale, insieme con il Fondo Monetario Internazionale, per esercitare la propria egemonia finanziaria e politica e come elementi cruciali dell’imperialismo economico e politico americano.

La banca a guida cinese, naturalmente, potrà essere molto più efficace perché i cinesi useranno la banca per aiutare realmente i paesi e quindi per fare amicizie con altre nazioni e per far crescere la fiducia, mentre Washington, le sue banche, le usa per rinforzare il proprio predominio.

Questa nuova banca, insieme alla Banca dei BRICS, offrirà una alternativa a quei paesi che cercano una via di fuga dalla dominazione di Washington.

L’Impero del Male comincia a incrinarsi e queso si sta vedendo qualche ogni volta che l’alleanza russo-cinese mostra le sue vere potenzialità e quando le capitali europee capiscono che l’egemonia di Washington ha messo la loro esistenza a rischio, solo per cercare di impedire l’ascesa della Russia.

I folli nazisti neocon americani e britannici, e tutti i gonzi che li seguono, costituiscono la più grande minaccia umana che il mondo abbia mai conosciuto.

Quanto prima l’Impero del Male crollerà e tanto più sicuro il mondo sarà.

Ecco il report.

Paul Craig Roberts

Fonte: https://www.lewrockwell.com

Link: https://www.lewrockwell.com/2015/03/paul-craig-roberts/the-empire-is-cracking-up/

19.03.2015

Il testo di questo articolo è liberamente utilizzabile a scopi non commerciali, citando la fonte comedonchisciotte.org e l’autore della traduzione Bosque Primario.

Pubblicato da Bosque Primario