Home / ComeDonChisciotte / CON RENZI PREPARANO LA DITTATURA DEL PROSSIMO PREMIER ?
13061-thumb.jpg

CON RENZI PREPARANO LA DITTATURA DEL PROSSIMO PREMIER ?

DI MARCO DELLA LUNA
marcodellaluna.info

Renzi è stato scelto non certo per dimostrate capacità, ma per la sua immagine di bravo ragazzo a capo di un governo di giovani rassicuranti – un’immagine che lo rende idoneo, con l’aiuto di contentini demagoci su tasse e bollette, a far passare una riforma elettorale e del Senato estremamente pericolosa e aggressiva verso la democrazia e lo stesso impianto della Costituzione. Una riforma che prepara l’ambiente giuridico-costituzionale adatto in cui il successivo premier potrà esercitare una dittatura formalmente legittima. E quel premier non sarà un ragazzotto inoffensivo, ma un uomo degli interessi finanziari, dei poteri forti, un delegato della Trojka, che macellerà l’Italia come la Trojka ha macellato la Grecia, senza però che la Trojka debba metterci la faccia, quindi lasciando agli italiani la responsabilità di ciò che essa farà a loro.

In una situazione istituzionale in cui l’Italia è indebitata sempre più in una moneta praticamente straniera e tutta sbilanciata su poteri esterni alla repubblica, avevamo bisogno di una riforma che ci garantisse da altre sospensioni della democrazia come quella imposta ben tre volte dai manovratori del rating e dello spread attraverso Napolitano, e invece… arriva esattamente l’opposto!

Riflettete bene: sotto la pelle d’agnello di Renzi e dei suoi ragazzi un po’ ingenui, con le loro riforme, e con l’aiuto di un Berlusconi sempre più condizionabile giudiziariamente, stanno istituendo una nuova architettura costituzionale in cui

– il segretario del partito si sceglie i candidati che gli vanno bene

– col voto di meno di un terzo degli elettori si prende la maggioranza assoluta nell’unica camera legislativa

– si blinda a priori la fiducia al proprio governo

– nomina il presidente della repubblica, il presidente dell’unica camera legislativa, i giudici costituzionali, i membri laici del CSM, e altre cariche di garanzia

– revoca i ministri

– lascia senza rappresentanza parlamentare partiti che raccolgono milioni di voti

– quindi si pone al di sopra di ogni controllo.

La giustificazione è che i tempi richiedono un premier forte e decisioni rapide.

E’ una giustificazione bugiarda perché queste esigenze di efficienza –rapidità e insieme di democraticità-legalità sarebbero molto facilmente soddisfatte senza rinunciare alle garanzie e alla rappresentatività vera del corpo elettorale. Basta mantenere, accanto a una Camera dei Deputati eletta con un sistema maggioritario e con sbarramenti, un senato elettivo, riformato come segue, in modo che sia l’organo della rappresentanza fedele dell’elettorato e delle garanzie:

– il Senato è eletto con sistema proporzionale su base regionale ed è rinnovato per la metà ogni 3 anni;

– non può essere sciolto;

– non partecipa alla normale attività legislativa e non vota la fiducia (queste funzioni spettano alla sola Camera dei Deputati) salvo un diritto di veto che può esercitare con maggioranza dei 3/5 dei membri su proposta di 1/3 di essi;

– ha competenza legislativa esclusiva per a)riforme costituzionali; b)leggi costituzionali; c)leggi sulla cittadinanza, leggi elettorali; d)ratifica di trattati limitanti la sovranità nazionale;

– ha competenza esclusiva per: a)messa in stato di accusa del presidente della repubblica; b)decisioni su eleggibilità e decadenza di deputati e senatori; c)commissioni di inchiesta; d)nomina del presidente della repubblica, dei giudici costituzionali, dei membri lai del CSM, dei capi di tutte le istituzioni di garanzia.

Un tale sistema bicamerale è così semplice e chiaro e lineare ed efficace nell’assicurare tutte le funzioni, l’efficienza e le garanzie, che il fatto stesso che non sia nemmeno proposto prova il pericoloso obiettivo del governo in carica e la corresponsabilità di chi lo sostiene in qualsiasi modo.

Marco Della Luna

Fonte: http://marcodellaluna.info

Link: http://marcodellaluna.info/sito/2014/03/31/1809/

31.03.2014

Pubblicato da Davide

  • Simec

     RENZI E’ IL TERZO GOVERNO FANTOCCIO NON ELETTO DA NESSUNO, IMPOSTOCI DA TROIKA, BILDERBERG, ASPEN E MASSONERIA.
    IL SUO PROGRAMMA E’ QUELLO DEL COLPO DI STATO DELLE BANKE, SU CUI DA ANNI SONO STATI SCRITTI LIBRI.
    L’EURO NON E’ ALTRO CHE IL PRETESTO CON CUI DISTRUGGERE IL WELFARE
    GRAZIE A QUESTA EUROPA I TRATTATI CI STANNO MASSACRANDO, LE IMPRESE FALLISCONO, òA GENTE EMIGRA O SI SUICIDA.
    QUESTA GENTE CI STA PORTANDO ALLA GUERRA CIVILE, COME SE NON BASTASSE QUELLA IMPERIALISTA DEI NOSTRI FUCILIERI ASSASSINI DI PESCATORI INERMI.
    QUESTA EUROPA E’ UN FILM DELL’ORRORE.
    DOPO VERRAì LA NORIMBERGA E PIAZZALE LORETO PER QUESTI POLITICI CRIMINALI E SERVI DELLA FINANZA.
    RIGUARDO A RENZI SENTO IIN GIRO TANTA GENTE CHE GLI AUGURA SOLO DI MORIRE AL + PRESTO. PURTROPPO TANTI ALTRI, RINCOGLIONITI DA GIORNALI E TV, PENSANO CHE SIA L’ENNESIMO UOMO DELLA PROVVIDENZA. PER QUESTO SIAMO  UN PAESE CON POCHE SPERANZE.
    PER NON DIRE DI GRILLO CHE VILMENTE NON PRENDE POSIZIONE CHIARA SULL’EURO, E TACITAMENTE LO APPOGGIA. VERGOGNA!
    SIAMO TROPPO DIVISI. I POTERI FORTI CONTINUERANNO A DOMINARCI.
    MA QUANDO CI SVEGLIEREMOOOO!!!???

  • AlbertoConti

    Missione del nuovo CLN sarà la difesa della Costituzione del ’48, e a culo tutto
    il resto!

  • lucamartinelli

    Ci sveglieremo quando ci saranno le condizioni. Cerca di capire: sta finendo il campionato e a maggio ci sarà la finale di Champion League. E’ appena iniziato il Grande Fratello………e dobbiamo pensare  alle ferie…..poi inizierà la scuola e dovremo pensare ai bambini…poi il Natale……

  • Cataldo

    Mi sorprende sempre che si parli in questi termini, come non fosse sotto gli occhi di tutti la realtà che siamo da lustri in un regime autoritario, con una informazione dedita in toto alla propaganda e con una realtà rappresentata scollegata totalmente da quella reale. La demolizione della carta avviene giorno per giorno, con l’operato del demolitore primo in carica che è napo orso capo, che solo con il fatto che sta ancora la demolisce….
     
    Con Renzi siamo all’ultimo stadio, perchè il soggetto è cosi iniquo da credere alla sua stessa propaganda, per questo è l’arma finale di chi vuole demolire la costituzione, un Letta, per dire, non potrebbe dire le assurdità di Renzi sulla carta, avrebbe comunque delle remore.
    Qui invece si mettono al potere figure senza spessore, i renzi le madie le serracchiani  le orripilanti boschi, volti a perdere da riempire con la propaganda senza paura di residui di pensiero critico.
    Con un sistema come quello che si è andato creando in Italia non si ha più bisogno di un servo consapevole, o di mettere in prima linea uno che le cose le sa 🙂 tanto i fili non li vede più nessuno.

    La svolta autoritaria deve essere completata al più presto, visto che la repressione a breve diventerà il pane quotidiano del governo, hanno una grandissima fretta di demolire le ultime garanzie costituzionali.

    Ricordate sempre che il nostro stato quando si tratta di reprimere non ha eguali, e che italiani brava gente è una cazzata senza storia, quando sarà il momento faranno come a Napoli, come a Genova 2001, ma stavolta non durerà un giorno ….

  • Evitamina

    Forse si, ogni tanto va visto anche il bicchiere mezzo pieno, perché considerata la storia d’Italia (serie A, ferie, grande fratello…) la nostra fortuna potrebbe essere che l’euro supera i confini italiani.

  • alvise

    ah ah ah ah!!