Home / ComeDonChisciotte / COME TI ANNUNCIO IL SUPERBOTTO FINANZIARIO IN TRE GRAFICI
14812-thumb.jpg

COME TI ANNUNCIO IL SUPERBOTTO FINANZIARIO IN TRE GRAFICI

FONTE: SENZASOSTE.IT

Si rimane sconcertati a vedere persone -che si presume avere una specializzazione oltre ad un cervello- affannarsi a discercere su pochi. sedicenti decimi di punto in più di Pil rispetto allo scorso. Specie, dopo che si è visto una giornalista del Sole 24 andare in estasi per uno 0,2 di Pil in più, se magari si è consultato questi tre semplici grafici che circolano in rete.

Eccoli.

1. Andamento dell’indice di borsa di New York

come vedete, il valore nominale della borsa newyorchese è cresciuto in modo spaventosto rispetto picco della fine degli anni 2000. Periodo in cui il botto Lehman finì per sinistrare l’economia globale.

Il botto, come si nota, potrebbe essere ancora maggiore e più devastante. Si dirà, la ricchezza in pochi anni è cresciuta, come dimostra il grafico, perché allarmarsi? Semplice basta vedere questo grafico.

Bubble22. Squilibrio tra valore finanziario della Borsa di New York e borsa americana

Quando si genera, infatti, una bolla? Quando all’ascesa dei valori finanziaria corrisponde una stagnazione, o una discesa, della ricchezza economica. Ad un certo punto, infatti, se la borsa risulta troppo gonfiata rispetto alla ricchezza dell’economia reale avviene il botto. La borsa perde improvvisamente di valore e l’economia finisce in crisi priva di liquidità finanziaria. Così funziona oggi il capitalismo. E’ già accaduto nel 1998, nel 2000-2001 e nel 2008. Come si vede dal grafico, negli ultimi mesi il valore della borsa di New York è molto lontano dalla reale ricchezza economica degli Usa. E in Europa?

Bubble33. Squilibrio tra valore finanziario borse europee e ricchezza del continente

Come si può vedere in Europa la situazione è simile, rispetto a quella americana. Il pil è oltretutto stagnante. Ci sono quindi condizioni possibili per lo scoppio di una bolla?
Non dobbiamo scommettere in azioni od obbligazioni. Oltretutto sappiamo che che le banche centrali, di fronte a questi fenomeni non stanno a guardare. Ma una cosa la sappiamo. Prima o poi qualcosa accade, oltretutto le bolle finanziarie, assieme ai fallimenti bancari, sono più vecchie del capitalismo moderno. Una cosa è certa: quando ci sarà il superbotto, Usa ed Europa saranno in condizioni, di squilibrio, simili.

Quante ne dovranno raccontare in tv, su twitter e sui giornali…

Fonte: www.senzasoste.it

24.05.2015

Pubblicato da Davide

  • ilsanto

    Un momento, contestualizziamo, per investire in azioni e obbligazioni intanto non sei un disoccupato, ne un operaio, ne una segretaria, ne un imprenditore, ne uno che ha il mutuo o vive in affitto, non stai pagando le rate della tua utilitaria, non sei a zero o sotto sul conto, quindi stiamo parlando di qualcuno che ha un discreto gruzzoletto che non ha bisogno di spendere, diciamo nei prossimi 5 anni, che ha tutto quanto necessario, magari la casa per le vacanze ed i gioielli per la moglie e l’amante e quindi chi se ne frega.

    Secondo oggi il problema è il debito degli stati, enorme, diffuso globalmente e che prima o poi ci diranno impagabile come alcuni hanno già fatto ( vedi Argentina ) e presto anche la Grecia, quindi da evitare come la peste sono i vari BOT altro che azioni.
    Terzo con la globalizzazione le multinazionali sono strapiene di utili ( vedi Google, Apple etc ) tanto che si ricomprano le loro azioni perche sono il miglior investimento possibile e se lo dicono loro ….
    Quarto con tutti sti QE e con la svalutazione competitiva delle valute ( vedi EURO passato in un mese da 1,35 a 1,05 sul dollaro e la precedente mossa Giapponese ) ed i debiti oramai sopra al 100% del PIL esiste una sola soluzione una bella iperinflazione cosi i debiti si svalutano ed i BOT people lo prendono dove non batte il sole.
    Quinto se c’è inflazione i prodotti delle multinazionali si rivaluteranno mentre non si può dire dei BOT.
    Quindi la verità è che chi sapeva si è coperto ( comprando azioni ) guadagnandoci pure mentre i fessi continuano a comprare BOT a tassi ridicoli e non è detto che li avranno mai indietro.
    Quindi tranquillo non è una bolla normale è un cambio di paradigma.
  • mincuo

    Neanche la basi proprio….e scrivono pure….
    Le borse sono anticicliche rispetto ad economia.
    Quando l’economia va bene man mano si alzano i tassi e questo rende meno conveniente investire in azionario e più su obbligazionario, perchè si parla sempre di  rendimento corretto per il rischio (volatilità) quando i portfolio-managers decidono. Le borse sono state spinte dai tassi a 0 e soprattutto dalla previsione che ci restassero.
    Proprio neanche l’ABC. E scrivono di finanza ed economia…

  • gimo

    Questo non contraddice l’articolo nè il fatto che la sproporzione sia una "bolla" e che le bolle prima o poi scoppiano!

  • FlavioBosio

    Peccato che investiti in azioni ed obbligazioni ci siano anche fondi pensione e d’investimento che hanno rastrellato buona parte dei risparmi di intere famiglie.

    Ed un crollo dei suddetti porterebbe immediatamente ad una riduzione della spesa corrente delle suddette ed intaccherebbe il capitale per le future generazioni.
    Storicamente dall’esplosione di una bolla non si ricava niente di buono salvo per i metallari.
  • idea3online

    Quando i grandi investitori faranno crollare gli indici azionari non significa che tutto è finito, gli stessi trasferiranno la liquidità disinvestita nelle azioni e obbligazioni per acquistare a tavoletta oro e argento, soprattutto argento. I banchieri o mercanti dei nuovi tempi, chiuderanno un ciclo dei mercati azionari massacrando tutto e tutti, e apriranno il nuovo ciclo dei mercati dei metalli preziosi, ciclo che durerà anche dopo essere iniziata la grande guerra. Quando i metalli partiranno all’impazzata è perchè la grande guerra è alle porte.

  • Gil_Grissom

    Forse qualcuno vuole che questo botto ci sia e non fa nulla per evitarlo : un’altra grande crisi tipo quella del 2007 non farebbe altro che portare ancora piu’ soldi a coloro che ne hanno gia’ e indebolirebbe ulteriormente i meno abbienti.

  • FlavioBosio

    Al contrario, il botto ci sará proprio perché hanno tentato ingenuamente di evitarlo abbassando artificialmente i tassi d’interesse ed aumentando esponenzialmente la liquiditá, in questo modo hanno distrutto il capitalismo e le sue leggi mantenendo in vita aziende che altrimenti sarebbero fallite e dimenticate da tempo, questa ostinazione nel mantenere in vita degli zombie porta alla deflazione ed innesca un circolo vizioso auto distruttivo, e tutti lo sapevano ma hanno finto di non saperlo per convenienza ignorando volutamente gli allert.

    Credit Supernova! (C’era un PDF in italiano sul sito di Pimco ma la versione italy non ha un motore di ricerca integrato, ed ora vallo a trovare..)
  • Tetris1917

    dove sono le bolle, sono scoppiate? I grafici non si vedono……

  • nodo

    Neanche io vedo i grafici…e se vado sul sito originale non vedo nulla tranne il nome del sito !
    Mah, problema temporaneo del sito immagino…

  • Gil_Grissom

    In Europa sta accadendo proprio il contrario: la Merkel e i crucchi-nazi che comandano stanno tenendo volutamente un bassissimo livello di liquidita’ in modo da rafforzare artificialmente un euro superpompato e dopato che sta distruggendo anche tante imprese sane.

  • FlavioBosio

    Forse nelle sue fantasie la Sig.ra Merkel può mantenere l’euro ad un  cambio prestabilito, ma nella realtá ci sono migliaia di operatori FX che operano con decine di valute diverse e centinaia di banche centrali che operano in concorrenza tra loro, questo definisce il valore di qualsiasi valuta nazionale scambiata sui mercati, compreso l’euro.

  • gimo

    Forse nella sua fantasia decine di operatori contano di piu di pochi giganteschi speculatori ma nella realtà, come si è gia visto ampiamente, sono questi grossi gruppi, con accordi e speculazioni che determinano il gioco della finanza e del mercato. Compreso l’euro.

  • sickboy

    Mincuo se avessi ragione, e tragicamente non ce l’hai, non vedresti una più che evidente correlazione tra le due curve negli anni pre-crisi. Forse non sono i ragazzi di cui sopra che non sanno nemmeno l’ABC…

  • FlavioBosio

    Lo credevano anche gli speculatori che puntavano alla parità dell’euro con il Franco svizzero, poi la BNS ha tolto il PEG e sono rimasti in mutande nel giro di 15 minuti.

    Puff! illusione sparita in un secondo.
    29,3 miliardi Franchi di perdita per la BNS, complimenti vivissimi a chi pensava di manipolare i cambi per lunghi periodi.
    Davvero una bella pensata!
     
  • Gil_Grissom

    Ma lei si e’ accordato col lettore successivo che ha scritto pari pari parola per parola e virgola per virgola lo stesso suo commento? Siete dei troll?

  • Gil_Grissom

    Secondo lei perché quando draghi ha immesso liquidita’ stamapndo euro tale operazione e’ stata definita il bazooka di draghi? perché c’era troppa o troppo poca liquidita’?