Home / ComeDonChisciotte / COME GLI USA STANNO ARMANDO ENTRAMBI I CONTENDENTI DEL CONFLITTO IRACHENO
13403-thumb.jpg

COME GLI USA STANNO ARMANDO ENTRAMBI I CONTENDENTI DEL CONFLITTO IRACHENO

DI TYLER DURDEN
Zero Hedge

Se vi ricordate, nell’articolo US Begins Delivering F-16s To Iraq This Week, A Decade After It Wiped Out Iraq’s Air Force” [“Gli USA iniziano questa settimana a spedire F16 all’Iraq, dieci anni dopo aver cancellato l’aviazione irachena”], scrivemmo:

…gli USA consegneranno il primo di 36 caccia F16 all’Iraq, per quello che un inviato di Baghdad negli USA ha definito “un nuovo capitolo” per le capacità del suo paese di difendere i vasti confini con l’Iran e altri stati limitrofi…

Già a Marzo gli USA hanno fornito all’Iraq 100 missili Hellfire, fucili d’assalto e altre munizioni. In Aprile gli USA hanno spedito altre armi, fornendo all’Iraq munizioni per 11 milioni di colpi e altre forniture militari.

Non si sa quante di queste siano cadute nelle mani di Al Qaeda/ISIS, sappiamo che almeno un elicottero Black Hawk è stato catturato durante la presa di Mosul. Si sa però ciò che è stato riportato da PBS Frontline due settimane fa, mentre l’amministrazione negava di fornire armi ai “ribelli” Siriani, cioè gli stessi militanti dell’ISIS che hanno attraversato il confine e stanno ora combattendo in Iraq.

La verità è che gli USA hanno armato i “ribelli”:

… gli stessi ribelli Siriano hanno affermato di essere stati armati dagli USA e addestrati nell’uso di armamenti e tecniche di combattimento sofisticate, tra cui, come affermato da uno di loro, “su come giustiziare nemici che rimangano vivi dopo un’imboscata”. Queste interviste sono l’ultima prova che dopo più di tre anni di guerra, gli USA hanno accelerato la fornitura di aiuti letali ai ribelli, come nota la PBS: “sembra che l’amministrazione Obama permetta a gruppi selezionati di ribelli di ricevere missili anticarro americani”. Il comandante dell’unità ha anche detto ad Ali che i loro contatti americani gli hanno chiesto di portare 80 o 90 membri della sua unità ad Ankara per addestramento. Uno dei combattenti ha raccontato che hanno ricevuto tre settimane di addestramento su come compiere imboscate, eseguire raid e utilizzare le loro armi. I ribelli hanno anche affermato di avere ricevuto nuove divise e stivali. “Ci hanno addestrato a compiere imboscate contro veicoli nemici o del regime e come tagliare la strada”, ha detto il combattente che si è identificato col solo nome di Hussein. “Ci hanno anche addestrato ad attaccare un veicolo, assalirlo, ottenere informazioni, armi, munizioni e come finire i soldati che rimangano vivi dopo l’imboscata”. (Da “Obama Says Not Arming Syrian Rebels, Syrian Rebels Say He Is” [“Obama nega di armare i ribelli siriani, i ribelli siriani dicono che lo sta facendo”])

Per riassumere: gli USA stanno armando e addestrando quello stesso gruppo di Jihadisti di Al Qaeda/ISIS che aiutano a combattere fornendo armi all’Iraq. E siccome l’esercito iracheno ha ad oggi dato prova di essere totalmente incapace di qualunque resistenza tocca ai droni USA “combattere” quei “ribelli” con cui gli USA stessi stavano collaborando sino a un mese fa.

Qual’è l’indiscusso vincitore qui? Il complesso militare-industriale USA ovviamente, così come le banche che prestano denaro ai governi per combattere le guerre provocate dalle diverse agenzie di spionaggio delle “nazioni sviluppate”.

Danni collaterali? Milioni di innocenti in Siria e Iraq, e in ogni altro luogo.

Titolo originale: “How the US is Arming Both Sides of the Iraqi Conflict”

Fonte: http://www.zerohedge.com

Link

13.06.2014

Scelto e tradotto per www.comedonchisciotte.org da ALCENERO

Pubblicato da Das schloss

  • Ercole

    I proletari di tutti i fronti di guerra devono imparare a  rivoltare i fucili contro chi li arma e imparare la lezione che il nemico del tuo nemico è tuo amico.

  • stefanodandrea

    Ma gli USA hanno armato le varie formazioni indigenere della fratellanza o Jabhat al nusra, composta inizialmente per lo più da volontari, intervenuta soltanto almomento della battaglia di Aleppo e considerata dagli USA formazione terrorista? O L’ISIS, che si è scontrato più volte con Al Nusra, che è intervenuto in Siria soltanto nel 2013 e che è il residuo della formazione – lo stato islamico in iraq – che dal 2007 al 2009,  DA SOLA  ha combattuto esercito statunitense, sciiti e il 90% degli ex resistenti bahatisti riuniti nei consigli del risveglio, i quali furono costretti ad allearsi con gli usa, perché la resistenza islamista, da poca cosa che era originariamente, stava diventando fortissima?
    Le differenze tra le varie formazioni islamiste in Siria sono talmente tante che sostenere che gli USA le hanno armate, senza specificare quale formazione hanno armata, significa già di per sé dire una boiata pazzesca. Che gli USA abbiano armato l’ISIS è una boiata pazzesca.