Home / ComeDonChisciotte / CIBI AVVELENATI IN UNA SOCIETA' TERMINALE

CIBI AVVELENATI IN UNA SOCIETA' TERMINALE

DI ROBERTO MAROCCHESI
giornaledelribelle.com

Nota dell’ autore – il seguente articolo è fondato su una raccolta dati di natura medica, nutrizionale, epidemiologica e sociale svolta negli USA da fonti indipendenti. Se è vero che i fenomeni sociali moderni nascono in quel Paese per venire poi esportati nel mondo Occidentale, possiamo prevedere gli stessi fenomeni da noi entro pochi anni, o anche meno. I segni ci sono già tutti. 

Ci sono più di cinquemila specie di mammiferi sul pianeta Terra, ma solo una di loro è pazza. Non vi è che una specie di mammiferi che volutamente avveleni (e pure i suoi figli), iniettando tossine, sostanze chimiche neurolesive nella maggior parte dei membri della specie.   Detta specie è, naturalmente, l’Homo Sapiens.

Se ci si guarda intorno per il pianeta, si vedono decine di migliaia di specie di mammiferi, uccelli, rettili e insetti. Cinque cose che tutti questi hanno in comune è:

1) Nessuno di loro mangia alimenti trasformati. Mangiano, non trasformati, alimenti crudi dalla natura.

2) Nessuno di loro prende farmaci.

3) Nessuno di loro inietta la  prole con vaccini tossici tenuti insieme con prodotti chimici nascosti.

4) Nessuno di loro pratica l’agricoltura meccanizzata chimica e la monocoltura.

5) Nessuno di loro vive in deliranti mondi artificiali di TV o Internet.

Eppure l’uomo, la specie più folle del pianeta, abitualmente s’impegna in tutte e cinque di queste cose, avvelenando il corpo, la mente e i propri figli con metalli pesanti, pesticidi, mercurio, conservanti, farmaci che alterano la mente, solventi chimici, OGM e deliri di programmazione mentale.

E quindi non è davvero una sorpresa vedere dove questo ci porta. Oggi la nostra società è dominata da immagini di pervertiti affamati di potere, bugiardi patologici al potere,  artisti squilibrati balbettanti idiozie inneggianti a Satana come Lady Gaga , giornalisti   semi-comatosi che leggono il telegiornale della sera o il nuovo canale TV che ospita gente che va  predicando l’infanticidio chiamandolo “aborto post-natale”.

Qual è la causa principale di tutta questa follia? Ė VELENO. Fisico, chimico,  biologico.

Gli esseri umani si stanno avvelenando a morte.

Considerate queste verità scioccanti della società moderna:

• Il nostro cibo è volutamente riempito di veleni chimici per farlo sembrare più vivace (nitrito di sodio), o più sapido (MSG-glutammato), o per durare più a lungo sugli scaffali (conservanti vari).

• I nostri farmaci sono riempiti con molecole di fluoro per renderli altamente reattivi per le cellule cerebrali (SSRI).

• I nostri vaccini son formulati con tracce di mercurio e adiuvanti metilici che danneggiano il cervello a provocare una risposta “infiammatoria” nel sistema immunitario che avviene anche per causare autismo, convulsioni e danni cerebrali.

• I nostri prati sono irrorati con veleni sintetici che causano il morbo di Alzheimer e la depressione.

• L’ acqua potabile è utilizzata come discarica di rifiuti tossici da smaltire: fluoro e composti chimici che altrimenti avrebbero dovuto essere trattati come rifiuti tossici.

• Alimenti destinati al consumo umano sono intenzionalmente privati della maggior parte dei minerali, vitamine e sostanze nutrienti per promuovere la malattia massima, mentre alimenti destinati al consumo animale son fortificati con minerali, vitamine e sostanze nutrienti per promuovere l’ingrasso ottimale. (Se non ti rendi conto che il tuo cibo è spogliato della nutrizione, chiediti perché  zucchero e pane sono entrambi bianchi quando le piante da cui provengono sono verde e marrone …)

• I media insegnano al pubblico che la nutrizione è inutile, ma che la prescrizione di farmaci sono “nutrienti essenziali” necessari per una vita sana.

• Vi è il piombo nei cosmetici, cadmio nel riso, arsenico nelle alghe, mercurio nei vaccini e alluminio in quasi tutto. La razza umana si sta pesantemente avvelenando con metalli pesanti.

Queste tossine causano danni al cervello.

L’effetto cumulativo di metalli dà intossicazione, avvelenamento da fluoro, avvelenamento da pesticidi, avvelenamento da vaccini e intossicazione alimentare nel loro insieme sono un danno cerebrale biochimico irreversibile.

Viviamo in una società in cui il 90% o più della popolazione ha letteralmente il cervello irreparabilmente danneggiato. Questo è il motivo per cui l’irrazionalità è andata aumentando ovunque si guardi. Ė per questo che la gente continua a comprare gli stessi veleni che li hanno già avvelenati mentre ingoia farmaci per mascherare i sintomi di avvelenamento, avvelenando così se stessi ancora di più con le medicine.

Ė per questo che il   trattamento per il cancro è un cocktail chimico (“chemioterapia”) che provoca, come effetto secondario superiore, più  cancro. Ed è per questo che un sottoinsieme in rapida espansione della popolazione è ormai del tutto incapace di leg
gere, di analizzare le parole, di parlare in frasi coerenti o persino di impegnarsi in qualcosa di simile ad un discorso razionale.

Le conseguenze di questa epidemia di danni al cervello sono sconcertanti. Per cominciare, l’intero sistema della giustizia e della democrazia su cui si fonda la nostra repubblica si suppone riguardi persone sane di mente. Il concetto sacro di una “giuria di vostri coetanei” dipende dai vostri concittadini come sani di mente. L’idea del voto agli uffici pubblici richiede anche elettori sani al fine di raggiungere  risultati sani, e il sistema di “libero mercato” del capitalismo e della scelta del consumatore  presuppone che i consumatori sappiano prendere decisioni razionali per guidare quel mercato.

Ma non lo fanno. I consumatori hanno il cervello danneggiato, han subìto il lavaggio del cervello, son istupiditi  e manipolati. Gli elettori sono illusi e intenzionalmente confusi. Le giurie sono manipolate e male informate. In ogni settore della società, dove un gruppo di persone sane di mente avrebbe dovuto ripristinare l’equilibrio e la ragione, ora abbiamo i pazzi alla guida della società.

Mai prima nella storia del mondo  il carico tossico sull’uomo è stato così grande (e tragico). Mai prima d’ora l’abisso tra il sano e il folle fu così ampio (e quindi pericoloso). Viviamo in un’epoca in cui la razionalità è estranea alle masse. Come esempio molto semplice, non importa nulla agli elettori americani che Obama ha violato ogni singola promessa elettorale, compresa l’etichettatura degli OGM, la chiusura di Guantanamo, la riduzione del deficit del bilancio federale, migliorare la trasparenza del governo, offrire a prezzi accessibili l’assistenza sanitaria sociale e la protezione della Costituzione.

Ha gravemente violato ognuna di queste promesse, ma i suoi sostenitori in qualche modo continuano a credere in lui. Tale convinzione è del tutto irrazionale, incomprensibile.

Ma non è più pazzo di coloro che ciecamente appoggiarono l’amministrazione di Bush, o di Clinton, o di qualsiasi altro.  Sostenitori ciechi hanno in comune il  fatto d’avere il sistema cerebrale danneggiato e quindi non in grado di pensare razionalmente.

La situazione è diventata così perversa che chi presenta almeno una traccia di razionalità è immediatamente e pubblicamente disprezzato. Ad esempio, quelli che vedono il crollo economico imminente  sono ampiamente ridicolizzati come incompetenti di economia e  finanza. Coloro che vedono la rapida costruzione dello Stato di Polizia  sono teorici della cospirazione. Coloro che espongono i pericoli degli OGM o la criminalità del settore farmaceutico (come me) sono  “anti-scienza” perché non voglion essere ingannati dalle ciarlatanerie della scienza-dogma del settore biotecnologico prostituita a fini di lucro.

Solo le persone con danni cerebrali sono ormai considerate “normali”; quando l’incidenza di danni al cervello attraverso la società è così diffusa che chi presenta un comportamento intelligente viene evitato come un emarginato, la società è già nella sua fase finale del collasso. 

Adulti che gestivano la società nel 1950 sono stati nutriti con cibi reali nel 1920 e ’30. Quei cibi consistevano, in larga parte, di alimenti freschi del giardino o coltivati localmente. OGM non esisteva. Vaccini tossici erano appena agli inizi. Gli additivi chimici sono stati raramente consumati e prodotti farmaceutici sono stati considerati farmaci da utilizzare esclusivamente su persone malate, e non sull’intera popolazione.

Come risultato, la maggior parte delle persone che vivevano nel 1950 ha cercato di essere sana e intelligente. Molti erano geni di fatto per gli standard odierni. La matematica della scuola elementare nel 1950 seguiva programmi che, oggi, sono nei corsi universitari: l’algebra e la geometria di base, per esempio. A dieci anni i bambini nel 1950 potevano leggere romanzi classici. I ragazzi di oggi riescon a malapena a leggere fumetti.

Ingegneri e scienziati del 1950 sono stati brillanti. Con niente di più che semplici regoli calcolatori, potevano eseguire matematica di alto livello che umilierebbe i professori universitari di oggi. Ma gli scienziati di oggi sono spesso solo executive aziendali vomitanti scienza fraudolenta sui farmaci brevettati o semi OGM.

Alla fine dei ’40 e per tutti i ’50, Big Food cominciò a sfornare alimenti impoveriti di nutrienti a un ritmo mai visto prima nella storia della civiltà umana. Così i ragazzi del 1960 hanno avuto alimenti impoveriti ma sapidi – le cose avevano il sapore ma mancava un vero nutrimento. Con il 1970, erano tutti a mangiare pane bianco, zucchero e altri non-cibi.

Con gli anni ’80, gli americani erano ormai allevati con questi cibi-imitazione, che li rese sciatti e pigri, e nei ’90 sono diventati deliranti, ed ecco il boom del .com, che divenne ben presto un’icona. Con l’inizio del 2000, l’America era completamente entrata in modalità “danni cerebrali” che è stata esacerbata con l’arrivo di George W. Bush, il primo presidente USA completamente cerebroleso, che aveva difficoltà nel completare frasi o  pensieri: ciò che apparentemente ha fatto di lui un uomo così popolare è il fatto che gli elettori condividevano la stessa disabilità cognitiva.

I bambini cresciuti nei primi anni del 1990 tra farmaci e cibi spazzatura sono ormai i giovani elettori della società. Sono sostenitori di Obama, e sono pesantemente danneggiati  dai metalli, i pesticidi, i vaccini, gli OGM e sostanze chimiche di sintesi. Questa generazione è del tutto incapace di imparare o di afferrare concetti  fondamentali di matematica, storia, scienze o anche la lingua. Funzionalmente analfabeti e cognitivamente annullati, sono i nuovi “lavoratori  zero-class” su cui si basa l’economia di Obama. Non hanno competenze, son de
motivati e senza nessun valore per la società che non sia una semplice abilità di lavoro manuale, che sarà presto sostituita da robot umanoidi.

Eppure in America hanno ancora un voto. Questo è esattamente il motivo per campagne politiche che continueranno ad assecondare la loro ignoranza, sfidando ogni razionalità nella ricerca di sostegno popolare e delega dalle grandi masse del tutto obnubilate.

Han chiamato queste persone elettori “scarsamente informati”. Ma è solo vero a metà. Essi non sono soltanto a bassa informazione: sono clinicamente cerebrolesi. Perché si può buttare tutte le informazioni che vuoi su di loro, ma non gli entra niente. I cervelli non possiedono più la neurologia per archiviare, elaborare e recuperare informazioni significative.

In effetti, essi non sono più funzionanti membri di una società civilizzata.

Siamo circondati da masse di cerebrolesi.

Queste persone sono ovunque intorno a te, sedute nel tuo consiglio comunale, prendendo il tuo ordine al ristorante, a girare carte in qualche ufficio, versando cemento per la vostra prossima casa, e persino intente a diagnosticare nella clinica locale. Essi sono la società che vedete intorno a voi, e sono la ragione per cui la società si sta sgretolando.

Sono vittime, naturalmente … vittime del micidiale dogma “scientifico” di sostanze chimiche, OGM, farmaci da presa in giro e vaccini tossici. Il danno, tuttavia, è ormai così diffuso e così completo che la società non potrà mai recuperare. Da qui, è tutto in discesa, con le masse lobotomizzate la società tocca il fondo e ne conseguirà una moria di massa .

Un giorno, la razionalità e l’intelligenza saranno ancora una volta valutate come facoltà da ammirare e incoraggiare nella nostra gioventù. Quando quel giorno arriverà, sarete testimoni della rinascita di una civiltà che risorge dalle ceneri della nostra odierna società decerebrata. Gli storici definiranno l’Era  2000 – 2020 come la  più bizzarra nella storia umana, dove una neurologia difettata ha portato alla società difettata … e in ultima analisi al collasso globale che ha causato la moria di massa.

La lezione in tutto questo? Quando il cibo non è più nutriente, ma un vettore di veleno, la società non può sopravvivere. Se si vuole risolvere il  male della società, è necessario correggere il cibo prima.

Roberto Marocchesi
Fonte: http://www.giornaledelribelle.com
3.08.2013

Pubblicato da Davide

  • albsorio
  • Aironeblu

    Indubbiamente c’è molto di vero in queste considerazioni made in USA tradotte da Marocchesi in un italiano traballante piuttosto in tendenza con il decadimento intellettivo descritto…

    Purtroppo l’intossicazione alimentare non è che uno dei molteplici aspetti partoriti da un modello sociale basato sul profitto e sulla competizione: si può completare il quadro aggiungendo l’avvelenamento mentale prodotto dalla propaganda, o l’alterazione dei rapporti di convivenza con gli altri umani, con le altre specie animali e con l’habitat naturale, nel nome del dominio, della sopraffazione e dello sfruttamento. Tutte immani catastrofi generate e alimentate da regole sociali fallaci e contradditorie, che hanno abbandonato l’idea guida del bene comune a favore di un arricchimento individuale tanto egoistico e dannoso quanto effimero.

    Non resta che aspettare che questo sistema perverso collassi su sè stesso, magari accelerando i tempi. Poi saremo liberi di ritornare alla nostra umanità. Nel frattempo si può provare a documentarsi un po’ sulla questione alimentare, e provare a mangiare in maniera più salutare con una forte base di frutta e verdure crude, e con l’eliminazione di carne, pesce, zuccheri raffinati e cibi acidificanti. Buonappetito.

  • Aironeblu

    Ho dato un’occhiata, ma questa “poltiglia rosa” mi pare proprio il minore dei problemi nel ciclo alimentare USA, se si tratta semplocemente di “poltiglia fatta anche di cartilagini, tendini e altri tessuti connettivi, triturati molto finemente (tralasciando tutti i conseguenti trattamenti chimici, che sono gli stessi fatti per il filetto, il sottofiletto e tutte le altre tipologie “ufficiali” con cui si vendecla carne), che viene aggiunta negli hamburger e nelle salsicce.

  • Nauseato

    In effetti questo scritto è l’imbarazzante dimostrazione di quanto vi è sostenuto…

    E con questo non intendo certo negare che il nostro cibo sia purtroppo sempre più simile a un veleno.

  • Giovina

    “Se si vuole risolvere il male della società, è necessario correggere il cibo prima”

    Mi sembra un concetto non corretto.

    Nel senso che bisognerebbe correggere il ( proprio) pensare prima, il quale porterebbe ad intuizioni, azioni e comportamenti diversi .Che l’errata alimentazione sia la causa prima e originaria dei mali dell’uomo mi sembra un concetto molto limitato (capovolto direi, come moltri altri concetti abituali e comuni).
    Ma comunque si potrebbe provare a cambiare il menu’ dei governanti, nostri, europei e mondiali! Pero’ dovrebbe farlo chi mangia correttamente, ossia chi e’ capace di vedere dove e’ l’inghippo perche’ non contaminato o condizionato.
    Nel frattempo io mi dissocio dalla politica dei salami e delle mortadelle sintetiche. Veri o per nulla, meglio l’erba dei pascoli montani della mia terra…….
  • Primadellesabbie

    Non so se si tratti di cerebrolesi, ma potrebbe essere una spiegazione.

    La difficoltà di maneggiare concetti, sopra tutto quando non si tratti di alcuni concetti-base appresi probabilmente durante la prima adolescenza, spesso sembra evidente. Assieme a ingiustificate ostinazioni, monotonia, aridità e, direi, una sorta rassegnazione alla propria mediocrità, non disgiunta da un apparente ed inspiegabile orgoglio per questa condizione.

    Mi succede anche di constatare, in alcuni conoscenti, la cancellazione dalla memoria di esperienze passate non secondarie o una specie di aggiornamento di queste ultime.

    Forse il cibo ed i veleni sono solo una componente di un fenomeno più vasto e complesso che si direbbe avere una regia…

  • mimmogranoduro

    Che il cibo odierno sia alterato e di conseguenza dannoso per il nostro organismo è vero,ma non basta mangiare sano per uscire dal pantano in cui ci siamo infilati-
    Il vero problema si chiama PROFITTO ,è esso la causa di tutto,il profitto prima di tutto,poichè profitto si traduce in ricchezza,ricchezza in potere,quel potere che dà all’uomo quel senso di grandezza e di onnipotenza,con esso si è in grado di disporre della vita altrui,cioe degli altri uomini,questa è la vera distorsione mentale che affligge l’uomo odierno,e in nome di esso,grazie ad un modello socio-economico imperniato sul profitto,avere un pensiero cosi distorto e becero è legale,anzi ,normale-
    Ecco bisognerebbe ,per legge,condannare a morte chi solo osasse pensare una cosa simile,invece è normale pensare che in nome del profitto si puo fare tutto e di piu-
    No non è una bistecca sintetica ad aver creato questo tipo di società odierna,ma bensi una scuola di pensiero che ha messo in moto ed attuato un progetto criminale,ideato da un manipolo di scriteriati senza onore e vergogna,e stupido il popolo tutto che li ha lasciati e continua a lasciarli fare-Si il cibo odierno fa quasi schifo,ma per cortesia non sviamo l’attenzione da quello che è il vero problema odierno-PROFITTO

  • Zret

    Mens insana in corpore insano.

  • Aironeblu

    Cosa vuoi farci, gli Amerikani sono fatti così, riescono a ragionare solo settorialmente per compartimenti stagni. E qualche italiano traduce a pecora.

  • Aironeblu

    Ipotesi del tutto ragionevole.

  • Giovina

    Ma con una mente insana non e’ che puoi sanare il corpo. Certo non e’ che si voglia sconsigliare di curare l’alimentazione , assolutamente, soprattutto di questi tempi……..sembra una guerra, dove trovare cibo sano?
    E passata per esempio in sottobanco (intenzionale?), la notizia dellla gravissima contaminazione aviaria di migliaia di polli in Emilia Romagna…..
    Povere bestie……..
    http://www.tgcom24.mediaset.it/cronaca/emilia-romagna/articoli/1111805/aviaria-polli-infetti-nel-ferrarese.shtml

  • fengtofu

    a proposito di traduzione a pecora cosa dici del pezzo di Fidel Castro? tutto da Google, se va bene, e comunque qui su CDC ce ne sono, di traduzioni approssimative!

  • Zret

    La mente prima del corpo.

  • Albertof

    “”… Ci sarà un’esplosione enorme che nessuno udrà e la terra ritornata alla forma di nebulosa errerà nei cieli priva di parassiti e di malattie””

    I. Svevo

  • Quantum

    Io sono diventato vegano, e sto spostando la mia alimentazione verso il crudismo fruttariano igienista.

    Ossia un’alimentazione vegana il più possibile cruda. Che comprende frutta, verdura, ortaggi, semi oleosi, germogli, tutto crudo. Ed un 10% di legumi e cereali cotti.

    Leggo l’etichetta di tutto ciò che compro. Ed evito zucchero, farine raffinate, glutammati ed altre porcherie.

    Ho comprato due elettrodomestici indispensabili, lo spremi frutta e verdura a bassa velocità (non la centrifuga, che ossida e distrugge tutti i principi attivi). E l’essiccatore.

    Nelle librerie online ci sono oggi tanti libri di cucina crudista.

    Beh il risultato è fantastico sull’organismo, la forza fisica, la lucidità mentale, e l’attività sessuale.
    Sparite psoriasi e artrite reumatoide. E tanti piccoli problemi e disturbi anche occasionali, come emicranie e i raffreddori stagionali.

    È tutta un’altra vita…

  • arc551

    tema abbastanza interessante, se spiegasse meglio quale e’ il motivo di di questa decrescita della popolazione e cosa veramente esiste dietro questa follia