Home / ComeDonChisciotte / CHI LAVA PIU' BIANCO ? La Gran Bretagna un centro di riciclaggio del denaro sporco
15765-thumb.jpg

CHI LAVA PIU' BIANCO ? La Gran Bretagna un centro di riciclaggio del denaro sporco

DI VLADIMIR PLATOV

journal-neo.org

Come risulta nel recente rapporto pubblicato dalla Banca d’Inghilterra, metà delle banconote inglesi vengono usate per il riciclaggio di denaro da organizzazioni criminali o circolano all’estero. L’economia ombra inglese riguarda soprattutto attività criminali che includono, in aggiunta ai traffici di droga e prostituzione, considerevoli pagamenti per beni e servizi come, per esempio, lavori edili che permettono di evitare le tasse. Secondo il rapporto, l’economia ombra ammonta al 10% circa del prodotto interno lordo della Gran Bretagna.

Il fatto che Londra sia la capitale mondiale di riciclaggio del denaro sporco è già stato menzionato dai mass media inglesi. In particolare, l’Indipendent ha svelato ai suoi lettori che miliardi di sterline vengono riciclate da criminali e funzionari esteri che comprano costosi beni immobili a Londra tramite società di comodo. Delle 36.342 proprietà private comprate recentemente da società di comodo offshore, un numero grandissimo di immobili è stato comprato anonimamente al fine di nascondere l’origine dei soldi rubati.

Secondo le informazioni della polizia di Londra, il 75% delle compravendite di proprietà sono effettuate attraverso società illecite, da quelle persone contro le quali sono stati avviati procedimenti penali con l’accusa di corruzione. Secondo le informazioni dell’Ufficio britannico dell’organizzazione anticorruzione Transparency International, il flusso del “denaro sporco” ha portato ad un aumento della media dei prezzi degli immobili a Londra e nei suoi dintorni, così è emerso un intero “mondo di case e appartamenti costosi” che sono inaccessibili alla gente comune.

Criminali stranieri riciclano miliardi di sterline attraverso l’acquisto di immobili di lusso a Londra e cercano di nascondere i capitali nel Regno Unito, partecipando attivamente ad attività criminali. Quindi, solo durante i tre mesi estivi, secondo il Times, l’ufficio imposte del Regno Unito ha ricevuto 150 milioni di sterline (233 milioni di dollari) dall’acquisto di tali beni immobili da parte di imprese, fondi fiduciari e fondi di investimento.

Secondo le informazioni di Transparency International, una su dieci abitazioni a Londra appartiene a società offshore straniere, molte delle quali sono utilizzate per riciclare denaro.

Influenzato dalle critiche da parte dell’opposizione in merito alle attività di organizzazioni criminali in Gran Bretagna, durante la sua visita a Singapore alla fine di luglio di quest’anno, il primo ministro David Cameron ha dichiarato pubblicamente la sua intenzione di combattere questi stranieri corrotti che fanno incetta di immobili di lusso in Gran Bretagna utilizzando aziende illegali per occultare “denaro sporco”. Tuttavia, come notano numerosi osservatori britannici, finora il capo del governo conservatore non ha fatto alcun passo essenziale in questa direzione, preferendo limitarsi a osservazioni critiche sentite nel suo discorso “silenzioso”.

Cameron non si esprime neanche sul fatto che Londra occupi il primo posto tra le capitali mondiali per i volumi del traffico di droga e del riciclaggio di denaro. Tuttavia, l’acclamato autore di un recente best-seller “Gomorra”, il giornalista Roberto Saviano, che ha scritto un libro sulla mafia napoletana, ha dichiarato apertamente che le banche britanniche e le istituzioni finanziarie stanno ignorando la regola del “conosci il tuo cliente”, che permetterebbe di evitare il riciclaggio del profitto proveniente da attività illegali. Questa è una regola fondamentale nel settore bancario e azionario, per le istituzioni finanziarie e i bookmakers, così come per tutte le altre aziende che lavorano con denaro privato. Ciò significa che ogni istituto finanziario deve identificare e verificare la natura della controparte prima di eseguire un’operazione finanziaria; tuttavia, per i finanzieri britannici, questo è diventato un “lusso eccessivo” molto tempo fa.

C’è da stupirsi che, in questa situazione, la National Crime Agency dichiari che “ogni anno, centinaia di miliardi di dollari” vengono attualmente riciclati attraverso banche della Gran Bretagna? O riguardo la multa di 1,2 miliardi di sterline che la banca britannica HSBC ha dovuto pagare recentemente per aver riciclato denaro per un cartello della droga messicano nel 2012?

Apparentemente, questa è l’attività principale per l’attuale governo conservatore guidato da David Cameron, piuttosto che il miglioramento dello status sociale dei cittadini del Regno, o la premura per le loro cure mediche.

Vladimir Platov

Fonte: http://journal-neo.org

Link: http://journal-neo.org/2015/09/22/great-britain-is-a-centre-of-money-laundering/

22.09.2015

Traduzione per www.comedonchisciotte.org a cura di KOKO

Pubblicato da Davide

  • oriundo2006

    Trust: quello vero, non quello limitato italiano. Anonimato totale del vero proprietario. Il trustee appare solo lui, spesso come amministratore di società di comodo finanziarie, di investimenti ecc.: oppure come proprietario di società di costruzioni sorte dal nulla…e poi estesesi alla Tv, alla carta stampata…ecc. ecc… Non vi dice nulla ?

  • The_Essay

    Domanda:
    perchè il sistema economico- finanziario consente
    tale “Trust allargato”? E’ una necessità perchè possa girare il tutto?

    Il Trust limitato ha delle finalità che comunque rimangono
    in un campo logico (etico se vogliamo)!

    Ma tale Trust allargato dovrebbe avere finalità che a me sfuggono.
    Grazie a chi ci illumina meglio sulla questione!
    Bye,Bye The Essay

  • GioCo

    Ma dai, ma che sopresa! Chi l’avrebbe mai detto … gli anglofoni demoniocratici al centro del reciclaggio del denaro sporco … eppure mi viene in mente, chissà perché ci tenevano a fare la guerra alle banche del lussemburgo e alla svizzera per "combattere il sommerso" dell’evasione fiscale.
    Gli faceva concorrenza?! La casetta globalista iniziava a diventare stretta?! :))

  • oriundo2006

    I perchè sono parecchi. Innanzitutto c’è una origine storica che viene mantenuta, dato il conservatorismo inglese: non hanno neppure una costituzione nè c’è qualcuno che la chieda. Avendo vinto TUTTE le guerre fanno proprio quel motto famoso sul cavallo…ed il trust serve egregiamente allo scopo. In secondo luogo, la City è proprio per questa regola giuridica la prima piazza finanziaria nel mondo ( oltrechè per altre e  ‘scappatoie’ fiscali ): abolirla equivarrebbe tornare ad essere marginale nei flussi finanziari e la sterlina varrebbe la metà…Follia: e perchè credi che NON abbiano chiesto l’ingresso nell’Eu nè ci pensino neppure per un momento ? In terzo luogo possono controllare i flussi finanziari proprio perchè sono sul LORO territorio e questo dà loro un primato indiscutibile anche da riversarsi in altre aree, ad esempio la ‘politica’: ovvero, io so tante belle cosucce su di te, stato XYZ e sui tuoi rppresentanti e guarda caso se qualcun’altro venisse a saperlo…ecc. ecc. Idem per il traffico di armi, ecc. ecc.

    Si potrebbe opporre a tutto ciò un ragionamento ‘morale’: è ‘male’ il riciclaggio del danaro, ovvero il ‘whitening’, il blanchissement della vil pecunia: ma non è forse compito dell’Apprendista e poi del Maestro ‘convertire’ il nigrum della ‘pietra’ scura polendolo più e più volte ? Quello che per il profano è misterioso o negativo per l’Illuminato è il suo contrario: e viene perseguito laddove è come dire, più proficuo…
    Del resto tutto ciò è solo UNO dei metodi per raggiungere lo scopo, cioè costituire dell’economia mondiale un SISTEMA autosufficiente ‘chiuso’ ed autoregolantesi ( cosa che i marxisti non capiscono, essendo per loro impossibile ): facendo rientrare in gioco questi capitali i conti tornano ( vedasi l’ultima crisi economica: fu detto senza ambagi…). 
  • AlbertoConti

    I lord inglesi, perlomeno i peggiori di essi, quelli che contano, sono abituati da secoli a parassitare il mondo senza la benché minima ombra di scrupolo.
    Gli è rimasta la finanza, un gran giocattolo che si tengono ben stretto.

  • venezia63jr

    IO a differenza vostra vedo un attacco al denaro contante, con la scusa delle mafie, loro puntano a togliere il denaro contante per controllare meglio i cittadini, specie coloro che non
    vogliono pagare le tasse inique che stanno uccidendo le attivita’, voglio solo riocordarvi che anche nelle peggiori dittature o regimi oppressivi i delinquenti hanno sempre diviso il potere
    con i governati di turno, per lo stato il crimine non e’ un avversario, allo stato non interessa la salute del popolo ma che il popolo stia calmo e si immoli ad ogni suo progetto o disegno.
    Lo stato cura l’educazione dei sudditi fin dalla culla e qui si vedono i risultati, fra un po’ chi
    no paga le tasse verra’ definito terrorisrta perche’ attenta alla credibilita’ delle istituzioni.
    Mentre tanti nostri connazionali si svenano a trasferire i prorpi averi in banche offshore,
    altri li tengono tranquillamente in banca e i controllori neanche gli sovviene di controllarli
    oppure tassarli. Il sistema fa credere quello che meglio gli aggrada, e noi tutti ci sfoghiamo in
    questi cinque minuti d’odio.