Home / ComeDonChisciotte / CHI HA INTERESSE A NASCONDERE I SONDAGGI DI GRILLO E M5S ?
13269-thumb.jpg

CHI HA INTERESSE A NASCONDERE I SONDAGGI DI GRILLO E M5S ?

DI ANTONIO FANNA

ilsussidiario.net

Giacca, cravatta e berrettino blu calcato sui capelli grigi da stagionato cantante anni 70: come un gregario al Giro d’Italia, Gianroberto Casaleggio tira la volata a Beppe Grillo andando per la prima volta in tv. Lo sbarco dei 5 Stelle sul pianeta degli odiati mezzibusti è massiccio, oggi tocca al numero uno presentarsi da Bruno Vespa, naturalmente senza contraddittorio. I grillini puntano al bersaglio grosso, alla vittoria elettorale delle europee, e hanno bisogno di conquistare anche i voti del ceto medio (o di ciò che ne resta), dei pensionati e delle casalinghe – oltre a quelli dei giovani disoccupati e degli italiani più arrabbiati. Dopo il pubblico di internet, è dunque partita la caccia pentastellata al pubblico delle tv.

E siccome sta prendendo gusto alle campagne elettorali, che regalano visibilità a buon mercato, il M5S batte il tasto di nuove elezioni. Fantapolitica? Non troppo. Casaleggio, intervistato ieri da Lucia Annunziata, non ha usato la scimitarra sguainata da Grillo nei comizi sulle piazze, ma il senso dei discorsi è il medesimo. I 5 Stelle vinceranno e si candideranno per il governo. Avrebbero già una lista di ministri pronta: «Se si andrà alle politiche, non diremo “vota il M5S”, diremo “vota il M5S con questa squadra di governo”.

Nel movimento ci sono molte persone che potrebbero ricoprire incarichi di governo»: lui e Grillo no, «arriverà il momento in cui il movimento farà a meno di noi». E chi saranno questi salvatori della patria? «Faremo una valutazione attraverso la rete, attraverso gli iscritti al movimento, per competenza, onestà e trasparenza». Davanti al dilettantismo di una buona fetta dell’attuale esecutivo, il guru a cinque stelle potrebbe anche non spararla troppo grossa.

Ma lo scenario delineato da Casaleggio è più complesso. Renzi, che a suo dire arriverà secondo alle europee, lascerà la politica. Anche il presidente Napolitano dovrà farsi da parte. Tutti a casa, il sogno grillino. Sarà davvero così facile? Una reazione a catena, una valanga che travolgerà tutto? Nemmeno Casaleggio mostra di crederci troppo: «Finché non abbiamo la maggioranza non possiamo far cadere il governo», ammette.

E bravo Casaleggio. Carota e bastone, accelerazioni e frenate. Ma il tam tam di palazzo dice che la prospettiva del voto a ottobre non è proprio così peregrina. Gli interessi dei grillini si incrociano con le fibrillazioni che lacerano gli altri partiti. Se Forza Italia si piazzerà terza (come tutti i sondaggi suggeriscono), farà saltare il tavolo delle riforme perché Berlusconi non avrà più convenienza a varare un sistema elettorale con un ballottaggio al quale egli non parteciperà: tanto vale andare a votare subito con i rattoppi messi dalla Consulta.

Ma anche Renzi potrebbe cedere alla tentazione delle urne a ottobre. Ormai il gioco è scoperto, dall’insediamento a oggi il premier ha basato tutto sulla comunicazione, gli annunci, l’immagine. Gli 80 euro sono un palliativo paragonabile all’abolizione berlusconiana dell’Ici mentre i veri nodi restano irrisolti. Soprattutto, Renzi si scontra con la fretta di aver voluto governare senza avere davvero in mano il partito: vincere le primarie non è vincere le elezioni, controllare le tessere non significa controllare i parlamentari. I problemi più grossi Renzi li ha in casa, nel Pd, e più passa il tempo più si rafforzano gli avversari interni. Votare in ottobre per avere piena legittimazione non sarebbe così scandaloso.

Il rischio, imponderabile per ora, è il risultato che farebbe Grillo. Nei corridoi della politica circolano le voci più strane: i sondaggi potrebbero sovrastimare i 5 Stelle, come dice il ministro Boschi, perché i sondaggisti non vogliono fare le figuracce del passato; ma per altri la prudenza è perfino troppa, come nei primi anni di Berlusconi quando gli elettori del centrodestra non volevano farlo sapere in giro. Fra una settimana, a urne europee chiuse, almeno questa incognita sarà svelata.

Antonio Fanna
Fonte: www.ilsussidiario.net
Link: http://www.ilsussidiario.net/News/Politica/2014/5/19/SCENARIO-Chi-ha-interesse-a-nascondere-i-sondaggi-di-Grillo-e-M5S-/2/499796/
19.05.2014

Pubblicato da Davide

  • fromagnol750

    Comunque vada il risultato elettorale, c’è un elemento importante da considerare: il M5S come sempre sta facendo una campagna senza i SOLDI estorti ai cittadini con i "rimborsi elettorali", una vera rapina LEGALIZZATA dopo il referendum del 93.

    Le forze in campo sono paragonabili alla lotta tra Davide e Golia, da una parte una struttura partitica elefantiaca autoreferenziale che da decenni è radicata lungo tutto lo stivale e che si avvale, ripeto, di denari (rubati) a pioggia, dall’altra, un Movimento di volontari senza un soldo e senza finanziamenti da dover rendere poi con gli "interessi!!" sottoforma di appalti e leggi ad hoc, che crede (e quì sta la ricchezza) che si possa e si debba fare qualcosa per salvare questo paese da un’inarrestabile declino, senza farsi sponsorizzare da nessuno, Banche, grandi imprese, lobby, media, "vedi l’appello di Scalfari su Repubblica di ieri, vergognoso!!" fatto da un quotidiano che sopravvive grazie al contributo all’editoria (sempre soldi nostri), Vista la sperequazione dei mezzi messi in campo, già il 25% preso alle ultime politiche dal M5S è un risultato che vale molto ma molto di più di un 30% costituito essenzialmente da rendite e amici non proprio DISINTERESSATI.
  • Simec

    Ma perchè, alla prossima ennesima farsa elettorale, ci sarà ancora qualche fesso che obbedirà all’ordine di regime di recarsi obbediente a fare la sua croce da schiavo sul pezzo di carta padronale?
    Credo che la maggioranza ormai non si presterà + a questa presa per il culo chiamata, con sprezzo del ridicolo "elezioni"
    Elezioni, tra l’altro per eleggere un parlamento europeo inutile, visto che a decidere è la TROIKA  e le BANKE criminali, istituzioni che dovrebbero essere portate a Norimberga per fare la fine che fecero i gerarchi nazisti, anche se questi sono peggio, infinitamente peggio: questi stanno saccheggiando un pianeta, mica mezza Europa come ii nazi-fascisti.
    Quanto a questo pistolotto improvvidamente riportato da CDC, è triste vedere che  in giro ci sono ancora così tanti poveri illusi, che credono di poter abbattere la DITTATURA EUROPEA con i metodi concessi dal regime. Ma dove si è mai visto? Ma quando mai? Siamo intrinsecamente una genia di schiavi! Schiavi penosi!
    Ma quando lo capiremo che per abbattere le dittature serve la rivoluzione, la disobbedienza civile, il boicottaggio del regime, la guerra civile.
    E noi, poveri coglioni, ci illudiamo veramente che il + enorme sistema di sfruttamento del pianeta mai apparso nella storia del mondo, il FINANZCAPITALISMO BANKARIO CRIMINALE, rinuncerà al suo progetto (raggiunto) di dominio globale, a causa dei segni su qualche pezzo di carta del popolino ignorante?
    Solo se il popolino prendesse coraggio, si autorganizzasse e diventasse POPOLO, quello delle barricate, delle RIVOLUZIONI delle GUERRE CIVILI, il popolo che si ribella al potere, solo in tal caso cambierebbe qualcosa.
    Così è sempre stato e così sarà sempre: finchè il debole non dice BASTA, il forte eserciterà sempre la prepotenza.
    Ma questo popolinio inebetito e ignorante l’ha mai letto (capendolo) un qualsiasi libro di storia?
    In mezzo a quale massa di coglioni cerebrolesi tocca vivere, ebeti deficienti che ripetono a pappagallo le cazzate dei giornalisti servi di repubblica e corriere della serVa. Che pena.
    E questa massa di coglioni crede veramente di essere in democrazia! sic! Vian da piangere dallo sconforto. Ma non c’è speranza, almeno fin quando la massa non capirà la base di tutto il sistema: non viviamo in democrazia bensì in una perfezionatissima, sottilissima, avanzatissima DITTATURA. Punto.
    Finchè la massa farà pecoronescamente le file per votare in una dittatura non cambierà mai niente.
    Italiani, popolo di coglioni cerebrolesi, spegnete la tv, togliete i soldi dalle banke, usate i quotidiani per pulirvi il culo. E poi cominciate a disobbedire al regime. E poi proviamo a dire BASTA.
    Altro che elezioni!
    Altro che l’ennesimo pistolotto di analisi politica!.
    Basta parole inutili, basta elezioni farsa!
    Serve alzare il culo ed AGIRE. Per esempio NON legittimando questi bastardi col nostro voto!!!
    Ma forse, per adesso, non c’è la condizione storica propizia per una Rivoluzione.
    Parafrasando Moretti potremmo dire che "con questo popolo qui non c’è speranza di abbattere il regime".
    Meno che mai votando quel quaquaraqua di Grillo e i bamboccini del M5S, che non capiscono niente di geopolitica, di dominazione col debito, di democrazia stessa.
    Sono le Rivoluzioni che fanno la storia, non i bamboccioni con gli scontrini in mano che si baloccano con le cazzate invece di parlare di dire BASTA. BASTA alla Nato, alla Troika, all’Euro, alle banke.  Parlano solo di cazzate, come i mainstream e forse è anche per quello che ora vanno anche in TV, perchè sono diventati organici al regime.
    Voglio vederlo Grillo parlare di debito illegittimo da NON pagare oppure di uscire dall’euro ORA, in TV. Non ne avrà mai il coraggio, anche perchè, giustamente, ha paura che gli sciacalli della finanza gli facciano fare la fine di una interminabile lista di leader nazionalisti ammazzati dalla Cia o dai suoi complici.
    I sondaggi su Grillo? Ah, ah ah ! ! Anche se prendesse il 100% le banke e il Bilderberg ci si pulirebbero il culo con la vittoria elettorale del M5S.
    Invece di andare in cabina elettorale quei poveri coglioni di italiani dovrebbero andare alla loro banka e ritirare tutto. E il sistema cadrebbe domani. ….Ma non possiamo farlo: domani c’è la partita, poi sabato lo shopping, poi "se sono solo io a farlo non serve e mi beccano subito"….
    E già, noi italiani, la rivoluzione possiamo farla al massimo in orario ufficio, dalle otto alle venti…
    Io vomito. La troika ride. il popolo che si fotta. come sempre!
    Buoni sondaggi e buon voto. E poi tornate (torniamo) a farci spolpare di tasse e a farci inculare. Cazzo che popolo di masochisti!
    L’unica è emigrare da questo assurdistan masochista e immobile. E in culo l’euro e le elezioni e la tv e la burocrazia assurda e le tasse folli e un futuro nero come l’inferno davanti a noi.
    Andarsene via da questo icubo orrorifico chiamato italia.
    Via!
    VIA!

  • MespE

    Per andare dove?

  • Whistleblower

    Ma chi li nasconde questi sondaggi?

    Ne parlano tutti su giornali, radio e internet.
  • Gibilee

    No,non c’è la condizione storica propizia per la Rivoluzione.L’unica è emigrare.

    Lo afferma anche Moretti ‘con questo popolo qui non c’è speranza’, infatti dopo Finmeccanica se ne andrà in Svizzera.
    Sullo spolpamento fiscale non si può che convenire, sul resto delle pratiche urologiche
    suppongo che molti non cederanno o altri ,purtroppo costretti, resteranno immobili per evitare il gioco del nemico.
  • Truman

    Si è visto da diversi anni che l’affidabilità dei sondaggi come metodo per prevedere i risultati è molto discutibile. Molto più utili sono per pilotare il voto nella direzione voluta, in particolare in presenza di forti sbarramenti (se si pronostica che un partito non supererà lo sbarramento, l’elettore tende a cambiare scelta).

    La variabile che si è mostrata quasi completamente fuori controllo è la propensione dell’elettore a dichiarare onestamente per quale partito voterà. Tipicamente l’elettore di sinistra dichiara con facilità la sua propensione, mentre l’elettore di destra è più riservato e non sempre dichiara la propria intenzione. Quindi vengono applicati dei fattori correttivi a seconda dei gruppi di voti, insomma le dichiarazioni di voto a destra vengono maggiorate. Il fattore di correzione è molto opinabile.

    Nelle politiche del 1994 i sondaggisti non applicarono tale correzione ed i voti a Berlusconi erano nettamente sottostimati. Berlusconi stravinse, mentre prima del voto veniva considerato più o meno alla pari col centro-sinistra. (Su wikipedia tali informazioni sono quasi totalmente rimosse e si preferisce parlare degli exit poll).

    Nelle politiche del 1996 i sondaggisti avevano capito che bisognava maggiorare il dato del centro destra e quindi diedero i due schieramenti praticamente alla pari. Ma la vergogna dei berluschini era diminuita, quindi i voti non andavano maggiorati in base ai dati di due anni prima. Il centro sinistra vinse con grande vantaggio, contrariamente alle previsioni.

    Nel seguito c’è sempre stata una ricerca del giusto fattore di correzione, che variava in base all’umore popolare del momento. In pratica il dato fondamentale del sondaggista andava indovinato. L’ovvio risultato furono figure barbine a ripetizione, che si cercava di mascherare con gli exit poll: appena si chiudevano le urne i precedenti sondaggi venivano rimossi e si mostravano i risultati degli exit poll. E anche qui una figuraccia dopo l’altra.

    In definitiva il risultato delle elezioni ancora oggi si sa solo dopo che i voti sono stati scrutinati. In particolare il parametro correttivo da applicare per M5S ancora non si sa. Comunque il dato principale del sondaggio continua a dipendere dal naso del sondaggista.

    Il mio naso, dopo un sondaggio condotto su poche persone mi dà:

    – M5S 35%

    – PD 25%

    – Forza Italia 23%

    – Tsipras 6%

    Sugli altri il mio naso non dice niente, ma sono tutti a rischio sbarramento.

     

     

  • Earth

  • soviet65

    Come si dice in gergo……… Vai avanti tu che mi vien da ridere. Sempre a parlar del popolo che deve ribellarsi ecc. ecc. Fai parte anche tu del popolo o sbaglio?? E allora se ne fai parte perchè non inizi tu a fare la rivoluzione??? Facile trincerarsi dietro tutte le parolone che hai scritto. Tutto per denigrare chi almeno un tentativo di risolvere la situazione cerca di farlo…

  • Ercole

    Quelli che hanno paura dell’astensione che è in continua crescita inarrestabile,  siamo il primo partito dobbiamo organizzare questo esercito sociale e dichiarare guerra al nemico di classe: spazziamo via il parlamentarismo borghese .

  • EurasianMan

    siamo messi come prima dell’undici settembre negli stati uniti, quelle ”elezioni”.. è la stessa pasta…

  • Gil_Grissom

    Spero vivamente che il suo naso abbia ragione anche se credo lei sottostimi leggermente il PD(purtroppo) e sovrastimi Forza Italia(per fortuna).Sul fatto che vinceranno i 5 stelle penso possano esserci ben pochi dubbi.

  • valis

    Da tenere conto anche il fatto che la maggior parte dei sondaggi viene fatto telefonicamente (telefonia fissa).

    Alle ultime elezioni questo ha fatto perdere la bussola a molti sondaggisti, visto che molti degli elettori del M5S, apparteneti alla fascia di età più bassa, non usano il telefono fisso, ma solo il cellulare.
    Quest’anno alcuni sondaggisti hanno applicato dunque dei parametri correttivi, che in alcuni casi potrebbero anche essere esagerati (visto che quella è anche la fascia di età con il maggior astensionismo).
  • EurasianMan

    questa sura del sacro corano è perfettamente immagine della coscienza con la quale abbiamo attualmente a che fare. logicamente anche quelle antagoniste. l’aria che attira in un buco nero. sura che profetizza l’attuale epoca. proietta luce secondo una logica esatta. perché è cosciente. l’altra non vuole sapere quindi pensate ad incosciente. ricorda ogni tanto. ma non vuole sapere percorre l’attimo. vuole solo tirare dritto. non aspetta e passa davanti.

    http://www.corano.it/corano_testo/4.htm

    non indica cannan o la nazioni moderna di Israele o luoghi o persone.
    inizialmente la legge dice che non ci sono sacerdoti. quindi qualche umano deve avere pensato di ispirarsi da solo uscendo dal seminato.
    islam che è dio che vuole sapere, leggetela da laici, logicamente, significa: che la scienza dal peso di un atomo come dice il predecessore Maometto , è sua estensione su questo  universo. perché è pensata da noi uomini! che siamo coscienza stessa. prima Gesù diceva che Allah era ovunque. anche sotto una pietra. altri sono morti si presume. dagli archivi storici probabile.
    ognuno è cosciente di quello che può dare di giusto agli altri. per il bene dei suoi figli e del loro futuro. perpetuando conoscenza, non ignoranza. la scienza è islam.
    particolari riferite ad esso della giudea del periodo; sono gli abitanti. questo qualcosa che è ovunque in ogni popolo. che è la fenice in ogni caso. nazismo che rinasce dalle ceneri di guerra. fenice che rinasce delle azioni contro il bene comune, che ne generano altre, caos. un’azione malvagia di un individuo che fa parte di una piramide. sono i nephilim che divenuti potenti, non salgono e vogliono tornare. sono jinn in perpetuo, che trovano comodità nel male disordine più vicino, che è il nulla. leggetela come volete è logica, infine ricordatela nella vostra logica.