Home / ComeDonChisciotte / CHARLIE HEBDO, UNO DEI KILLER ERA QUASI CIECO. E NON E' UNO SCHERZO
14514-thumb.jpg

CHARLIE HEBDO, UNO DEI KILLER ERA QUASI CIECO. E NON E' UNO SCHERZO

DI MARCELLO FOA

Il Cuore del Mondo

Quando si dice il caso. La scorsa settimana ho comprato « L’Obs », grande settimanale francese, attratto dal titolo di copertina: Rivelazioni, come hanno preparato gli attentati, riferita ovviamente alla strage nella redazione di Charlie Hebdo e al sequestro nel supermercato Cacher.

Bell’articolo, intenso, ricostruisce, attingendo a fonti giudiziarie e di polizia, i 12 giorni che hanno preceduto gli attentati di Parigi. In realtà quasi tutto l’articolo è dedicato a Amedy Coulibaly, mentre i riferimenti ai fratelli Kouachi sono limitati a poche righe, eppure sono, giornalisticamente, le più interessanti.

Un passaggio in particolare. Lo traduco tale quale.

“A Reims le giornate sono lunghe e monotone per Said Kouachi. Il fratello cadetto di Cherif, 34, anni, non lavora. Non sa fare nemmeno i lavoretti di casa. “Non sapeva stringere nemmeno una vite”, testimonia uno dei suoi cognati, che non si ricorda di avere con lui nemmeno una discussione. D’altronde, non gli si conocevano amici. Il futuro killer di Charlie Hebdo si sposta poco. Una malattia degli occhi gli impedisce di superare l’esame di guida: senza occhiali, non vede niente a meno di un metro. Durante la giornata prega, va in moschea, si occupa di suo figlio e di sua moglie, handicappata”.

Mi fermo. Rileggo. Sì, ho letto bene.

L’uomo mascherato che abbiamo visto sparare all’impazzata nelle vie attorno a Charlie Hebdo, urlando “Siamo di Al Qaida e veniamo dallo Yemen”, che ha giustiziato il poliziotto a terra o comunque si è mosso con estrema agilità a supporto del fratello, il terrorista che con straordinaria precisione e freddezza ha ammazzato una dozzina di persone nella redazione, era un uomo sedentario, straordinariamente impacciato, diciamola tutta, un imbranato, e soprattutto era quasi orbo, al punto che le autorità francesi gli negarono la patente anche con l’ausilio degli occhiali.

Non vedeva una mazza, ma ha dimostrato di essere un cecchino infallibile.

Com’è possibile?

Io risposte certe non ne ho ma non posso che aggiungere un altro dubbio alla lista di quelli che, a distanza di due mesi dal massacro, non sono stati chiariti.

Marcello Foa

Fonte: http://blog.ilgiornale.it/

Link: http://blog.ilgiornale.it/foa/2015/03/07/charlie-hebdo-uno-dei-killer-era-quasi-orbo-e-non-e-uno-scherzo/

7.03.2015

Pubblicato da Davide

  • Blackrose4400

    Per quanto mi riguarda è molto probabile che i killer non erano i fratelli Kouachi, ma due professionisti del tipo Mossad/CIA/MI6 o vattelapesca. Per quanto mi riguarda i fratelli Kouachi non sono nemmeno morti. È stata tutta una palese fiction mediatica. E sapete cosa ci dico? Il giorno dopo gli attentati ho visto un intervista fatta alla moglie di Charbonnier e un altra fatta alla sorella di un altro fumettista. Entrambe affermavano che i due fumettisti, come tutta la redazione del resto, erano morti in nome della libertà di stampa, e che l occidente civilizzato doveva reagire. La cosa sorprendente fu che nemmeno una lacrima versarono, le facce non erano sconvolte. Ma come il giorno prima i loro cari sono stati brutalmente assassinati e le due donne non erano sconvolte? Non è che niente niente anche alla Charlie Hebdo non è morto nessuno? Possibile, oggi come oggi anche questo potrebbe essere possibile

  • fefochip

    è vero noi non sapremmo mai la "verità assoluta" ma se questo deve essere il lasciapassare per credere a delle cazzate ignobili allora stiamo punto e accapo.

    escludiamo almeno le cazzate ignobili e poi vediamo

  • meerkat

    Ricordo anche che i "fratelli Kouachi" sono stati uccisi, nonostante nei giorni prima si disse che DOVEVANO essere presi vivi (ragionevolmente). E nonostante non avessero ostaggi nello stabilimento in cui si erano rifugiati (l’unico all’interno era nascosto, tanto da comunicare con la polizia). Imbranati anche i corpi speciali francesi, evidentemente, e non poco…

  • fernet

    Non ho capito, sono cazzate quelle dette da Foa o che non ci si deve basare sul fatto che un killer sia mezzo cieco per escludere che siastato lui?

  • Maxim

    si vede che era cieco  come quelli che in italia percepiscono l’ assegno di invalidita’ come non vedenti e poi hanno la patente etc etc

  • Neriana

    Non è importante se gli assassini di Charlie Hebdo fossero dei servizi o fossero degli islamici di qualche gruppo assatanato. La vicenda triste di Charlie Hebdo è di avere evidenziato la mancanza di valori occidentali veri e civili. Politici e persone a marciare per la libertà di blasfemia gratuita contro il riferimento spirituale di una comunità che in MO è da decenni sotto le bombe e per questo forse piu integralista.  Non solo, piu le comunità erano integraliste piu venivano finanziate dall’occidente che ha raso al suolo gli Stati laici del MO e dell’Africa come , Iraq, Siria, Libia, per armare i ribelli integralisti……

    La marcia di Parigi uno spettacolo pietoso dei valori dell’occidente. 
  • AlbertoConti

    Concordo, uno spettacolo avvilente per la bassezza culturale che lo ha animato,
    un misto di ignoranza, ipocrisia, cattivo gusto, idiozia.

  • GioCo

    Questo mi ricorda la fuga del Mullah Omar, mezzo cieco e probabilmente demente, pare in compagnia di uno storpio e non si capisce bene chi guidava, schiva in sidecar e su una moto sgangherata l’assedio delle forze speciali statunitensi. Pare l’ennesimo "looney toons" dei reality show di conflitti odierni, non sai mai se sganasciarti dalle risate sapendole stupidate o rimanere perplesso sapendole reali.

  • Fedeledellacroce

     Sono d’accordo, l’impero del caos crea i problemi-minacce per poi offrirci la soluzione-protezione.
    In pratica sono "uomini d’onore globali" coi loro bravi picciotti.
    E i bravi picciotti riescono a fare cose eclatanti come gli attacchi di Parigi, i casini di Boko Haram, l’ISIS, Ukraina.
    Idem giornali e giornalisti che tengono in piedi l’inganno con le loro bugie e mezze veritá.
    E il popolo bue si sente minacciato dai pericoli creati apposta per spaventarlo.
    La vera minaccia é la crociata neo-colonialista dell’occidente, armato fino ai denti e pronto a tutto pur di dominare.
    Niccoló Machiavelli stará gioiendo e godendo come una troja………

  • gimo

    Oggi come oggi se ti fanno la diretta dalla CasaBianca per l incontro tra Obama e i primi alieni non sapresti mai cosa hai visto realmente………. La tecnologia è talmente avanti che si puo ricreare tutto cio che si vuole

    Per cui anche se quello che scrivi puo sembrare fantasia,  non mi stupirei affatto.
  • gimo

    Oggi come oggi se ti fanno la diretta dalla CasaBianca per l incontro tra Obama e i primi alieni non sapresti mai cosa hai visto realmente………. La tecnologia è talmente avanti che si puo ricreare tutto cio che si vuole

    Per cui anche se quello che scrivi puo sembrare fantasia,  non mi stupirei affatto.
  • DaniB

    gran commento che quoto in tutto e per tutto.

  • Nieuport

    Normal
    0
    0
    1
    50
    251
    3
    1
    351
    11.1287

    0

    14
    0
    0

    A parte i commenti che vorrebbero essere spiritosi (lasciamo
    perdere) quello che è notevole è che questo articolo compare in evidenza su Il
    Giornale in linea. Anche nei main stream media cominciano a leggersi dei dubbi.
    Le balle che il sistema ci propina sono ormai troppe perfino per i suoi
    giornali, speriamo. 

  • makkia

    Eh, non sperare troppo. Adesso il Giornale è "all’opposizione" e quindi dà spazio ad articoli meno allineati alla vulgata ufficiale.
    Un domani Foa dovrebbe o autocensurarsi (darsi una calmata, per così dire) o perderebbe la rubrica.

  • Simplicissimus

    Prima  bisognerebbe spiegare quali sono le cazzate ignobili e quali invece le tesi plausibili. Purtroppo certi atteggiamenti aggressivamente assertivi dietro non hanno nulla se non umoralità sterile i e una sostanziale credulità nelle Versioni Ufficiali.