Home / Attualità / A Calais Non Si sta con i Migranti !
gal 14653

A Calais Non Si sta con i Migranti !

Solidarietà con Mikaël Doulson, che verrà processato il 7 novembre a Boulogne-sur-Mer per aver appoggiato i migranti di Calais  con l’accusa :

“Partecipazione ad una manifestazione illegale, con dissimulazione del viso”

di Mikaël Doulson Alberca

Riceviamo e pubblichiamo questo messaggio di Mikaël Doulson, vittima dell’arbitrarietà della polizia francese a Calais.

Mi chiamo Mikaël Doulson e sono un giornalista impiegato da un media associativo.

Il primo ottobre alle ore 17.15 sono stato interpellato dalla polizia francese di Calais dopo aver partecipato ad una manifestazione di sostegno a favore dei migranti che vivono in un campo chiamato “la Giungla” e che verrà demolito nei prossimi giorni.

Sono stato accusato di aver “partecipato ad una manifestazione illegale, dissimulando il mio viso”.

Ma in verità ero venuto a Calais solamente per animare dei workshop di percussioni coi migranti e per scrivere un articolo sulla manifestazione, della quale non sapevo che non fosse stata autorizzata. Inoltre avevo certamente coperto la mia bocca e il mio naso con una sciarpa per proteggermi dagli effetti deleteri dei gas lacrimogeni utilizzati tantissimo dalla polizia  quel giorno, come prova anche il video che segue.

Il video del mio arresto mostra molto chiaramente il mio atteggiamento del tutto pacifista, non violento e la mia intenzione festosa. Infatti non avevo affatto intenzione di turbare l’ordine pubblico o di o minacciare cose o persone (al minuto 14):

Inoltre questo video e molti altri mostrano l’uso sproporzionato della forza (manganelli, granate antisommossa, gas lacrimogeni, flash-ball) contro una popolazione già fortemente discriminata, vulnerabile e abbandonata a se stessa:

 

Numerosi casi di violenza della polizia sono stati riportati anche dall’associazione Calais Migrant Solidarity:

Ho trascorso oltre 40 ore rinchiuso in una cella di meno di 4 metri quadri in condizioni  spaventose, umilianti e disumane: insalubrità estrema (sangue ed escrementi sui muri e sul pavimento), privazione del sonno (luce accesa 24 ore su 24), divieto di bere acqua per ore, pratiche di tortura psicologica che mirano a minare la resistenza psicologica degli arrestati prima del loro trasferimento alla comparizione immediata. Sono anche stato offeso (quando ho chiesto gentilmente il permesso di bere, mi hanno risposto di no, dicendo: “No, sono io che decido quando bevi, testa di cazzo!”), cosa che ovviamente non corrisponde al Codice deontologico della polizia nazionale francese.

Vorrei tra l’altro menzionare che la Francia viene condannata regolarmente dalla Corte Europea dei Diritti Umani e da altre istanze di giurisdizione internazionale per i pessimi trattamenti riservati ai prigionieri e alle persone in stato di fermo e per condizioni di detenzione contrarie al diritto internazionale (soprattutto contrarie all’articolo 3 della Convenzione Europea dei Diritti Umani).

Dopo lo stato di fermo sono stato trasferito alla comparizione immediata, come se fossi un criminale pericoloso. Ho chiesto un rinvio del processo per avere il tempo di preparare la mia difesa insieme alla mio avvocata e per fortuna sono stato rimesso in libertà fino alla data del processo.

Il mio processo si terrà lunedì 7 novembre 2016 alle ore 14, presso il Tribunale (TGI) di Boulogne-sur-Mer (Pas-de-Calais). Indirizzo esatto: Place de la Résistance (proprio il nome giusto!) – 62200 Boulogne-sur-Mer.

Vi invito a venire numerose/i all’udienza aperta al pubblico per sostenere la causa dei migranti e dei senza documenti.

Infatti questo processo non è solo il mio processo, ma anche il processo di tutti coloro che si battono per difendere le libertà fondamentali: libertà d’espressione, libertà di circolazione, libertà di manifestare e di riunirsi, in breve, la libertà di sperare, organizzarsi e di cercare di costruire insieme un mondo migliore.

Il 7 novembre a partire dalle ore 12 verrà organizzato un pranzo comune autogestito sulla piazza davanti al tribunale al fine di informare sull’andamento del processo. L’idea è semplice: ognun@ porta qualcosa da mangiare e da bere e si condivide tutto!

Se volete aiutarmi, vi pregherei di prendere 30 secondi per firmare questa petizione di sostegno a mio favore (si tratta dello stesso testo di questo messaggio) e di diffonderla ampiamente su Twitter e Facebook.

Per favore diffondete questo messaggio nelle vostre reti militanti, tra i vostri amici e famigliari, ai media (alternativi e non), ecc. al fine di sostenermi e richiedere al Procuratore e al Tribunale di Boulogne-sur-Mer il ritiro delle cariche nei miei confronti.

Potete anche aiutarmi a pagare una parte dei costi del mio processo (onorario dell’avvocata, costi amministrativi, eventuale multa…), effettuando

  • un bonifico sul mio conto bancario IBAN : FR76 1350 6100 0090 7173 6800 164 e BIC: AGRIFRPP835. Banca: Crédit Agricole de Nîmes. Titolare del conto: Mr MIKAEL DOULSON.
  • o una donazione online qui

Grazie mille!

Se volete potete anche scrivermi a soutienamikael[at]riseup.net.

Continuiamo a combattere quotidianamente, senza dimenticare il bel detto di Guy Bedos:

La libertà si perde solo se non si usa.”

Grazie mille, la lotta continua, a  mia volta vi dico: “A domani in strada, e viviamo in piedi!”

 

NdT :
[1] CRS, Compagnies républicaines de sécurité:  polizia anti-sommossa, creata dal ministro degli interni socialista Jules Moch per reprimere i minatori del Nord in sciopero nel 1947.

 

 

Fonte : http://tlaxcala-int.org/

Link   : http://tlaxcala-int.org/article.asp?reference=19164

Il testo di questo articolo è liberamente utilizzabile a scopi non commerciali, citando la fonte  Tlaxcala-int.org , l’autore della traduzione Milena Rampoldi e dell’editor Fausto Giudice.

 

Pubblicato da Bosque Primario

  • PietroGE

    Il nostro “eroe” Mikaël Doulson dovrebbe essere impiegato come accompagnatore per rimandare a casa loro TUTTI i migranti, non redistribuirli in altri centri di accoglienza. Dovrebbe far vedere a tutti, tramite i media, che in Europa non solo non c’è più posto per altri migranti, ma che quelli che già ci stanno sono troppi, e invece di far vedere, la miseria migrante denunciare la miseria in espansione che ha raggiunto fasce sempre più estese di popolazione europea.

  • Pedro

    caro Mikaël Doulson c`è sempre un prima e un dopo. Allora mi chiedo prima difendevi i poveri europei che arrivano alla 2° settimana del mese senza un soldo. Se si bene appoggio il tuo modo di proteggere i più deboli se no allora sei solo un`arrivista che cerca pubblicità tramite tragedie umane.

  • Apollonio

    Spiace per questi extracomunitari, tra loro senz’altro molti ” poveracci disperati ” ma più che migranti si dovrebbero definire: ” cercatori approfittatori del welfare altrui ” la colpa non è loro o delle forze dell’ ordine, ma dei Propagandamandatari del business dell’ Immigrazione.

  • Manente

    La prima delle “libertà fondamentali” è quella di non essere costretti a subire l’invasione di orde di clandestini che non fuggono da nessuna guerra, ma vengono spediti in Europa dalle Ong di Soros nell’ambito della “Direttiva Onu” (sic…) di “Immigrazione sostitutiva dei popoli europei”, un progetto criminale che mira ad applicare all’Europa una ricetta non dissimile da quella che la perversa alleanza tra lobby della finanza e sinistre mondialiste hanno applicato alla Libia, Siria ed all’Ucraina: La disarticolazione della democrazia e dello stato di diritto con ogni mezzo, dalle false rivoluzioni colorate, alla guerra e dalla crisi del debito alla invasione di clandestini. Gli “utili idioti” come questo sedicente giornalista Mikaël Doulson, che prova ad infinocchiare i cittadini con la sua storiella strappalacrime, non attacca più in quanto è ormai chiaro che la manfrina del “povero migrante che scappa dalle guerre”, è solo il perfido espediente attraverso cui le “sinistre mondialiste” che imperversano in Europa, tentano di convincere i cittadini a farsi suicidare !

  • vocenellanotte

    A livello umano certo mi addolora vedere la sofferenza, ma non sta a me sostituirmi alla Divina Provvidenza. Occ orre essere pragmatici e concreti.
    Perciò il sospetto che tutti questi derelitti umani siano così per scelta e in ultima istanza vogliano parassitare un sistema a loro del tutto estraneo è molto forte.
    Se sono indietro una ragione ci sarà e non sono tanto superbo (come l’autore dell’appello) da sostituirmi a quello che la genetica (Dio?) ha preordinato.

  • spartaco

    Solidarietà a tutti i migranti del mondo vittime di questo sistema barbaro e antistorico che si basa sul profitto e non sul bisogno ,ogni essere umano dovrebbe poter vivere dove nasce (a maggior ragione con la attuale tecnologia e la tecnica a disposizione) ma questo non sarà possibile fino a quando esisteranno le classi sociali e la canaglia imperialista:Adoperiamoci per abbatterlo.

    • MarioG

      … e soprattutto dovrebbe poter vivere DOVE nasce. E poi scusi: non sarebbe piu’ utile ad abbattere tutto quello che dice lei, se stessero nei paesi di provenienza, invece che dare fare da valvola di sfogo delle rispettive societa’ di provenienza?
      Mi raccomando ci pensi, ‘Spartaco’

      • spartaco

        certo che devono combattere nei paesi in cui sono nati e dovremmo farlo anche noi ma questo sarà possibile se si svilupperanno delle avanguardie in seno al proletariato che ha identificato il vero nemico(il capitalismo e costruire un movimento di classe che guiderà un’eventuale rivoluzione cosa che allo stato attuale e assai latente purtroppo…in assenza di tutto ciò tutti razionalmente parlando scapperemmo dalle bombe,in certe fasi storiche conviene fare un passo indietro per poi farne due in avanti…

        • MarioG

          Quindi, se ben interpreto la sibillina allusione, deduco che fare “un passo indietro” significhi importare qualche decina (centinaia) di milionate di proletari qui da noi, diciamo a portata di “avanguardie”, che poi si incaricheranno di confezionare loro la “coscienza di classe”, stando anche vicino a casa, che non guasta mai! Sa, avrei un suggerimento per siffatte avanguardie… anzi, piu’ che altro un segreto desiderio. Ma tanto vale ormai che lo manifesti: si alzassero queste benemerite avanguardie e andassero a preparare le coscienze direttamente alle sorgenti del Proletariato Migrante. Auguro loro il miglior benvenuto!
          Ma vi rendete conto? 110 anni son passati, e ancora si continua con il borbottio delle “avanguardie”, della “coscienza di classe”, della “classe in se'” e dalla “classe per se'”!

          • spartaco

            Ci sfruttano come 100 anni fa ,ci pagano come 100 anni fa ,ci licenziano come 100 anni fa, ci sono le cassi sociali come 100 anni fa,si emigra come 100 anni fa ,ce guerra , violenza, disoccupazione ,e miseria come 100 anni fa, portiamo avanti il programma scritto 100 anni fa. P.S. Ma tu di cosa ti sei reso conto ?Devi fartene una ragione e questa la realtà.

          • MarioG

            Risposta molto semplicistica… Ammesso (e non concesso) che tutte quelle cose siano esattamente allo stesso modo di 100 anni fa, allora sono alla stessa maniera di 1000 anni fa o 3000 anni fa. Dunque? Non e’ certo alla dottrina “Nihil sub sole novum” che intendevo riferirmi.

          • spartaco

            Infatti la lotta di classe è una costante della storia :e finita l’era schiavistica, e finita l’era feudale ,finirà anche l’era capitalista .Le rivoluzioni sono il motore della storia.

          • MarioG

            Si’ ma non e’ finita l’era schiavistica in virtu’ della lotta di “classe”, almeno non della lotta “servile”. E’ finita l’era feudale in virtu’ della lotta di classe? Forse in virtu’ della lotta ‘di classe’ della borghesia, non certo dei servi della gleba. Finira’ l’era capitalista? Probabile, ma la domanda e’: a vantaggio di quale “classe”?

          • spartaco

            a vantaggio dell’intera umanità i quanto le classi cesseranno di esistere.

          • MarioG

            Questo chi glielo ha detto? La dottrina infallibile o un angelo in sogno? (Dicotomia apparente)

          • Apollonio

            Il problema che la vostra soluzione è vecchia anch’essa di cento anni fa ….!
            ed abbiamo costatato che la vostra soluzione è un medicina peggiore del male che vorreste curare…!
            sbaglierò , ma lei fa il paio con citzefoor..

        • ga950

          “che ha identificato il vero nemico” sì, lei!!!

    • gianni

      l’ avidita’ di soldi e’ la rovina dell’ umanita’ in tutte le questioni , anche per l’ immigrazione che viene resa possibile a causa dei tanti italiani che si fanno tanti soldi con l’ immigrazione appunto

    • ga950

      “ogni essere umano dovrebbe poter vivere dove nasce” e chi glielo vieta?
      Forse lei, io no di certo.

  • PinoRossi

    Devo dire, è rinfrancante leggere i commenti lucidi su questa pagina. Il Sig. Doulson, avendo subito le conseguenze di una situazione rischiosa, ha poco da piangere lacrime di coccodrillo. Ciò con cui devono avere a che fare le forze dell’ordine, a causa delle macchinazioni dei Soros di turno, di cui i vari Doulson sono complici più o meno consapevoli, è inimmaginabile. Comprensibile che scendano a compromessi con la gentilezza. Hanno a che fare con gente che viene da paesi dove ci sono pene corporali, e la “detenzione” è un girone infernale. Stanno imparando a farsi rispettare. Encomiabili le intenzioni di Doulson, anche se, sospetto, la retorica del migrante sia più un mezzo per raggiungere notorietà e attenzioni femminili. Come giustamente sottolineava qualcun altro, quando lo vedrò arrestato perchè in prima fila contro i tagli alla sanità pubblica, o per la difesa dei diritti allogeni, allora cambierò idea.

    • ga950

      Quanta verità nel suo ultimo passaggio!

  • Hamelin

    Causa dei migranti ? E la causa dei popoli Europei che vengono distrutti ed annientati da queste invasioni di massa ?

  • CitizenFour

    Vorrei ricordare a tutti la storia (dal 1492 ai giorni nostri….stiamo ancora continuando), se a scuola non siete andati “solo” a scaldare il banco.
    NordEU=OvestUSA, Africa, Palestina GB=AUSTRALIA,INDIE,ASIA etc…etc…sì può continuare all’infinito.
    Li abbiamo schiavizzati, uccisi, violentati, deportati come bestie…succhiando ancora oggi le risorse delle loro terre per i nostri Iphone7 e Suv.
    Abbiate almeno la lungimiranza della tolleranza morale, nascere sull’emisfero sbagliato…quello dell’apocalisse capitalista-neoliberista non è una colpa.
    Gli unici confini che esistono sono quelli fra terre e mari.
    NESSUNO E’ ILLEGALE.

    • stefano passa

      ancora co sti discorsi terzomondialisti???

    • Manente

      Il banco sul quale sedevi quando andavi (?) a scuola, non lo hai solo “scaldato”, lo hai mandato a fuoco !

    • ga950

      Mi piacerebbe vederla non è che può postarci una sua foto?
      Le chiedo questo perché sono curioso di conoscere Matusalemme, dal momento che dichiara di essere stato nelle Americhe oltre mezzo millennio fa.

      Mi sembra quasi ridondante dichiarare che sono d’accordo con Manente.

    • MarioG

      Finalmente l’intervento dell’unico che e’ in grado di ricordare la storia.
      LI avete, LI abbiamo, etc…
      Caso patologico di mania di personificazione. O di egocentrismo fulminante:
      sembra che la storia (che notoriamente inizia nel 1492,) l’abbia fatto lui (NOI, CI) contro tutto il resto del mondo.
      Come se Africani, asiatici etc… fossero i bambini deficienti. Non avessero schiavizzato, ucciso etc…
      E’ talmente terzomondista da essere offensivo verso il medisimo!
      E comunque non si vede come debba essere corollario necessario di cio’ il deportarli in massa di qua.
      “Nessuno e’ illegale”, ma qualcuno dovrebbe escogitare slogan spremendo di piu’ le meningi e di meno i muscoli sfinterici.

    • Tizio.8020

      No, guarda, ti sbagli di grosso.
      IO non mi sento responsabile di qualcosa successo prima che nascessi: IO non ho sfruttato, ucciso, deportato…etc. proprio nessuno.
      Il “Peccato originale” lo lascio ai preti.
      Non ho Suv, né Iphone 7 (il mio telefono è un vecchio Nokia “1208” ,non fa nemmeno le foto), e non ne voglio.
      Se volessero cambiare le cose, potrebbero sempre fare la rivoluzione al loro paese.
      Mi chiedo sempre come possano pagarsi un viaggio così costoso, visto le cifre che girano.

  • ga950

    Come si può offrire ospitalità ad un articolo di tale tenore?
    Il signore in questione è un’altra delle anime pure convinte che i poliziotti siano dotati di deuteroscopia e quindi in grado di leggere seduta stante le intenzioni di ogni loro astante.
    Non ne posso più di questi invasori sotto mentite spoglie e di tutti i loro sodali.

    • MarioG

      Eh, sa! Sono cambiate un po’ di cosucce qui!

      • ga950

        Colloco il suo intervento nello scaffale dell’ironia, perché qui non è cambiato nulla se non l’impaginazione e per il momento in peggio, speriamo nel futuro.
        Infatti in home sono sempre ospitati gl’insegnanti.

  • Adriano Pilotto

    Tra coloro che sul tema delle migrazioni urlano ” Venite” e coloro che urlano “Andatevene” non vedo grande differenza, anzi, mi paiono accomunati dalla stessa perversa sordità.

    • ga950

      Ci illumini lei! Dolcemente però, senza accecarci.

  • fuffolo

    Vessati dalle stesse ingiustizie e sfruttati nello stesso modo. La vera uguaglianza.

  • Primadellesabbie

    Vorrei porre qualche domanda, se me lo consentite, perché credo di non capire certe posizioni (e tollerate, se potete, il modo polemico).

    Toglietemi una curiosità, Soros e gli altri bei tomi che organizzano questi abominii a quale cultura appartengono?

    A quella dell’Africa Nera? O a quella del Medio Oriente, o magari sono segretamente Afgani, o Pakistani?

    Non saranno stati partoriti piuttosto dalla Nostra, di cultura? E dalla crema di questa per giunta, studi al vertice nelle migliori università, frequentazioni d’élite, e tutto il resto perfettamente in tinta.

    Assodato ciò, a chi spetterebbe, secondo voi, di andare da Soros e dagli altri bei tomi per farli smettere? Agli africani e agli altri disgraziati (disgraziati comunque) coinvolti in questo atroce gioco, o a noi, che li abbiamo covati, nutriti ed istruiti (Soros & c.)?

    La responsabilità é a sinistra? Può darsi, ma chi si é schierato, precipitosamente come un sol uomo, a fiancheggiare Soros e gli altri bei tomi, accorrendo al richiamo della barbarie in Ucraina?

    La sinistra (che ha tutte le colpe, ma non gliele può imputare certo questa destra), o questi pseudo destri da strapazzo avulsi da qualsiasi tradizione (che fraintendono), che pur di menare le mani e di agitare bandiere si intruppano ovunque e con chiunque?

    • MarioG

      Non lo so, dica lei a quale cultura appartengono i Soros, e compagnia cantante.
      La chiami come vuole! La chiami anche di destra. Va bene, Soros e’ di destra! Infatti e’ ricchissimo… E invece chi sono i “noi” che lo hanno covato e istruito? Non so, non voglio parlare per lei, ma io non c’ero!

      “chi si é schierato […], accorrendo al richiamo della barbarie in Ucraina?”

      Immagino che parli delle truppe di Viktoria Fuckeurope Nuland…
      Fa prima a dire chi NON si e’ schierato. Pensi che anche Repubblica si e’ schierata con loro, sempre in nome dell’Europa (fucked…) si intende. Forse il ragazzo delle felpe no, allora era in idillio con Putin. (Adesso non ho idea di che diavolo stia facendo, l’ho perso un po’ di vista…).
      Ma dopotutto… ad ascoltare in giro, non e’ che pure Putin e’ di “destra”? Pensi, l’hanno visto in atteggiamenti intimi con la Le Pen!
      Non si capisce piu’ niente: chi diavolo sono questi maiali di “destra” negli affari Ucraini?
      Quindi e’ inutile che tenti di mischiare le carte: sono gia’ abbondantemente mischiate! Di certo sappiamo come si e’ sempre e indefettibilmente spesa la “cultura” di sinistra per questi grandi campioni della “destra”… alla Soros!

      • Primadellesabbie

        Soros é di destra, e di una destra tosta e coerente, con una delle visioni deteriori di questa parte, come tutta la congrega che sta mettendoci nel sacco.

        Questi sono un prodotto della parte più raffinata ed istruita della nostra cultura.

        “Io non c’ero?”: va bene, che devo dire?

        Ho amici in America, le cui figliole, durante le vacanze estive sono state ripetutamente proprio in Ucraina, con una delle tante ong di Soros, ad “aiutare” (leggi preparare la strada alla fuck lady) i poveri indigeni, e questo succedeva più di 10 anni or sono.

        Chi é accorso in Ucraina a dare man forte ai golpisti, mi chiede? E vuole che risponda, magari?

        A volte la sua brillantezza si appanna, ma io sono per tenere in evidenza i pregi…

  • CitizenFour

    Sono un professore universitario di storia, (totalmente anarchico) non voto da sempre.

    Mi trovo d’accordo con questo signore qui: http://johnpilger.com/
    Ma posso arrivare a capire che il Vs livello di prepaparazione, conoscenza, e credibilità è sicuramente superiore.
    Dispendioso e inutile controargomentare, questo paese (e non solo), non ha speranza.

    Non mi piace (uno dei tanti giullari di corte) “CROZZA”, ma in effetti a leggerVi sembrate davvero tanti “NAPALM51”.

    • Apollonio

      professore.. guarda Crozza ed è pure anarchico…!
      Nomen Omen
      non capisco cosa ci stia a fare qui ? noi non abbiamo speranza .! Emigri no ..
      se fossi il Rettore dove insegna dopo un Post del genere la licenzierei subito..!
      lei è dannoso all’ Insegnamento Repubblicano…!

      • CitizenFour

        A parte le serie difficoltà con la sintassi logica degli scritti, (su alcuni si fà davvero fatica a tenere il cervello collegato ad una sequenza soggetto-predicato verbale – azione) è davvero sconcertante rendersi conto del prodotto di generazioni cresciute a divani dei grandi fratelli, tronisti, e reality vari…è stato proprio un duro ventennio che aimè, continua imperterrito con il Berluschino fiorentino globalizzatore e neoliberista ed il vuoto pneumatico grillino, passando per lo stolto dalle felpe con i nomi di città.

        ” Mammaaaaaaa, le batterie al peacemaker cambiatele da solaaaa, che ho da rispondere qui….!!! ” (Cit. Napalm51)

        >professore.. guarda Crozza ed è pure anarchico…!
        Ops, ho dimenticato scientificamente “ATEO”.

        • Apollonio

          Mah sa..! Prof…. .citzenfoor io ho fatto la seconda media quando imbiancavano la prima, ed avevo un prof. tipo lei ed era pure gay..!
          quindi comprendo la sua fatica…. magari non sarà colpa di qualche canna di troppo..?
          sa la marianna alla lunga danneggia neuroni e sinapsi
          si faccia visitare non si sa mai…!

          • CitizenFour

            > io ho fatto la seconda media
            Scuole “alte” :- o , e io che pensavo avessi freq. al massimo la 2°elementare.
            Cmq “Apolloniasix” (vedi anni ’80), TROLLARE è un arte…e non sai fare neanche quello.
            https://youtu.be/hiRacdl02w4
            Ciao ciao 😉