Home / ComeDonChisciotte / BEWEGUNG FUNF STERNE

BEWEGUNG FUNF STERNE

DI KTHRCDS
goofynomics.blogspot.it

Lo scorso maggio è nato in Germania il “Bewegung Fünf Sterne”, il M5S tedesco, che non parteciperà alle elezioni di settembre, ma presenterà “candidati indipendenti” alle europee e alle comunali e regionali. Non si può fare a meno di notare la coincidenza con l’avvento sulla scena politica di Alternative für Deutschland, con cui si può essere d’accordio o meno, ma che non è un raggruppamento di patetici pulcinella, come quelli che abbiamo visto sorgere in Italia negli ultimi anni, poi scomparsi senza lasciare traccia.

In un’intervista a Linkiesta* , il fondatore Wolfgang van de Rydt rimescola un po’ di banalità del tipo “anche in Germania la gente sente il bisogno di mandare tutti i politici a casa”.
E sì che dovrebbe ormai essere evidente che quando si inizia con “la gente vuole…” si comincia male, e si finisce peggio.

Curiosamente, Wolfgang van de Rydt è un consulente della “Boehringer-Ingelheim, una tra le prime 20 aziende farmaceutiche al mondo, che opera a livello globale con 140 affiliate e più di 46.000 dipendenti”.
Dopo aver esordito con un florilegio delle solite frasi fatte: “Vogliamo ridurre gli stipendi dei politici dando l’esempio […], vogliamo un’altra umanità nella politica. Siamo trasparenti. Ci impegniamo, non per interesse, ma per la volontà di cambiare le cose” – certo, come no, e tutti noi siamo Carlo Marx -, van de Rydt spiega che il movimento non parteciperà alle elezioni di settembre, e che “per ora abbiamo lanciato un appello al boicottaggio delle elezioni federali” – toh, che strana coincidenza -; però parteciperà alle europee e alle prossime locali, e i “candidati che saranno eletti rinunceranno a una parte dello stipendio […] Rinunceranno anche alla pensione che viene concessa dopo soli due mandati”.
Dopo questa struggente manifestazione di intenti, il nostro consulente largheggia con la retorica un tanto al chilo, che può essere riassunta con “tutti i politici sono criminali”. Ovviamente il sottinteso è che loro, invece, sono fior di galantuomini, la cui unica missione nella vita è quella di ridare dignità alla politica.

Alla domanda “Qual’è la vostra proposta alternativa per l’Europa?”, il grillo d’oltralpe frinisce in pompa magna:

«Vogliamo un equilibrio. Vogliamo la libertà e il rispetto dei diritti dei cittadini non solo in Germania, ma anche in tutti gli altri paesi. […] Non crediamo che debba essere abbandonato l’Euro, però pensiamo che debba cambiare l’intero sistema del denaro. Così com’è ora favorisce solo alcuni, per tanto dev’essere riformato. In questo ambito ci sono numerose alternative a partire dal reddito di cittadinanza.
[…]

Partiamo dalla convinzione che ogni membro è responsabile per sé. […] In particolare teniamo a due principi: il cittadino è responsabile per sé. […] Abbiamo fiducia nelle persone».

Ora, se si guarda a ciò che è accaduto in Italia, notiamo che i politici sono rimasti saldi al loro posto, mentre i M5S si mandano a casa da soli.
E di questo ce ne faremmo volentieri una ragione, ma il guaio è che la voluta inanità del M5S ha creato un pericoloso vuoto politico che, nel caso che i M5S tedeschi mandino a ramengo le elezioni di settembre, sarà prontamente riempito secondo quelle stesse dinamiche e modalità che hanno preso avvio in Italia nel novembre 2011, e che subiranno un’accelerazione che nessuno potrà contrastare con i normali strumenti della dialettica parlamentare già oggi ormai del tutto ininfluente.

kthrcds
Fonte: http://goofynomics.blogspot.it
Link: http://goofynomics.blogspot.it/2013/07/just-in-case.html#comment-form
20.07.2013

* http://www.linkiesta.it/movimento-cinque-stelle-germania

Pubblicato da Davide