Home / ComeDonChisciotte / BERLUSCONI ULTIMO ATTO OPPURE… NO
12478-thumb.jpg

BERLUSCONI ULTIMO ATTO OPPURE… NO

FONTE: HESCATON.COM

“La Storia non si ripete, ma spesso fa rima”

Sono passati settant’anni da quando Benito Mussolini fu arrestato e poi successivamente liberato dai paracadutisti nazisti per insediarsi a capo della Repubblica Sociale Italiana e poi dare inizio alla sanguinosa guerra civile italiana tra italiani fascisti alleati con i nazisti tedeschi e gli italiani partigiani e lealisti alleati con gli anglo-americani. Guerra che finì con l’ingloriosa morte dell’uomo che per vent’anni aveva guidato l’Italia.
Ora, settant’anni dopo, Silvio Berlusconi rischia di concludere la sua carriera parlamentare il 27 novembre e di conseguenza rischia sicuramente un anno di servizi sociali e forse anche l’arresto per il caso Ruby oltre che il sequestro dei suoi conti correnti. E anche in questo caso finisce un ventennio che ha visto Berlusconi presidente del Consiglio per circa dieci anni e capo del suo regime mediatico per un intero ventennio.
Il Presidente Grasso ieri ha blindato il voto della decadenza ed ha respinto qualsiasi rinvio. Quindi siamo alla resa dei conti. Ora in questo articolo, cercando di essere più oggettivi possibile, vogliamo ipotizzare alcuni possibili scenari.

1) Berlusconi si salva: anche con il voto palese, Berlusconi riesce a comprare i senatori necessari per evitare la decadenza. Tra lo sdegno generale il teatrino continua.

2) Berlusconi decade ma Napolitano lo grazia: questa ipotesi per adesso sembra alquanto remota, ma non è da escludere che successivamente alla decadenza, Napolitano per stabilizzare la situazione non grazi il Cavaliere, il fatto è che poi rischierebbe comunque una successiva condanna per i processi Ruby e per la compravendita di senatori.

3) Berlusconi decade e si riorganizza per le elezioni: questa è l’ipotesi più probabile. Berlusconi potrà ergersi a vittima della sinistra giustizialista, uscire definitivamente dal governo e attaccare quotidianamente Letta. Questo sicuramente gli farà riprendere molti consensi per poi presentarsi alle prossime elezioni più forte, con una Forza Italia ripulita da ex fascisti e dai democristiani però comunque sempre tenendoseli come alleati. Inoltre sicuramente Forza Italia avrà una leadership rigenerata e potrà cavalcare il sentimento anti euro e anti tedesco. L’unico neo è se il governo tiene. In tal caso i tempi si allungherebbero e Berlusconi rischierebbe di essere condannato anche per gli altri due processi in corso e di finire in galera fino alla fine dei suoi giorni (ricordiamo che perderebbe anche il beneficio dell’indulto sui quattro anni di cui è stato condannato in via definitiva).

4) Berlusconi decade e sfida il governo: questa è l’ipotesi più estrema. Se Berlusconi decade e magari subisce anche un mandato d’arresto per il processo Ruby, il Cavaliere potrebbe decidere di puntarla sul fatto che è un colpo di stato, che la democrazia è in pericolo, ecc. e quindi ricorrere alla piazza, fare un messaggio agli italiani, magari l’Aventino dei parlamentari di Forza Italia e poi tutto è possibile. Ricordiamo che anche l’animale più piccolo può diventare pericoloso se messo all’angolo. E se Berlusconi sentirà seriamente il rischio di finire in galera potrebbe decidere di sfidare frontalmente il governo e non riconoscerlo più. La situazione del resto è propizia, la gente è stanca, la recessione non si ferma, si prospettano continue rivolte e scioperi. Berlusconi potrebbe provare a cavalcare la rabbia del ceto medio per rovesciare il governo. So che la maggioranza di voi ritiene questo impossibile, ma vi dirò che fossi io nella posizione del Cavaliere con i soldi che ha e con il rischio di finire in prigione per molti anni, anche a costo di spendere decine di milioni di euro proverei a fare una rivoluzione. E vi dirò che una cosa del genere se supportata da buone promesse, sarebbe anche appoggiata da buona parte degli italiani che come abbiamo visto non sono un popolo rivoluzionario (al massimo rivoltoso) ma sono pronti a seguire l’uomo forte del momento.

5) Berlusconi decade e si arrende: ultima ipotesi e che Berlusconi decada, venga anche arrestato, ma decide solo di protestare ma niente di più.

Sicuramente il 27 novembre sarà uno spartiacque e sicuramente darà inizio alla fase conclusiva del ventennio Berlusconiano. A nostro avviso, data la gravità della situazione economica e politica, nulla è da escludere, personalmente credo in una qualche forma di colpo di coda del Cavaliere o comunque in qualche sorpresa.
In ambienti leghisti già si spera che un eventuale caos, causato dall’arresto di Berlusconi possa essere sfruttato il prossimo anno per seguire l’onda catalana e provare a far la secessione in Lombardia, Veneto e Alto Adige.

Concludendo, invito i lettori a tenere un profilo aperto nel ragionare sugli eventi futuri perché forse è finito il tempo della moderazione e la situazione inizia a scottare. In tutto questo vi lascio con un dubbio, un eventuale caos causato da Berlusconi, magari condito da richieste secessioniste e scioperi e scontri sempre più forti chi potrebbe favorire in ultima istanza? Io credo che alla fine dei giochi il default politico e sociale dell’Italia porterà alla totale cessione della sovranità all’Unione Europea. Se il regime eurocratico sarà meglio o sarà peggio della politica con la p minuscola che abbiamo avuto fino ad ora, possiamo soltanto dire “ai posteri l’ardua sentenza”.

Fonte: http://www.hescaton.com/wordpress
Link: http://www.hescaton.com/wordpress/berlusconi-ultimo-atto-oppure-no/
23.11.2013

Pubblicato da Davide

  • s_riccardo

    Il 27 sera lo sapremo. Ma chiedo a chi ne sa di più. Se non ci fosse stata la legge Severino, un senatore con i precedenti di Berlusconi, restava al suo posto o sarebbe decaduto?
    Mio padre diceva che hanno la faccia come il c… e uno onesto si sarebbe dimesso.

  • luiginox

    e se andasse ad hammammet?oppure fosse eliminato?oppure si ammalasse?e se si suicidasse?o,colpito dalla grazia divina desse tutto ai poveri ritirandosi in un eremo?ma si! e’ bello sognare.

  • Black_Jack

    Ipotesi n.6: Berlusconi viene decaduto, si inkazza come un’ape e in qualche mese, essendo ormai abbastanza anziano, tira inaspettatamente le cuoia “causa stress” per la tranquillità dei suoi nemici ma anche dei suoi alleati.

  • mimmogranoduro

    Il Berlusconi politico,come Cracxi politico,usato e gettato via-
    Tuttavia Berlusconi non è Cracxi,l’Italia di oggi non è l’Italia di Cracxi,è in ginocchio,in enorme difficoltà,gli italiani non sono indignati come all’epoca di tangentopoli,ma bensi in difficoltà economica-finanziaria seria,questa volta rischia molto di più ed è in sofferenza da ormai troppi anni-e vero non è un popolo rivoluzionario,ma è stanco ,messo a dura prova da una crisi che non accenna a retrocedere,comincia a spaventarsi seriamente-si rischia di perdere troppo-
    Berlusconi ,dopo aver esaminato il suo ventennio,è stato il male minore che poteva capitare a questo paese,le sue malefatte,sono state coperte e condonate,da una pseudo sinistra,che tutto è tranne che sinistra,senza la sua copertura ,Berlusconi sarebbe scomparso da un pezzo dalla scena politica italiana,e di qualunque altro paese con una classe politica-dirigenziale seria e competente-
    Berlusconi un uomo potente non per caso,la sua intelligenza,non gli ha mai fatto perdere di vista i vizi e le virtù degli italiani,ed è per questo che una parte consistente di essi lo hanno votato per 20 anni e con molte probabilità continuerebbero a votarlo-questo lui lo sa,e come dicevo prima questa italia è seriamente in difficoltà,i responsabili di tale difficoltà,cominciano ad avere un nome e un volto(l’europa e l’euro) è del tutto evidente,che molti italiani si sono accorti della euro- truffa,ora quello che accadrà il 27,non è prevedibile ,si possono azzardare ipotesi,ma su una cosa,ci si puo scommettere,se Berlusconi viene messo alle corde,saprebbe benissimo a chi rivolgersi per farsi tirare fuori dall’angolo e avrebbe valide argomentazioni per convincere gli italiani a soccorrerlo e se ben convinti,gli italiani non esiteranno a tendergli la mano,in fondo sarebbe il male minore-
    Io personalmente non gli ho mai dato il consenso,ma,se l’alternativa fosse quella di cedere definitivamente la nostra sovranità a questa eurocrazia,viva Silvio sempre-

  • Kazonga

    L’unica ipotesi che mi sentirei di scartare a priori è la n. 4).

    Berlusconi non ha nè la capacità nè la voglia e, credo, neanche l’interesse di azzardare una mossa simile.

    E’ vero, Berlusconi ha soldi, ma che ci farebbe? pagherebbe 500 mercenari per occupare Senato e Camera? Militarmente questa opzione (senza appoggi interni alle FF AA) durerebbe tra i quindici ed i trenta minuti. Non avrebbe senso. Certo, comunque spenderebbe meno di quanto gli costerebbe l’opzione 1) 😉

    L’ipotesi 2) direi che è svanita con le dichiarazioni di oggi di Napolitano.

    Berlusconi è fondamentalmente un umorale, quindi la cosa più probabile, se il 27 dovesse veramente decadere, è che cada in uno stato di prostrazione per un bel po’, tenuto a galla da cagnolini e baldracche. Se poi viene addirittura arrestato direi, decisamente, che sarebbe il game-over.

    E torneremmo ad occuparci dei problemi reali, vivaddìo.

  • albsorio

    6) ma con tutti i problemi del Paese ma chissene frega di Berlusconi, se si toglie dalle palle fa felice metá degli italiani.

  • Ercole

    Sono divagazioni sterili ,possono “decadere “i governi , possono “decadere” i Berlusconi , ma se la borghesia rimane ben salda al potere per noi cosa cambia? Resta sempre il problema del CHE FARE……

  • mendi

    Spero solo che da tutto questo casino derivi l’indipendenza del Veneto.

  • Bellerofon

    Sono d’accordo sull’indipendenza del Veneto. Culturalmente, il Veneto è più simile ai popoli della ex Jugoslavia (Slovenia, Bosnia etc) che a quelli latini (Francia, Italia o Spagna). E’ giusto che cerchi il suo spazio vitale fra quelle popolazioni, alle quali è storicamente legata, e con le quali in futuro possa formare una sorta di nuova “confederazione balcanica”. Magari associando anche Grecia e Turchia.

  • Bellerofon

    Sono d’accordo sull’indipendenza del Veneto. Culturalmente, il Veneto è più simile ai popoli della ex Jugoslavia (Slovenia, Bosnia etc) che a quelli latini (Francia, Italia o Spagna). E’ giusto che cerchi il suo spazio vitale fra quelle popolazioni, alle quali è storicamente legata, e con le quali in futuro possa formare una sorta di nuova “confederazione balcanica”. Magari associando anche Grecia e Turchia.

  • pippo74

    Cito testuale: “Se il regime eurocratico sarà meglio o sarà peggio della politica con la p minuscola che abbiamo avuto fino ad ora, possiamo soltanto dire “ai posteri l’ardua sentenza”. Sarà? Ma sto qua dove vive? Cioè attualmente non abbiamo già il regime eurocratico? Ma perchè si pubblicano articoli così insulsi?

  • Giancarlo54

    Direi la nr. 5)

  • maxbn

    Voglio solo ricordare la grande figura di Enzo Tortora che pur essendo innocente volle dimettersi dal Parlamento Europeo per affrontare un ingiusto processo da cui dopo una condanna a 10 anni, ne usci riablititato sia in appello che in cassazione.
    Altre persone e altra caratura di onestà.

  • maxbn

    mi ricordi una battuta di ALIEN II : “Nuclearizziamo questo fottuto posto”

  • andyconti

    Berlusconi sparisce dalla scena, continueranno a esistere, purtroppo, i berlusconiani. La Lega continuera’ a essere il pagliaccio del teatrino e non fara’ nessuna secessione come non ha mai pensato di farla, come l’Alto Adige che preferisce stare con noi perche’ con l’Austria riceverebbe molti meno privilegi. La vera domanda e’ : la vacca italiana fino a quando avra’ latte da distribuire a questa massa di parassiti?

  • ebertuol

    Io personalmente non gli ho mai dato il consenso,ma,se l’alternativa fosse quella di cedere definitivamente la nostra sovranità a questa eurocrazia,viva Silvio sempre.

    P.S. una precisazione: non sono di parte e non prendo un centesimo della politica.

  • ebertuol

    Allora torno al MIO VERO PAESE!!!!!!!

  • ebertuol

    Allora torno al MIO VERO PAESE!!!!!!!

  • mimmogranoduro

    Faccio l’agricoltore ,e sono tornato a votare per incoraggiare il M5S altrimenti potevano tranquillamente andarsene tutti a fare in culo-

    PS:non solo non ho mai preso un centesimo dalla politica,al contrario,è essa che campa sulle mie spalle-