Home / ComeDonChisciotte / BASTA DIRE CHE I POLIZIOTTI FANNO UN LAVORO PERICOLOSO
16418-thumb.jpg

BASTA DIRE CHE I POLIZIOTTI FANNO UN LAVORO PERICOLOSO

DI MICHAEL KRIEGER

Libertyblitzkrieg.com

Proprio oggi, avevo detto che non avevo la forza di scrivere qualcosa sull’omicidio della polizia di Philando Castile, ma ora le cose sono cambiate.

Come spesso accade, è stata una serie di tweet che ho postato a darmi l’ispirazione per scrivere questo pezzo. Un tweet in particolare mi ha spinto a scrivere:

Bisogna smetterla di dire che “i poliziotti fanno un lavoro pericoloso.” Il motivo per cui si sono arruolati è “Proteggere e servire” …. la gente, non se stessi.

Non mi aspettavo una reazione tanto enorme per questo tweet, ma sono stato felice di vedere che mi ha veramente messo in contatto con tanta gente che non aveva mai sentito parlare di me e che non aveva mai letto niente di mio prima. Ho continuato a mandare Tweet per tutto il tempo che è durata la mia angoscia e poi ho capito che avevo bisogno di mettere insieme tutti quei pensieri in un post.

Quindi cominciamo con il titolo di questo post.

Una delle cose più fastidiose che spesso sento dire subito dopo una di queste disumane esecuzioni della polizia è che “i poliziotti fanno un lavoro pericoloso.” E allora, che cosa vuol dire?

Sono cresciuto con la consapevolezza che il ruolo di un agente di polizia è “proteggere e servire”, un motto che è stato usato dal dipartimento di polizia di Los Angeles fin dal 1955, e da allora è stato adottato dalla polizia in tutto il paese. Quindi cerchiamo di pensare a che cosa significa: proteggere e servire. La prima parola implica coraggio e la seconda implica sacrificio. Come tale, dovremmo aspettarci che gli agenti di polizia per prima cosa vedano in se stessi degli altruisti custodi della pubblica sicurezza. Ora fatevi una domanda: è così che voi vedete i poliziotti? Io no.

Personalmente, io sono e sono sempre stato molto privilegiato, ma non posso dire che la mia esperienza complessiva con la polizia sia stata particolarmente positiva. Nella ricca comunità in cui ho trascorso tutta la mia vita, la polizia non ha mai agito con violenza o illegalmente contro di me, ma non è stata nemmeno particolarmente gentile o generosa. Le mie interazioni con la polizia praticamente si sono ridotte a portargli il mio denaro per qualche infrazione di poco conto e, devo dire che nella maggior parte dei casi mi è sembrato che ci abbiano provato anche un certo gusto nel vedermi pagare. Ma ancora una volta, questa è l’esperienza di qualcuno che è estremamente privilegiato.

Come tale, posso solo immaginare l’esperienza qwuotidiana di emarginati e di poveracci che potrebbe non essere qualcosa di simile. Però, purtroppo, di questi tempi non c’è più niente da immaginare dal momento che abbiamo prove video, quasi ogni giorno, su come vanno queste cose, ed è troppo spesso semplicemente barbaro.

Io non so esattamente da quando sia successo, ma la polizia sembra non guardare più alla gente come cittadini da tenere sotto la propria protezione. Nelle comunità più povere, sembra letteralmente che guardino alla gente come lnemici e che vedano le strade come zone di combattimento. Nelle comunità benestanti, la gente viene spesso vista come una comunità in ostaggio su cui abusare per succhiare denaro. Questo modo di fare non è venuto fuori dal nulla, ma è molto più un problema che viene dall’alto.

Uno dei fattori chiave in tutto questo scaturisce dal fatto che il governo degli Stati Uniti ha sistematicamente ed intenzionalmente armato i dipartimenti di polizia in tutto il paese con armi da guerra. Avevo scritto già ripetutamente su questo argomento in passato e qui di seguito riporto un estratto di un post del 2014 La Militarizzazione della Polizia Continua … Machine Pistoles, Lancia-granate, Silenziatori ecc..

Durante l’amministrazione Obama, secondo dati del Pentagono, i dipartimenti di polizia hanno ricevuto 10.000 pistole a raffica, circa 200.000 caricatori, migliaia di tute mimetiche e di apparecchi a raggi infrarossi per la visione notturna, centinaia di silenziatori, auto blindate ed aeroplani.

Questi equipaggiamenti sono stati aggiunti agli arsenali dei dipartimenti di polizia che già sembravano e che già agivano come unità militari. Le SWAT teams della Polizia ora vengono utilizzate decine di migliaia di volte ogni anno e sempre più per lavori di routine quotidiana. Nel 2006, agenti di polizia mascherati e pesantemente armati fecero un raid in un night-club della Louisiana come parte di una ispezione di controllo sui liquori. In Florida nel 2010, degli agenti in uniforme SWAT e con le armi in pugno fecero dei raids nei negozi di barbieri, posti in cui il massimo delle irregolarità potevano essere “aver fatto la barba alla gente senza licenza.”

Questa deliberata militarizzazione della polizia insegna ai cops di guardare alla gente come vacche da mungere, nel migliore dei casi, e come nemici in zona di guerra, nel caso peggiore. A testimonianza di queste affermazioni di invito a guardare questo video sul reclutamento per il Dipartimento di polizia di Portsmouth, Virginia Veterani della Guerra in Iraq fanno una Vergognosa Propaganda per Entrare nell’Accademia di Polizia:

Ma come possiamo invertire questa tendenza? Per prima cosa bisognerà interrompere la militarizzazione dei dipartimenti di polizia e poi invertire la rotta. Il berl paesaggio americano non è una zona di combattimento e non dovrebbe essere usato in questo modo. E’ inutile, controproducente e incivile.

In secondo luogo, la nazione ha bisogno di muoversi verso una polizia locale. Che cosa significa? Significa che gli agenti di polizia dovrebbero idealmente essere assunti dall’interno delle comunità in cui opera la stessa polizia e dovrebbero vedere la gente come quelle stesse persone che hanno promesso di “proteggere e servire”, come esseri umani. L ‘esatto opposto delle persone prese in ostaggio e facili da spolpare.

Ma come ci arriviamo? Deve essere un processo dall’alto verso il basso. Ci dovrebbe essere una responsabilità da parte del capo della polizia, quando uno dei suoi agenti agisce come ha agito quell’agente di Falcon Heights, in Minnesota. E in questi casi deve perdere subito il suo lavoro. Se chi comanda non si assume nessuna responsabilità, allora non cambierà mai niente veramente. Un po’ come succede con banchieri e con i politici.

Per concludere mi piacerebbe condividere ancora un paio di tweet per riassumere i miei punti.

  • Gli agenti di polizia dovrebbero proteggere la vita dei cittadini non solo la loro. Se non lo fanno, dovrebbero cercarsi un altro lavoro #PhilandoCastille
  • Se non consideri la sicurezza dei cittadini oltre alla tua, perché fai il poliziotto? Se vuoi solo rubare i soldi, prova a fare il banchiere .#PhilandoCastille

— Michael Krieger (@LibertyBlitz)

Fonte: http://libertyblitzkrieg.com/

Link: http://libertyblitzkrieg.com/2016/07/07/its-time-to-stop-saying-but-cops-have-a-dangerous-job/

7.07.2016

Il testo di questo articolo è liberamente utilizzabile a scopi non commerciali, citando la fonte comedonchisciotte.org e l’autore della traduzione Bosque Primario

Pubblicato da Bosque Primario

  • iskra

    Concordo con l’articolo ,i poliziotti servono solo a difendere i padroni e a reprimere le lotte degli operai è questa lo loro funzione storica sono i servi del Capitale.

  • kefos93

    p { margin-bottom: 0.25cm; line-height: 120%; }a:link { }

    Carissimo,

    hai detto un pacco
    di cazzate. I poliziotti fanno un lavoro pericoloso.

    I poliziotti? Ma hai
    dimenticato, almeno 25 polizie in Italia

    http://www.italiaoggi.it/giornali/dettaglio_giornali.asp?preview=false&accessMode=FA&id=1659135&codiciTestate=1 [www.italiaoggi.it]

    e ne mancano ancora
    altri !

    Molti lavorano di
    notte e nel giorno ( raccomandati, non fanno un emerito cazzo ),

    lavorano la terra (
    con trattori ) hanno un bar, supermercato, palestre, pub, case di
    tolleranza ( si dice ancora così ? ) dove si cioca alle “
    macchinette “ pseudo ristorandi dove si vende di tutto ecc.

    Smettila di
    continuare a dire cazzate.

    Grazie e buona
    giornata.

  • kefos93

    p { margin-bottom: 0.25cm; line-height: 120%; }a:link { }

    Carissimo,

    hai detto un pacco
    di cazzate. I poliziotti fanno un lavoro pericoloso.

    I poliziotti? Ma hai
    dimenticato, almeno 25 polizie in Italia

    http://www.italiaoggi.it/giornali/dettaglio_giornali.asp?preview=false&accessMode=FA&id=1659135&codiciTestate=1 [www.italiaoggi.it]

    e ne mancano ancora
    altri !

    Molti lavorano di
    notte e nel giorno ( raccomandati, non fanno un emerito cazzo ),

    lavorano la terra (
    con trattori ) hanno un bar, supermercato, palestre, pub, case di
    tolleranza ( si dice ancora così ? ) dove si cioca alle “
    macchinette “ pseudo ristorandi dove si vende di tutto ecc.

    Smettila di
    continuare a dire cazzate.

    Grazie e buona
    giornata.

    Puoi comunque essere d’accordo con  il tuo amico.

  • A-Zero

    Vi ricordate quel film di quell’"eroe" texano bianco che faceva il cecchino in Iraq con tanto di chilometrico corteo funebre di pick-up di texani bianchi patriottici?

    Oggi un’altro eroe: AFRO-AMERCIAN SNIPER

    Ma secondo me, la butto lì, il cecchino afro-americano ha avuto infitiament molto più cuore e molto più coraggio.

    Ps. Ma chi ce li ha portati gli africani in America?

  • Lif

    Chi ce li ha portati gli africani in America? Materialmente gli europei, dopo
    che gli schiavi gli sono stati venduti da altri africani e da arabi.

  • idea3online

    E’ un discorso molto delicato. Non è il cattivo ed il buono, ma è l’essere umano che perde l’equilibrio. Qualsiasi lavoro può sfociare in comportamenti estremi, oltre la professione, lo stesso dicasi del giudice che può essere tentato a giudicare male, oppure dell’idraulico che va a truffare la pensionata che non arriva a fine mese, o applicare delle leggi che uccidono i piccoli agricoltori e produttori di olio. Oppure le norme che consentono di produrre il formaggio senza latte per poter dare il colpo di grazia agli allevatori. Oppure sanzionare la Russia e nello stesso tempo costruire un accordo commerciale con Stati Uniti ed Europa, e forse solo dopo fare cadere le sanzioni contro la Russia solo per aggredire i suoi mercati con la merce entrata in Europa grazie al nuovo trattato. Il poliziotto è un lavoro forse trai più difficili, dove l’equilibrio tra il bene ed il male è messo alla prova soprattutto quando gli stessi conoscono il male volutamente diffuso per generare altro male. Ma anche il medico che vuole curare il cancro e ogni giorno si scontra con i suoi colleghi del vertice che lucrano su questa malattia. 

    Il bene è più forte del male. Prova ne è che chi usa sistemi maligni indossa sempre l’abito del bene per non fare capire la sua vera natura. Questa esigenza di indossare il BENE, è la prova totale che il bene è più forte del MALE. Come si spiega che chi desidera il MALE, non riesce a mantenere il successo apparendo come cattivo e malvagio, ma ha bisogno del BENE per poter essere accettato ed accolto dalle masse e da tutti. Perciò la forza del MALE è a breve termine, incontra tanti attriti, ma il MALE per poter avanzare necessita di un rivestimento del BENE per non incontrare attriti durante il percorso. Perciò il BENE è più forte, è a lungo termine, il bene è eterno ed tiene unito l’Universo. Purtroppo l’abito non fa alcuni monaci, oppure la divisa non fa alcuni poliziotti. Però il bene è più forte del MALE, altrimenti il male non avrebbe la necessita di usare il BENE per avanzare.
    Alcuni poliziotti sbagliano, alcuni medici pure, ma come farne a meno? Può il lavoro non professionale di alcuni cancellare la loro utilità?
  • uomospeciale

    Restiamo tutti in fiduciosa attesa del prossimo film di Hollywood:

    " American Sniper  2 "

    Questa volta in versione angry black, che spara sui poliziotti bianchi.

    Ma qualcosa mi dice che non lo faranno.

  • makkia

    E’ invece probabilissimo.

    Solo che sarà il solito caucasico che, ponendosi (e prontamente risolvendo) qualche problema etico-patriottico, fulminerà ragazzini e donne neri "ma armati e pericolosi".
    E ci sarà il "negro buono", opportunamente bello (non-racially-marked) e muscoloso, che verrà eroicamente ucciso da altri niggas dopo i primi 10 minuti di trama. Chiarendoci così che il nostro American Sniper non spara ai neri, ma ai delinquenti che sfruttano la "sfortunata" situazione degli afro-americani per tentare di distruggere i gloriosi USA.

    Aspettiamoci storie di SWAT team buoni e taaanto umani, come se piovesse. Episodi di serie TV, o addirittura serie dedicate, film, docufilm (Catherine Bigelow è in pole, secondo Oscar in arrivo), mini-serie e police reality con la GoPro fissata al casco.

  • makkia

    No, grazie.
    Se significa scrivere le cose che scrivi tu, allora mille volte meglio le cazzate.

  • A-Zero

    Certo, ceto. Dunque i civilissimi europei non sono moralmente responsabili. Loro hanno solo comprato "merce".

    Quindi se un giorno qualcuno mi offrisse ai saldi, per dire, un Lif o un suo figlio, io non lo libererei, me lo comprerei, e lo porterei sui miei campi, e nelle mie miniere.

    La domanda successiva è: "perchè hanno comprato in africa la merce umana nera"?

    PS: a me risulta che oltre ai neri e agli arabi, gli europei andavano anche loro direttamente nei villaggi a prenderseli. Cristofaro Colombo che commerciava otlre alle varie chincaglierie?

    Va tutto bene, egregio, anche fare a meno del concetto di ‘razzismo’. Forse mi credi troppo più idiota di quel che posso esser e credi che per me bast ail colore della pele per fare considerazioni a massa. Non è cos’.

    Io ti sto dicendo che i bianchi texani  e altri come loro sono quellli che hanno conquistato dei territori, hanno sconfitto (debellato i nativi) e importato "merce" umana. Punto il dito sulla loro supremazia dieologica e morale chiamata "civiltà" o "civiltà americana".