Home / ComeDonChisciotte / BANCA D'ITALIA, MPS E LA SCOPERTA DELL’ACQUA CALDA
11319-thumb.jpg

BANCA D'ITALIA, MPS E LA SCOPERTA DELL’ACQUA CALDA

DI PAOLO BARNARD
paolobarnard.info

Dal
Messaggero del 23/01/2013

«La vera natura di alcune operazioni riguardanti il Monte dei Paschi di
Siena riportate dalla stampa è emersa
solo di recente,
a seguito del rinvenimento di documenti tenuti celati
all’Autorità di Vigilanza e portati alla
luce dalla nuova dirigenza di Mps
», afferma la Banca d’Italia in una nota
.”

Oggi Mps in una nota ha
affermato che «le analisi,
avviate nel mese di ottobre 2012 inizialmente
su Alexandria e successivamente estese anche a Santorini e Nota Italia…

Notate i due grassettati.
Banca d’Italia parla di rivelazioni
recenti
e portate alla luce dalla nuova dirigenza MPS. La nuova dirigenza
s’insedia il 27 aprile 2012. E’ quindi dopo l’aprile 2012 che essa scopre i documenti
incriminanti sull’uso di derivati truffaldini. Tenete a mente aprile 2012. Nel secondo grassetto si
parla di analisi avviate da MPS nell’ottobre 2012. Tenete a mente ottobre 2012.

Ora
tenete a mente questa data: febbraio
2012
, mesi prima delle date relative alla ‘grande scoperta’ di Profumo e di
Banca d’Italia. Tenete a mente che la sostanza dei giochetti truffaldini fatti
da MPS con altre banche internazionali si chiama “equity swaps

Riassunto:

A) Banca
d’Italia e MPS dichiarano che tutto il pasticcio dei derivati si scopre fra l’aprile e l’ottobre 2012.

B) Il
pasticcio dei derivati MPS fa uso delle “equity swaps”.

Ecco
cosa scriveva un semplice corrispondente di Bloomberg nel febbraio 2012:

Investitori come Aabar Investments PJSC e la
Fondazione Monte dei Paschi di Siena hanno fatto uso di derivati per tentare di
proteggere il loro valore o per ottenere prestiti… Monte Paschi ha accettato di
mettere quote del suo capitale come garanzia nell’equity swap
.”

Lo
sapeva sto tizio e lo pubblicava in febbraio, mesi prima delle ‘scoperte’ italiane.
Ma qui da noi Banca d’Italia e i bravi colleghi di Corriere e Sole 24 Ore? Ora
scoprono l’acqua calda. What a wonderful world…

Paolo Barnard
Fonte: http://paolobarnard.info
Link: http://paolobarnard.info/intervento_mostra_go.php?id=551
26.01.2013

Pubblicato da Davide

  • SentieroIndiano

    Qualche nodo arriva al pettine tanto per illudere il popolino e fargli credere che alla fine tutto viene a galla.

  • s_riccardo

    Certo, tutti sapevano tutto e tacevano e tacciono. Anche i dipendenti, quelli a ridosso della direzione sapevano, e trapelava anche in periferia. Dirigenti ricchissimi. Con aerei privati faceva venire pesce fresco dalla sicilia per le sue feste. Al bar si chiacchera sempre del monte, del palio,dei giochi politici e si sapeva tutto. Mi auguro che la Procura faccia bene il suo lavoro.

  • Ultor

    http://www.businessweek.com/news/2012-02-28/banks-vie-for-2b-fees-in-europe-derivatives#p1

    se la fonte è questa io tradurrei il termine “securities” con titoli o obbligazioni a lungo termine e non “quote del capitale”, ma la sostanza non cambia: i vertici di MPS hanno deciso di guadagnare scommettendo sugli equity swaps.
    il via libera a Profumo è del 17 marzo, il suo compito è di aggiustare le cose prima di far esplodere la “bomba fumogena”; nell’articolo si capisce pure chi sono i detentori dei crediti nei confronti di mps e quindi chi potrebbe “sacrificarsi” per il suo “salvataggio”

  • albsorio

    A volte mi chiedo se ci sia un disegno per distruggere il sistema bancario italiano.

  • ROE

    Sì, c’è: EkaBank (www.ekabank.org).

  • Allarmerosso

    e non solo quello … Mi pare che i meno sprovveduti l’abbiano capito , gli altri non credono nemmeno ai fatti …

  • vraie

    articolo interessante, come al solito, … bravo Barnard!
    le conclusioni le lascia a chi legge;
    se parla bloomberg e tace il corriere … forse per noi stavolta – strano – è da preferire il corriere !!?

  • kenoby

    è tutto un magna magna… sempre e ovunque.