Home / ComeDonChisciotte / BAILOUT DEL FMI PER L’UCRAINA: PRENDERE SOLDI AI PENSIONATI GRECI E DARLI ALLA GAZPROM
14539-thumb.jpg

BAILOUT DEL FMI PER L’UCRAINA: PRENDERE SOLDI AI PENSIONATI GRECI E DARLI ALLA GAZPROM

FONTE: RUSSIA-INSIDER-COM

I pensionati greci stanno pagando il FMI, che sta pagando Kiev, che sta pagando la Gazprom, che sta pagando Putin

A tutti quei Greci che si stiano chiedendo perché il loro governo stia saccheggiando le loro pensioni, per fare pagamenti regolari al FMI, ecco la risposta:

  • Il comitato che controlla il FMI ha siglato un programma di prestito in 4 anni da 17,5 miliardi di dollari a favore dell’Ucraina
  • Il capo del FMI Lagarde sostiene che l’Ucraina ha iniziato a discutere con i detentori del suo debito pubblico per intavolare un programma di rientro a medio-termine
  • Lagarde dice che il programma ucraino è ambizioso, comporta dei rischi, ma dice che ci sono “discrete possibilità di successo”
  • Lagarde dice che l’Ucraina mostra forte propensione alle riforme
    Detto ciò, ci sono dei rischi, ad esempio una guerra civile:
  • Lagarde sostiene che il conflitto nell’Ucraina dell’Est mette a repentaglio i prestiti
    Ma va bene, dato che:
  • Lagarde dice che il cessate il fuoco di Minsk per ora sta tenendo.

Stranamente, non è ciò che gli USA hanno detto ieri ed oggi, quando hanno usato l’interruzione del cessate il fuoco come pretesto per inviare carri armati in Lituania e veicoli corazzati e droni in Ucraina.

Detto ciò, questa è una grande notizia per la Gazprom, alla quale sono stati assicurati i pagamenti per il gas da parte dell’Ucraina per gli anni a venire. L’unica domanda da porsi è quanto ci vorrà al governo fantoccio a drenare fondi in svariate società illegali e fondi offshore prima che il FMI debba fare un passo in dietro come con la Grecia per un bailout numero due.

Come promemoria, ecco cosa ha detto il FMI un mese fa quando il bailout da 17,5 miliardi di dollari è stato proposto per la prima volta:

Miss Christine Lagarde, Direttore del FMI, ha rilasciato la seguente dichiarazione oggi a Bruxelles, in Belgio:

“Sono lieta di annunciare che il team del FMI che sta lavorando a Kiev ha raggiunto un accordo di base con il governo ucraino per un nuovo programma di riforme economiche che sarà supportato da un finanziamento di 17,5 miliardi di dollari dal FMI, oltre ad altre risorse da parte della comunità internazionale. Intendo raccomandare questo programma al comitato esecutivo del FMI. Questo nuovo accordo quadriennale supporterà immediatamente una stabilizzazione dell’economia ucraina, insieme ad una serie di sostanziose riforme che puntino a riportare una crescita a medio termine e a migliorare gli standard di vita per la popolazione ucraina.

È un programma ambizioso, un programma impegnativo e non è senza rischi, ma è al contempo un programma realistico e una sua implementazione efficace – dopo la valutazione e ratifica del comitato esecutivo – può rappresentare una svolta per l’Ucraina.

Ci sono svariate ragioni per le quali potrebbe avere successo:

In primis la provata volontà a riformare.

Negli scorsi anni, nonostante un ambiente complicato, le autorità ucraine hanno mostrato chiaramente la loro volontà a fare riforme in molti settori fondamentali. Hanno mantenuto una forte disciplina fiscale (un deficit del 4,6% del PIL nel 2014, contro un obiettivo del 5,8%), hanno adottato un regime di cambio flessibile e hanno significativamente aumentato il prezzo delle forniture domestiche di gas al 56% del prezzo di importazione e quello del riscaldamento a circa il 40% del prezzo di importazione nel 2014. In aggiunta, per la prima volta da molti anni a questa parte, hanno iniziato a rafforzare il sistema anticorruzione e la rete antiriciclaggio.

Secondo, le azioni dirette continueranno

Il governo è concentrato su azioni dirette in questo nuovo programma – tra cui ulteriori aumenti alle tariffe energetiche, ristrutturazione bancaria, riforma delle aziende statali e cambi nella legislazione per migliorare la lotta alla corruzione e riformare la giustizia. Questo programma necessiterà una forte determinazione delle autorità a riformare l’economia. Per supportare il cambiamento, specialmente per le classi più povere, verranno intraprese misure per rafforzare e targettizzare meglio la rete di sicurezza sociale.

Terzo, più forte supporto esterno

Il cambio nel programma di supporto del FMI (dallo Stand-by Arrangement all’ External Fund Facility) porterà più fondi, più tempo, più flessibilità e migliori condizioni finanziarie per sostenere il processo di riforme in Ucraina. Queste risorse del FMI saranno integrate da altri finanziamenti bilaterali e multilaterali. Inoltre, come già annunciato dal governo ucraino, è intenzione intavolare trattative con i detentori del debito estero per ottenere una sostenibilità a medio termine. Considerando tutte queste fonti messe assieme, si otterrà un pacchetto totale di finanziamenti stimato in circa 40 miliardi di dollari per i prossimi 4 anni.

In breve, questo nuovo programma offre una grande opportunità all’Ucraina di guardare avanti con la sua economia in questo momento critico della storia nazionale. Benché questo programma sia strutturato e forte, è comunque soggetto a rischi. Il rischio più grande, ovviamente, è legato agli sviluppi geopolitici che potrebbero avere conseguenze il mercato e la fiducia degli investitori. Per questa ragione, il programma è basato su fondamenti macroeconomici conservativi che mitighino ancor di più l’impatto del conflitto nella zona orientale.

Ovviamente la risoluzione del conflitto, fondamentale per la popolazione, rafforzerebbe e velocizzerebbe il processo di stabilizzazione economica e crescita”.

Ricapitolando: I pensionati greci stanno pagando il FMI, che sta pagando Kiev, che sta pagando la Gazprom, che sta pagando Putin

Fonte: http://russia-insider.com/
Link: http://russia-insider.com/en/2015/03/12/4381
12.03.2015

Il testo di questo articolo è liberamente utilizzabile a scopi non commerciali, citando la fonte comedonchisciotte.org e l’autore della traduzione FA RANCO

Questo articolo è stato pubblicato originariamente su Zero Hedge

Pubblicato da Davide

  • Neriana

    "I pensionati greci stanno pagando il FMI, che sta pagando Kiev, che sta pagando la Gazprom, che sta pagando Putin"


    Magari : ) L’idea invece è che i pensionati greci, stanno pagadando il FMI, che sta pagando Kiev,che sta pagando le armi che sta pagando l’economiaUSA ( fatta di armi)…e per pagare l’FMI l’Ukraina diventerà peggio della Grecia perchèprivatizzerà tutto il privatiizabile fino all’ultimo povero. 

    Che non c’è nessuna intenzione di fermare la guerra in Ukraina lo si evince dalle parole di Robert Scales già Maggiore Generale degli Stati Uniti che in una intervista alla fox ha dichiarato 

    "L’unico modo in cui gli Stati Uniti possono avere un qualche effetto in questa regione per invertire la tendenza è quello di cominciare ad uccidere i russi. Ucciderne così tanti che i media, anche quelli favorevoli a Putin, non possano nascondere il fatto, che i russi stiano tornando in Patria chiusi in sacchi di plastica".

    Anche la Germania è a favore dei neo nazisti di Kiev, visto che la Cancelliera Frau Sauer-Merkel , ha già detto che non parteciperà il 9 maggio alla parata in occasione dei 70 anni della vittoria sulla Germania Nazista. L’impressione è che dopo la "pausa" di 70 anni serviti a ricostruire  l’Êuropa si torna a questa "terza guerra"dove si capisce che nessuno ha rinunciato alle ambizioni geostrategiche che hanno causato la II guerra mondiale. Questo perchè, dopo l’implosione dell’unione sovietica, tutte le Nazioni hanno pensato che è piu semplice fare guerre di conquista, certo mascherate da rivoluzioni colorate, primavere,  stati Islamici,  terrorismo, democrazia e tutti i blabla di contorno, ma in realtà il clima e le ragioni di tutto è ancora di riposizionamento geostrategico per sfruttare risorse e mercati in modo classico. 
    Guardando alla Grecia si puo’ capire che la Germania, alla fine, la guerra non l’ha mai persa, ma ha sottomesso alla sua cultura calvinista e di superiorità ariana, tutti i popoli del sud-europa, facendo implodere le loro economie industriali e ponendo i diktat finanziari. Non per nulla la BCE è a Francoforte, e la  Deutsche Bundesbank è il socio che harispetto alle altre banche il maggior numero di quote.
    Margareth Thatcher diceva che la moneta unica non avrebbe mai adattato le così diverse
    necessità di un colosso industriale come la Germania a quelle di paesi più
    piccoli come la Grecia. "La Germania si ritroverà la sua naturale fobia
    dell’inflazione, mentre l’euro risulterà fatale per i paesi più poveri perchè
    "devasterà le loro economie inefficienti. 
    Il problema a mio avviso è che gli USA temono la Germania, sopratutto se la Germania riuscisse ad aprire i suoi mercati verso Russia e Cina sulla strada aperta Gerhard  Schröder ( ragione per la quale è presumibile che  gli USA abbiano finanziato la campagna elettorale della signora Sauer Merkel, visto che la campagna elettorale della Cancelliera era contro le riforme fatte da Schröder, riforme che ora rivendica come successo della Germania. Non c’è da chiedersi perchè Frau Sauer Merkel, sia corsa Mosca con al seguito Hollande, per fermare la scontro nel calderone del Donbas, ma gli USA avevano già messo il loro politci …mentre un’Ukriana USA e non Germaneurica sarebbe stato un problema per la Germania e la sua idea di egemonia nell’area e certo non ha giovato dopo lo scandalo delle intercettazione da parte degli amici USA attraverso  Nsa, e nemmeno l’uscita della Nuland " Fuck the EU" deve essere piaciuta ai tedeschi, e forse hanno capito di essere gli utili idioti di un piano geostrategico diverso da quello che piacerebbe loro. 
    Pare strano che anche Obama  pronto ad armare Kiev abbia rallentato dopo che la Cancelliera si è precipitata , con Hollande al seguito, a tentare di fermare la guerra, da una parte perchè c’era il rischio che avrebbero vinto i russofili, dall’altra perchè forse c’erano cose da concordare con le elite statunitensi già pronte col coltello FMI a spolpare la moribonda Ukriana. Forse , la signora Sauer Merkel  si è ricordata che il debito Greco è si un problema, ma garantito dai CDS che è un prodotto finanziario degli Istituti finaziari angloamericani, e quindi un’arma potente . La Grecia, ed i pensionati greci , sono stati trasformati in quell’arma micidiale e contrattuale per usare la carta CDS come deterrente "nucleare" qual’ora gli USA estromettano dagli affari la Germania. Tutto li…..

     

  • clausneghe

    E’ di poco fa la notizia, data dall’Istituto Luce (Ansa) che la fallita e disonorata Ukraina riceverà armi di tutti i tipi da undici Paesi Europei.

    Quale uso ne faranno i macellai guidati dal demente fantoccio dei Satanisti, Poroshemo, è facile immaginare. Serviranno a distruggere case e strutture, devastare e inquinare l’ambiente, flora e fauna compresi e a uccidere e mutilare una gran quantità di persone, preferibilmente civili, bambini compresi, come da prassi consolidata. Infatti, questi abbruttiti in divisa, peggiori della peggior bestia, con tutta la loro potenza distruttrice, alla fine per uccidere un combattente ammazzano in media dieci civili di contorno, questi sono i risultati delle loro azioni vergognose.
    E il nostro abusivo viscido mollaccione fiorentino stringe la mano a questi assassini, torturatori con l’anima nera. 
    Spero tanto che Putin non sia morto, come dicono certe voci diffuse dal SBU (servizi segreti Ukri) ma che invece sia nel bunker Artico per coordinare una risposta devastante che faccia carne di porco abbrustolito di tutta questa feccia comunitaria al servizio dei banksters massoni satanici.
  • Neriana

    Non vorrei che la morte di Nemtsov sia stato un avviso a Putin che i nemici li ha piu vicini di quanto possa immaginare . Certo questa sparizione di Putin obbligherà la Cina a non stare al fiume. Alla fine  Renzi ha solo stretto una mano ad un suo simile in Ukriana, mancava solo il bacio in bocca….ma non vorrei che è la stretta di mano a Putin ad essere stata fatale al Presidente Russo.

  • Neriana

    Il simbolo dei ponti non è tipico dei ceceni…… 

  • clausneghe

    Calvi docet, cara Neriana.

  • Neriana

    già, non ti nascondo che sono molto preoccupata per il Presidente Putin, sopratutto dopo che Mukhin ha e Twittato due messaggi riguardo alla questione. Primo: “Ragazzi, ora è necessario unirsi vicino al presidente.” Pochi minuti dopo ha aggiunto: “Siate arditi ragazzi – Putin si è spostato al livello successivo del gioco …”

  • ilsanto

    Il sistema è marcio prima si capisce meglio è, purtroppo temo che dovremo bere l’amaro calice della dissoluzione violenta prima di pensare a qualcosa di meglio, peccato che molta sofferenza e distruzione ci attenda, colpa anche della natura umana.

    eppure volendo si potrebbe ……
  • clausneghe

    Qualcosa di molto anomalo è in corso. Io cerco di reperire notizie sui Siti e social Russi ma non trovo niente, se non appunto le dicerie del SBU, che a quanto pare dice chiaro e tondo che Putin è morto e gli Usa stanno per sferrare l’attacco.

    Ma se muore Putin non muore la Russia che anzi produrrà un nuovo Stalin e allora ci sarà da ridere o piangere, secondo i gusti.
  • mago
    Lo penso anche io,vedi la farsa sulla scomparsa di Mr.Total….troppo grande per essere un lavoro di esterni e troppo rocambolesca per essere fortuita….
  • geopardy

    Un appunto.

    La Merkel non andrà alla manifestazione ufficiale nella piazza rossa, ma andrà, comunque, il giorno dopo a depositare la corona di fiori in Russia sotto il monumento del Milite Ignoto.
    Il fatto che non vada alle esequie ufficiali mi sembra "comprensibile", visto l’atteggiamento tenuto dalla Germania, almeno, fino a prima degli ultimi accordi di Minsk.
  • geopardy

    Putin è prigioniero a Kiev, lo ha detto la Nuland.

    Sempre secondo la Nuland, sembra sia stato catturato mentre cercava da solo di violare il cessate il fuoco in Ucraina, armato di doppietta Beretta.
    Putin, il link è a seguito, è, però, ricomparso nella tv russa ed ha risposto alla Nuland: "ma vai a Kagan!".
  • giannis

    se PUTIN viene ucciso ce la terza guerra mondiale

  • Tanita

    Ma per potere, ci vorrebbe evolvere. E l’evoluzione é molto lenta. Chissá se ci arriveremo prima di estinguerci (cosa che la Terra di sicuro gradirebbe).