Home / Davide (pagina 4)

Davide

Gli alimenti radio-zombie

DI MARIA HEIBEL, PAOLO DESANTIS E ROBERTO GERMANO megachip.globalist.it Noi umani siamo animali e, come tali, siamo organismi eterotrofi, non in grado cioè di sintetizzare, a partire dal mondo minerale, i nutrienti necessari alla nostra vita. Abbiamo quindi bisogno di alimenti che provengano da altri organismi viventi del regno vegetale e animale. All’inizio della sua storia evolutiva, l’Homo si nutriva principalmente di frutta, e occasionalmente di larve e molluschi, come fanno tuttora gli scimpanzé e i bonobo. L’aver appreso a …

Leggi tutto »

Terre di faglia

DI CARLO BERTANI carlobertani.blogspot.it Basta osservare la cartina geologica, per capire chi è messo meglio e chi peggio: in Italia, i terremoti altamente distruttivi – solo dall’età Moderna in poi – sono stati perlomeno una ventina, nemmeno si contano quelli minori, tanto per capirci quelli dell’Aquila o di Amatrice. Solo “roba grossa”, come l’Irpinia (1980) o Avezzano (1915), per quel che possiamo ricordare personalmente o da qualcuno che ce ne ha parlato. Sempre dall’età Moderna ad oggi, in Germania sono …

Leggi tutto »

Che dirò ai miei studenti nel giorno della memoria?

DI FRANCO BERARDI BIFO alfabeta2.it Dopo la guerra che Israele scatenò contro la popolazione di Gaza nel 2008, Stefano Nahmad (la cui famiglia subì le persecuzioni naziste) scrisse queste parole: «hai fatto una strage di bambini e hai dato la colpa ai loro genitori dicendo che li hanno usati come scudi. Non so pensare a nulla di più infame […] li hai chiusi ermeticamente in un territorio, e hai iniziato ad ammazzarli con le armi più sofisticate, carri armati indistruttibili, …

Leggi tutto »

Charlie Hebdo, perché sono utili idioti servi del potere

DI DIEGO FUSARO ilfattoquotidiano.it Ancora una volta i vignettisti satirici – si fa per dire – di Charlie Hebdo hanno perso una splendida occasione per tacere. L’hanno persa, poiché hanno inopportunamente scelto di ironizzare senza pietà sui morti in Abruzzo per via della neve. E hanno, una volta di più, dato prova di infinita volgarità e della più esecrabile disumanità. Lasciate che vi spieghi in due parole perché i vignettisti di #CharlieHebdo sono dei miserabili nonché degli utili idioti al …

Leggi tutto »

Le lezioni dell’ “Airpocalypse”

  DI SLAVOJ ŽIŽEK Il problema dello smog in Cina e la crisi ecologica. L’“airpocalypse”, l’apocalisse dell’aria, in Cina è un chiaro indicatore dei limiti del nostro ambientalismo dominante, questa strana combinazione di catastrofismo e routine, di senso di colpa e indifferenza. Nel dicembre 2016, la coltre di inquinamento nelle metropoli cinesi è diventata così spessa che in migliaia sono fuggiti in campagna, alla ricerca di un posto dove si potesse ancora vedere l’azzurro del cielo; questa “airpocalypse” ha colpito mezzo …

Leggi tutto »

Bravi, odiate Trump. Per la Cia sarà più facile assassinarlo

DI PAUL CRAIG ROBERTS paulcraigroberts.org Il breve discorso inaugurale del presidente Trump è stato una dichiarazione di guerra contro tutto l’establishment americano al potere. Tutto. Trump ha reso abbondantemente chiaro che i nemici degli americani sono proprio qui in casa: globalisti, economisti neoliberisti, neoconservatori e altri unilateralisti abituati ad imporre gli Stati Uniti nel mondo, che ci coinvolgono in costose guerre senza fine, e politici che servono l’establishment al potere piuttosto che gli americani; a dirla tutta, l’intera cupola di …

Leggi tutto »

LO “SPOPOLAMENTO” DI HAITI: DISLOCAZIONE ECONOMICA, POVERTA’ E DISPERAZIONE, UN PIANO GLOBALISTA?

DI DADY CHERY globalresearch.ca Quasi due terzi delle vittime del terremoto che colpì Haiti il 12 Gennaio del 2010 furono diretta conseguenza delle politiche economiche che l’Inter-American Developement Bank (IDB), World Bank, e United States Agency for International Developement (USAID) misero in atto per creare un surplus di lavoro per l’industria dolciaria del paese. La ben nota riduzione delle tariffe sulle produzioni agricole, l’invasione del mercato haitiano con le produzioni delle risaie sovvenzionate dell’Arkansas, e l’eliminazione della razza autoctona di …

Leggi tutto »

Ascoltate e ritagliate le frasi di Jack Ma

FONTE: DAGOSPIA.COM 1. ASCOLTATE E RITAGLIATE LE FRASI DI JACK MA, FONDATORE DI ALIBABA E UOMO PIÙ RICCO DI CINA, SU TRUMP E GLOBALIZZAZIONE: ”NON È STATA LA CINA A RUBARVI IL LAVORO. LE AZIENDE AMERICANE SI SONO ARRICCHITE IMMENSAMENTE TENENDOSI LA PROPRIETÀ INTELLETTUALE E LA TECNOLOGIA, E MOLLANDO LA MANIFATTURA A CINA E MESSICO” 2. ”DOVE SONO FINITI QUEI SOLDI? 4,2 TRILIARDI SONO ANDATI A FINANZIARE 13 GUERRE ALL’ESTERO. 19,2 TRILIARDI SONO STATI BRUCIATI DA WALL STREET NELLA CRISI …

Leggi tutto »

Buon meno un anno a tutti !

DI MIGUEL MARTINEZ kelebeklerblog.com Sul The Automatic Earth, una miniera di originali riflessioni sulla crisi che stiamo vivendo, trovo questa tabella: Prendetevi un paio di minuti a guardare, riga per riga, la tabella. C’è da restarci di stucco. Come sapete, non sono un economista e non saprei tradurre esattamente Cumulative gross labor income (e poi scriverei labour perché quando traduco, uso la grafia britannica).[1] Non so quale rapporto ci sia tra questo termine e la maniera in cui percepisco il mio …

Leggi tutto »

La Procura di Trani graffia la City di Londra

DI ALBERTO MICALIZZI albertomicalizzi1.wordpress.com Dopo quasi 9 ore di requisitoria interrotta solo da un paio di brevi pause-caffè Michele Ruggiero, il coraggioso Pubblico Ministero che ha processato Fitch e Standard&Poor’s, appariva come un faro che aveva appena illuminato una porzione di mare buio e tempestoso, rivelandone inquietanti verità. Non è stata una requisitoria come altre perché si è spinta ben oltre l’articolazione delle condotte penali da parte degli imputati e la conseguente richiesta di condanne. Sulle condotte in sé avrebbe …

Leggi tutto »

26.000 bombe per asciugare le lacrime di Obama. (E Trump quante ne lancera’ ?)

DI GIAMPAOLO ROSSI l’anarca MA QUANTE BELLE BOMBE… 26.172: sono le bombe che Barack Obama ha lanciato nel 2016 in sette paesi diversi: Siria, Iraq, Afghanistan, Libia, Yemen, Somalia e Pakistan. È quanto emerge dall’analisi annuale del Council on Foreign Relations. Di queste oltre il 90% (24.287) sono state lanciate su Siria e Iraq nell’ambito della Operation Inherent Resolve (OIR), la campagna contro lo Stato Islamico. Gli Stati Uniti hanno prodotto il 79% dei bombardamenti complessivi che la coalizione ha …

Leggi tutto »

L’epoca delle folle analfabete

DI PAOLO ERCOLANI L’urto del pensiero Più di sette persone su dieci leggeranno questo articolo senza intenderlo. Distingueranno le lettere e le parole, certo, approssimativamente coglieranno la sintassi e fors’anche l’analisi logica, ma senza intenderne il senso portante, senza saperne memorizzare il succo e senza essere in grado di riportare i passaggi fondamentali. Se a questo aggiungiamo la patologia per antonomasia dei «nativi digitali», ossia l’incapacità a mantenere desta l’attenzione (e quindi accesi i filtri cognitivi) su testi che superino …

Leggi tutto »

Carri armati contro il generale inverno?

DI ANTONIO DE MARTINI facebook.com Il carro armato ha i cingoli e può muoversi su ogni tipo di terreno. Il motore di oltre 30.000 di cilindrata sfonda ogni ostacolo. Mettendo un infermiere al posto del cannoniere e visto che l’abitacolo è climatizzato ( e c’è spazio nella stiva dei proiettili) si possono recuperare persone isolate e soccorrerle. Ogni carro armato è dotato di apparati radio per i collegamenti e di visori infrarossi per muoversi anche nottetempo. Sulla griglia dello scafo …

Leggi tutto »

La fabbricazione della normalità

DI CJ HOPKINS counterpunch.org Della propaganda mediatica in democrazia Non sarà sfuggito a nessuno che il postulato democratico afferma che i media sono indipendenti, determinati a scoprire la verità e a farla conoscere ; e non che essi passano la maggior parte del tempo a dare l’immagine di un mondo tale che i potenti desiderano che noi ci rappresentiamo, che sono in una posizione d’imporre la trama dei discorsi, di decidere ciò che il buon popolo ha il diritto di …

Leggi tutto »

E trovala una bella storia da raccontare!

DI CARLO BERTANI carlobertani.blogspot.it Vorrei iniziare l’anno con una bella storia, perché di storie tristi e balorde ne ho raccontate troppe, però non la trovo, non ci riesco proprio: sarò un depresso cronico? Allora sogno. Sogno di ritrovarmi sulle sponde di un fiume dalle acque chete dove, ogni tanto, un pesce guizza e disegna un cerchio nell’acqua che, mentre la corrente – al rallentatore – muove lo scenario, lentamente si cancella e scompare. Fino al prossimo pesce, fino a quella …

Leggi tutto »

Il problema non è Trump. Siamo noi

DI JOHN PILGER counterpunch.org Negli Stati Uniti, il giorno dell’insediamento del Presidente Trump, migliaia di scrittori esprimeranno la loro indignazione. “Per poter guarire e andare avanti…”, si dice al Writer Resist, “vogliamo andare oltre il discorso politico diretto, e, concentrandoci sul futuro, noi, come scrittori, possiamo essere una forza unificatrice per la tutela della democrazia”. E ancora: “Esortiamo gli organizzatori e relatori locali ad evitare di chiamare per nome i politici o di usare un linguaggio di contestazione come punto …

Leggi tutto »

Il destino dell’Europa era già segnato. Quarant’anni fa

DI ALCESTE pauperclass.myblog.it Più di quarant’anni fa il destino dell’Europa era già segnato. Tutto scritto. Nero su bianco. Globalizzazione, annientamento della politica, della tradizione e del ruolo delle nazioni. E condensato in poche pagine, come ama fare il potere. Il potere, infatti, non ama le chiacchiere; stila scarne direttive da perseguire con tenacia, per decenni, a qualsiasi prezzo (a prezzo della vita di interi popoli). A volte tali direttive affiorano in superficie; nel 1972 il destino dell’Europa (e di noi …

Leggi tutto »

Otto miliardari ricchi quanto mezzo pianeta. L’incubo del capitalismo è realtà

DI DIEGO FUSARO ilfattoquotidiano.it Il noto non è conosciuto. Così diceva Hegel. E non è conosciuto perché lo diamo per scontato o rinunciamo a ragionarvi serenamente, complice la distrazione di massa che regna a ogni latitudine. Lo sappiamo da anni. Anche da prima che ce lo ricordasse Thomas Piketty nel suo studio sul capitalismo nel ventunesimo secolo. Il mondo post-1989 non è il mondo della libertà, come ripetono i suoi ditirambici cantori: a meno che per libertà non si intenda …

Leggi tutto »

Gli U2 ritardano il nuovo album a causa della vittoria di Trump

FONTE: TRUTHSEEKER.CO.UK Introduzione, 15 gennaio 2017 Le “celebrities” che stanno sputando sentenze su Trump credono veramente in ciò che dicono? O è tutto a vantaggio dei media? Vale la pena chiederselo perché ho notato i commenti di Bono alla fine di questo pezzo. Bono, che ricorderete essere incredibilmente ricco, con una ricchezza stimata intorno ai 900 milioni di dollari. Vero, è a corto di 100 milioni per essere miliardario, ma in termini concreti non ha bisogno di niente. A parte …

Leggi tutto »

Udo Ulfkotte è morto. A 56 anni. Aveva rivelato che giornalisti sono “comprati” dalla Cia. I colleghi esultano.

DI MAURIZIO BLONDET maurizioblondet.it Udo Ulfkotte  è morto, improvvisamente, dicono di attacco cardiaco.  Aveva 56  anni. Ulfkotte era il giornalista, che, dopo aver lavorato  al Frankgfurter Allgemeine Zeitung, rivelò come lui ed altre “firme”   fossero al soldo dei servizi americani.. Il suo libro, “Giornalisti Comprati” (2014), descrive i metodi con cui la Cia imbecca, istruisce, paga (fino a 20 mila dollari) giornalisti  tedeschi ma anche italiani  perché scrivano articoli favorevoli alle politiche americane. «Prima di tutto» ha raccontato  «è necessario …

Leggi tutto »

75 anni di bugie continue: Pearl Harbor

DI DAVID SWANSON counterpunch.org Pearl Harbor Day oggi è come il Columbus Day di 50 anni fa. Vale a dire: la maggior parte delle persone ci credono ancora. I miti sono ancora beatamente mantenuti nel loro stato indiscutibile di dogmi. “Nuove Pearl Harbors” sono agognate, urlate ai 4 venti e debitamente sfruttate dai fabbricanti di guerre. Eppure l’originale Pearl Harbor resta l’argomento più popolare degli Stati Uniti per tutte le cose militari, tra cui la rimilitarizzazione a lungo ritardata del …

Leggi tutto »

La California fa ancora parte degli Stati Uniti ?

FONTE: DEDEFENSA.COM La California, elegante modello di secessione La California fa ancora parte degli Stati Uniti ? Porre la domanda è come risponderle, si ha l’abitudine di dire, giustamente, -in tutti i casi è come suggerire di essere pronti a rispondere nel senso che s’ indovina-   naturalmente negativo. Si sa che il destino della California ci interessa particolarmente in quanto questo potente Stato dell’Unione, che conta 38,8 milioni di abitanti e un prodotto interno lordo di 2.488 miliardi di dollari, …

Leggi tutto »

Incontriamo i genitori che crescono i figli vegani

DI SARAH MARSH theguardian.com Il numero di vegani nel Regno Unito è schizzato in su del 350%, arrivando a 542.000 persone in un decennio. Questo incremento sembra essere trainato dai giovani – quasi la metà dei vegani hanno tra i 15 e i 34 anni. Qualcuno di loro sceglie di crescere anche i figli nello stesso modo. Per molti, l’idea di far seguire ad un bambino una dieta vegana è di difficile comprensione. Qui, alcuni genitori spiegano come sia possibile …

Leggi tutto »

La Russofobia e l’odio verso Putin: i cani abbaiano

DI GUILLAME FAYE J’ai tout compris In effetti “i cani abbaiano, la carovana passa”, ovvero Mosca non si lascia impressionare. La maggior parte dei media occidentali ha descritto l’intervento russo in Siria come un’operazione criminale e imperialista. Rientra nella logica strategica della demonizzazione di Putin; l’obiettivo è ostacolare il ritorno della Russia come potenza internazionale. Inventare una minaccia russa, ripetere che la Russia sia una dittatura, sostenere che la Crimea sia stata annessa e l’Ucraina aggredita – pretesto per le …

Leggi tutto »

Occhionero: Secondo wikileaks è spionaggio ordinato dalla CIA

FONTE: ILCAPPELLOPENSATORE (BLOG) Un rilancio Wikileaks sulla vicenda di spionaggio dei fratelli Occhionero: la CIA. Un nuovo caso NSA ? Un caso di spionaggio su larga scala, quello dei fratelli Occhionero. Servizi segreti internazionali, massoneria e logge deviate. Il rilancio di Wikileaks di un articolo di Daniele Dell’Orco su “Il Conservatore”. Trascrizione dell’articolo di Daniele Dell’Orco sul “caso fratelli Occhionero” C’è la Cia, ovvero la Central Intelligence Agency americana dietro alle malefatte di Giulio e Francesca Maria Occhionero, i due fratelli …

Leggi tutto »

ALL’AUTORITA’ LEGALE CHE CORRISPONDA: …

DI PACHO Un giorno  (veramente oggi è 07 Gennaio 2017), incominciai a scrivere quello che penso e da qualche maniera  vivo da tanto tempo, anni per essere sincero (e farò il tentativo di spiegarlo, provando ad essere sintetico). Mi permetto, per evitare interpretazione equivoche, di farlo nella mia madrelingua, dove meglio posso  raccontarvi le mie ragioni, anche se non è facile in queste circostanze .Vi chiedo di trovare un interprete o traduttore, Grazie. Io, Eduardo Dellagiovanna (più conosciuto con il …

Leggi tutto »

Il 70% degli italiani è analfabeta strutturale, cioè: legge, guarda, ascolta, ma non capisce

DI MIMMO CANDITO lastampa.it Non è affatto un titolo sparato, per impressionare; anzi, è un titolo riduttivo rispetto alla realtà, che avvicina la cifra autentica all’80 per cento. E questo vuol dire che tra la gente che abbiamo attorno a noi, al caffè, negli uffici, nella metropolitana, nel bar, nel negozio sotto casa, più di 3 di loro su 4 sono analfabeti: sembrano “normali” anch’essi, discutono con noi, fanno il loro lavoro, parlano di politica e di sport, sbrigano le …

Leggi tutto »

La bolla di Donald Trump

DI MIKE WHITNEY counterpunch.org Donald Trump ha un piano per contrastare la bolla borsistica. Ingigantirla. Prima che Trump criticasse aspramente il Governatore della Federal Reserve Janet Yellen per aver mantenuto i tassi di interesse troppo bassi, e per troppo a lungo, solo per mantenere l’economia artificialmente in vita mentre Obama era in carica. Il presidente-eletto ha accusato la Yellen  di essere politicamente motivata, suggerendo che le politiche della FED hanno messo il paese a rischio di un’altra bolla del mercato …

Leggi tutto »

I crimini senza fine di Israele: non si tratta solo di insediamenti

DI STANLEY COHEN aljazeera.com Israele non ha solo commesso atti indicibili di genocidio, ma lo ha fatto con assoluta trasparenza. La scorsa settimana, l’attenzione del mondo è stata catalizzata da un gesto soprattutto simbolico da parte delle Nazioni Unite, con il quale è stata riscontrata l’illegalità della continua occupazione israeliana della Cisgiordania. Non è forse vero? Anche se il Consiglio di Sicurezza delle Nazioni Unite, con insolita uniformità, ha castigato Israele per aversi fatto beffe della legge di occupazione, la …

Leggi tutto »

Dal “PipìGate” verrà il crollo di Casa CIA ? Certo di CNN

DI MAURIZIO BLONDET maurizioblondet.it “James Clapper condanna la fuga di notizie ed assicura Trump della sua lealtà: la intelligence community è pronta a servire questa amministrazione”.  Così Politico.com   rende nota la capitolazione. http://www.politico.com/story/2017/01/clapper-trump-233517 James Clapper è il direttore della National Intelligence  (l’organo unificatore dei numerosi servizi quando parlano alla Casa Bianca)  che qualche giorno fa aveva confermato l’influenza di Mosca nell’elezione di Trump. E l’altro ieri aveva fatto sapere ai media che “l’intelligence” (ossia lui) aveva avvisato discretamente Trump che …

Leggi tutto »