Home / ComeDonChisciotte / ASSALTO A WALL STREET

ASSALTO A WALL STREET


DI HENRY MAKOW
henrymakow.com

Un film rivoluzionario che quelli della sinistra holliwoodiana vorrebbero bruciare !

Come appare nel trailer "Assalto a Wall Street" mostra come
la crisi del credito del 2008 abbia distrutto la vita di un americano medio,
Jim Baxford , guardia giurata di camion blindati , interpretato da Dominic
Purcell .

Tutti i risparmi di una vita, investiti nel mutuo, improvvisamente
svaniscono, sua moglie, che sta facendo una costosa terapia contro il tumore,
si uccide e Baxford viene sbattuto fuori di casa sua. L’americano medio è raffigurato credibilmente
come un poveraccio, sodomizzato dal sistema sanitario, finanziario, giuridico e dal governo stesso.

Un coro di sottofondo
passa nelle immagini della TV che commenta come un piccola elite di criminali stia
continuando ad arricchirsi, mentre la gente comune continua ad essere derubata
. Non abbiamo mai vissuto un momento peggiore dai tempi della Grande
Depressione , proprio come l’attentato dell’11 Settembre è avvenuto proprio nel
momento peggiore.

Invece di denunciare i suoi persecutori su Internet , Baxford , che è un
veterano dell’esercito, cerca i
colpevoli e comincia ad ucciderli. Il film termina in una furia omicida dove Baxford
uccide tutti quelli che trova sulla sua strada.

Il film è stato scritto e diretto da Uwe Boll, 48 anni, tedesco, che ha già
girato una serie di film violenti e horror per lo più senza avere mai successo,
ma ha potuto girarli per approfittare degli sgravi fiscali che esistono in
Germania. Un sacco di gente pensa che Boll sia un incompetente e qualcuno ha anche
firmato una petizione per chiedere di farlo smettere di fare film, raccogliendo
circa 300.000 firme. Allora Boll ha
sfidato i suoi critici in un incontro di boxe ed ecco un YouTube dove lo si vede mentre fa schizzare la
m…a da un suo avversario.

Ewe Boll non è un tipo leggero, ha un dottorato di ricerca in letteratura che ovviamente
non dà nessuna garanzia, ma fatta
eccezione per alcune goffaggini, questo suo ultimo film è ben fatto, credibile
e avvincente .

In
una intervista
, Boll dice quello che pensa : « Quando si guardano film come Wall
Street : . . Money Never Sleeps e Margin Call ,
… ci si sente quasi
dispiaciuti per i brokers, ci si sente quasi dalla loro parte …. Per me, io voglio che il film faccia sentire
dalla parte delle persone che non sono ricche, di quelle che soffrono. Di quella gente di cui non c’è niente da
raccontare perché non ha futuro. Anche
quando il mercato azionario è risalito, solo il 12% delle persone ha potuto riprendere
parte dei suoi soldi ed uscire dall’incubo. Questo è un film per quelli che
perdono sempre, è una vendetta anche se solo di fantasia, naturalmente, non è
che voglia vedere davvero qualcuno che
spara ai banchieri, ma voglio che i
banchieri almeno si sentano impauriti. Mi piacerebbe che pensassero : "Forse non dovremmo esagerare troppo",
perché in genere il pericolo si riconosce sempre troppo tardi. Non è vero?
Ci sono un sacco di attori di Hollywood che sono molto coinvolti in questo tema, perché giocano sul mercato
azionario e anche loro provocano sofferenza alla gente. Ammettiamolo a che servono film come Argo ? Potrà pure essere un grande film, ma non aiuta nessuno, forse potrà
piacere alla CIA, ma è un film molto conformista, dove non si parla né di
politica, né del coraggio per fare qualcosa : Argo, per me, vale Zero.
Il coraggio si vede quando fai qualcosa contro il sistema . Qualcosa che può servire
a svegliare la gente. Si può avere coraggio se fai sentire che la gente è ferita
dal potere. Credo che questo fosse
quello che volevo far sentire, che qualcuno si sta facendo male. Cazzo !

Forse questo film li ha colpiti subito allo stomaco. (e ride ) Forse questo film riuscirà a far
sentire a disagio i banchieri, forse potranno anche pensare che qualcuno
potrebbe fare certe cose veramente e subito e forse sentiranno il bisogno di circondarsi ancora
di più guardie del corpo. Direi proprio così.

Vorrei che sentissero bisogno di più guardie del corpo o il
bisogno di cambiare il loro modo di fare.
Non si dovrebbero pagare stipendi di milioni
di dollari, mentre la gente muore di
fame . Non ti pare ? E’ ridicolo. Come dice nel film, un suo attore – John Heard
– alla fine del film: "Nel capitalismo
… La crema resta sempre a galla
". Ma, è questo quello che vogliamo? Non so
se vogliamo questo, ma io no ; Io credo che in un mondo normale, si possa vivere
tutti, ma per come vanno avanti le cose c’è sempre più gente che non può
permettersi nemmeno di vivere … »

"ASSALTO" DIVENTA UN CULT CLASSICO

Questo film coraggioso è stato girato per due società di Vancouver, la Lynn Peak Productions, Inc. e la Brightlight
Pictures
e prodotto da Dan Clarke e
Shawn Williamson, è stato girato ad aprile del 2012 ed è uscito a maggio 2013.

E’ stato proiettato per pochi giorni solo in un cinema di Los Angeles e ha ricevuto solo una manciata di recensioni tutte ingiuriose. " Spudoratamente scadente" ha scritto il Los Angeles Times. " «
Assalto »
suona visivamente insipido
come un film porno" ha scritto Variety .

Tuttavia, «
Assalto »
sta diventando un cult come “They” il film di John Carpenter. Il suo trailer è stato visionato da oltre 1,7
milioni persone ed ha entusiasmato l’uomo della strada. – “ Grande
film , devo andare a vederlo di nuovo . – Ho appena visto il miglior film da
tanto tempo. – Film- BOMBA ! … Parla quasi della nostra vita .. crudamente ..
! ( e inevitabilmente ) … – Qualcuno
dovrebbe farlo davvero ! "

I film di oggi parlano tutti di
come stanno controllando la nostra società : trattano della corruzione, della disinformazione (come “Argo”) e di ingegneria sociale (dove
si parla sia di promiscuità che di porno).
Perché nessuno ha mai girato film che colpiscono l’ America alla pancia, film che raccontano del crollo del credito o di quello che sta succedendo oggi in America? Sì, qualcuno ha girato qualche
bel documentario
, ma non l’ha
visto nessuno. I film-artistici dovrebbe essere un riflesso della realtà.

Ci voleva
un outsider come Uwe Boll per fare un film con questi contenuti? Perché quelli che dicono di essere socialisti
o progressisti, come George Soros a Hollywood, si sono fatti scappare questo
film?

Perché questo è un film veramente
rivoluzionario e sovversivo
, non è un film fasullo, di quelli "
liberamente ispirato a … ” e spacciato come un reality . Quel socialismo non ha
niente a che fare con la rivoluzione, è solo uno stratagemma per allargare il
controllo
del governo sull’individuo. È una parte del controllo dialettico
fatto sia dalla destra che dalla
sinistra e che può aggiungere anche Hollywood alla lista di tutti quelli che cercano
sempre di metterlo in quel posto all’uomo comune. La paura che possa uscire fuori un vero
Jim Baxford – un soldato del popolo-
come si definisce lui nel film- sta trasformando l’America in uno stato di
polizia.

Ho qualche riserva sul personaggio
di Baxford, prima di tutto perché è uno che si beve tutto quello che gli
dicono, che crede al broker, al medico e all’assicuratore. E’ uno che crede
anche a uno squallido avvocato e ai politici e, malgrado tutto, non riesce a
capire che anche lui ha qualche responsabilità.
L’altra mia riserva è che quest’uomo,
a sangue freddo, si è messo ad uccidere persone che non c’entrano niente con i
problemi suoi, tanto che a un certo punto, spara a gente affacciata alla finestra
del palazzo di fronte, senza sapere nemmeno chi sia.

Alla fine , il banchiere dice a Jim : «Sono
i banchieri e i proprietari e i consulenti
che si arricchiscono ed è la gente qualsiasi, quelli che si comprano i loro titoli
che ci rimettono sempre, sono quelli come te. Questo è il capitalismo . . ».

Andatelo a raccontare a tutti quelli
che nel 2013 hanno visto aumentare del 30% il valore delle loro azioni. Non ci sarà mai una rivoluzione con
rendimenti che fanno salti come questi! Ma se il mercato e l’economia dovessero
crollare di nuovo …

Henry Makow

Fonte : http://henrymakow.coml

Link : http://henrymakow.com/2014/01/assault-on-wall-street.html

1.01.2014

Traduzione
per ComeDonChisciotte.org a cura di bosque.primario

Pubblicato da Davide

  • GioCo

    Ho dato un occhio al trailer [www.youtube.com], e devo dire che concordo con quanti sostengono che sia una produzione tipica di Ewe Boll, niente di diverso da suoi "capolavori" come " Alone in the Dark [it.wikipedia.org]". Certo, ammetto anche di parlare schierato, dato che questo regista a portato sullo schermo un titolo, raccontadolo dal suo punto di vista, che rappresentava una pietra miliare tra fans dei giochi elettronici, un capolavoro del survival horror [it.wikipedia.org] di 22 anni fa, anche tecnicamente ineccepibile dato che fu eseguito con mezzi a dir poco inesistenti (rispetto agli odierni). Ma non posso certo pretendere che Boll capisca: tuttavia mi chiedo anche cosa può offrire una cima di tanto spirito al pubblico.
    Attenzione, non voglio dire che l’opera sia cattiva denigrando l’autore, sto cercando solo di "dare a Cesare quel che è di Cesare". Se vado a vedere un trash movie di serie Z come "Alone in the Dark" di Ewe Boll, posso tranquillamente prevedere che mi riempirò gli occhi e il naso di spazzatura e godere pure del mio narcisistico masochismo, ma se vado a vedere una cosa come "Assoult on Wall Street" di Ewe Boll che posso pensare? Che si tratta di una deriva dovuta allo straripamento del pattume cinematografico? Un tentativo disperato di Boll di assurgere alle vette cinematografiche come "regista che sa fare film"? Beh, io non so come la pensa "la gente" verso cui Boll ci dice di schierarsi, ma anche se non si può in tempo di crisi come l’attuale andare per il sottile, io non mi sento così tranquillo ad avere uno come lui dalla mia parte. Fosse anche solo per il significato simbolico che mi viene da dare sul momento e in modo del tutto superficiale …

  • Georgios

    Non conoscevo questo regista fino alla lettura di questo articolo.
    Mi sono visto il film (non il trailer) e posso dire questo: Non si tratta assolutamente della solita ricetta hollywoodiana dell’eroe ferito nell’onore o nei sentimenti o che stufo della "tolleranza dello stato burocratico" verso il crimine etc etc, si trasforma in una specie di angelo vendicativo, in un vigilante armato di sofisticata artiglieria che spazza via il male dalla faccia della terra. Messaggio: dateci per favore più polizia e per favore limitate ulteriormente le nostre libertà.
    Assolutamente no. Il film dura 1 ora e 38 minuti e la violenza esplode solo dopo 70 minuti trascorsi nel dramma familiare e personale del protagonista. Ed e’ una violenza non verso i "cattivi" in astratto bensì verso chi questa violenza se la merita davvero perché la sta applicando quotidianamente sulla società per dei motivi ben precisi come spiega verso il finale uno dei suoi rappresentanti.
    Buona visione.