Home / ComeDonChisciotte / ANCORA SU COLONIA: UNA GRANDIOSA FALSE FLAG…
15931-thumb.jpg

ANCORA SU COLONIA: UNA GRANDIOSA FALSE FLAG…

DI ROSANNA SPADINI

comedonchisciotte.org

Gli spin doctor stavolta hanno vinto alla grande … il recente cultural frame switching è riuscito perfettamente, e la notizia degli islamici avvinazzati di sesso ha fatto breccia nel cuore dell’Europa, addomesticata dalla cultura razzista del Master Chef, per cui vince solo l’élite dominante, quella competente, quella capace di presentare su di un piatto farcito l’orata al forno con verdure e quenelle di patate viola, gli altri vinti e disperati restano al margine dell’informazione, della notizia, della realtà … ecco che non hanno capito una mazza. Quindi credere alle bufale raccontate dagli organi di stampa, secondo quanto indicato da ideologismi di riferimento, appare cosa scontata per la gran parte dei telespettatori, che animano la fantomatica “opinione pubblica”.

Infatti nella brutta storia degli stupri di massa a Colonia molte cose non tornano e le informazioni trasmesse dai media sono tra le più controverse e discutibili degli ultimi tempi. Del resto siamo abituati da anni a doverci sorbire delle bufale megagalattiche, che vengono spacciate per crude verità dal sistema di distrazione di massa … per esempio a partire dall’11 settembre, armi di distruzione di Saddam Hussein, misfatti compiuti da vari tiranni sanguinari sparsi per il Medio Oriente, terrorismo in Francia, prima Charlie Hebdo e poi il Bataclan … insomma ora arriviamo a Colonia … anzi per meglio dire … Cologne, Hamburg, Frankfurt, Stuttgard, Bielefeld, Finlandia, Kalmar (Svezia), Zurich (Svizzera), Helsinki (Finlandia), Vienna (Austria) … insomma la spectre teutonica.

Dunque quali sono i dati veri relativi ai fatti di Colonia? Le testate giornalistiche italiane titolavano in questo modo, esagerando le mosse di clickbait sulla tastiera:”Notte di orrore a Colonia. Stupri di massa a Capodanno. 35 denunce per stupro” www.il giornale.it”Stupro di massa in Germania: mille immigrati violentano 80 donne” www.il giornale.it”Scena mostruosa la notte di Capodanno. Stuprate 80 donne: da mille nordafricani” www.libero.itI numeri in realtà erano stati gonfiati, inglobando le diverse tipologie di reato riportate in Germania e dalla polizia tedesca in un’unica tipologia: “lo stupro”.

Le fonti tedesche parlavano, infatti, di “Sexualdelikte in sehr massiver Form und einer Vergewaltigung” (Focus.de del 5 gennaio 2016) dove “Vergewaltigung” è lo stupro nel senso di rapporto sessuale vero e proprio, mentre “Sexualdelikte” sta per reati sessuali di diverso genere (molestie, palpeggiamenti …).
Le denunce per stupro in data 5 gennaio 2016 non erano 35 (come riporta Il Giornale il 4 gennaio) o 80 (come riportato da Il Giornale il 5 gennaio), ma una (“einer Vergewaltigung). Il numero 80 era riferito in Germania al numero di denunce, di cui appunto una per stupro, 60 per reati sessuali di diverso genere, seguiti da denunce per furto.

Il Giornale parlava all’interno dell’articolo del 4 gennaio di un gruppo di 30-40 persone colpevoli degli atti … i colpevoli sono sempre gli stessi: un gruppo di persone di origine nordafricana. Il giorno dopo invece “denunciava” con il solito sistema del clickbait che il numero dei colpevoli era “1000”. In realtà il numero citato era riferito in Germania al numero di persone moleste e ubriache che si trovavano davanti alla stazione di Colonia, sparando addirittura razzi e petardi contro i presenti. Tra questi 1000 c’erano anche i delinquenti denunciati. Ecco cosa riportava la stampa tedesca il 4 e 5 gennaio 2016:

“Un gruppo di circa 1.000 uomini pesantemente ubriachi, dice la polizia, che si comporta in modo completamente disinibito, aggressivo e totalmente inconsapevole della presenza di agenti di polizia.” www.focus.de … e così www.sueddeutsche.de … e così www.spiegel.de …

Come si può notare da questi dati, le informazioni fornite dalla stampa tedesca e dalle fonti ufficiali della polizia, da cui hanno tratto indicazione tutte le testate straniere, non corrispondono. Poi il giorno 10 gennaio il numero delle denunce a Colonia sono salite da 80 a 516, e secondo quanto riportato dalla pagina Facebook della Polizia Tedesca il 40% delle denunce riguarda la sfera sessuale. (http://www.polizei.nrw.de/koeln/)

… quindi dall’unica denuncia per stupro registrata fino al 5 gennaio 2016 siamo passati a 2 denunce (il secondo caso denunciato il 6 gennaio), come confermato poi il 12 gennaio 2016 dal Bild.de …

Il 10 gennaio, il Welt.de pubblica un elenco per nazionalità delle 32 persone sospettate, di cui 22 sono richiedenti asilo, e gli stessi dati sono stati pubblicati anche il 12 gennaio 2016, dal Bild.de:

  • 9 algerini
  • 8 marocchini
  • 5 iraniani
  • 4 siriani
  • 3 tedeschi
  • 1 iracheno
  • 1 serbo
  • 1 americano (USA)

Insieme ad un corposo documento di 58 pagine della polizia tedesca e datato 10 gennaio 2016, che riporta da pagina 45 gli attacchi verso le donne, con orari e descrizioni degli avvenimenti (13 pagine su 58). Poi il Giornale l’ 11 gennaio non parla più di stupri ma di molestie, e comunque scrive che “le molestate ora sono 400″ , però dice anche: “le indagini, nel frattempo, proseguono e hanno portato, a fronte di un totale di denunce che è salito a 379, il 40% relative ad aggressioni sessuali, in gran parte attribuite a «nordafricani» , al fermo di 32 sospettati, 29 dei quali avevano un permesso di soggiorno in Germania”, peccato che il 40% di 379 non faccia 400 … ma il titolo serve … sempre per amor di clickbait.

La polizia tedesca è stata fortemente criticata, a partire dal capo della polizia di Colonia, Wolfgang Albers, accusato di non aver informato a dovere e nei giusti tempi la cittadinanza sui fatti avvenuti a Capodanno. Sotto accusa anche il tweet pubblicato il 1 gennaio 2016 dall’account della Polizia di Colonia, dove si parlava di un “capodanno tranquillo”, ma particolarmente curiosi risultano i post della polizia pubblicati sul sito Facebook … infatti il 1 gennaio alle ore 11:43 le informazioni della notte trascorsa erano le seguenti … “Come l’anno scorso si sono svolti pacificamente la maggior parte dei festeggiamenti del Capodanno, sul Reno, nel centro della città di Colonia e a Leverkusen. Durante la notte la polizia ha ricevuto 20 denunce di atti di vandalismo (anno precedente: 25). Le notifiche di quiete sono aumentate rispetto all’anno precedente, 76 di cui otto a Leverkusen.”

2 gennaio alle ore 17:17 – Solo il 2 gennaio alle ore 17:17 si parla di attacchi alle donne … Nel corso di San Silvestro la polizia è venuta a conoscenza di diversi episodi in cui alcune donne sono state vittime di maltrattamenti. Nella notte di San Silvestro sono stati commessi diversi reati nelle zone affollate intorno al Duomo e alla stazione. Gli incriminati hanno tentato di toccare molte donne, compiendo anche il furto di oggetti di valore, in particolare portafogli e telefoni cellulari. Molte donne non hanno ancora sporto denuncia … la polizia ha chiesto di mettersi in contatto con loro.

3. Gennaio 2016 – Comunicato stampa comune della polizia di Colonia e della polizia di stato:
Alle 4.20 la polizia ha ricevuto informazioni dal pronto soccorso per aggressioni avvenute alla Stazione Centrale. Allertati immediatamente i funzionari della polizia hanno arrestato cinque sospetti sulla linea ferroviaria 10/11 della città di Colonia. Nelle borse e giacche i colpevoli avevano molti cellulari e un tablet di cui non hanno fornito alcun titolo di proprietà. Le indagini sono in corso.

Attacchi alla stazione, fatti alla notte di San Silvestro.
31.12.2015-ore 21: sulla stazione e su piazza del Duomo si trovano già 400-500 persone apparentemente in stato di ebbrezza, predisposte a comportamenti aggressivi. Si tratta, nella maggior parte di uomini, impegnati nell’esplosione dei fuochi d’artificio.
31.12.2015-ore 23: tale folla è ora composta da più di mille persone. I presenti sono ancora in gran parte uomini, tra l’altro molti già compromessi dall’alcol, dall’ umore sempre più aggressivo.
1.1.2016-ore 0.45: Le prime vittime a riportare denuncia sono state donne, che hanno subito in parte anche abusi sessuali. La polizia si concentra nuovamente nella zona della stazione centrale.

9 gennaio 2016 – Mentre le denunce a sfondo sessuale sono circa 120, e per ora non hanno responsabili. Salgono a 108 anche ad Amburgo. E nuovi casi spuntano addirittura in Finlandia, alla stazione di Helsinki: mai accaduto prima nei festeggiamenti di Capodanno, secondo gli inquirenti scandinavi.

Per i fatti di Colonia infine cade una prima testa: il capo della polizia Wolfgang Albers viene mandato in prepensionamento. È l’esito della bufera che ha colpito la gestione della polizia locale: un disastro di comunicazione, fra ritardi e omissioni (??). Con falle madornali anche sul fronte della tutela della sicurezza. Wolfgang Albers, 60 anni, verrà informato dal ministro dell’Interno del Land, Ralf Jaeger, che per lui ci sarebbe stato un «pensionamento anticipato». Alders aveva in un primo momento negato ogni responsabilità e aveva sottolineato di non avere alcuna intenzione di dimettersi. Da parte sua Jaeger aveva però spiegato che Albers avrebbe dovuto lasciare il suo incarico per «ristabilire la fiducia dell’opinione pubblica», poiché i cittadini «hanno il diritto di sapere cosa è accaduto la notte di Capodanno, chi sono i responsabili e come questi incidenti possano essere impediti in futuro.»

L’8 gennaio il portavoce del ministero dell’Interno tedesco, Tobias Plate ha poi aggiunto che la maggior parte dei 32 atti criminali documentati dalla polizia federale riguarda il furto e lesioni personali. E, finora, nessuno dei 18 profughi identificati è collegato a casi di molestie sessuali. Ci sono anche tre denunce per aggressioni sessuali rispetto alle quali non vi sono per ora dei sospettati, ribadisce il ministero dell’Interno. Dunque nelle piazze tedesche sarebbe stato praticato il Taharrush! Come sostiene Marcello Foa … in realtà, dai fatti documentati … mi sembra più una grandiosa strategia di illusionismo mediatico, per seminare un odio sociale verso gli immigrati islamici, e destabilizzare ulteriormente il sistema.

Ma proprio oggi, guarda caso, l’influente ministro delle Finanze tedesco Wolfgang Schäuble in un’intervista al quotidiano Sueddeutsche Zeitung, propone una tassa europea sulla benzina per coprire i costi dell’accoglienza dei migranti. Per Schäuble, esponente di primo piano della Cdu, lo stesso partito della Cancelliera Angela Merkel, «se i bilanci nazionali o il budget europeo non fossero sufficienti, allora potremmo metterci d’accordo per introdurre ad esempio una tassa su ogni litro di benzina» così «avremmo i mezzi per una risposta europea alla crisi dei rifugiati».

E ancora … «Le cose procedono troppo lentamente in Europa» … «Sostengo con tutta la forza delle mie convinzioni ciò che ha detto la Cancelliera: bisogna risolvere il problema a livello delle frontiere esterne dell’Europa». «Se il problema non sarà risolto in quella sede, lo sarà a livello di frontiere nazionali, ma questa sarebbe la peggiore delle soluzioni» e «l’Europa si ritroverebbe in una crisi ancora peggiore», ha concluso Schäuble.

Infatti il problema interessa tutta Europa, ecco perché il numero di città tedesche divenute scenario di molestie la notte di Capodanno si era allargato a macchia d’olio … non solo quindi Colonia, dove indagini e manifestazioni di dissenso sono proseguite con determinazione, ma anche Bielefeld (in Westfalia) ha vissuto le stesse dinamiche barbare, ove circa 500 (!!!) uomini avrebbero forzato l’ingresso della discoteca “Elephant Club” molestando molte donne. Quindi il contagio si era dilatato … anche nei piccoli centri e le dinamiche sembravano essere le stesse … o sono tutte favole metropolitane ??

A ciò si aggiunga il fatto che di quegli eventi così arbitrariamente raccontati, non esiste un video, anche minimo, nemmeno fatto frettolosamente da un cellulare, che possa convalidarli … anzi quei pochi video che le tv hanno pubblicato riguardano altri eventi. Per esempio il filmato diffuso dal Tg7 e presentato come testimonianza delle violenze di capodanno a Colonia si riferiva in realtà a un episodio accaduto nel 2012 in Egitto, a piazza Tahrir. La donna bionda molestata dal branco sarebbe la fotogiornalista tedesca Julia Leeb, che ha pubblicato sulla sua pagina Facebook un messaggio in cui spiega di essere lei la donna nel video, e che la scena era stata registrata nel 2102 al Cairo, in Egitto, dove si trovava per lavoro.

Per non parlare poi dell’assenza di telecamere nel centro storico della città, in considerazione anche dell’allarme terrorismo che spaventa tutta l’Europa, e dell’assoluta mancanza durante la notte di richiesta di interventi significativi di Pronto Soccorso. Il sindacato di polizia tedesco poi a aggiunto che sarà assolutamente “improbabile” riuscire a dimostrare reati “individuali e in termini concreti,” e che è perciò incerto se “nel caso delle aggressioni di Colonia si possa arrivare anche solo a una condanna.”

Dunque si è trattato di una bufala o di notizie ingigantite? Sicuramente tutti gli indizi sembrano confermare che c’è stata una strategia politico mediatica per mettere in ulteriore crisi la politica di accoglienza dei rifugiati in Europa ed in particolare nella Germania di Angela Merkel, e per imporre nuovi balzelli. Gli organi di stampa hanno strumentalizzato molte vicende per l’ennesima campagna contro i profughi, soprattutto musulmani. Per di più la zona della stazione di Colonia non è pericolosa, ma è piena di eleganti hotel, situati nelle strade limitrofe (Johannisstrasse, Domstr, Trankgasse, Brandenburger Straße) e nelle piazze vicine (Breslauer Platz, Bahnhofsvorplatz). Nella zona ci sono anche pub, ristoranti, luoghi di ritrovo.

Proprio nella guerra tra globalisti e nazionalisti (Schäuble) sembra essersi infiltrata una grandiosa montatura politico mediatica e le vicende sono cresciute su se stesse, giorno dopo giorno … del resto da tempo ci siamo abituati a questa falsa informazione … il sistema capitalistico finanziario è sorretto da network controllati … che con infamia, cinismo e competenza, trasformano la realtà … e rimuovono il confine tra realtà e iperrealismo postmoderno … perché la logica del capitale in fondo è proprio questa: abbattere ogni limite etico e morale, per poi imporre ovunque, senza barriere residue che possano frenarla, la legge dell’omni reificazione e del valore di scambio. Tutto diventa merce, come aveva avvertito Marx nel 1847, in “Miseria della filosofia”.

Rosanna Spadini

Fonte: www.comedonchisciotte.org

16.01.2016

Riferimenti

https://www.facebook.com/Polizei.NRW.K

http://www.ilsole24ore.com/art/notizie/2016-01-16/schaeuble-tassa-ue-benzina-coprire-costi-rifugiati-112943.shtml?uuid=ACaDbUBC

http://www.ilmessaggero.it/primopiano/esteri/germania_molestie_donne_nuovo_fronte-1473873.html

http://www.corriere.it/esteri/16_gennaio_10/colonia-ministro-giustizia-attacchi-contro-donne-erano-organizzati-e12874e8-b7a4-11e5-8210-122afbd965bb.shtml

http://megachip.globalist.it/Detail_News_Display?ID=125017&typeb=0&che-succede-a-colonia–e-a-parigi-

http://www.huffingtonpost.it/2016/01/11/colonia-video_n_8957090.html

http://www.zerohedge.com/news/2016-01-09/thousands-flood-streets-germany-fury-over-refugee-sex-assaults-reaches-boiling-point

http://www.zerohedge.com/news/2015-12-09/angela-merkel-times-person-2015-followed-isis-leader-al-baghdadi-and-donald-trump

Cologne Muslim Assaults Now Cited as False Flag

http://www.sueddeutsche.de/panorama/silvesternacht-mehr-polizei-mehr-videoueberwachung-1.2806209

http://www.spiegel.de/panorama/justiz/koeln-60-frauen-erstatten-anzeige-nach-sexuellen-uebergriffen-an-silvester-a-1070418.html

http://www.focus.de/regional/koeln/silvesternacht-am-koelner-hauptbahnhof-gruppe-von-1000-maennern-fuer-sexuelle-uebergriffe-verantwortlich_id_5188685.html

Pubblicato da Davide

  • MarioG

    "Dunque si è trattato di una bufala o di notizie ingigantite? Sicuramente tutti gli indizi sembrano confermare che c’è stata una strategia politico mediatica per mettere in ulteriore crisi la politica di accoglienza dei rifugiati in Europa ed in particolare nella Germania di Angela Merkel, e per imporre nuovi balzelli. Gli organi di stampa hanno strumentalizzato molte vicende per l’ennesima campagna contro i profughi, soprattutto musulmani."


    Probabilmente l’autrice vive in un universo mediatico parallelo, dove abbondano le campagne contro i profughi, dove non si pagano le comparse per le manifestazioni "refugee welcome", spedite poi nell’etere dai media, dove non si censurano, anzi si fa propaganda intensiva dei dati delle questure sui crimini commessi da stranieri. Dove le "violenze di Colonia" vengono montate sui grandi media dal 1 gennaio invece che uscire a pezzetti 5 giorni dopo. 
    Un mondo dove il "nazionalista" Schäuble non pensa a mettere una tassa sulla benzina per i rifugiati (sono cambiati assai questi nazionalisti!) ma paga nordafricani per palpare le signorine e queste ultime per inventarsi le denunce.

  • spadaccinonero

    calma, calma (:

    verranno tutti in Italia, per gli immigrati il sogno euroooopppeoooo non è finito
    XD
  • GioCo

    Cara Rosanna, eroina di un avamposto di confine di un muro magico che divide il mondo della luce da quello delle Ombre, vorrei (se posso) farti un piccolo dono.
    Niente di che, magari nemmeno ti sarà utile: quante volte nel ricevere doni sono rimasto deluso perché non erano azzeccati? Non si pensa mai che la radice del significato profondo di un dono, non è che non ha un costo implicito, un contraccambio già inscritto nello stesso atto del dono, ma che la sua genesi è mistero: come fai a "sapere" ciò che trova il gradimento dell’altro? Non puoi, ed è da questo esercizio che deriva la divinazione, cioè la consultazione delle potenze che trascendono l’umano e i loro "capricci". Sempre diverse queste potenze, tante quante almeno le religioni, ma sempre con la stessa Ombra.

    Lo Stupro è una faccenda scottante solo per certa cultura dell’ultimo minuto (storico) e nemmeno ovunque sul pianeta. Per molti è una conquista culturale proprio per questo, tuttavia non si può smarcare l’idea di una violenza così evidente come "prodotto di mentalità retrograda", se ha interessato per millenni ogni angolo del pianeta e (praticamente) quasi ogni cultura di massa almeno dalla scrittura (secondo le testimonianze) ma forse anche prima. Non si tratta di giustificare una evidente schifezza, ma di capire le ragioni che portano ad abusare del corpo femminile, altrimenti non si capisce perché stiamo prorpio qui a cianciare di "abusi sessuali a capodanno". Mi verrebbe da aggiungere il detto "abuso il primo dell’anno, abuso tutto …" ma sopravoliamo "che è meglio".

    Il punto cruciale è capire che la funzione riproduttiva umana è centrale per qualsiasi collettività umana, è la risorsa delle risorse e (almeno per adesso) l’utero materno non è sostituibile. Quindi come ogni risorsa cruciale per la soppravvivenza dell’Uomo la questione politica della sua gestione non è secondaria per l’umanità, da nessuna parte sul pianeta, ma nemmeno su Marte (dovessimo mai arrivarci). Mentre il coltan (terra super rara e preziosissima) potremmo trovarlo su un asteroide, non possiamo pensare di trovarci l’utero materno, per ciò ci devono andare anche le annesse donne su Marte. Ma che questo sia dovuto unicamente dal problema riproduttivo, non ci piove. Se le donne plaudono il fatto che il maschio è sostituibile (con la fecondazione artificiale) non si fa mai il passo successivo per chiarire che questo significa solo che al maschio per contare (essere un "Master of the Universe") non ha bisogno di sapersi fertile, dato che la scienza può intervenire, mentre il problema della sterilità diventa mutilante se femminile.
    Questo significa che siamo moooolto lontani dal possedere concretamente una cultura non interessatamente misognina, perché rimettere alla donna la centralità della sua funzione, significa rendere coscenti le donne (collettivamente) che possono dominare il mondo anche subito.
    Nell’attuale mondo palesemente maschile-centrico, non è una cosa molto desiderabile, no? Meglio qualche contentino, tipo Barbie o Valletta e la minaccia (comunque onnipresente) della prostituibilità, cioè la svendita (simbolica) del corpo femminile all’orrore.

  • natascia

    L’eterno femmino dona ogni giorno il potere al maschio. Il dono è anche guerra. Donare è ricevere. Se questo, dopo millenni, il maschio riesce  a restituire, praticamente è chiara la sua imminente e totale perdita di potere.  

  • PietroGE

    Tra un po’ sarà una false flag anche il sorgere del sole.

    Quasi 600 denunce, numerose testimonianze di cittadini e della polizia. Tutto falso? Anche le organizzazioni dei migranti e le autorità per l’integrazione si dicono disgustate per quello che è accaduto e si adoperano affinché non si ripeta più in futuro (speranza vana, secondo me). Le testimonianze delle donne nei talk show, la presa di distanza dalla politica folle della Merkel anche da parte della SPD e dei Verdi, da sempre favorevoli all’immigrazione, tutto questo sarebbe un gigantesco complotto contro gli immigrati nordafricani? Rosanna, che roba è questa?

    E poi a che scopo, per suicidarsi politicamente e distruggere l’immagine di se che la Merkel ha costruito in tutti questi anni? Insieme al suo partito, la CDU? No, non ci siamo affatto.

    Chiediti piuttosto che diavolo ci fano in Germania magrebini a chiedere asilo, o peggio, perché gli afgani fanno 6000 chilometri per chiedere asilo in Germania quando potrebbero andare in Pakistan o in India. Il complotto vero riguarda l’invasione dell’Europa non i fatti di Colonia.

  • Capra

    MarioG, se pensi ai titoli fino al 2015 e a quelli che stanno uscendo negli ultimi giorni noterai sicuramente come oltre al solito povero bimbo annegato sono apparsi un sacco di profughi ladri assassini e stupratori.

    Anche senza chiedersi se i fatti siano reali o meno resta questo strano cambio di rotta mediatico…
  • Fischio

    Articolo sensato, e chi non condivide è in linea con la barbarie da tempo in atto nel mondo…

  • clausneghe

    Che il mainstream non ce la racconti giusta, su questo come su altri casi è evidente anche ad una talpa.

    La mia idea provvisoria, diciamo, è che sia andata in scena l’ennesima Psi-Op allestita e diretta dai soliti ignoti registi e attori (consapevoli o meno) che, come moderni maghi  usano il tubo catodico al posto della bacchetta e ci fanno vivere in una bolla di percezioni illusorie, allo scopo di renderci malleabili alle volontà inconfessabili dei loro padroni.
  • Rosanna

    Scusa PietroGE… io non ho difeso la politica dell’immigrazione sostenuta dalla Merkel e finanziata dagli Usa, questo l’ho scritto anche nell’articolo precedente … anzi la considero un fatto tragico, che cambierà l’identità dell’occidente, però allo stesso tempo cerco di capire i fatti … e i fatti sono molto contraddittori e s’inseriscono all’interno della guerra in atto tra nazionalisti e globalisti tedeschi ed europei:

    1) Come mai il resoconto della polizia non registrava nessun disordine pubblico fino al 2 gennaio?
    2) Come mai i giornali hanno divulgato con molta enfasi che 1000 profughi avvinazzati avevano stuprato 80 donne, quando gli stupri sono stati solo due?
    3) Come mai non esiste nessun filmato, nemmeno un video fatto da un cellulare che costituisca una prova certa?
    4) Chi ti dice che ci siano stati alcuni disordini che poi siano stati dilatati ad hoc per l’occorrenza?
    5) Chi ti dice che le vicende non siano state pilotate dai servizi segreti (in Italia ne sappiamo qualcosa) per far scoppiare il caso particolarmente scottante?
    6) Come è possibile che gli stessi eventi siano avvenuti anche in tante altre città? forse troppe
    7) E del fatto di Bielefeld che  avrebbe vissuto le stesse dinamiche barbare? circa 500 (!!!) uomini avrebbero forzato l’ingresso della discoteca “Elephant Club” molestando molte donne?
    8) Non credi che molte donne sarebbero state felici di partecipare ad una denuncia collettiva pur di liberarsi da un’immigrazione così odiosa?

    Quindi gli "stupri" sono stati un’operazione di strumentalizzazione politica … per destare il panico tra la popolazione e determinare alcune scelte, dettate da un forte rigurgito nazionalista nel cuore dell’Europa, dai toni destabilizzanti:

    1) La Merkel viene fortemente criticata e retrocessa politicamente …
    2) Scauble impone pesanti tasse per sostenere solo i migranti "adeguati" e spedire gli altri
    a casa …
    3) Gli accordi Shengen si stanno sgretolando …

    E vedremo cos’altro potrà succedere …

  • cavalea
    Premesso che ritengo l’emigrazione una tragedia, tanto per chi è obbligato a questo passo, tanto  per chi la subisce, avendo ogni uomo e donna il sacrosanto diritto di poter lavorare e progredire in pace nel proprio paese, accanto ai propri affetti e immerso nella propria cultura, questo articolo, si pone con le sue ardite ipotesi sui fatti di Colonia, come l’ennesimo tentativo di giustificare una immigrazione, che ormai ha assunto l’aspetto di una invasione conclamata della vecchia Europa, da parte del terzo e quarto mondo. 
    Il tutto, si configura come un progetto, più o meno criminale, da parte delle consorterie finanziarie e usuraie apolidi, in vista di ridurre il continente a una entità culturale e antropologica indefinita, dove la faranno da padroni, non tanto i diritti e le conquiste realizzate in un secolo di lotte, ma  il sopruso e l’impoverimento progressivo di ogni categoria sociale.
     
  • SanPap

    Nella narrazione dei fatti di Colonia mi hanno fatto suonare un campanello d’allarme

    1) il numero degli "stupratori" coinvolti: troppi; non si sapeva bene quanti fossero, ma comunque troppi; il "passa parola" in poco tempo non funziona, in un intervallo di tempo ampio il messaggio trapela; facebook ? è seguito giornalmente dalla polizia …

    2) la totale assenza di video provenienti dalle telecamere di sorveglianza; questa per me è la cosa più strana.

    3) il crescendo della notizia: ogni giorno saliva il numero di "stupratori", "stuprate", città e poi nazioni in cui si sarebbero svolti fatti simili.

    mi sono chiesto il perché e la risposta che mi sono dato è: vogliono sospendere il trattato di Schengen.

    Sono in viaggio per entrare in Europa 8-10 milioni di "siriani"; gli accordi per la ripartizione dei "siriani" già arrivati (1 milione circa) non sono diventati operativi e si sono concretizzati nel gesto dell’ombrello da parte di tutte la nazioni dell’EU; chi li accoglierà ?

    L’elenco delle nazioni che stanno sospendendo il trattato di Schengen si allunga giornalmente, fatta eccezione per l’Italia: Alfano ha detto che noi non lo sospendiamo. Dunque il cerino a chi rimane in mano ? Italia e Grecia.

    Ribadisco ancora una volta quello che ho sempre pensato: dobbiamo uscire al più presto dall’EU. 

    Euro e EU ci stanno distruggendo.

    Per quanto riguarda la NATO sarebbe bello che cessasse di esistere, perché oramai è solo funzionale ai fini USA – Israele ( a meno che non vogliamo considerare l’ipotesi che ci si debba difendere dagli extraterrestri ).

  • Cincinnato

    Le migrazioni sono sempre un elemento di perturbazione sociale. Più grande è il numero più gli effetti vengono amplificati in termini esponenziali. L’ordine pubblico non è l’elemento caratterizzante il fenomeno che interessa l’Europa negli ultimi 30 anni. Altri sono gli elementi che sono in grado d’incidere fino a stravolgere gli assetti sociali. Il primo, a mio parere, è la creazione di un esercito di riserva di forza lavoro che viene utilizzato per far arretrare le conquiste dello stato sociale che ha interessato, anche se in modo differenziato per i diversi paesi, l’Europa fino agli anni ’80. L’arretramento, non solo nel nostro paese, di queste conquiste non a caso ha avuto avvio in quegli anni. L’immigrato lavora di più e chiede di meno. Se si osserva l’andamento delle delocalizzazioni si osserva come queste stiano rapidamente regredendo fino ad invertire la tendenza perché ormai le condizioni di maggior sfruttamento della manodopera si possono avere da noi. La legislazione sul lavoro in questi anni si è adeguata togliendo diritti e lasciando di fatto il lavoratore, europeo e non, alla mercé del padrone. Questo a mio parere è la vera mina che sta scoppiando nelle nostre società. Che poi tra gli immigrati possano pescare anche le organizzazioni criminali autoctone mi sembra assolutamente conseguenziale. Così come emergano problemi di confronto tra culture, modi di vivere e tradizioni diverse amplificate dai grandi numeri di popolazioni interessate. Le domande che che ci dobbiamo porre sono: chi e cosa ha fatto e sta facendo per innescare il fenomeno in questi termini e quantità, cosa e chi può fare per affrontare il problema oggi è in prospettiva prima che tutto salti. La risposta al primo quesito deve precedere qualsiasi altra considerazione.

  • Rosanna

    Grazie GioCo… il regalo è molto gradito! magico transfert e abile vedetta nel cogliere non solo le dinamiche del profondo, ma anche nel proporlo con captatio benevolentiae misteriose … infatti anche senza conoscere i fatti, appare chiaro che l’uso politico dell’utero femminile è sempre stato presente nella storia dell’umanità … anche oggi in tempo di clonazione e inseminazione artificiale, giustamente come dici tu … l’utero è rimasto l’unico involucro insortituibile e prezioso generatore di vita …

    Si parla di utero in affitto, di stupro, di uso politico del corpo della donna, di mercificazione o reificazione dell’identità femminile … tutte dinamiche scottanti, che potrebbero però servire a Scauble ad imporre nuove tasse ai paesi membri pro e contro l’immigrazione, potrebbe servire ai nazionalisti per frenare la politica di apertura dissennata della Merkel, potrebbe servire anche ad impartire un duro colpo all’immigrazione targata Nato …

    Ma le radici di questo scontro toccano le corde più profonde delle dinamiche sociali, se pensi che l’utero è generatore della vita, dei figli, della famiglia … che è una minima particella di quel potere patriarcale che appunto deve gestire il patrimonio … l’utero deve essere controllato dal potere dominante … perché perderlo vorrebbe dire mettere a rischio anche il proprio patrimonio e il proprio capitale … 

  • Rosanna

    Credo che tu abbia detto una cosa molto giusta e che tu abbia centrato il problema: la politica europea della Troika ha avuto come primo interesse proprio quello di creare un
    esercito di riserva di forza lavoro, funzionale alla demolizione delle conquiste dello stato sociale …

    E’ sempre il capitale che decide, e mentre nell’immediato dopoguerra il capitale traeva profitto dalla costruzione dello stato sociale … quindi scuola pubblica, sanità pubblica e previdenza sociale … per la formazione e la tutela di quei quadri professionali che dovevano gestire il funzionamento delle fabbriche … ora il capitale trae profitto dalla finanza speculativa … quindi
    l’intento primario è quello di sfruttare al massimo il dumping salariale. Quindi il sistema fordista viene sostituito il sistema marchionne.

    L’immigrazione quindi serve a questo, ed è pilotata dalle forze Nato, ma credo che sia sorto in questo momento in Europa un rigurgito nazionalista, che cerca di frenarla, governarla meglio, o almeno selezionarla …

  • natascia

    Mi stupisce la prevedibile facilità con cui e’ stato messo in difficoltà proprio il leader Angela Merkel. Se si sapeva, e si poteva prevedere, che l’eccessivo afflusso di migranti avrebbe  reso l’accoglienza troppo onerosa per i residenti, subito inizialmente si dovevano fissare dei limiti. Questa guerra a distanza degli USA contro l’Europa deve uscire allo scoperto. Il controllo, l’oscuramento e le azioni di disinformazione da parte dei media ormai e’ conclamato e le narrazioni di troppi fatti recenti perdono  di continua credibilità. Il modus operandi sembra rituale se non offensivo per  menti pensanti. Piu’ che di un disegno globale, si potrebbe parlare  di opinione pubblica vendibile al miglior offerente.  Ora distruzione di sovranità disturbanti per una o altra Lobby, ora distruzione di gruppi sociali, ora di stati. Vergogna per il genere umano. Vergogna per la nostra intelligenza e sensibilità. Le debolezze umane sono state  studiate  e vendute al miglior offerente da personalità criminali.

  • Rosanna

    Ciao SanPap… anch’io ho avuto gli stessi dubbi … e leggendo le varie cronache ho trovato riscontri ancora più contraddittori … che poi le stesse vicende siano avvenute nella stessa notte in tante città diverse, così lontane tra loro … lascia molto a desiderare … e poi il numero degli "stupratori" che aumentavano giorno dopo giorno … quando i veri stupri a Colonia sono solo "due" … nessun video, nessun filmato, ed anche le tstimonianze delle donne che aumentavano in maniera esponenziale … ma anche nessuna richiesta particolare di pronto soccorso notturno  a Capodanno …

  • Rosanna

    cavalea, … ma io sono d’accordo con te … l’articolo non vuole giustificare affatto l’immigrazione dissennata voluta dagli Usa a danno dei popoli europei … non è questo che ho voluto dire, ma piuttosto il fatto che ora ci sia stata una battuta d’arresto nei confronti di quella immigrazione, voluta probabilmente da forze nazionaliste che vorrebbero meglio governare il fenomeno, che comunque resta grave e cambierà nel tempo l’identità antropologica dell’Europa …

    ma lo scandalo degli sturpi non credo sia da attribuirsi ai desideri primitivi di quei popoli barbari … così come molti hanno sostenuto negli ultimi tempi … o al gioco dello stupro islamico, il Taharrush … anche lo stasso Marcello Foa dice una cosa molto curiosa "nei grandi media prevalgono l’imbarazzo, il silenzio, la compiacenza
    del politicamente corretto, dunque il desiderio ricorrente di non
    offendere il “diverso”.

    Ti sembra che i media abbiano mai avuto rispetto per il "diverso"? allora perché è prevalso questo atteggiamento omertoso sui fatti di Colonia? forse perché la bufala è talmente grossa che è meglio non parlarne tanto? … anche l’altra sera a Otto e mezzo la Gruber ha subito tacitato la Santanché che cercava di affrontare il problema …

    credo invece che sia stata un’operazione politico mediatica per meglio controllare un’immigrazione che sta per sfuggire al controllo politico e nazionalista, infatti Shengen si sta sbriciolando, mentre l’Italia manterrebbe un’apertura assoluta delle frontiere  …

  • Rosanna

    Ebbene clausneghe… allora di talpe ce ne sono poche, direi nessuna in ambito mediatico, anche sul web girano molte aquile e poche talpe … forse proprio perché la bufala è stata  grandiosa e orchestrata nel modo giusto …

    l’unico che ha detto subito che si trattava di un inganno mediatico è stato Giulietto Chiesa

    http://megachip.globalist.it/Detail_News_Display?ID=125017 [megachip.globalist.it]

    http://giuliettochiesa.globalist.it/Detail_News_Display?ID=125078 [giuliettochiesa.globalist.it]

  • Rosanna

    Dillo piano … perché se ti sente andriun le cose si mettono male …

  • clausneghe

    Ueee..Rosanna..Guarda che non era diretto a te il nomignolo di Talpa..

    Anzi, imho hai scritto un ottimo articolo, come suol dirsi.
    L’allusione alle talpe era diretta alle vittime del mainstream, i televisionisti…
    Ciao!
    p.s. E’ vero, Giulietto ha parlato subito di bufala e per questo è stato aggredito dalle zanzare di rai news 24
  • gix

    Scusate , ma proviamo a ragionare
    un attimo. 1000 uomini che, più o meno all’unisono, puntano tutte le donne presenti
    su una area circoscritta, per molestarle sessualmente? E’ possibile una cosa
    del genere? Spontaneamente potremmo azzardarci a dire di no, visto che la cosa
    richiederebbe un coordinamento di tipo quasi militaresco, una roba da G8 di
    Genova per intenderci. Allora proseguiamo con il ragionamento e magari si
    possono ipotizzare 2 alternative. La prima che effettivamente vi è stata una
    operazione di tipo quasi militare sul campo, con gente, alcune centinaia di “soldati”
    arruolata allo scopo, che ha eseguito un ordine di esecuzione “libera”diciamo
    così, entro certi limiti prestabiliti, di attacco e molestie verso donne. La
    seconda alternativa più “casuale”, ovvero che non vi sia stato nulla del
    genere, ma solo qualche piccolo gruppo di donne molestate, non necessariamente
    a scopo sessuale, ma anche solo per furti o roba de genere, da piccoli gruppi
    di poche schegge impazzite, sia pure immigrati. A questo punto bisognerebbe
    confrontare almeno queste due alternative (ce ne possono essere altre
    ovviamente, qui ho semplificato), con i resoconti della stampa,  tv e tutto il cocuzzaro, sia tedesco che
    italiano. Forse così si potrebbe tentare di capire prima di tutto quello che realmente
    ci interessa, ovvero se ci hanno preso per il culo o meno; dopo magari potremmo
    cominciare a ragionare sul perché lo hanno fatto, ma questa è una altra storia.
    In ogni caso onore alla Rosanna che ha fatto il lavoro sporco che nessuno vuole
    fare, ovvero cercare di incrociare i dati forniti con i fatti veri e verificati.

  • Rosanna

    Beh … ma io l’ho preso come un complimento!! mi riconosco in una talpa infatti … perché al confine tra la "luce" e le "ombre" cerco di scorgere un barlume di "verità" … qualche volta ci riesco … qualche altra no … ma comunque è prerogativa delle talpe cercare di vedere al meglio … non solo, sono anche in grado di vedere al buio … come capita a me appunto, che ho scritto un articolo su Colonia, pur standomene tranquillamente a casa, davanti ad una tastiera …

  • Cornelia

    Spadini, non farmi ridere.

    1) Anch’io non credo mai ai media, ma stavolta sono stati zitti per sei giorni. Se fosse un "false flag", come dici tu, avrebbero strombazzato la cosa immediatamente. Invece sono stati costretti a farlo dopo che la Rete aveva diffuso i dettagli, altrimenti non avrebbero detto un bel nulla.
    2) Gli stessi islamici hanno rivendicato la cosa. Tra i tanti intervistati in Italia e fuori, ci fosse stato un cane tra loro che ha detto "Ma no, è impossibile, noi non c’entriamo". Tutti si sono affrettati a ribadire che sì, non c’è nulla di strano nel molestare le donne che "vanno in giro da sole". Coglioni? Probabile.
    3) Forse non c’erano video notturni (se ne trovano di rado quando gli eventi accadono di notte, specialmente se ti trovi in mezzo a un casino di piazza e non riprendi comodamente da una finestra), ma ne sono usciti a dozzine su casi analoghi avvenuti in Europa nei mesi scorsi. Gruppazzi di giovinastri islamici che sputano, picchiano, molestano donne in mezzo alla strada. Lo sapevi che qui in Italia vanno a molestare le commesse nei centri commerciali, quando sono da sole in negozio? No, eh? 
    Dare la colpa agli americani o agli europeisti? Ben volentieri. Magari sono stati loro a organizzare la cosa per incasinare la Merkel, non lo escludo. Ma che abbiano trovato terreno assi fertile in delle bestie che non vedevano l’ora di essere slegate, è vero anche questo. E ora che le hanno slegate (e hanno anche visto che nessuno gli fa nulla) beh, magari le bestie ci hanno preso gusto.
  • olmo

    Mi scusi Rosanna, ma tutto sto scriverire e rimuginare la vicenda di Colonia per dire che c’è un "nazionalismo" tedesco (perchè i fatti si concentrano in germania) che manipolando se non addirittura "pagando" un  drappello  di "volenterosi carnefici" mira a scalzare coloro che prima
    hanno causato (la Nato) e poi sponsorizzato l’esodo irresponsabile e criminale verso l ‘Europa di milioni di profughi?
    Schauble insieme a un misterioso capitalismo tedesco (quale poi?, da decenni tutti gli organi di informazione delle èlite ci  impongono la programmazione neurolinguistica della salvifica immigrazione) si lanciano in una offensiva contro la Nato e i poteri sovranazionali che scorrazzano su tutti noi, per porre fine a cosa? L’immigrazione selvaggia?, alle guerre dalla Nato?, al sogno europeo perchè hanno capito che questa unione europea è una tonnara?
    Se fosse vero potrei sospirare: alla buon’ora!
    Per ora ci credo poco.

  • illupodeicieli

    Saranno veri o no i fatti di Colonia, in ogni caso secondo me è vero che in Sardegna diverse persone ne hanno le tasche piene di avere decine di immigrati nelle piazze delle città, non ci stanno a sapere che per questi immigrati i soldi le case il lavoro c’è o si trova, dà fastidio vederli nei market che acquistano vino e whisky , infastidisce vederli gironzolare nei parcheggi a domandare soldi per aver segnalato un posteggio libero, non piace vederli in strada con bancarelle piene di merce per lo più contraffatta (poco importa se è prodotta a Napoli o in Italia e che la distribuzione la curiamo noi italiani o i cinesi) (da precisare che la vendita ambulante,se regolare, prevede che la sosta sia da effettuarsi in alcuni luoghi prestabiliti e per non più di un’ora: dopo di che , venditore ambulante di qualunque colore o etnia, deve spostarsi e non sostare di fianco a negozi o esercizi commerciali ). Quindi c’è già una rabbia che cova allorché quando sbarcano da una nave qui nel porto canale, ti accorgi che vengono accolti con tanto di persone che già gli elencano i diritti, gli dicono cosa fare e come muoversi, come ottenere questo o quest’altro: la rabbia c’è perché non c’è la stessa attenzione verso i falliti, i protestati, i commercianti con l’acqua alla gola, con i dipendenti pubblici e privati che non trovano più nemmeno il secondo lavoro. Ecco che per queste persone ci sono le raccolte fondi, vengono supportate quando protestano perché il cibo non gli aggrada, quando sono ospitate lontano dai centri urbani: peccato che alcuni arrivino tutti i giorno in pullman in città, e fatti scendere proprio in prossimità della stazione ferroviaria (molti non sanno che poi alcuni di loro prendono il treno e vanno in altre città per effettuare accattonaggio: c’è un organizzazione che cura tutti i particolari. Come lo sappiamo? Scontro tra extracomunitari e rom per "la zona" già occupata dai rom: scazzottate e successivo arrivo della polizia, a Oristano). Andando a concludere, per ora almeno: false flag? Forse, ma non cambia la sostanza, e cioè che italiani e sardi non ricevono dallo stato le stesse attenzioni, che dovrebbero essere quelle di fare in modo che gli italiani vengano messi in condizioni, attraverso aiuti economici, di uscire fuori dalla povertà. Che poi questi ,come vediamo e sappiamo per esperienza diretta, non vogliano integrarsi e vivere secondo le nostre regole , usi e costumi, penso debba essere messo in conto: e non è costringendo gli italiani ad adeguarsi all’ospite che le cose migliorano o si sistemano. Ecco che l’altra domanda che non viene rivolta allo Stato o a chi per lui: quanto tempo debbono restare nei centri di prima accoglienza i migranti? Chiudo dicendo che qui in Sardegna la prefettura cerca ,per il 2016, circa 5.000 posti letto ( a Cagliari ci sarebbero circa 100 senza tetto… sardi o italiani: ma questo è un problema interno, nostro, che non frega a nessuno. la Caritas e chi per lei, si premura di offrire pasti caldi, quando invece ci vorrebbe,come ripeto all’infinito e come un mantra, la possibilità di far in modo che queste persone, italiani in primis, escano dalla povertà e dal disagio. E’ evidente che chi aiuta gli immigrati non usa lo stesso metro e sistema per aiutare gli italiani: anzi proprio non lo fa,se non dando "roba da mangiare" che ,è vero che serve pure quella, ma non aiuta davvero a risolvere.

  • tersite

    Complimenti a Rosanna per l’ottimo(e inquietante) articolo.

  • uomospeciale

    Guarda che entro un paio di generazioni praticamente tutto il genere umano sarà sostituto da robot e quindi questa lotta per il "potere" la stanno vincendo le macchine  già oggi, a parte il fatto che l’utero artificiale è già in fase di sperimentazione avanzata, in paesi come Cina e Corea…
    E  infine, bisogna anche  considerare il fatto che  l’uomo in quanto tale o se vogliamo il "genere maschile tutto" avrebbe solo da guadagnarci nella perdita di un potere che gli uomini hanno sempre avuto solo  formalmente, e solo in apparenza.

    Comunque tu dici che gli uomini perderanno ogni potere e  saranno inutili?
    Beh!….Magari! Non vedo l’ora!
    Solo da inutili gli uomini saranno finalmente liberi.
    L’inutilità rende liberi.
    E io ne so qualcosa.
     
      

  • castagna

    Che ci sia stata enfasi giornalistica
    è banale, e non cambia nulla.

    I dati ufficiali hanno sempre parlato
    di assalti o molestie sessuali – sexual assault o sexual harassment
    per quelli che parlano mezzo in inglese perché vogliono far vedere
    “checciannnonacultura”.

    La mancanza di video non prova nulla,
    non è che prova quello che si vuole. Solitamente in questi casi le
    vittime vengono circondate – “messe in mezzo” come si suol dire –
    e non si filma nulla da fuori.

    Che le autorità abbiano sottaciuto i
    fatti per qualche giorno è invece un indizio opposto: nei casi di
    false flag entro poche ore ci sono già pronte la narrazione,
    l’identità dei colpevoli, i mandanti, i moventi e ovviamente le
    contromisure del Sistema

    Il dato sociologico è un altro, ben
    più generale, e quello di Colonia è solo un episodio che non muta
    niente. Poi ovviamente come al solito un incidente stradale non viene
    percepito, una strage sull’autostrada suscita emozioni e reazioni.
    Ma in ogni caso sono statisticamente sono poco rilevanti.

    In Italia nel 2012 più del 40% delle
    denunce per violenze sessuali sono state contro cittadini stranieri,
    dati Idos (dossier statistico immigrazione) ed eravamo nel periodo
    pre-profughi, la prima crisi siriana è del ’13.

    Nel ’12 il numero complessivo di
    stranieri era di meno del 10% della popolazione. Prendiamo il dato
    delle denunce perché è quello più favorevole agli immigrati. Se
    prendessimo quelle delle condanne ci sarebbe la frigna de “ gli
    stranieri vengono condannati più degli autoctoni”, se prendessimo
    quello delle presenze carcerarie ci sarebbe quella de “ agli
    stranieri non concedono i domiciliari tanto quanto agli autoctoni”.

    In oltre il dato delle denunce è
    certamente sottostimante rispetto il problema perché molte vittime
    sono straniere e non denunciano per tanti ovvi motivi.

    Se poi si potesse avere i dati divisi
    per gruppi razziali si vedrebbe quello che tutti sanno ma che molti
    non vogliono ammettere: sono le persone di pelle scura quelle che
    maggiormente ricorrono alla violenza sessuale, e in generale a
    crimini violenti.

    Ma parlare di razze e genetica è tabù
    proprio perché sono realtà scientificamente provate. E il Sistema
    proibisce di diffondere cose vere; le balle no, quelle possono
    correre libere e indisturbate.

    Che poi ci sia in atto un mutato quadro
    percettivo della realtà dell’immigrazione, sopra tutto quella
    islamica, l’ho notato anche io da quando c’è stato l’attacco a
    Charlie Ebdo.

    Probabilmente stanno dando il
    “contrordine compagni!”, niente di nuovo, hanno masse di ottusi
    bigotti a cui far fare, dire e pensare quello che vogliono.

  • Hamelin

    Talmente False Flag che hanno tentato di occultare la notizia per una settimana …
    Come direbbe Toto’ : " Ma mi faccia il piacere " .

    Se conoscessi in maniera anche minima il mondo o il modo di pensare e la cultura dei Maghrebini nei confronti delle donne ( soprattutto occidentali ) la risposta te la sapresti anche dare da sola .

    La gente che ha avuto a che fare con i Maghrebini sa bene che tali atti sono normali per quelle popolazioni .

    Per loro l’Occidente é terra di conquista , qui si sta rivivendo e si rivivrà un Revival delle " Marocchinate " della Seconda Guerra Mondiale ( dove in Italia furono violentate e uccise migliaia di donne , ma anche bambini e uomini ) .

    Ci vuole un bel coraggio per difendere questa gentaglia e la loro inciviltà.
    Il no sense morale ed umano con queste difese imbarazzanti arriva all’apice .

    In pochi anni se non si stoppa l’immigrazione forse ti renderai conto delle cose .

    Peccato che non esisterà piu’ la cultura Occidendtale che si estinguerà proprio a causa della nostra società malata che difende gli aguzzini come se fossero vittime .

    Questo é tipico della femminizzazione della società .
    L’occidente ormai é una grande società Gilanica e come la storia insegna questa società non dura  e verrà spazzata via dai moderni Kurgan proveneineti dall’Africa .

  • andriun

    natascia si cheda solo una cosa: perchè solo nel mondo moderno hanno potuto affermarsi e svilupparsi le scienze psicologiche? La risposta per quanto banale possa sembrare, sembra sia una sola. L’uomo convinto di progredire nella scoperta e quindi anche di incamminarsi verso il progresso, si intestardisce a voler penetrare sempre più a fondo nella materia. Campi di ricerca  che una volta venivano lasciate a sè e considerati inaccessibili per definizione(e non perchè non vi si potesse accedervi), ora vengono scandagliati e vagliati al punto di essere in grado volendo,  di far cambiare il comportamento naturale di un individuo, solo attraverso l’invio di impulsi e stimoli(visivi e non solo) da inviare al cervello. Se l’operazione riesce(e sembra che specie con voi donne ci si riesca benissimo), significa che siamo progrediti nella scoperta, ma è proprio così? 

    Voi donne "intelligenti" ed emancipate vi lamentate se venite "sfruttate" dal marito che vi "obbliga" a tenere pulita la casa dove abitate, con dei richiami più o meno irritati e non vi rendete conto che siete manipolate dai media nel modo più subdolo e disparato al fine di distruggere l’unione e l’armonia famigliare: processo che normalmente avviene attraverso le denunce, scatenate da un momento di sconforto o di rabbia repressa e/o solo per violenza psicologica(appunto) e da quant’altro possa venire alla mente in quel preciso istante, compreso l’omicidio. 
    Senza dimenticare che la vostra libertà e/o agevolazioni nascono per lo più da quell’esigenza di mercato e di consumo(da cui appunto prendono origine tutta una serie di ingiustizie nei confronti dell’uomo) e che proprio per la loro caratteristica tendono anzichè a differenziare e quindi ad accettare l’aspetto qualitativo di un individuo, ad uniformarlo nei  suoi bisogni, per meglio controllarlo. Bisogni che quindi raramente si sposano con le caratteristiche naturali e di genere dello stesso.
    Che poi sia proprio la donna che voglia entrare sempre più in questo ambito, attraverso lo studio delle scienze psicologiche che oltre ad essere delicate richiedono un certo "polso"(se si volesse agire a fin di bene ovviamente), caratteristica che per natura essa non possiede(sempre se non si escludono le crisi isteriche a cui ogni tanto essa è soggetta, e nulla hanno a che vedere con esso), non fa che confermare ulteriormente il grado di decadenza a cui siamo giunti. 
    Inoltre il fatto che vi siano sempre più individui che si orientano verso la ricerca della materia, significa d’altro canto che vi è un processo di banalizzazione e semplificazione della stessa scienza(vista come al servizio dell’uomo), proprio per evitare che gli atenei non restino senza utenza da formare, ma che dall’altro lato, determina anche la falsa percezione che la donna, quanto l’uomo moderno, possano avere della propria intelligenza, illudendosi che nel penetrare così a fondo nella materia, altrimenti sconosciuta, saranno anche in grado di comandarla e gestirla a proprio piacimento. 
    Non va dimenticato poi che chi opera con la mente è certamente meno soggetto a verifiche e controlli da parte di chicchessia, dal momento che non vi sono parametri oggettivi(o almeno non mi risulta che ve ne possano essere, se definiamo un individuo diverso da un suo simile), per attestare il danno prodotto dalle proprie azioni. Quindi come dire, un motivo in più che giustifica nella donna(opportunista di natura), l’orientamento verso quel tipo di specializzazione. 
  • babel63

    Se fosse stata una false flag, e visto che l’operazione è una forma di terrorismo "a bassa intensità", forse potremmo essere in presenza di una sorta di Gladio Euroasiatica [nazionalisti europei + intelligence russa] che ha come obiettivo la rottura dell’UE-NATO con il conseguente avvicinamento alla Russia.
    Se così fosse ci si deve aspettare una reazione della Gladio Euroatlantica [che non fa mai prigionieri].

    Ma forse ho bevuto un bicchiere di troppo…

  • Rosanna

    Hamelin,
    i mass media hanno occultato la realtà
    o hanno costruito una realtà alternativa ? e perché prima tanto
    scalpore … e poi oggi c’è addirittura imbarazzo a parlarne ?? lo ha
    detto anche Marcello Foa, però ne ha dato una giustificazione diversa
    … secondo me invece oggi hanno messo tutto a tacere perché meglio non
    approfondire … tanto lo scopo è stato raggiunto:

    1) terrorismo mediatico contro gli islamici
    2) destabilizzazione psicologica della capre
    3) Schäuble impone nuove tasse sulla benzina per governare meglio i flussi
    4) Shengen si sbriciola tranne Italia e Grecia, che forse diverranno le destinazioni obbligate dei migranti smistati dalla Ue
    5) Merkel "detronizzata" politicamente

     e
    comunque io non ho difeso la "gentaglia", leggi meglio … se mai ho
    denunciato le false analisi, che non fanno giustizia della "verità" …
    sempre relativa naturalmente

  • Rosanna

    babel63 … fuochino … fuochino

    perché no ?

  • natascia

    Sono un’apicultore, l’osservazione di di questo super organismo  con capacità di apprendimento  altamente sviluppate e abilità cognitive  che superano di gran lunga quelle di molti mammiferi mi ha fatto comprendere  che ad esso ci stiamo avviando naturalmente e molti indizi lo confermano . Il favo è un’opera di matematica applicata, espressione del massimo  grado di  efficenza e organizzazione biologica presente in natura . Un mondo femminile implacabile che ha come unico scopo la protezione della progenie, la conservazione e l’evoluzione del patrimonio genetico.  Diversamente senza un deciso cambiamento di modello culturale la specie umana sta andando  verso la sua fine. L’attuale sistema di potere fondato sul controllo della morte si sta dimostrando ormai finito. La convivenza  dei vari popoli si sta  dimostrando  sempre più impraticabile e le religioni , che di fatto istituzionalizzano  il controllo sulla morte non fanno che dimostrare l’impossibilità di un modello culturale  globale.La nostra cultura ‘e stata elaborata  in base alla concezione fallica del maschio, alla proiezione  aggressivia di qualcosa al di fuori di sè. Una replicazione di potenza  che accellera i motivi di lotta.  Spiace fare queste affermazioni ma esse  partano anche dalla consapevolezza  che tutto quello che fino ad oggi ha creato la specie umana è maschio e forse cesserà. Segno di avvenuta maturazione biologica.  In questa fase della nostra evoluzione ,  questi condizionamenti culturali, questi simbili aggressivi e fallici, sono dannosi e stanno portando il pianeta alla rovina. Una profonda sofferenza esistenziale  ci porterà a capire che  solo un controllo femminile  sulla progenie  potrà salvaguardare l’esistenza della specie umana. 

  • Rosanna

    Perfettamente d’accordo con te … lupodeicieli

  • Rosanna

    olmo, la mia è stata una ricerca giornalistica per capire quello che è veramente accaduto … certamente i poteri avversi, nazionalisti e globalisti, giocano sulla nostra pelle e decidono il nostro destino, attuale e futuro … tieni presente che le sanzioni che gli Usa hanno imposto alla Russia, e che l’Ue ha dovuto subire, sono state particolarmente dannose per l’economia tedesca … aggiungi anche le denunce alla Volkswagen per le emissioni inquinanti …

    quindi Germania e Usa sono ai ferri corti … persino la Merkel ha cercato di sganciarsi dalla guerra in Siria … quindi forse il conflitto tra i due poteri mira a decidere il controllo delle migrazioni … forse per dirottarle verso il sud … e per gestirle sicuramente in maniera più autonoma … visto che Shengen sembra essersi arenato … tranne Italia e Grecia

    http://www.ilfattoquotidiano.it/2016/01/16/austria-il-cancelliere-werner-faymann-annullato-temporaneamente-shengen/2381422/ [www.ilfattoquotidiano.it]

    https://www.lastampa.it/2016/01/15/esteri/berlino-pensa-a-una-minischengen-per-dare-una-lezione-a-italia-e-grecia-03eN48lIzDZlamLWjdI5BI/pagina.html

    Se salta Schengen, salta l’euro. In parole semplici, è questo il
    concetto espresso da Angela Merkel nei giorni scorsi durante un convegno
    a Magonza. «L’euro e la libertà di movimento attraverso i confini sono
    strettamente legati», ha spiegato la cancelliera. Dunque, «nessuno può illudersi di mantenere una moneta comune senza garantire un modo semplice di attraversare i confini». Ma secondo un’autorevole fonte governativa tedesca, la Germania non ha affatto rinunciato all’idea di usare «l’atomica» della chiusura delle frontiere,
    alla luce delle miriadi di inadempienze sui rifugiati dei partner
    europei – non solo al di là della Oder, ma anche al di là delle Alpi e
    dei Balcani. E per evitare un’implosione economica, la mini-Schengen che
    i tedeschi hanno in testa includerebbe comunque un nocciolo di Paesi
    forti dell’area euro.

  • natascia

    Come sempre concordo con il suo pensiero.  Rifuggo per principio dagli psicologi in quanto oltretutto, ritengo che siano dei profondi malesseri personali che li spingono verso tali studi.

  • Rosanna

    castagna,
    io ho trovato dati diversi rispetto ai tuoi …

    http://www.ansa.it/sito/notizie/cronaca/2014/11/19/femminicidi-ogni-due-giorni-viene-uccisa-una-donna_cc33c7e8-81c2-46fa-b1d6-f577eedfb727.html [www.ansa.it]

    Il 2013 è stato un anno nero per i femminicidi, con 179 donne uccise, in pratica una vittima ogni due giorni.
    Rispetto alle 157 del 2012, le donne ammazzate sono aumentate del 14%. A
    rilevarlo è l’Eures nel secondo rapporto sul femminicidio in Italia,
    che elenca le statistiche degli omicidi volontari in cui le vittime sono
    donne.

    Aumentano quelli in ambito familiare,
    +16,2%, passando da 105 a 122, così come pure nei contesti di
    prossimità, rapporti di vicinato, amicizia o lavoro, da 14 a 22.
    Rientrano nel computo anche le donne uccise dalla criminalità, 28 lo
    scorso anno: in particolare si tratta di omicidi a seguito di rapina,
    dei quali sono vittima soprattutto donne anziane.

    Anche nel 2013, in 7 casi su 10 (68,2%, pari a 122 in valori assoluti) i
    femminicidi si sono consumati all’interno del contesto familiare o
    affettivo, in linea con il dato relativo al periodo 2000-2013 (70,5%).
    Con questi numeri, il 2013 ha la più elevata percentuale di donne tra le
    vittime di omicidio mai registrata in Italia, pari al 35,7% dei morti
    ammazzati (179 sui 502), "consolidando – sottolinea il dossier – un
    processo di femminilizzazione nella vittimologia dell’omicidio
    particolarmente accelerato negli ultimi 25 anni, considerando che le
    donne rappresentavano nel 1990 appena l’11,1% delle vittime totali".

    Ottantuno donne, il 66,4% delle vittime dei femminicidi in ambito familiare, hanno trovato la morte per mano del coniuge, del partner o dell’ex partner;
    la maggior parte per mano del marito o convivente (55, pari al 45,1%),
    cui seguono gli ex coniugi/ex partner (18 vittime, pari al 14,8%) ed i
    partner non conviventi (8 vittime, pari al 6,6%).

  • Rosanna

    Forse sei giorni sono troppi … e forse sono stati zitti perché nulla era successo di così catastrofico … la rete poi stavolta è rimasta intrappolata nella farsa mediatica, basta leggersi Fb, la Tampieri e  Foa …  un’altra bufala è che gli islamici abbiano confermato … infatti non tieni in considerazione che le notizie te le dà il mainstream …

    se poi sono usciti video a dozzine su casi analoghi avvenuti
    in Europa nei mesi scorsi … è molto interessante … allora i video si possono fare anche di notte … allora perché non si sono fatti in quel frangente così scandaloso ed eclatante ??  E poi non ho negato che esistano gruppazzi di giovinastri islamici che sputano,
    picchiano, molestano donne in mezzo alla strada … la loro presenza dà fastidio anche a me … però non ti accorgi che convalidare le false testimonianze e le false tesi precostituite dal potere sia un modo molto paradossale per difendere la propria serenità sociale ?

    Non ti sembra che per curare la malattia eurista filoatlantica che controlla l’immigrazione si debba fare una perfetta analisi delle dinamiche storiche, piuttosto che farsi guidare verso il baratro con gli occhi offuscati dalle bufale ??

  • Apollonio

    Certo certo.. è tutto una falsa flag…!

    stavolta Rosanna a toppato alla grande.

    https://youtu.be/00VjbmBZ-mU

  • Rosanna

    Che ci abbiano preso per il culo … gix … è evidente, come migliaia di altre volte … e la beffa è arrivata anche da persone insospettabili … di cui ci fidavamo … che lo abbiano fatto i soliti noti, anche questo è comprensibile … ma che lo abbiano fatto quelle persone di cui ci fidavamo … beh quello ci mostra chiaramente quanto siano difficili i tempi che stiamo vivendo …

    il capitalismo è quel sistema economico che cannibalizza le esistenze, privo di etica e di moralità,  mira unicamente alla soddisfazione del  proprio egotismo interessato … mercificando in questo senso verità, lealtà, onestà intellettuale …

  • Rosanna

    Apollonio … leggi la didascalia sottostante …

    Pretty sure this was Tahrir Square, but is this an example of what was
    attempted, and in some cases successfully carried out in European cities
    on New Years Eve ?

    Questi fatti sono avvenuti in Piazza Tahrir, che è la piazza principale del Cairo, capitale dell’Egitto
    Egitto Apollonio … non Colonia

  • Rosanna

    natascia… non sarei così drastica … anch’io non credo nelle qualità taumaturgiche della psicoanalisi .. ma nelle sue facoltà cognitive sì … conoscere se stessi penso sia la cosa più difficile da realizzarsi … anche perché in genere ci amiamo molto, quindi l’amore spesso rende ciechi … però la psicoanalisi è comunque una pratica interessante … se presa con le dovute cautele … e senza distorsioni pregiudiziali (non intendo riferirmi naturalmente alle tue) …

  • Rosanna

    Probabilmente l’utente vive in un universo sociale parallelo e costellato di islamici avvinazzati di sesso, che si organizzano in orde selvagge destabilizzando la vita di una città di un milione di abitanti, terrorizzando la polizia, che non ha nemmeno il coraggio di parlarne, e destando l’attenzione, a scoppio ritardato, degli organi di stampa … che nel frattempo si erano distratti … o avevano troppo pudore per raccontare certe nefandezze …

    quindi 1000 stupratori a Colonia, 500 a Bielefeld, ed altre migliaia sparsi per numerose città …

    Hamburg, Frankfurt, Stuttgard, Finlandia, Kalmar (Svezia), Zurich (Svizzera), Helsinki (Finlandia), Vienna (Austria)

    il "nazionalista" Schäuble poi … non mette la tassa sulla benzina per bloccare definitivamente l’immigrazione … ma guarda caso magari per governarla secondo discrezione, smistando una buona fetta di islamici proprio a casa dell’utente … infatti l’Italia ha mantenuto invariato Schengen … mentre i paesi del nord lo stanno bloccando …

    guarda com’è complicato il mondo !!

  • Rosanna

    Molto interessante natascia… ne sono convinta anch’io di questo … delle api non conosco molto, però un apicultore mi ha raccontato che quando l’ape regina non fa il suo dovere, appunto di
    protezione della progenie, conservazione ed evoluzione del patrimonio genetico,

    le api si organizzano e fanno una rivoluzione per cacciarla e sostituirla co un’altra regina più efficiente … quindi meglio degli esseri umani direi

  • natascia

    Di gran lunga. Quando sussistono le condizioni per una sciamatura: esubero di nascite non più gestibile da un’unica  regina, è la più vecchia a sciamare, esponendo sè stessa e il suo corteggio a maggiori sacrifici e pericoli, al fine di salvaguardare il più forte nucleo primario. Se ci si pensa si capisce molto sul nostro declino. 

  • natascia

    Il padiglione inglese all’Expo di Milano aveva un suo senso. Molto più di tante elucubrazione su NWO.

  • castagna

    Rosanna! Per favore …. non ti far
    dire parole!

    TU NON HAI TROVATO NESSUN DATO DIVERSO
    DAI MIEI!!!

    STAI SOLAMENTE SALTANDO DI PALO IN
    FRASCA…

    Stiamo parlando di violenze sessuali,
    nello specifico di violenze sessuali commesse da immigrati, sopra
    tutto islamici e/o di colore.

    E tu tiri fuori gli omicidi in
    generale? con la categoria da supermercatone del giornalismo del
    “femminicidio”, senza comunque scomporre i dati per autoctoni e
    per allogeni?

    Su, cerchiamo di essere seri. Non so se ti
    consideri “de sinistra”, temo di sì, ci sarai rimasta
    incastrata da piccola ( non esci dall’imprinting), ma cerca di non
    fare figure.

    Se vuoi parlare di omicidi porta i
    dati scorporati per nazionalità dell’aggressore, nello specifico
    quelli in cui la vittima è femmina, così partecipi anche tu “
    della grande campagna della sinistra contro il femminicidio…” e
    alé, all together, battete le mani. Vuoi mettere la soddisfazione?

    In ogni caso te li dico io, nel caso
    veramente non ci arrivi ( de sinistra… magari onestamente non ci
    arriva, se non la imboccano autonomamente magari onestamente non ci
    arriva…. prendiamo in considerazione anche questa ipotesi). Per
    qualsiasi reato violento gli immigrati, specialmente quelli di
    colore, sono in testa in tutte le classifiche ( in tutto il mondo )
    incluso il tuo amato femminicidio, e poi il maschicidio,
    l’infanticidio, il bianchicidio, il negricidio… e qualsiasi altra
    categoria si voglia utilizzare.

    Se vuoi parlare di dati per favore
    sviluppa il “tuo lato maschile” , logico e reale. Ce l’hanno
    menata tanto che dobbiamo sviluppare il lato femminile, bene adesso
    provate voi donne a sviluppare il lato maschile: per esempio senza
    saltare di palo in frasca, ed esercitando la logica e la aderenza
    alla realtà dei fatti..

    Riporta i dati in tuo possesso sulle
    violenze carnali, scorporati per categorie di provenienza
    dell’aggressore; e se vuoi riporta anche quelli degli omicidi, sempre
    scorporati. E poi dimmi onestamente che cosa ne deduci.

    Se invece vuoi prendere per il culo me
    , ma sopra tutto te stessa, be’ allora continua pure ad essere parte
    del problema e mai della soluzione.

  • Don-Kisciotte

    Dati sulla diversificazione dei soggetti che commettono questi reati Rosanna non ne porta, come non li riporta nemmeno Castagna. Potrebbe risultare alla fine che quei reati sono commessi per lo piu dagli autoctoni.
    Secondo me la questione non cambia: siamo in una situazione in cui non è accettabile, tollerabile e sopportabile un ulteriore aggiunta di criminalità o disagio economico proveniente dall’esterno. Spesso ho sentito dire che un crimine è sempre un crimine indipendentemente da chi lo ha commesso. Mhh, non sempre, non in ogni momento, dipende. In questa fase storica non c’è tutta questa disponibilità da parte del popolo. Se tu hai cagato nel salotto di casa tua non è cosa buona, ma se uno che viene da fuori (un estraneo) pretendesse di entrare a casa tua e invece di andare in bagno, di cagare nel tuo salotto, non sarebbe altrettanto accettabile (pur essendo il risultato uguale). Sarebbe oltretutto una violenza. Abbiamo la nostra criminalità da gestire, non stiamo dietro alle nostre mafie/camorre etc, non abbiamo quindi bisogno di aggiungere altre difficoltà. E l’altruismo trovo che sia una bella qualità quando viene praticata in prima persona, non quando viene richiesto agli altri di esserlo (solo per condividerne il costo).
    Cmq in effetti penso che se l’ISIS avesse voluto, all’interno di una festa confusionaria come quella di Capodanno, avrebbe potuto commettere ben altre stragi invece che molestare le donne. Dei molestatori invece penso unicamente che sia gente reietta (giovani senza futuro per lo più e che non ha piu’ nulla da perdere) che adotta la scusante di sentirsi rigettata o non accettata, per darsi a facili gioie a danno del paese che li ospita e di cui niente gli frega, se non sfruttarne quanta piu benevolenza possibile. Per poi sputare sopra o cagare nel salotto. Non credo quindi che si tratti di un fenomeno religioso in se.

  • luiginox

    sono secoli,anzi millenni,che "lo nero periglio che vien da lo mare (brancaleone)" minaccia la vita degli abitanti di questa parte del mediterraneo.

    saraceni,ottomani,arabi hanno sempre tentato di invaderci.
    non c’è bisogno di false flag per vedere il prosieguo del trend storico.
  • Rosanna

    http://www.istat.it/it/archivio/161716 [www.istat.it]

    La violenza contro le donne dentro e fuori la famiglia

    La violenza contro le donne è fenomeno ampio e diffuso. 6 milioni 788
    mila donne hanno subìto nel corso della propria vita una qualche forma
    di violenza fisica o sessuale, il 31,5% delle donne tra i 16 e i 70
    anni: il 20,2% ha subìto violenza fisica, il 21% violenza sessuale, il
    5,4% forme più gravi di violenza sessuale come stupri e tentati stupri.
    Sono 652 mila le donne che hanno subìto stupri e 746 mila le vittime di
    tentati stupri.

    Le donne straniere hanno subìto violenza fisica o sessuale in misura
    simile alle italiane nel corso della vita (31,3% e 31,5%). La violenza
    fisica è più frequente fra le straniere (25,7% contro 19,6%), mentre
    quella sessuale più tra le italiane (21,5% contro 16,2%). Le straniere
    sono molto più soggette a stupri e tentati stupri (7,7% contro 5,1%). Le
    donne moldave (37,3%), rumene (33,9%) e ucraine (33,2%) subiscono più
    violenze.

    I partner attuali o ex commettono le violenze più gravi. Il 62,7%
    degli stupri è commesso da un partner attuale o precedente. Gli autori
    di molestie sessuali sono invece degli sconosciuti nella maggior parte
    dei casi (76,8%).

    Il 10,6% delle donne ha subìto violenze sessuali prima dei 16 anni.
    Considerando il totale delle violenze subìte da donne con figli, aumenta
    la percentuale dei figli che hanno assistito ad episodi di violenza
    sulla propria madre (dal 60,3% del dato del 2006 al 65,2% rilevato nel
    2014)

    Le donne separate o divorziate hanno subìto violenze fisiche o
    sessuali in misura maggiore rispetto alle altre (51,4% contro 31,5%).
    Critica anche la situazione delle donne con problemi di salute o
    disabilità: ha subìto violenze fisiche o sessuali il 36% di chi è in
    cattive condizioni di salute e il 36,6% di chi ha limitazioni gravi. Il
    rischio di subire stupri o tentati stupri è doppio (10% contro il 4,7%
    delle donne senza problemi).

    Emergono importanti segnali di miglioramento rispetto all’indagine
    precedente: negli ultimi 5 anni le violenze fisiche o sessuali sono
    passate dal 13,3% all’11,3%, rispetto ai 5 anni precedenti il 2006. Ciò è
    frutto di una maggiore informazione, del lavoro sul campo, ma
    soprattutto di una migliore capacità delle donne di prevenire e
    combattere il fenomeno e di un clima sociale di maggiore condanna della
    violenza.

    È in calo sia la violenza fisica sia la sessuale, dai partner e ex
    partner (dal 5,1% al 4% la fisica, dal 2,8% al 2% la sessuale) come dai
    non partner (dal 9% al 7,7%). Il calo è particolarmente accentuato per
    le studentesse, che passano dal 17,1% all’11,9% nel caso di ex partner,
    dal 5,3% al 2,4% da partner attuale e dal 26,5% al 22% da non partner.

    In forte calo anche la violenza psicologica dal partner attuale (dal
    42,3% al 26,4%), soprattutto se non affiancata da violenza fisica e
    sessuale.

    Alla maggiore capacità delle donne di uscire dalle relazioni violente
    o di prevenirle si affianca anche una maggiore consapevolezza. Più
    spesso considerano la violenza subìta un reato (dal 14,3% al 29,6% per
    la violenza da partner) e la denunciano di più alle forze dell’ordine
    (dal 6,7% all’11,8%). Più spesso ne parlano con qualcuno (dal 67,8% al
    75,9%) e cercano aiuto presso i servizi specializzati, centri
    antiviolenza, sportelli (dal 2,4% al 4,9%). La stessa situazione si
    riscontra per le violenze da parte dei non partner.

    Rispetto al 2006, le vittime sono più soddisfatte del lavoro delle
    forze dell’ordine. Per le violenze da partner o ex, le donne molto
    soddisfatte passano dal 9,9% al 28,5%.

    Si segnalano però anche elementi negativi. Non si intacca lo zoccolo
    duro della violenza, gli stupri e i tentati stupri (1,2% sia per il 2006
    sia per il 2014). Le violenze sono più gravi: aumentano quelle che
    hanno causato ferite (dal 26,3% al 40,2% da partner) e il numero di
    donne che hanno temuto per la propria vita (dal 18,8% del 2006 al 34,5%
    del 2014). Anche le violenze da parte dei non partner sono più gravi.

    3 milioni 466 mila donne hanno subìto stalking nel corso della vita,
    il 16,1% delle donne. Di queste, 1 milione 524 mila l’ha subìto dall’ex
    partner, 2 milioni 229 mila da persone diverse dall’ex partner.

    18 giugno 2015

  • patrocloo

    Infatti anche se non fosse vero (sottolineo NON FOSSE) sarebbe del tutto verosimile. Basta aspettare

  • andriun

    bla bla bla…

    ecco appunto Rosanna, quando dicevo che voi donne siete più soggette alla manipolazione…mediatica…avevo forse torto? IO non credo e lei me ne sta dando un esempio lampante.
     
  • Rosanna

    patrocloo, tu credi che gli White Anglo-Saxon Protestant (WASP) che governano il globo e dunque anche l’Europa si lasceranno soggiogare dagli islamici ??

  • castagna

    Ahahahah…
    hai risposto ancora roma per toma.

    Ha
    ragione Andriun: solo bla bla bla.

    Incredibile,
    esistono ancora: gli sloganisti di sinistra. Di qualsiasi cosa si
    parli ripetono solo slogan… adesso è anche più facile, non devono
    neanche ricordarli: basta un bel copiaincolla! Ahahaha…

    E
    sono anche pieni di numeretti, che figo…

    Dato
    l’atteggiamento scorretto e ridicolo, incuriosito ho cercato “rosanna
    spadini”, oltre a Cdc mi è venuto fuori anche un sito “Sinistra
    in Rete”, cos’è, Sinistra in Rete da pesca per boccaloni e 
    sloganisti?

  • Truman

    "False flag" dice Rosanna. E gli indizi ci sono.

    "Nel mondo realmente rovesciato, il vero è un momento del falso" [Guy Debord, La società dello spettacolo]

    "Al giorno d’oggi anche la realtà deve apparire artificiale" [J.G. Ballard, Regno a venire, p.73].

    Vale forse la pena di andare un po’ indietro e vedere un precursore di questi pensieri.

    "in questo senso che il falso costituisce – appunto, non più come falso – un momento della verità". [Hegel, Fenomenologia dello spirito].

    In pratica, per quanto mi riguarda, comincio a non accontentarmi più di sapere che un evento è false flag. Ormai tutto è deformato dalle leggi dello spettacolo ed anche la verità è costretta a mimetizzarsi.

    E allora sento il bisogno di capire qualcosa di più, capire le motivazioni di questi eventi, capire perchè sono usciti sui media solo dopo qualche giorno, capire a chi potrebbero giovare e in quale momento.
    Devo dire che finora ho capito poco, anche per la sconcertante assenza di dati grezzi da analizzare. Forse è questo stesso un dato: è sempre più difficile trovare i dati sui cui si basano le prese di posizione. Non si usa più fornire dati. Il sistema mondo continua a degradare.

  • Primadellesabbie
    Il quadro deve rimanere stabile…..ognuno al suo posto e avanti con il programma ! 
    E niente pause o tempi morti, sia mai che qualche riflessione…!
    Anche questa volta, che i fatti siano andati in un modo o nell’altro, l’obiettivo tattico é stato centrato come al solito: destri da una parte e sinistri dall’altra, inchiodati ai remi come da copione.
    Cosa tocca questa settimana? Ucraina, Siria o Saud? Banche, UE o evasori ? 
    Dimenticavo…c’é la faccenda del Circeo….
  • Rosanna

    Il mondo continua a degradare … certo, e i giochi di potere si fanno sulle nostre teste, lontano anni luce da noi, mentre le élites dominanti sono diventate talmente arroganti, tronfie e sicure della loro potenza … che non si preoccupano nemmeno di rendere le vicende credibili … cominciano a sparare a casaccio numeri, cifre, scenari, nomi … tanto l’opinione pubblica crede ormai a tutto quello che gli viene sottoposto … naturalmente confermato da giornali di regime e tv di potere … oppure nelle frontiere virtuali, sulla rete e sui blog ci si scontra per averla vinta sull’avversario politico … non tanto per cercare la verità … che è veramente difficile da decifrare

    "Osserva il gregge
    che pascola davanti a te: non sa che cosa sia ieri, che cosa sia oggi:
    salta intorno, mangia, digerisce, salta di nuovo. È così dal mattino
    alla sera e giorno dopo giorno, legato brevemente con il suo piacere ed
    il suo dispiacere, attaccato cioè al piolo dell’attimo e perciò né
    triste né annoiato…"

    Del resto la
    postmodernità è un sistema ben congegnato di creazione di iperrealtà e
    di progressiva destrutturazione della realtà …

  • natascia

    Amo i sardi. Unici italiani in grado di liberarci.

  • Saudade

    Penso non sia stato sottolineato abbastanza.

    Nessuno ha difeso le ragazze?
    E i fidanzati, amici, astanti avvinazzati pronti a fare a cazzotti per qualsiasi minchiata?
    Te magrebino ti incastri in una piazza stracolma di ariani e cominci a fare "popi popi" sulle tette elle ragazze?
    E’ chiaramente un suicidio.
  • patrocloo

    Dato che oggi mi sento generoso, te ne do due di risposte 🙂 :

    1- ai potenti WASP (ai quali aggiungerei una J alla fine) fa comodo farci invadere dagli islamici perchè in questo modo si accelera
    la dissoluzione degli stati nazionali;

    2- si, si stanno facendo soggiogare dagli islamici. Altrimenti non si spiega come si possa tollerare questa vera e propria invasione (a meno che tu non sia fra quelli che "non è possibile fermare l’ondata dei clandestini"…)

    Scegli tu quella che più ti aggrada

  • Rosanna

    Io non sono tra quelli che "non è possibile fermare l’ondata dei clandestini"… ma non sono nemmeno tra quelli che si bevono tutto quello che gli passa la stampa mainstream … e questa è stata una false flag ben congegnata, in cui gli organi di stampa hanno sparato cifre a casaccio … tant’è che ora hanno fatto calare il silenzio sulla bufala perché è stata troppo sporca …

    e Schauble si è stancato di prendere ordini dagli Usa, quindi sta cercando di contenere l’ondata e magari di smistarla al sud, dato che al nord stanno chiudendo le frontiere …  che poi i potenti WASP con la J finale stiano accelerando la dissoluzione degli stati nazionali … è evidente, ma dimentichiamoci che i padroni del globo si lascino sostituire dagli infedeli …

    quindi non tutte le ciambelle riescono col buco … e l’invasione può provocare rigurgiti tali da destabilizzare il sistema …

  • Rosanna

    A conferma di quanto dicevo prima …

    http://www.rischiocalcolato.it/2016/01/la-germania-sta-studiando-un-piano-uscire-dallunione-europea.html [www.rischiocalcolato.it]

    Fino a un anno fa sarebbe stato assolutamente impensabile. Ora, invece, secondo quanto risulta ad Affaritaliani.it, il
    governo tedesco Cdu-Spd guidato da Angela Merkel starebbe lavorando in
    gran segreto a un “piano di emergenza” in caso di disgregazione
    dell’Unione europea e ovviamente anche della moneta unica
    .

    Ufficialmente nessuno a Berlino è pronto ad ammetterlo, ma una
    pattuglia nutrita di deputati del Bundestag, soprattutto della Csu
    bavarese, sarebbero al lavoro – con l’ok della Cancelliera – per studiare come muoversi nel caso in cui la situazione precipitasse.

    E gli ingredienti per il disfacimento dell’Ue (come lo chiama il politologo americano Edward Luttwak) ci sono tutti. Prima il caso Grecia, che ha tenuto impegnati i leader europei per molte notti e che si è concluso con la capitolazione di Alexis Tsipras proprio
    quando si era giunti a un passo dall’uscita di Atene dalla Zona Euro.
    Il caso dei migranti ha poi fatto esplodere l’Europa politica. Nessuna visione comune e nessuna strategia unitaria. Ogni paese si muove da solo come sulla sospensione del Trattato di Schengen (l’Austria
    è l’ultima in ordine di tempo). Quasi tutti i paesi dell’est si
    oppongono alla redistribuzione dei profughi e anche in Germania, dopo i
    fatti di Capodanno, monta la protesta. L’Ue non è in grado di difendere i suoi confini esterni e così i singoli stati si muovono ognuno per conto proprio. Il Parlamento europeo assiste inerme all’aggravarsi della crisi, incapace di far sentire la sua voce …

  • CarloBertani

    Bell’argomento, bel dibattito, dubbio irreprensibile, nonostante il conforto d’altri pensatori, che si riferivano – molto probabilmente – a realtà diverse, perché oggi la nostra (ir)realtà muta ogni giorno.
    Scrissi in un mio libro che un biscotto per l’infanzia è un oggetto che suscita tenerezza, però – se s’allarga l’immagine, e compare il soldato che lo sta portando alla bocca presso una rampa di missili – assume tutt’altro significato.
    L’antico controllo delle fonti?
    Esigibile, ma vuoto come uno scrigno già devastato da mille predoni. Ci muoviamo, cerchiamo come Diogene, ma oltre al buio ci sono le sabbie mobili.
    Per quel che vale – sappi, Rosanna – che nei Paesi musulmani la polizia, oltre alla solita "artiglieria" personale, porta una frusta arrotolata, un pesante scudiscio. A cosa serve?
    Due mie amiche lo benedirono, una a Kabul e l’altra in un’oasi egiziana. Vestite normalmente, senza particolari fronzoli, furono circondate da uomini con la bava sessuale alla bocca e, entrambe, furono salvate dalla polizia. Erano entrambe in compagnia dei loro mariti.
    Sempre per quel che vale, io credo che ci sia stata qualche mail fra qualche imam e qualche "non so": facciamo loro uno scherzetto?
    Un po’ di birra…gli islamici, dopo un paio di birre sono cotti come delle pere al forno…tanto "ben di dio" per i loro occhi di pornografi…ed hanno dato il via al sabba. Testosterone a gogò: forse, la polizia tedesca non era preparata a simili eventi.
    Tornando a noi, continuiamo a girarci attorno da giorni: risultato ottenuto (per loro).
    Venendo a me, non mi occupo più dell’analisi, perché noto che ogni analisi viene fuorviata o derisa dai soliti "Ciccio", "Bamba", "Lupo", eccetera i quali, protetti dal nick, postano probabilmente dalle segreterie dei partiti embedded.
    Mi limito a denunciare fatti incontrovertibili, corruzioni, malversazioni, mala…tutto!
    Non sarà un gran che, ma almeno non rischio di fomentare polveroni né di dividere chi è già tanto diviso…anzi…scisso!
    Un caro saluto ad entrambi
    Carlo

  • patrocloo

    Che la Germania cerchi di appiopparci i clandestini non ho alcun dubbio (non è che ci voglia molto per capirlo…).

    Sul fatto invece che stia cercando di uscire dall’unione europea….è da anni che sento ‘sta balla e ho sempre risposto che prima che avvenga questo avrà provveduto prima a dissanguare ben bene tutti gli altri partner (mediterranei in primis). I fatti sinora mi hanno dato ragione…
  • roberto4321

    No Rosanna sicuramente non ha toppato, l’analisi è abbondantemente circostanziata.
    C’è piuttosto da interrogarsi sulle cause di questa inversione ad U dell’informazione, da Aylan a Colonia il passo è lungo. La mia personale interpretazione è che dopo la’bbronzato mussulmano si cominci a respirare aria di Trump e che i pseudo giornalisti nostrani stiano già facendo a gara per leccargli le natiche.
    Se ciò è vero c’è da aspettarsi a breve scenari da "attacco al potere", la qual cosa non mi dispiacerebbe affatto.

  • Rosanna

    Salve roberto4321 !!

    benvenuto tra le talpe perspicaci !! quelle che da lontano mille miglia, intercettano qualche barlume di verità … nonostante abbiano contro tutti gli organi d’informazione, che strombazzano bufale metropolitane ad ogni ora del giorno e della notte …

    e nonostante i tanti gufi che le punzecchiano da ogni parte 

  • Truman

    Consentitemi ancora una raffinatezza.
    “L’inferno dei viventi non è qualcosa che sarà; se ce n’è uno, è quello che è già qui, l’inferno che abitiamo tutti i giorni, che formiamo stando insieme. Due modi ci sono per non soffrirne. Il primo riesce facile a molti: accettare l’inferno e diventarne parte fino al punto di non vederlo più. Il secondo è rischioso ed esige attenzione e apprendimento continui: cercare e saper riconoscere chi e cosa, in mezzo all’inferno, non è inferno, e farlo durare, e dargli spazio.”

  • roberto4321

    Cara Rosanna trovo sempre il tempo di leggere i tuoi interessanti articoli ed ogni tanto trovo anche il tempo di mettere insieme qualche pensiero compiuto per risponderti. Ti ringrazio del complimento, mi ha fatto molto piacere riceverlo (da te).
    Magari ti ricordi che tempo fa avevamo avuto una piacevole discussione:
    http://www.comedonchisciotte.org/site/modules.php?name=News&file=article&thold=-1&mode=flat&order=1&sid=13785#155462

    Un caro saluto.
    Roberto

  • babel63

    Poniamo che sia vera l’ipotesi di una psyops di matrice euroasiatico-nazionalista il cui fine sarebbe la sospensione del Trattato di Schengen e dunque la rottura dell’UE. Visto che qualche paese [l’Austria] sta davvero pensando di farlo, si può dire che l’operazione ha avuto esito positivo [naturalmente non cantiamo vittoria…].

    Tuttavia, bisogna anche riconoscere che i fatti di Colonia hanno provocato alcune suggestioni sui popoli europei che non possono dispiacere ai globalizzatori euroatlantisti. Infatti non si può non riconoscere che il vero danneggiato da questa vicenda è il maschio europeo, il quale ha dimostrato di non essere in grado di difendere le sue donne. La prova di ciò è questa ridicola sfilata fatta ad Amsterdam sabato scorso [https://www.youtube.com/watch?v=lQIdhdQKDCE].
    Qualche decennio fa, invece di questa pagliacciata [che definirei metrosexual pride] gli uomini avrebbero magari fatto altri tipi di rappresaglie molto meno politically correct.
    Chi può spaventare una reazione del genere? I mussulmani pieni di testosterone?

    Ricapitolando.
    Se è stata una psyops euroasiatica, l’obiettivo è stato raggiunto [vedremo…] ma non è stata calcolata la caduta di autostima del maschio europeo.
    Se è stata una psyops euroatlantica, l’obiettivo di indebolire il maschio europeo è stato raggiunto [certamente] ma non si è calcolato che qualcuno si è davvero rotto di questa sinistrata ideologia accoglientista.

  • Rosanna

    Però prima o poi arriva sempre l’8 settembre …
    e allora sono guai … pillola rossa o blu ?

  • Rosanna

    castagna, la sinistra è finita da tempo … sono rimasti solo i voltagabbana, i gufi privi di cervello e gli arroganti che accusano gli altri delle scorrettezze che loro stessi commettono …

    sei comunque in buona compagnia ..

  • castagna

    In buona compagnia con una bugiarda come te mai.

  • MartinV

    Per chi legge l’inglese (o il francese) un articolo che riporta uno studio al riguardo della manpolazione.

    http://www.voltairenet.org/article189972.html
    http://www.voltairenet.org/article189999.html

  • Rosanna

    MartinV sei grande !!

    grazie mille !! ciò conferma la mia tesi …
    ora me li leggo attentamente ..