Home / ComeDonChisciotte / AL KHAMENEI: PERCHE' E COME ELIMINARE ISRAELE

AL KHAMENEI: PERCHE' E COME ELIMINARE ISRAELE

khamenei

FONTE: Khamenei.ir@khamenei_ir

L’ Ayatollah Ali Khamenei, in un Tweet risponde a 9 domande sul perchè e come eliminare Israele

1. Perchè il Regime Sionista dovrebbe essere eliminato ?

Finora durante i suoi 66 anni di vita, il cosiddetto Regime Sionista ha cercato di raggiungere i propri obiettivi per mezzo di infantici, omicidi, violenza e pugno di ferro, vantandosene con il mondo intero.

2. Cosa significa l’eliminazione di Israele dal punto di vista dell’Imam Khamenei ?

L’unico significato sta nel mettere fine ai crimini di Israele e nell’eliminare questo regime. E’ chiaro che l’eliminazione di Israele non significa che ci sarà un massacro degli ebrei in questa regione. La Repubblica islamica ha già proposto, alle comunità internazionali, un meccanismo pratico e logico su come mettere in atto questo processo.

3. Qual è il modo giusto per eliminare Israele?

Tutte le persone di origine palestinese, inclusi musulmani, cristiani ed ebrei, dovunque essi siano, sia in territorio palestinese, che in campi profughi, in altri paesi o dovunque essi siano, prenderanno parte ad un referendum che sarà organizzato in modo pubblico.

4. Cosa accadrebbe con gli emigrati non palestinesi?

Il governo insediato, che prenderà il potere dopo un referendum tra le persone di origine palestinese, una volta al potere deciderà se gli emigrati non palestinesi, che sono immigrati in questo paese negli ultimi anni, potranno continuare a vivere in Palestina o se dovranno tornare ai loro paesi d’origine.

5. Come funzionerà il referendum che verrà proposto?

Sarà programmato in modo onesto e logico e questo potrà essere ben compreso dall’opinione pubblica di tutto il mondo e godrà dell’appoggio delle azioni indipendenti e dei loro governi. Certamente non ci aspettiamo che gli usurpatori sionisti si arrendano facilmente a questa proposta, è qui infatti il punto che deve ancora essere definito e quale sarà la posizione che assumeranno i governi, le nazioni e le organizzazioni di resistenza.

6. Fino a quando non si terrà questo referendum, come ci si dovrà confrontare con Israele?

Fino al giorno in cui questo regime omicida e infanticida non sarà eliminato per mezzo di un referendum, un confronto potente e risoluto della resistenza armata è l’unico trattamento da riservare a questo ignominioso regime. L’unico modo per confrontarsi con un regime che commette crimini oltre qualsiasi immaginazione e pensiero è una opposizione risoluta e armata.

7. Qual è l’azione più urgente da prendere per un confronto militare contro Israele?

La West Bank dovrebbe essere armata come Gaza e tutti quelli che sono interessati al destino della Palestina dovrebbero prender azione per armare la popolazione della West Bank, in modo che grazie alla loro mano forte e alla debolezza del nemico sionista, le pene e i dolori della popolazione palestinese possano ridursi.

8. Quali soluzioni sono ritenute non accettabili?

Non vorremmo né una guerra classica con un esercito dei paesi musulmani, né vorremmo buttare gli immigranti ebrei a mare e certamente non vorremmo nemmeno un arbitrato dell’Onu o di altre organizzazioni internazionali.

9. Perché ci si oppone a qualsiasi proposta di compromessi?

Quello che i missili di Gaza abbiano provocato i crimini di Israele è una conclusione errata. Nella West Bank le uniche armi della popolazione sono le pietre, non ci sono molti altri tipi di armi da quelle parti. Ma questo regime massacra e umilia quella popolazione e distrugge le loro case e le loro fattorie. Il fatto che Yasser Arafat fu avvelenato e ucciso da Israele in un momento in cui stava dimostrando la sua massima cooperazione con i sionisti prova che, dal punto di vista di Israele, la “pace” è semplicemente un trucco che porta ad altri crimini e ad altra occupazione di terra.

Fonte: https://twitter.com/khamenei_ir

Link: https://twitter.com/khamenei_ir/status/531366667377717248

9.11.2014

Il testo di questo articolo è liberamente utilizzabile a scopi non commerciali, citando la fonte comedonchisciotte.org e l’autore della traduzione Bosque Primario

Pubblicato da Bosque Primario

  • AlbertoConti

    Troppo simpatico!

  • giannis

    non capisco perché si dovrebbe eliminare Israele , dopotutto a luglio ha solo ucciso 400 bambini palestinesi , che vuoi che sia

  • cardisem

    Mi è piaciuta la specificazione che "distruzione” di Israele non significa fare agli israeliani ciò che loro hanno fatto e continuano a fare ai palestinesi: uccidono e massacrano senza scrupoli di sorta e se ne vantano pure.

    Il problema purtroppo è che il potere sionista non è semplicemente quello che devasta la Palestina da almeno 66 anni, ma è un potere che si è insediato in ogni paese  e tiene in pugno i ceti politici, di cui finanzia le campagne elettorali… Senza poi contare il controllo assoluto dei media… Insomma, noi siamo messi assai peggio dei palestinesi, ma non ne abbiamo consapevolezza…