Home / ComeDonChisciotte / ABBATTIMENTO (?)
13515-thumb.jpg

ABBATTIMENTO (?)

DI HS

comedonchisciotte.org

Riceviamo e volentieri pubblichiamo

Ciao Davide,

Ho letto attentamente l’intervista a Giulietto Chiesa sull'”incidente dell’aereo della compagnia malese in Ucraina. Volevo fare una domanda a tutti voi: ma siete veramente sicuri che si tratta di un impatto provocato da un missile?
Non può essere stato collocato un ordigno esplosivo – prima – in modo da farlo esplodere proprio sui cieli sopra a Donetsk?
La mia è solo una supposizione certo non fondata su prove e fatti certi e acclarati, ma non è degna di essere considerata e verificata ?

Non sono un esperto di tecnologia criminale e tecnica esplosivistica ma penso sia possibile condurre un’operazione del genere con l’utilizzo di più risorse militari in grado di monitorare l’aereo e colpire al momento ritenuto più opportuno con un comando a distanza…

Secondo me bisognerebbe quindi capire qual è stata la dinamica dell'”incidente” chiedendo a chi era sul posto – se è possibile -, verificare se, nell’ambito della tecnica e delle conoscenze esplosivistiche e pirotecniche è possibile – in teoria e in pratica – gestire un’operazione militare e terroristica del genere e, poi, cosa è successo all’aereo dalla sua partenza ad Amsterdam ? E quasi sicuramente che si tratti di un aereo di linea della stessa compagnia di quello scomparso mesi fa non è troppo casuale…

E’ certo che sia americani e che russi hanno una “panoramica” di quanto è successo… In linea generale sono d’accordo con Giulietto Chiesa sulla tesi di una grande provocazione allestita a bell’e posta…
Bisognerebbe contattare Giulietto e chiedergli cosa ne pensa della tesi dell’ordigno esplosivo…
Grazie per il tempo concessomi, Davide
P.S.
Secondo me sia gli americani che i russi hanno “registrato” il momento dell’esplosione… Se – e sottolineo se – la tesi della bomba – o, comunque dell’ordigno piazzato sul Boeing – è quella giusta, ne sono a conoscenza e, allora, bisognerebbe capire perchè si lascia circolare invece la versione del “missile”.
Vorrei ricordare che ieri Obama e Putin si sono sentiti proprio sulla questione ucraina e, nel merito, sulle sanzioni economiche che USA e UE vogliono imporre alla Russia per la presunta assistenza militare a favore dei ribelli – mentre è noto che americano ed europei foraggiano e appoggiano Kiev senza problemi -. Anzi, pare che l’incidente sia accaduto proprio nel momento in cui i due leader interloquivano. Coincidenza ? Mah !!!
Beh ! Se certi scenari verranno confermati, allora è possibile fare certe deduzioni…
P.P.S

Ultima questione: com’era prevedibile sul mercato borsistico le azioni delle compagnie aeree hanno avuto un calo immediato dopo l'”incidente”. Ricordi quel che accadde con l’11/9, le speculazioni che furono compiute da chi – certamente – o sapeva o era implicato. Non siamo a quel livello, ma su quel versante forse si scoprirebbe che qualche operazioncella speculativa qualcuno l’ha fatta…

Marco

18.07.2014

Pubblicato da Davide

  • albsorio

    Forse la prima domanda doveva essere perché era li visto che quella zona era chiusa ai voli civili, che comunque hanno il transponder per essere riconosciuti, non credo che la contraerea russa o ucraina sia popolata da idioti. Quindi cosa sia successo non credo lo diranno mai 

  • siletti86

    La butto là: "e se l’aereo MH730 scomparso tre mesi fa sull’oceano indiano e quello precipitato ieri siano in realtà lo stesso aereo???"

  • ComeDonkeyKong

    Sul sito del Tagesschau tedesco (praticamente il TG1) se ne parla così:

    Si cercano le vittime e le cause

    Le unità di soccorso hanno sinora recuperato i corpi di 121 dei
    298 passeggeri del volo di linea malese. È ciò che riferisce la
    protezione civile ucraina secondo il rapporto dell’agenzia Interfax.
    La compagnia aerea ha comunicato che sul volo erano presenti 154
    olandesi, 43 malesi, 27 australiani, 12 indonesiani, 9 britannici, 4
    tedeschi, 4 belgi, tre filippini e un canadese. Dei rimanenti 41 non
    si è ancora appurata la nazionalità. Non si danno superstiti. La
    maggior parte dei passeggeri erano attivisti anti-AIDS diretti a
    Melbourne, ad una conferenza internazionale sul tema.

    Ritrovata la seconda scatola nera

    Le unità di soccorso, la polizia e gli scavatori perlustrano la
    zona dell’incidente nell’Ucraina orientale. Secondo quanto riferito
    da un video-operatore della Reuters, sarebbe stata rinvenuta una
    seconda scatola nera, e a quanto pare anche i separatisti pro-russi
    avrebbero trovato una scatola nera, che sarebbe stata inviata a
    Mosca.

    I retroscena restano oscuri

    I retroscena dell’abbattimento continuano ad essere oscuri. Il
    presidente ucraino Poroshenko ha parlato di “atto terroristico”.
    Accusa i separatisti pro-russi di aver sparato contro il Boeing un
    razzo, allo stesso modo di come hanno già colpito diversi aerei
    militari ucraini. I servizi segreti ucraini hanno intercettato
    conversazioni teleffoniche nelle quali i ribelli pro-russi avrebbero
    ammesso l’abbattimento.

    Anche gli USA, basandosi su analisi di registrazioni satellitari,
    partono dall’idea che l’apparecchio sia stato abbattuto con un
    missile terra-aria. Il vicepresidente americano Joe Biden ha detto,
    secondo l’emittente televisiva MSNBC, che non si tratta di un
    incidente, e che l’apparecchio è stato tirato giù dal cielo. Barack
    Obama sollecita un’indagine internazionale per acclarare le cause.

    I ribelli garantiscono l’accesso al luogo dell’abbattimento

    I ribelli dell’Ucraina orientale smentiscono ogni loro
    responsabilità per l’abbattimento. Vogliono garantire accesso al
    luogo dell’abbattimento, nella regione di Donezk, a investigatori
    internazionali e nazionali. Avrebbero rilasciato adeguate garanzie in
    merito, ha comunicato il gruppo di contatto ucraino con
    rappresentanti di Kiev, di Mosca e dell’OSCE.

    Più avanti hanno anche annunciato una tregua della durata di 2-4
    giorni per permettere la ricerca delle cause del disastro. La tregua
    sarà concordata presso le consultazioni del gruppo per i contatti
    internazionali che si terranno alle 11.00, ora locale, secondo quanto
    comunicato dal capo separatista Andrej Purgin.

    Fanfaronate su Facebook

    Il capo separatista Igor Strelkow aveva intanto scritto sulla
    pagina Facebook della non-riconosciuta “Repubblica Popolare di
    Donezk” che i suoi uomini avrebbero colpito un mezzo militare
    ucraino del tipo AN-26. Le registrazioni video pubblicate da lui
    somigliavano però alle immagini del luogo dove si è verificato lo
    schianto del Boeing 777. Anche il luogo di cui parla Strelkow si
    trova nei paraggi. Più tardi la comunicazione è stata eliminata.

    “Ribadiamo che le forze armate ucraine non hanno sparato alcun
    colpo che fosse adeguato a raggiungere obbiettivi aerei”, ha poi
    spiegato Poroshenko, il quale ha allestito una commissione di
    indagine alla quale ha anche invitato esperti internazionali, alcuni
    dei quali malesi e olandesi.

    Convocazione del Consiglio di Sicurezza dell’ONU

    Il Consiglio di Sicurezza dell’ONU si occuperà in sessione
    straordinaria dell’abbattimento del velivolo in Ucraina. La riunione
    si terrà nel pomeriggio, comunicano fonti diplomatiche.

    Secondo abbattimento in pochi mesi

    È il secondo pesante colpo per la Malaysia Airlines nel giro di
    pochi mesi. A marzo scomparve il volo MH370, da Kuala Lumpur a
    Pechino, con 239 passeggeri.

  • glab

    qui dicono che sono stati i militari ucraini a prendere la cantonata:

    certo che far transitare un aereo civile su una zona di guerra bisogna essere ben irresponsabili, cosa non fa l’uomo per avidità di denaro!
  • ComeDonkeyKong
  • mago

    Francamente ho avuto lo stesso pensiero,vi sono delle coincidenze anomale..anzi per buttarla in matematica sarebbe bello fare un calcolo delle probabilita`….per il resto bomba o missile non cambia nulla il copione era quello…vi rammentate anche del sommergibile Kursk di cui a breve si ricorda la disgrazia ? il genocidio della striscia di gaza è passato in secondo piano..tanto per…i motori si stanno scaldando.

  • mago

    Tranquilli ieri sera al TG5 dopo la filippica sul processo in corso al boss..hanno gia`dato per scontato che sono stati i " ribelli " filo russi…..in Libia li chiamavano PATRIOTI…mah.

  • lucamartinelli

    Fantastico, sembra di essere tornati al tempo di Ustica: bomba o missile………..

  • Zret
  • RosannaSpadini

    http://vocidallestero.blogspot.it/2014/07/il-volo-mh-17-e-stato-deviato-verso-lo.html?spref=fb

    http://www.zerohedge.com/news/2014-07-17/ukraine-releases-youtube-clip-proving-rebels-shot-down-malaysian-flight-mh-17

    Articolo interessante da zerohedge, tramite vocidallestero:

    Il Volo MH-17 è stato deviato verso lo spazio aereo ristretto?

    Dal sito di Zero Hedge arrivano le prime assordanti domande sul tragico incidente del MH-17. Che qualcuno spinga per la guerra, si era capito.

    Si comprendono anche  i metodi usati per la manipolazione mentale di massa, e come il nodo scorsoio si stringa sempre di più.

    [vocidallestero.blogspot.it]

  • dana74

    se fosse stato l’aereo scomparso e sequestrato l’8 marzo, come lo hanno fatto volare? "Dronato"? Pilotato? Ed i piloti dove sono?

    Se i servizi segreti ucraini intercettano una conversazione (non indaghiamo sul come) non trovano due piloti che presumibilmente stanno dalla loro stessa parte?
    E quei corpi, di chi sono? dei passeggeri di allora?
  • atanasiuskircher

    In un’indagine seria nessuna ipotesi deve essere scartata, sempre che qualcuno sia interessato ad un’indagine seria…. certo, però, fa pensare il fatto che a cadere sia stato un altro aereo malese della stessa compagnia; carrette volanti o messaggi in codice a qualcuno? mah..

  • Truman

    HS prova a fare delle domande sensate. Buona parte delle risposte rischiano di essere solo chiacchiere.

    Eppure qualcosa si può dire.

    1) Il primo passo è raccogliere dati. Il primo dato sembra essere che l’aereo non avrebbe dovuto essere lì. La rotta seguita in precedenza era più a sud. E qualcuno aveva instradato l’aereo su questa rotta, oppure aveva alterato i radiofari. In ambedue i casi le risposte le deve fornire Kiev.

    2) Missile o bomba? Chiunque dice di sapere cosa è stato presumibilmente allo stato attuale vende fumo. E qui rientra tutta la stampa occidentale.

    3) A questo punto mi sembra di notare che dal fumo qualcosa si potrebbe ricavare: la stampa occidentale non ha dubbi, incolpa Putin anche se non può avere alcuna prova. Le indicazioni dei maggiori media sembrano allineate. Come se avessero ricevuto precise istruzioni dall’alto. E quindi l’idea che il disastro sia voluto e sia una false flag non può essere esclusa, anzi andrebbe seguita con cura.

    4) Chiaramente se fosse stata una bomba a bordo le indagini andrebbero rivolte verso l’occidente. Ma siccome questo è sgradito ai mass media, la bomba viene esclusa dai loro ragionamenti.

    5) Come sempre, le scatole nere (sono due) hanno enorme importanza in questi casi. Vanno seguite con cura. Non mi sorprenderebbe se sparissero o risultassero distrutte.

  • Matt-e-Tatty

    Oggi a rai news, oltre che attribuire tutto ai russi, parlavano di scatole nere, ma non di due bensì di 3, di cui due sarebbero in mano a quelli di Kiev, una in mano ai separatisti. Questo se ho capito bene.

  • clausneghe

    Non ho letto i commenti quindi non mi faccio influenzare. A naso direi che la bomba a bordo sia da escludere a priori. Quell’aereo era nel posto sbagliato nel momento sbagliato, grosso modo nei paraggi dell’aereo Presidenziale di V. Putin che aveva incrociato sopra Varsavia. Il target era Putin.

    La colpa è del regime criminale di Kiev e dei suoi satanici consiglieri.
    Ora pagheranno le conseguenze, i Russi sono in grado di vedere il gass di una scoreggia , da dove viene e dove va. Chiaro? Loro sanno già tutto, adesso si scatenerà il ballo delle falsità, seminate dai colpevoli che guarda caso controllano il mainstream occidentale-Nato. Ma la verità qualcuno la conosce già e agirà di conseguenza.
  • Truman

    Caspita, anche questa è interessante. Le scatole nere secondo Rai Jews prolificano.

  • Matt-e-Tatty

    Stasera riascolto, ho sentito di sfuggita a pranzo, ma son quasi sicuro di aver sentito così. Me lo hai fatto venire in mente scrivendo delle due scatole nere. Forse sono tre per fare il gioco delle tre scatole?

  • Salymar

    ….. e se l’evento di marzo 2014 fosse legato a quello di ieri in un modo che provo a spiegare così: poniamo che si sia deciso di sperimentare su un aereo di un certo tipo (777) e di una certa compagnia (Malaysia Airlines) un nuovo sistema di dirottamento elettronico sapendo che quello stesso aereo aveva un volo su una rotta adatta ad un false flag da effettuarsi mesi dopo se l’esperimento fosse riuscito, in questo modo gli eventi sarebbero legati da un filo logico e ci sarebbe anche la premeditazione dato che non credo alle coincidenze specie in campo geostrategico …..

    Questo (il dirottamento elettronico) spiegherebbe anche la strana rotta del volo di ieri ed il passaggio apparentemente assurdo su una zona ove é in corso un’intensa guerra….

    Faccio ancora un’ipotesi legata alla prima ….  prendo elettronicamente il controllo dell’aereo e lo spingo su una rotta e ad un’altitudine idonea ad essere abbattuto dai ribelli filorussi con armi meno sofisticate dei BUK ……. poi ne dimostro la colpevolezza e li massacro mediaticamente insieme ai loro amici russi …..

  • Matt-e-Tatty

    E qui, un’altra versione ancora, il mistero si infittisce, le scatole nere son diventate 4!

    Sulle indagini c’e’ gia’ un giallo riguardante le due scatole nere del Boeing 777. I ribello filorussi aveva fatto saperle di averle recuperate loro, Mosca ha negato di volerle acquisire e poi e’ arrivata notizia che sarebbero state trovate dai Servizi di Emergenza ucraini.

    https://www.agi.it/estero/notizie/boeing_abbattuto_tutti_chiedono_inchiesta_giallo_su_scatole_nere-201407181738-est-rt10146

  • Affus

    basta un insignificante telefonino , collegato a dell esplosivo a far saltare in aria un aereo in qualsiasi parte del globo terrestre , ma il telefonino lascia la firma  …….

    Si fa il numero ,trema il silenzioso e innesca la scintilla ……e buuuuuummmmmmmmmhhhhhhhhhhhhhhhhhhhh.

  • Truman

    Sia ben chiaro che se le scatole nere diventano tre o più, il risultato è sostanzialmente uguale alla sparizione di esse che temevo. Qualcuno sta falsificando le prove.

  • Truman

    Malesia a
    Airlines è una compagnia seria e sicuramente è molto incazzata per quanto avvenuto. Mi aspetto che faccia di tutto per scoprire la verità.

    Il fatto che l’aereo sia dello stesso modello scomparso nell’Oceano indiano di recente mi sembra casuale. L’aereo presumibilmente era stato sequestrato dagli USA e portato a Diego Garcia. Farlo rientrare in Ucraina sotto il naso dei russi mi sembra parecchio oltre le capacità degli USA.

  • Truman

    Prova a salire in montagna sopra i 3000 metri e verifica se il telefonino funziona. Per la mia esperienza le probabilità sono molto basse.

  • fabKL

    in effetti:
    a) dubito fortemente che la zona NON sia stracontrollata da satelliti e radar per rilevare missili, sopratutto dopo gli abbattimenti di cui si lamenta l’Ucraina.
    b) un missile lanciato da terra (e non da un aereo, come a Ustica) impiega OLTRE UN MINUTO e viene rilevato dai radar dell’aereo quando e’ in rotta di collisione. Nessuno se ne e’ accorto da lanciare un SOS?

    comunque con questa storia si e’ spostata l’attenzione dall’invasione di israele+si e’ messa a tacere un paese antiisraeliano+ si aumenta l’inumanita’ dei russi. Mi chiedo a chi va a vantaggio tutto questo?
     

  • rebel69

    Non sono un tecnico nemmeno io, ma penso che da i relitti dell’areo si possa risalire se l’esplosione sia stata interne all’areo oppure lo abbia colpito un missile.C’è da dire che i relitti dovrebbero essere in mano ai separatisti e sicuramente se c’era qualcosa da dover far sparire o depistare lo hanno già fatto.

  • Truman

    Sulla strana coincidenza di un volo malese, mi viene un dubbio rileggendo Sbancor:

    questo gruppo si muove come un serial killer: effettua sempre le stesse mosse. Ha un modus operandi attraverso cui è possibile riconoscerlo. Insomma, lascia una strada nella Storia. O sarebbe meglio dire una “pista”.

    Se supponiamo che la logica sia quella del serial killer, allora chi ha colpito i due aerei ce l’ha con la Malesia, per esempio perchè fa convivere tre o quattro diversi gruppi etnici (indiani, malesi, cinesi, filippini) e tre grandi religioni nella stessa nazione. Oppure perchè insiste ad essere indipendente quando dovrebbe accettare gli “amichevoli consigli” di chi comanda. Insomma nel linguaggio della mafia il fatto che sia proprio un volo malese, quando c’erano altri due aerei civili in volo nelle vicinanze, si può spiegare. Anzi, se si suppone che ci sia un serial killer si capisce molto bene di chi è la mano.