Home / ComeDonChisciotte / A GRILLO CONVIENE ASPETTARE IL NUOVO VOTO
11468-thumb.jpg

A GRILLO CONVIENE ASPETTARE IL NUOVO VOTO

DI MASSIMO FINI
ilfattoquotidiano.it

Misteri gaudiosi. Monsignor Ernesto Galli della Loggia scopre che
il populismo non è il Male Assoluto. O, quantomeno, che si è fatta
molta confusione sul populismo e arriva a legittimarlo anche in certi
aspetti del nazismo (Corriere, 27/2).
I nostri fini dicitori, che dovrebbero essere gli interpreti della
realtà, a furia di star chiusi nelle loro stanze di professori, han
finito per non capirne nulla, sono stati sorpresi dall’exploit di
Grillo e ora cercano disperatamente di riposizionarsi per far
dimenticare che per decenni sono stati complici di quella
partitocrazia che 5Stelle sta per spazzar via, offrendo i loro servigi
al nuovo vincitore. Lo stesso è accaduto agli uomini politici che,
saltabeccando da una Tv all’altra, parlando in teatrini compiacenti,
confabulando in Transatlantico intenti a confezionare sofisticate
strategie, non si sono resi conto, fino all’ultimo, che lo ‘tsunami’
non era una parola, ma un’onda che li avrebbe travolti. Eppure non era
tanto difficile da capire, bastava scendere in strada, entrare in un
bar, prendere un autobus, per capire che aria tirava. Adesso Bersani,
dopo averlo coperto di insulti (“indegno”, “uno che porta la gente
fuori dalla democrazia”) implora Grillo di concedergli almeno
l’“appoggio esterno” e gli promette la presidenza della Camera. Ma
Grillo ha già risposto con un regolamentare “vaffa”. Non penso
nemmeno, nonostante il leader di 5Stelle si sia espresso in contrario,
che Grillo accetterà di votare i singoli provvedimenti che rientrano
anche nel suo programma. Perché non gli conviene contaminarsi , anche
solo marginalmente, con una classe dirigente che ha dichiarato di
voler spazzar via, tutta. Gli conviene aspettare, come ha fatto
finora, che si finisca da sola.

L’unica possibilità di formare un
governo è una Grosse Koalition fra Pd e Pdl. Ma in tal caso i due ex
maggiori partiti si sputtanerebbero definitivamente davanti a quel che
resta dei loro elettori e un governo del genere, per le sue insanabili
contraddizioni interne, cadrebbe nel giro di pochi mesi. L’altra
ipotesi è che si vada alle urne subito, dopo aver cambiato la legge
elettorale. In un caso o nell’altro, 5Stelle non prenderà più il
25,6%, ma il 40 o il 50. Il voto è stato solo il primo colpo. Il
prossimo sarà quello del ko.

Il progetto di Grillo va oltre quello di eliminare una classe
dirigente degenerata. È molto più ambizioso. Intende rivedere da cima
a fondo un modello di sviluppo, quello occidentale, che ci sta
portando al tracollo economico dopo aver realizzato quello sociale,
etico, umano. Non so se lo si è davvero capito, ma Grillo è un
tradizionalista che utilizza strumenti modernissimi, il web, contro le
storture della Modernità. Basta pensare al suo discorso sul lavoro: Il
lavoro è importante, ma non può essere tutta la nostra vita, che è
fatta di altro. Tradotto significa: meno lavoro, meno guadagni, meno
produzione, meno consumi ma più tempo, che è il vero valore della
vita, per noi. Una partita difficilissima, che avrà contro tutti gli
attuali establishment e impegnerà le generazioni a venire. Ma almeno
il 26 febbraio è stato dato, in Italia, paese storicamente
laboratorio, il calcio d’inizio.

Massimo Fini
Fonte: www.ilfattoquotidiano.it
2.03.2013

Pubblicato da Davide

  • clausneghe

    E speriamo che dopo il calcio d’inizio, arrivino anche i più concreti calci in culo. Diretti a chi lo sappiamo anche troppo bene.

  • illupodeicieli

    A me ,personalmente, non interessa che ci sia il M5S o il PD o altri a governare: siccome sono una di quelle persone cui fa riferimento Massimo Fini nell’articolo, cioè che puoi trovare in strada , nel bar o altrove, mi importa che vengano fatte le cose che servono per il rilancio dell’economia, per creare posti di lavoro, restituire potere di acquisto al denaro, ripresa culturale (non si vive di solo pane), si blocchi Equitalia, si dia la possibilità obbligando le banche a prestare denaro (il modo c’è, volendo). Ecco cose simili e per ultimo il cambio della legge elettorale, il conflitto di interessi e altre cose che, a parole trovavano tutti d’accordo: tanto queste ultime non danno da mangiare, non fanno riaprire l’Ilva o le miniere, ma le altre, quelle del precedente paragrafo sì, possono farlo. Quindi le strategie che adotta Grillo o gli altri non mi interessano,anzi nel mio piccolo divento come le formiche del libro, mi incazzo perché non si può stare ad aspettare per raccogliere i frutti di una possibile sconfitta elettorale del PD e del PDL e poi andare avanti con i discorsi di decrescita o altre menate tipo i km zero il telelavoro.Se Grillo o Bersani o Berlusconi non le vogliono fare le cose che servono al paese, allora è meglio che si vada a rivotare, subito: sapendo che costoro s isono rifiutati di fare il bene del paese: se si arriverà a quel punto però, Signore, se è vero che ci sei dammi un segno e fulminali tutti e tre e ,visto che ci sei, fulmina anche Monti.

  • yakoviev

    “…meno lavoro, meno guadagni, (…) meno consumi…”, ma non è quello che già sta succedendo adesso?

  • Viator

    Ben detto!

  • Xeno

    O non hai capito il senso (ti dice niente la decrescita felice? ) o fai lo gnorri

    🙂

  • yakoviev

    Non faccio lo gnorri, mi pare ambiguo di per sè, nel senso che con queste frasi buttate là un tanto al kg. non si sa bene dove si vuol andare a parare.

  • Mondart

    E’ un altro “software”, come ho già detto. E il vecchio “hardware” collegato al computer non potrà più funzionare, perchè i suoi “driver” non saranno compatibili col nuovo software.

    E non è nemmeno la semplice “riedizione” del solito Microsoft ( modello inventato e implementato ancora nel ‘600 -quando gli americani erano ancora di là da venire- appunto per la costruzione del modello sociale “americano” fin qui utilizzato ) … NO, è proprio un Linux, è un “sistema operativo” del tutto diverso.

    Sul quale nulla potrebbero nemmeno i soliti “aggiornamenti” periodicamente rilasciati dalla solita “casa madre”.

    … Perchè, semplicemente, “non ce la fanno”.

  • Masaccio

    Pare che lei non abbia capito nulla, ragiona sempre all’interno di quel sistema che ci ha portato allo sfacelo. Il punto forte del M5S è la consapevolezza che bisogna dare un taglio netto alla politica e all’economia degli ultimi decenni. Alla passività tipica degli italiani, sempre pronti a lamentarsi ma al tempo stesso pavidi e servili, Grillo propone un modello, innanzitutto sociale, in cui i cittadini gestiscono attivamente e responsabilmente le sorti del proprio paese, ad ogni livello. Un mondo completamente diverso da quello prospettato da PD, PDL.

  • ilsanto

    Io credo che se non fà un governo (col PD) vuol dire che ci ha preso per il c..o. Non voleva governare ? e allora perchè MI HA RUBATO IL MIO VOTO ? avrei votato diversamente ma almeno non fottevamo l’Italia !
    Perche sia chiaro che se non facciamo subito ( anche prima del 15 marzo ) qualcosa l’ITALIA VA A PUTTANE. e col cavolo che prende il 50% alle prossime elezioni, fa la fine di Monti al 9%.
    Io tutti quelli che sento dicono che non lo votano mai piu !

  • gianni72

    certo, è quello che sta succedendo ed è quello che vuole grillo in misura maggiore: la crisi economica chiamata “decrescita felice”. Per coloro che hanno già i portafogli pieni è una cosa bellissima poter spacciare una crisi con “decrescita felice”.

  • Mondart

    Su questo ti dò ragione. Ed essendo ovvio che non basterà che certa èlite si “riscopra” verde, decrescista ed amante del buon vino e dei possedimenti terrieri, e che tutti gli altri vadano a zappare la terra e mangino pomodori ( che tra l’ altro fanno acidità ), è ovvio che un modello BEN CHIARO ancora non venga apertamente manifestato.

    Ma è la stessa cosa quando una tecnologia viene fatta morire per sostituirla con una più evoluta: anche l’ APPLICAZIONE concreta dell’ invenzione del treno presuppone l’ esistenza delle rotaie. E prima ancora che vengano abbandonate le diligenze come mezzo di trasporto. ( esempio peregrino, ma prendilo in senso “concettuale”, checchè ne dica Mincuo ).

  • A

    E’ demenziale il commento sopra, in pratica: se non si allea con il PD alla svelta li ha presi per il culo e saranno in tanti, come lui, a non votarlo più. Ribadisco, rendiamoci conto, tra quelli che incitano all’ammutinamento interno al 5 stelle per rovesciare il tiranno colpevole praticamente di tutto, quelli psicolabili che si cacano addosso, 1 minuto dopo averlo votato, allo schiocco della prima scoreggia mediatica, analisti misti che tra una nota e l’altra avvertono del pericolo Hitleriano , e questi ultimi, che sono una perla vera, abituati a essere presi per il culo durante la campagna elettorale trovano uno che mantiene per 5 minuti (cinque) quello che dice quindi si incazzano come delle bestie avendolo votato per fare l’esatto contrario di quello che ha promesso. E siamo solo al giorno 5. Chissà cosa tira fuori il prossimo, sta diventando uno spettacolo nello spettacolo. Allora, vieni avanti cretino.

  • Mondart

    Sollevi una giusta questione. Del resto è proprio l’ attuale sistema “democratico fondato sulla borghesia” che, storicamente e per i suoi motivi, ha allora VOLUTO il “modello americano” ( ossia che ci fosse una “nobiltà di portafoglio” a condurre la società ).

    Modello inventato in Inghilterra nel ‘600, applicato nella vecchia Europa in modo ancora spurio attraverso le rivoluzioni massoniche, e in modo “purissimo” in quegli Usa che si mostravano così territorialmente e “virginalmente” perfetti.

    Ora, le precedenti versioni del solito sistema operativo “Microsoft” finivano inevitabilmente con il crac del sistema e il suo “aggiornamento” attraverso una guerra. Contestualmente, il “portafoglio” viene esteso ad una borghesia sempre più ampia. Nessuno però ti veniva a dire: “cambiamo il sistema”: facevano una bella guerra, e ciàpa.

    OGGI si sta preferendo evitare una guerra, ed implementare un sistema del tutto diverso: non a caso l’ ultima versione del “Microsoft”, invece di essere la più sviluppata, si dimostra “apertamente e platealmente” la più farlocca, la meno funzionale, da “abbandonare” appunto.

    E’ la “volontà del designer” che progetta la macchina secondo l’ utilizzo, non il contrario … ERGO: ora si vuole aprodare ad un sistema non più controllabile attraverso “il portafoglio”.

  • Mondart

    Del resto è proprio l’ attuale sistema “democratico fondato sulla borghesia” che, storicamente e per i suoi motivi, ha allora VOLUTO il “modello americano” ( ossia che ci fosse una “nobiltà di portafoglio” a condurre la società ).

    Modello inventato in Inghilterra nel ‘600, applicato nella vecchia Europa in modo ancora spurio attraverso le rivoluzioni massoniche, e in modo “purissimo” in quegli Usa che si mostravano così territorialmente e “virginalmente” perfetti.

    Ora, le precedenti versioni del solito sistema operativo “Microsoft” finivano inevitabilmente con il crac del sistema e il suo “aggiornamento” attraverso una guerra. Contestualmente, il “portafoglio” viene esteso ad una borghesia sempre più ampia. Nessuno però ti veniva a dire: “cambiamo il sistema”: facevano una bella guerra, e ciàpa.

    OGGI si sta preferendo evitare una guerra, ed implementare un sistema del tutto diverso: non a caso l’ ultima versione del “Microsoft”, invece di essere la più sviluppata, viene mostrata “apertamente e platealmente” essere la più farlocca, la meno funzionale, da “abbandonare” appunto.

    E’ la “volontà del designer” che progetta la macchina secondo l’ utilizzo, non il contrario … ERGO: ora si vuole approdare ad un sistema non più controllabile attraverso “il portafoglio”. Ed ecco che “Linux” sostituisce “Microsoft”.

    ORA: pazienza per Bill Gate, pazienza per chi ci perderà, ma che proprio le “vittime” del vecchio sistema vadano da Torvalds a protestare: non mi piace questo Linux, rimontami il vecchio Microsoft” … beh … Io gli risponderei: “almeno prima provalo, no” ??

  • Xeno

    Date tempo al tempo…..ammazza che fretta…..tutto e subito ne?

    “Non c’è più tempo…qui stiamo affondando”

    E che volete da Grillo che in quattro e quattr’otto vi tolga i problemi di ventanni anzi di più?

    Se è arrivato fino a qua dove nessuno neanche minimamente immaginava qualche anno fa……..

    Ma lo volete capire o no che dovete riprogrammare il vs modo di pensare dopo anni di condizionamento?

    De-programmatevi 🙂

    Azzo mi ricordate Fassino

    Ma io boh.

  • Mondart

    Se vai a “puttane” qualcosa paghi ma alla fine godi; se vai a “culattoni” paghi solo per prenderlo nel culo. E per mettertelo useranno metodi molto più sbrigativi, non certo la vaselina.

  • Mondart

    Comunque suonerebbe bene un Art. 1 della Costituzione trasformato da: “L’ Italia è una DEMOCRAZIA basata sullo SFRUTTAMENTO del lavoro” a: “L’ Italia è una LAOCRAZIA basata sul RIPENSAMENTO del lavoro” … comunque sia sarebbe un bel passo avanti.

  • Arazzi

    Spero con tutto il cuore che fai parte di una minuscola % di chi ha votato M5S, altrimenti povera italia…

  • Mondart

    Ancora una volta: è nei SEGNI ( semantica, semeiotica ) che va cercato il SIGNIFICATO delle cose … parbleu !

  • Tanita

    Qualcuno ci prende in giro postando tutto in maiuscole “Gombloddo”. Posso soltanto rispondere che complotti o non complotti, il dato di fatto é che ci fregano sempre. Prendere nota e ripensare non viene male.

    Condivido con voi un’altra informazione che circola (in questo caso, presa da zerohedge.com): Negli USA parlano di “rinnegare il debito”.

    The Ethics of ripudiation

    http://www.zerohedge.com/news/2013-03-01/guest-post-ethics-repudiation

    Cristina Kirchner, nell’apertura delle Sessioni alle Camere 2013, ha detto ieri che diversi paesi del “Primo Mondo” sono di fatto in default, che quanto é stato fatto a noi é stato fatto anche da voi, e negli USA. Che dovrete tutti rinegoziare il debito pubblico. Che l’Argentina viene castigata dalle élite di potere attraverso i suoi mainstream perché non é il default ció che non ci perdonano, ma il fatto di esserne usciti senza chiedere altri imprestiti, senza tornare ad indebitarci. Cioé, non ci perdonano – sostiene – di essere usciti dal meccanismo perverso del debito pubblico. Ha detto che

    “L’Argentina rappresenta un’autentico leading case economico e politico per la sua posizione di fronte alle esigenze degli hedge fund”. “I principali dirigenti del mondo, i responsabili degli organismi multilaterali e i presidenti dei diversi Stati dovranno definire se continuano a permettere che una manciata di individui rovini tutti quanti, con milioni di disoccupati, sfrattati, persone che si suicidano, o priorizzeranno i loro popoli, i loro paesi, i patrimoni dei loro cittadini.” “Questa é la posta in gioco oggi nel mondo”, ha concluso, a modo di sintesi.

  • alvise

    Ma che cacchio dici? Analizziamo. Se hai votato 5 stelle, come me, è perchè hai condiviso il programma, e nel programma c’è scritto che il 5 stelle non si sarebbe alleato con nessuno. Concedendo la fiducia a bersani che cos’è se non una forma di coalizione? Oppure pensi che sia berlusconi a dargli la fiducia? Quindi o hai un po di disordine nella testa, o non hai capito una mazza, o hai votato il movimento perchè ricattato da chissà che, perchè da quello che dici, non tradisci il movimento da cui hai avuto fiducia, ma tradisci il tuo stesso pensiero che ti ha spinto a votarlo. Ma guardiamo i fatti da un’altro lato. Pensi veramente che se Grillo desse la fiducia a bersani, questi lo ricambierebbe con la stessa onestà? Lo ripeto, secondo me non hai capito una mazza e non hai capito chi è questa gente, che ha sulla schiena lo scandalo del MPS, che ha votato la vergognosa IMU, e che ha girato sui cittadini ignari ed innocenti, i loro debiti, tagliando come una scure, il valore di chi ha investito in questa banca, senza contare dell’aggiotaggio relativo alla scalata della BNL, e tu daresti la fiducia a bersani? Questo sarebbe salvare l’italia? Presa la fiducia, chi se visto se visto. Idem se il 5 stelle accettasse l’offerta di avere l’appoggio ad un governo 5 stelle. Sarebbe la morte del movimento perchè chiunque avesse il capo del governo, in questa situazione ambigua, il governo dura comunque pochi mesi, ed il 5 stelle diventerebbe il capro espiatorio del PD, ma Grillo non è stupido e lo ha capito, ma qualcuno, anche chi lo ha votato, mi pare che ragioni più coi coglioni piuttosto che con quel po di materia grigia che gli rimane. Se bersani ha perso le elezioni è perchè il suo elettorato ha capito tutto e l’ha cazziato, senza contare il flop di Bettola, suo paese natale, e questo lo ha depresso più di tutto, ed è una bella mazzata, ed ora tu mi vieni fuori con queste sparate, dopo che i compagni lo hanno abbandonato? Lo hanno fatto loro e tu invece gli vorresti andare incontro? Ma ci sei o ci fai?

  • illupodeicieli

    Non avrò capito certamente, come tanti mi devo arrangiare per pagare le bollette o altre cose simili. Mentre è evidente che lei ha capito e quindi può aspettare che possano scardinare e cambiare le cose che,a loro dire, non vanno bene. Esatto? Se poi uno pensa che le cose che non vanno o siano altre o ce ne siano altre beh, prioritario sarà la legge elettorale , il conflitto di interessi, e poi dimenticavo la riforma della giustizia, dato che con queste cose si mangia, si vive e c’è sviluppo. Amico mio! Non ci conosciamo e non sai un tubo della mia vita.Avevo un’azienda e davo lavoro e poi, guarda caso, banche e aziende fornitrici mi hanno fatto fallire: sono oltre nove anni e a me la seconda possibilità non mi viene data; in quel posto, il M5S non posso nemmeno entrare,perchè al pari di altri sono stato condannato.Ops, però un certo Beppe nonostante la condanna ci lavora e si dà da fare. Per ultimo il sottoscritto in passato quando il movimento ancora forse non c’era, intorno al 2005 e 2005, parlava nelle chat room con mezzo mondo, che voleva sapere di come funziona l’anatocismo e il sistema dei prestiti bancari, dei fidi,dei protesti e cose simili.E tutto questo quando gli altri pensavano a Saddam, a Bin Laden, all’Afghanistan.Quindi permettimi di dirti che ho più a cuore chi vuole e chi parla e scrive di voler dare ,anche ai falliti come me, la possibilità di vivere e di rifarsi una vita, piuttosto di quelli che aspettano e sperano che gli altri, che saranno anche figli di puttana, sbaglino o non facciano niente. Non immagini quanto mi dà fastidio quando il nostro amico parla e dice che sono dei falliti, ignorando quale sia la vita di una persona che fallisce. semplicemente, ma tu non hai letto il mio vecchio blog se no non penseresti certe cose su di me,non esiste. Non posso avere un c/c, non ho diritto all’esenzione ticket, non ho ammortizzatori sociali (i miei ex dipendenti hanno trovato tutti un altro lavoro prima che chiudessi e mi sono dato da fare io per trovarglielo). Quindi abbi pazienza se non ci sto con la testa ma ,anni di umiliazione fiaccano anche i migliori, che come me aspettano tempi migliori:non faccio niente per cambiare? Lavoro in nero, faccio lo stesso lavoro che avevo ripreso a fare (e non essendo scaltro non ho cancellato l’azienda alla CCIA, sennò non sarei stato nemmeno dichiarato fallito) cioè l’agente di commercio.

  • Mondart

    Tanita, ancora non hai capito che sono passati anni, e che inoltre le due situazioni sono nettamente diverse e non paragonabili: quel che da te volevano raggiungere, beh qui da noi l’ hanno già fatto più di 20 anni fa.

    E che QUI ED ORA è inutile buttarsi con l’ ariete contro le mura di un castello per conquistare una brutta racchia, se PER FORTUNA c’è già chi non solo si è incaricato di farlo in modo incruento, ma ti prospetta in compenso una gran bella gnocca.

    Grillo introduce un “kernel”, un DOS A CODICE APERTO che dovrà servire a BEN PIU’ che a liberare da questo stato di cose la sola Italia … PARBLEU !!!

  • lkst76

    Io invece penso che alle prossime elezioni Grillo farà un grande flop!

  • Tanita

    Sí, l’ho capito Mondart. Ma il futuro é ció che facciamo noi con le nostre decisioni, compresa quella di non far niente lasciando che siano gli altri a decidere.

    Io, che sono un’incurabile ottimista, saró sempre convinta del nostro potenziale per trasformare la realtá. Perció m’impegno tanto nel cercare di capire e delle volte, come tutti, mi vengono tanti dubbi ed ho un po’ di confusione. Ma ho qualche certezza sul nocciolo “nella sera dell’umane cose”, come direbbe il Leopardi.

  • Masaccio

    Purtroppo so bene cosa significhi trovarsi in una situazione economica disastrosa, ci sono passato anni fa con tutta la mia famiglia. Secondo me è il momento di tenere duro e non accettare compromessi. Alleanze e inciuci vari col vecchio sistema non risolverebbero nulla; saremmo sempre più schiavi di questo regime economico totalitario e di questa politica lecchina coi forti e violenta coi poveri cristi. Per quanto riguarda il discorso sui falliti, c’è da fare una distinzione importante: c’è chi fallisce pur facendo del suo meglio, magari schiacciato da condizioni avverse irrisolvibili, e chi, come i nostri politici, fallisce per idiozia e mancanza di dignità e palle. Per quanto mi riguarda, la mia paura non è che Grillo sia troppo radicale; al contrario, temo che il M5S prima o poi si ammorbidisca (o venga ammorbidito con la forza), vanificando così le nostre speranze. Ciao e in bocca al lupo.

  • yago

    Come diceva Keynes nel lungo periodo saremo tutti morti.

  • contevespa

    Caro Fini, questa volta si sbaglia. Grillo è un finto tradizionalista, Casaleggio non lo è tout court e gli eletti grillini sono agli antipodi del tradizionalismo.

  • contevespa

    Caro Fini, questa volta si sbaglia. Grillo è un finto tradizionalista, Casaleggio non lo è tout court e gli eletti grillini sono agli antipodi del tradizionalismo.

  • contevespa

    Caro Fini, questa volta si sbaglia. Grillo è un finto tradizionalista, Casaleggio non lo è tout court e gli eletti grillini sono agli antipodi del tradizionalismo.

  • AlbertoConti

    Chi sa quant’è la soglia di povertà oggi in Italia? E chi decide che sia quella cifra piuttosto che un’altra? E’ importante di questi tempi, perchè sono tempi duri, e se non si vuole lasciare nessuno indietro occorre che il nuovo welfare cancelli la povertà, per sempre. Si scoprirà allora che la povertà è un concetto relativo, che esistono i poveri perchè esistono i ricchi. Quindi potremmo anche fare la fame, ma se la facciamo tutti insieme in ugual misura, non ci saranno poveri. Allora la domanda è: come fare per garantire la pagnotta a tutti? E magari qualcos’altro che renda la vita dignitosa? Si scoprirà allora che il sistema paese non è affatto povero in assoluto, e questa è una buona notizia per ora, ma si è alquanto impoverito negli anni dell’euro, a tutto vantaggio di altri paesi della stessa area euro. Detto fatto, questo primo problema è facilmente risolvibile, basta cambiare le regole della “competitività” interna all’area euro. Il problema molto più difficile è un altro, e ringraziamo la Provvidenza che un certo Grillo se ne è accorto. Per essere “produttivi” con le migliori tecnologie, non è necessario lavorare tutti come schiavi, anzi è controproducente, ci porta a non avere tempo per noi trasformandoci in consumatori compulsivi, bulimici e infelici. Il nostro maledetto PIL è fatto più da sprechi e disgrazie che di cose veramente utili ad una buona vita. Si può, e si deve progredire umanamente eliminando sprechi e disgrazie. E siamo sempre lì, tra le disgrazie ci sono i ricchi e gli straricchi, prima ancora del cancro e delle code in macchina. E cosa ha fatto esplodere la sperequazione delle ricchezze? La finanziarizzazione, di cui questo euro su schema dollaro “opportunamente” peggiorato dalla Bundesbank, è lo strumento principale. C’è molto marcio da tagliare, altro che welfare minimo.

  • stef3

    purtroppo si è creato uno stallo messicano grazie all’ ennesimo
    frutto avvelenato del PDL, il porcellum di calderoli.
    Pertanto proporrei una nuova legge elettorale e poi tutti al voto.
    Ritengo che la legge elettorale più giusta che garantisca sia la
    governabilità che la rappresentanza di tutte le forze sia un doppio turno,
    proporzionale puro al 1 turno e ballottaggio tra i due schieramenti
    primo e secondo classificati.

  • FreeDo

    Troppo, troppo trionfalismo Sig. Fini. Abbandoniamo un po’ di euforia. Il ricco e’ saggio se non dimentica la poverta’, il giorno e la notte si rincorrono incessantemente, e la Vittoria presuppone la Sconfitta: rimaniamo con i piedi per terra.

  • illupodeicieli

    caro yago vorrei riuscire a fare qualcosa di buono, prima che arrivi l’ora X.

  • Allarmerosso

    Vedi una giustizia più giusta un concetto di decrescita i km zero e il telelavoro proprio per quello che racconti per te sono molto più importanti di quanto credi.
    Una giustizia migliore forse non ti avrebbe fatto chiudere , i km zero non ti avrebbero messo di fronte a concorrenti che lavorano importando ed esportando prodotti ate concorenziali da miliaia di km a costi irrisori che tu non potevi permetterti il telelavoro magari ti avrebbe fatto risparmiare viaggi in auto dispendiosi per talune mansioni e forse saresti ancora in attività. Quelle che tu per rabbia , comprensibile , chiami menate sono quelle che in molti paesi (sopratutto scandinavi) hanno cambiato la qualità della vita DI TUTTI. Prendi quello che ogni azione ha come reazione perchè se non le si analizza bene paiono cose fini a se stesse futili e inutili. Pensa solo poter dare la possiblità ad una certa quantità di persone di poter lavorare da casa poter tenere i bambini a casa senza doverli mandare al nido perforza più posti liberi per chi ne ha bisogno , meno traffico nelle strade meno stress per chi deve usarla perforza migliore qualità della vita (la riduzione di auto circolanti diminuisce molti costi a esse correlate) miglior funzionamento dei servizi pubblici maggior utilizzo maggiori guadagni per gli stessi .. etc etc etc…
    Sono un artigiano so di cosa parli e ti sono vicino ma vedere certe cose con lungimiranza è fondamentale allo stato attuale anche se la nostra visione si annebbia di fronte alla rata di equitalia o alla scadenza di un F24 😉

  • yago

    Primun non nocere.

  • Allarmerosso

    rubato il voto perchè ti hanno costretto ? Quando l’hai votato non sapevi che si diceva gia da tempo nessuna alleanza con nessuno ?!

    Se si ha votato il M5S perchè diventasse il solito partito di sempre allora era meglio lasciar perdere fare astensionismo e lasciare Monti che li si ci avrebbe portato tutti alla rovina con le politiche economiche della BCE e dell’FMI che aveva gia distrutto il sud america e tutti gli altri paesi dove ha messo mano !!!
    Si sente tanto parlare di Grecia ma sbaglio o li ci sono proprio FMI BCE e tutti quelli che vorrebbero dirci cosa fare per uscire dalla situazione attuale ? No perchè se li sono nel dramma per un Grillo Greco mi sono perso qualcosa

  • Allarmerosso

    Sacrosanto , ormai molta gente è talmente abituata a non veder rispettate le promesse che quando ciò avviene molti si trovano spiazzati.Non si sa più cosa sia la parola data , una promessa una linea da cui non discostarsi.
    Non si conosce più il significato della parola COERENZA !!!

  • RicBo

    Intende rivedere da cima a fondo un modello di sviluppo, quello occidentale, che ci sta portando al tracollo economico dopo aver realizzato quello sociale, etico, umano.

    Adesso mi sembra che si stia sopravvalutando fin troppo questa persona (e Casaleggio, che Fini chissà perchè non cita). Non mi sembrano proprio degli statisti visionari, anche se cambierei volentieri opinione..

  • Kevin

    GOMBLODDO!

  • Ultor

    Grillo ha dato scacco matto al sistema; in qualsiasi modo si muovono perdono prima o..dopo

  • gianni72

    Ma quello incappucciato e con occhialoni fotografato oggi era davvero beppe grillo? Com’è che nessuno se lo chiede?

  • Coilli

    Le alternative sono due, o Grillo o emigrare in Argentina.

  • geopardy

    Un votante dlegante, non è un votante m5s.

    Un votante accomodante non è un votante m5s.

    Io non ho votato m5s per vederlo al governo con il Pd,tanto meno con il Pdl.

    Ho dato un voto che vuole essere rivoluzionario e mi sto già impegnando a collaborare con m5s, come richiesto da Grillo in campagna elettoarle, dei loro inciuci me ne fotto e rivoterò e mi impegnerò per il m5s, se fedele alla linea che ha detto di tenere.

    Governare con gli sciacalli non è un buon inizio.

    Geo

  • geopardy

    A me quello che dici tu non risulta affatto.

    geo

  • geopardy

    Sono alla frutta, non riescono neanche a rovesciare Assad, nonostante i più ricchi finanziatori del mondo si siano alleati per rovesciarlo, figuriamoci se un membro chiave della Nato come l’Italia si dovesse veramente ribellare.

    Se la stanno facendo sotto con solo un 25 % a m5s, figuriamoci in che mare di cacca stanno.

    Sono solo dei bluffatori finchè gli riesce.

    Dopo il voto italiano Obama ha chiamato la Merkel e si è raccomandato di non fare troppe pressioni sull’Italia, non è stato così per Spagna e Grecia.

    Significa che ci temono.

    Anche in Egitto Kerry è stato molto contestato.

    Il diavolo fa le pentole, ma non i coperchi si diceva un tempo.

    Geo

  • Ultor

    io penso che abbia paura di qualche candidato manciuriano o di qualche cecchino. Vedo più a rischio Casaleggio però, in questo momento potrebbe essere lui la vittima sacrificale per scatenare il caos. Suggerisco guardie del corpo a iosa

  • geopardy

    Bel paragone. bravo.

  • Coilli

    Ma Assad non è mica da solo. Qualcuno che lo appoggia c’è. L’Italia chi la appoggia?

  • gianni72

    Geo, grillo è una operazione degli USA. Hanno deciso di attaccare l’euro e la germania, e hanno creato questo movimento facendo leva sul disgusto degli italiani per la politica e per i soldi rubati a noi cittadini. In egitto, a parte qualche piccolo contestatore, tutto è andato bene per gli usa, e in siria secondo me ancora non è finito niente perchè i tagliagole sauditi sono disposti a tutto.

  • gianni72

    i cecchini colpiscono chi non è organico al sistema, grillo è quanto di più organico agli americani perchè propaganda decrescita e uscita dall’euro, con conseguente impoverimento di tutti gli europei.

  • Ultor

    se è così allora Grillo è un agnello sacrificale e noi vinciamo comunque. Se invece mirano a Casaleggio è perchè non riescono a controllarli e si infastidiscono, Grillo si ritira e noi faremo fatica a vincere in poco tempo. Se non toccano entrambi vuol dire che hanno una contromossa dirompente, tipo guerra o qualcosa del genere e allora vittoria o sconfitta non hanno più senso