Home / ComeDonChisciotte / 40 DOMANDE PER YOANI SNCHEZ DURANTE IL SUO TOUR MONDIALE
11470-thumb.jpg

40 DOMANDE PER YOANI SNCHEZ DURANTE IL SUO TOUR MONDIALE

DI SALIM LAMRANI

Opera Mundi

La famosa oppositrice cubana realizzerà un tour mondiale toccando piú di una dozzina di paesi nel mondo.

1. Chi le organizza e finanzia il tour mondiale?

2. Nell’agosto del 2002, dopo essersi sposata con il cittadino tedesco Karl G., abbandonò Cuba, “una immensa prigione con muri ideologici”, per poi emigrare in Svizzera, una delle nazioni più ricche del mondo. Contro tutti i pronostici, nel 2004, lei decise di tornare a Cuba, “una barca che fa acqua, sul punto di un naufragio”, dove “esseri dell’oscurità, che come vampiri si nutrono dell’umana allegria, ci innestano la paura attraverso il colpo di Stato, la minaccia, il ricatto”, dove “ le tasche si svuotavano, la frustrazione cresceva e la paura metteva radici”. Quali furono le motivazioni di tale scelta?
3. Secondo gli archivi dei servizi diplomatici cubani di Berna, Svizzera, e dell’ufficio migrazione dell’isola, lei sollecitò il ritorno a Cuba a causa delle difficoltà economiche incontrate in Svizzera. E´vero?

4. Come poté sposarsi con Karl G. se era giá sposata con il suo attuale marito Reinaldo Escobar?

5. E’ ancora un suo obbiettivo quello di stabilire un “capitalismo sui generis” a Cuba?

6. Nel 2007 lei creò il suo blog “Generación Y”. Nel 2008 ottenne il Premio giornalistico Ortega y Gasset, avvalorato con 15.000 euro, patrocinato dal quotidiano spagnolo El País. Solitamente questo premio si attribuisce a prestigiosi giornalisti o scrittori con una lunga carriera letteraria. E’ la prima volta che una persona con il suo profilo lo ottiene. Inoltre per la rivista Time (2008) lei fu selezionata tra le 100 persone più influenti del mondo. Il suo blog fu incluso nella lista dei migliori 25 blogs del mondo della catena CNN, in più vinse il premio spagnolo Bitácoras.com ed il premio The Bob’s (2008). Il País la incluse nella propria lista delle 10 personalità ispanoamericane più apprezzate del 2008. La rivista Foreign Policy fece ancora di più e la incluse tra i 10 intellettuali più importanti dell’anno. Lo stesso fece nel 2008 la rivista messicana Gato Pardo. La prestigiosa università statunitense Columbia le conferì il premio Maria Moors Cabot. Lei come spiega questa valanga di premi, accompagnata da considerevoli sovvenzioni economiche, in appena un anno di esistenza?

7. Per cosa usa i 250.000 euro ottenuti grazie a questi premi, un importo equivalente a piú di 20 anni di salario minimo in un paese come la Francia, quinta potenza mondiale, e a 1.488 anni di salario minimo a Cuba?

8. La Sociedad Interamericana de Prensa (Società Interamericana di Stampa), che accorpa i grandi conglomerati mediatici privati, decise di nominarla vicepresidente regionale di Cuba per la Commissione di Libertà di Stampa e Informazione. Qual’é il suo stipendio mensile per questo incarico?

9. Lei é anche corrispondente del quotidiano spagnolo El País. Qual é il suo stipendio mensile?

10. Quanti biglietti del cinema, di teatro, quanti libri, mesi di affitto o pizze può pagare a Cuba con le sue entrate mensili?

11. Come può pretendere di rappresentare i cubani avendo un livello di vita che nessuna persona nell’isola si può permettere?

12. Come può connettersi a Internet se afferma che i cubani non ne hanno accesso?

13. Come può il suo blog usare Paypal, sistema di pagamento on line a cui nessun cubano può accedere a causa delle sanzioni economiche che proibiscono tra l’altro il commercio elettronico?

14. Come può il suo blog disporre di un Copyright “© 2009 Generación Y – All Rights Reserved”, quando nessun altro blogger cubano può accedervi a causa delle leggi dell’embargo?

15. Chi si nasconde dietro al suo sito desdecuba.net il cui server ha base in Germania nell’impresa Cronos AG Regensburg registrato a nome di Josef Biechele, che tra l’altro ospita anche siti di estrema destra?

16. Come poté registrare il suo dominio attraverso l’impresa statunitense Godaddy, vista la proibizione della legislazione delle sanzioni economiche?

17. Il suo blog é disponibile in almeno 18 lingue (inglese, francese, spagnolo, italiano, tedesco, portoghese, russo, sloveno, polacco, cinese, giapponese, lituano, ceco, bulgaro, olandese, finlandese, ungaro, coreano e greco). Nessun altro sito al mondo, includendo le più importanti istituzioni internazionali come per esempio le Nazioni Unite, la Banca Mondiale, il Fondo Monetario Internazionale, la OCDE o l’Unione Europea, dispongono di tante versioni linguistiche. Neppure il sito del Dipartimento di Stato degli Stati Uniti né quello della CIA dispongono di tanta varietà. Chi le finanzia le traduzioni?

18. Come é possibile che il sito che ospita il suo blog disponga di una ampiezza di banda 60 volte superiore a quella di cui dispone Cuba per tutti i suoi utenti di Internet?

19. Chi paga la gestione del flusso di più di 14 milioni di visite mensili?

20. Sul suo account Twitter lei é seguita da più di 400.000 persone. Appena un centinaio di essi risiede a Cuba. A sua volta lei segue più di 80.000 persone ed afferma “Twitto con gli sms, senza accesso ad Internet”. Come può seguire più di 80.000 contatti senza accesso alla rete web?

21. Il sito www.followerwonk.com permette analizzare il profilo dei follower di qualunque membro della comunità Twitter. Rivela dall’inizio del 2010 un’attività impressionante nel suo account. A partire da giugno del 2010 Lei si é iscritta in più di 200 account Twitter diversi ogni giorno, con picchi che potevano arrivare a 700 account in 24 ore. Come poté realizzare una simile prodezza?

22. Perché all’incirca 50.000 dei suoi follower sono in realtà account fantasma o inattivi? Dei più di 400.000 profili del account @yoanisanchez , 27.012 sono nuovi (senza foto) e 20.000 ricoprono le tipiche caratteristiche degli account fantasma dove l’attività in rete é inesistente ( da zero a tre messaggi mandati a partire dalla creazione dell’account).

23.Com’é possibile che molti account Twitter non abbiano nessun follower e che solamente seguano Lei e abbiano emesso più di 2.000 messaggi?Non sarà per creare una popolarità fittizia? Chi finanziò la creazione di finti account?

24. Nel 2011 Lei ha pubblicato 400 messaggi al mese. Il prezzo di un messaggio a Cuba é di 1,25 dollari. Lei spese 6.000 dollari all’anno nell’uso di Twitter. Chi la finanzia?

25. Com’é possibile che il Presidente Obama le abbia concesso un’intervista quando riceve centinaia di richieste dai più importanti mezzi d’informazione del mondo?

26. Lei affermò pubblicamente che inviò al Presidente Rául Castro una richiesta di intervista dopo le risposte avute da Barack Obama. Ma un documento ufficiale del capo della diplomazia statunitense a Cuba, Jonathan D. Farrar, afferma che Lei non scrisse mai a Raúl Castro: “Lei non si aspettava una risposta e quindi ammise che non aveva mai mandato alcuna richiesta al presidente cubano”. Perché mentì?

27. Perché Lei, che é tanto eloquente nel suo blog, nasconde i suoi incontri con i diplomatici statunitensi all’Havana?

28. Tra il 16 e il 22 di settembre del 2010, come rivelano i documenti di Wikileaks, Lei si incontrò segretamente nel suo appartamento con la sottosegretaria di Stato statunitense Bisa Williams di visita a Cuba. Perché volle mantenere il silenzio riguardo questo incontro? Di cosa parlarono?

29. Michael Parmly, ex capo ella diplomazia statunitense all’Havana afferma che si riuniva regolarmente con Lei nella sua residenza personale come indicano i documenti confidenziali della SINA (United State Interest Section). In una intervista manifestò la sua preoccupazione rispetto alla pubblicazione delle comunicazioni diplomatiche statunitensi da parte di Wikileaks: “Mi turberebbe molto che si pubblicassero le numerose conversazioni avute con Yoani Sánchez. Ne potrebbe pagare le conseguenze per tutta la vita.” La domanda che nasce immediatamente é la seguente: quali sono le ragioni per le quali Lei potrebbe avere problemi con la giustizia cubana se la sua attività, come lei stessa afferma, rispetta le norme legali?

30. Continua a pensare che “molti scrittori latinoamericani meritavano il Premio Nobel per la Letteratura più di Gabriel García Márquez”?

31. Continua a pensare che “c’era una libertà di stampa pluralitaria e aperta, programmi radiofonici di varie tendenze politiche” sotto la dittatura di Fulgencio Batista tra il 1952 e il 1958?

32. Nel 2010 Lei dichiarò: “l’embargo é stato l’argomento perfetto del governo cubano per mantenere l’intolleranza, il controllo e la repressione interna. Se domani eliminassero le sanzioni, dubito altamente che se ne vedrebbero gli effetti”. E’ ancora convinta che le sanzioni economiche non abbiano alcun effetto nella popolazione cubana?

33. Lei condanna l’imposizione di sanzioni economiche degli Stati Uniti contro Cuba?

34. Lei condanna la politica degli Stati Uniti che cerca un cambio di regime a Cuba in nome della democrazia mentre al tempo stesso appoggia le peggiori dittature del Medio Oriente?

35. Lei é a favore dell’estradizione di Luis Posada Carriles, esiliato cubano ed ex agente della CIA, responsabile di più di in centinaio di assassinii, che riconobbe pubblicamente i suoi crimini e che vive liberamente a Miami grazie alla protezione di Washington?

36. Lei é a favore della devoluzione della base navale di Guantánamo occupata dagli Stati Uniti?

37. Lei è a favore della liberazione dei cinque prigionieri politici cubani incarcerati negli Stati Uniti dal 1998 per essersi infiltrati in organizzazioni terroristiche dell’esilio cubano in Florida?

38. Le sembra normale che gli Stati Uniti finanzino una opposizione interna a Cuba per ottenere “un cambio di regime?”

39. Secondo Lei, quali sono le conquiste della Rivoluzione Cubana?

40. Che interessi sono celati dietro la sua persona?

Dottore in Studi Iberici e Latinoamericani dell’Universitá di Parigi Paris-Sorbonne IV, Salim Lamrani é professore titolare della Universidad de la Reunión e giornalista, specialista delle relazioni tra Cuba e Stati Uniti. Il suo ultimo libro si intitola The Economic War Against Cuba. A Historical and Legal Perspective on the U.S. Blockade, New York, Monthly Review Press, 2013, con un prologo di Wayne S. Smith ed una prefazione di Paul Estrade.
Contatti: lamranisalim@yahoo.fr ; Salim.Lamrani@univ-reunion.fr
Pagina Facebook: https://www.facebook.com/SalimLamraniOfficiel

Fonte: http://operamundi.uol.com.br

Link: http://operamundi.uol.com.br/conteudo/babel/27274/40+preguntas+para+yoani+sanchez+durante+su+gira+mundial.shtml

19.02.2013

Traduzione per www.comedonchisciotte.org a cura di ISABELLA PREALONI

Pubblicato da Truman

  • Tanita

    “GOOMBLODDOOO”, Dirá Kevin. Ah ah!

  • Lestaat

    LOL

    Ma che li postate a fare gli articoli su questa?
    Ormai se la filano giusto negli states gli ebeti…
    Lo sanno pure i cani che è una ragazzetta sciocca usata dalla propaganda.
    E’ come sparare sulla croce rossa.

  • Aironeblu

    Magari… Se in un paese come il nostro il 75% dei votanti ha espresso la sua scelta per Monti, Bersani e Berlusconi, credi che ci sia tutta questa coscienza diffusa per riconoscere al primo colpo d’occhio ogni invenzione propagandistica?
    Magari…

  • Aironeblu

    Quando si dice la meritocrazia…. Che talento incredibile questa Sanchez! E poi dicono che il sistema educativo a Cuba è restrittivo….

  • Lestaat

    No Aironeblu, non lo credo.
    Ma non intendevo questo.
    Ormai dovremmo aver capito che la verità serve solo a chi la cerca.
    La massa continua a credere a qualsiasi fregnaccia su cuba a prescindere da questa sciocchina, chi non vuole capire crederebbe anche a satana pur di confermare la propria idea distorta.
    E’ però il dare troppa importanza a quelli come lei che perpetua la menzogna. Ignorarla è meglio.

  • FreeDo

    E’ un pallone che stanno gonfiando, e la faranno esplodere quando non servira’ piu’. Stanno creando una specie di Lech Walesa digitale.Deve andare a fare in culo.

  • bstrnt

    Ritengo che altro non sia che uno tei tanti quisling con i quali lo zio SAM infarcisce il mondo.
    La cosa buona è che la popolazione non la segue più di tanto, mentre noi ( Europei) siamo troppo tolleranti (quando non deferenti) con detti quisling.

  • AlbaKan


    “Lo sanno pure i cani che è una ragazzetta sciocca usata dalla propaganda”

    • Non è vero, anche Helios (lettore di CDC) crede che sia una santa!
  • Caleb367

    Non lo sanno – o fanno finta di non saperlo – nemmeno i quotidiani. La Sanchez è autentica e onesta quanto la ragazza lesbica di Damasco, che infatti era un quarantenne scozzese.

  • Caleb367

    Non tanto un quisling quanto uno zio Tom. Il nostro quisling è Mario Monti, un governante eteronominato ed eterodiretto che fa gli interessi di un paese estero a scapito del proprio; la Sanchez è un agente propagandista fortunatamente senza alcun potere politico, con l’unico scopo di diffondere fanfaluche sul suo stesso paese per guadagno personale. Con l’etica di uno stupratore e l’onestà di un usuraio, la Sanchez è un ottimo rappresentante della “libertà di stampa” occidentale.

  • andyconti

    E’ vero, nonostante i milioni di euro con cui si finanzia, non se la fila nessuno perche’ Cuba e’ un paese trasparente e chiunque puo’ verificarne pregi e difetti senza bisogno di professionisti della menzogna. Il paragone con l’Italia non regge, il cubano e’ molto piu’ colto dell’italiano medio.

  • Tonguessy

    Urca! L’hai davvero conosciuta quella lesbica in gonnellino che si esercitava nel lancio di tronchi d’albero?